Il MoVimento 5 Stelle ad Helsinki

di Giorgio Sorial e Lorenzo Fioramonti

Siamo a Helsinki, in Finlandia, dove abbiamo fatto una serie di incontri con membri del Governo finlandese e degli uffici governativi, per parlare di sviluppo economico, sviluppo sociale, innovazione e di tutte quelle ricette economiche che possono essere applicate fin da subito anche nel nostro Paese per migliorare la qualità della vita degli Italiani e riuscire a migliorare e a sviluppare l’economia del nostro Paese e dare delle risposte concrete al nostro popolo. Per fare ciò abbiamo fatto una serie di incontri che derivano da una serie di contatti e da dalle relazioni che abbiamo sviluppato negli ultimi anni attraverso istituzioni, rappresentanti del Governo, uffici governativi di vari paesi in giro per l’Europa e per il mondo. E, quindi, abbiamo incontrato il Kela, che è un ufficio governativo dove si valuta e si implementa proprio il benessere sociale ed economico del Paese, e si sperimentano nuovi strumenti che possono garantire occupazione, lavoro e possono garantire benessere economico al popolo finlandese. Poi abbiamo avuto modo di incontrare anche Experimental Finland che è un ufficio all’interno proprio del Governo, della Presidenza del Consiglio dei Ministri Finlandese, dove si sperimentano tutti gli strumenti che possono garantire con ricette economiche, anche nuove, benessere sociale al popolo finlandese. E poi abbiamo avuto una piacevole chiacchierata, molto innovativa, molto di visione, anche con membri del governo finlandese.

In questo momento siamo proprio nell’ufficio del Ministro dei Trasporti e delle Comunicazioni, dove abbiamo appena finito una riunione con la Ministra Anne Berner che è salita alla ribalta anche come una grande critica delle misurazioni convenzionali delle performance dei Paesi. Ci ha raccontato come, da Ministro dei Trasporti e delle Comunicazioni, è riuscita a reimmaginare il modo in cui oggi si fa comunicazione e mobilità in Finlandia. Ha dato molti esempi, politiche innovative dal punto di vista della digitalizzazione dei dati, è riuscita a creare delle piattaforme attraverso le quali molti operatori collaborano continuamente e rendono la mobilità non solo più piacevole, ma anche più accessibile e più sostenibile. Cose davvero interessantissime.
E c’è un parallelo in realtà fra la Finlandia e l’Italia: la Finlandia è il paese scandinavo che è stato più colpito dalla crisi finanziaria del 2008 e per tanti anni è stata in recessione. E ora si sta rialzando affidandosi a politiche innovative e sperimentali, non percorrendo i percorsi convenzionali, ma cercando di fare cose fuori dal comune e, in alcuni casi, cercando di capire cosa può funzionare nel XXI secolo senza le ricette del XX secolo, affidandosi alle nuove tecnologie. Come dicevo a Giorgio, è il primo Paese che sperimenta a un livello di scala il Reddito di Cittadinanza, incondizionato addirittura, e sta portando la sperimentazione all’interno della programmazione economica e politica del Governo, ha fondi di finanziamento per la sperimentazione all’interno della società e coinvolgendo centinaia di imprese, organizzazioni della società civile, e così via. E poi, all’interno di alcuni Ministeri, sta sperimentando davvero nuove forme di mobilità che siano, non solo, disegnate per il benessere dei cittadini, ma per la creazione di posti di lavoro di qualità. E poi per la sostenibilità ambientale. Davvero una serie di esperienze molto interessanti.


Sostieni la campagna ContinuareXCambiare. Per arrivare in Europa, abbiamo bisogno anche del tuo aiuto. Dona ora e diventa parte del cambiamento: dona.ilblogdellestelle.it