Il Blog delle Stelle
Oggi Etruria, ieri Mps: le banche sono il vizietto del Pd

Oggi Etruria, ieri Mps: le banche sono il vizietto del Pd

Author di Luigi Di Maio
Dona
  • 151

di Luigi Di Maio

Maria Elena Boschi ha mentito a tutti gli italiani e lo ha fatto davanti a tutto il Parlamento. Il 18 dicembre 2015 alla Camera disse: "Io, come Ministro, sono sempre stata dalla parte delle istituzioni, non ho mai favorito la mia famiglia, non ho mai favorito i miei amici. Non c’è dunque conflitto d’interessi, non c’è dunque alcun favoritismo, non c’è alcuna corsia preferenziale".

Oggi, le parole dell’ex amministratore delegato di Unicredit Federico Ghizzoni la smentiscono platealmente, confermando quanto emerso nei giorni scorsi dalle audizioni di Vegas e Visco. La corsia preferenziale e il favoritismo ci sono stati eccome, visto che non risulta che la Boschi si sia spesa in egual modo per altre banche. Il suo chiodo fisso è sempre stata la Banca di cui il padre era amministratore.

Tre indizi di questo livello fanno ben più di una prova. Sta emergendo un vero e proprio sistema di pressioni indebite e arroganti da parte del “giglio magico” renziano per proteggere i vertici dell’Etruria, la banca di famiglia di Maria Elena Boschi della quale il padre Pier Luigi era amministratore.
Quando un ministro, braccio destro del Presidente del consiglio, ti chiede di valutare l’acquisto di una banca, quella in atto o è una forma di pressione, più o meno esplicita, o è uno scambio di favori.

Addirittura, come emerge dalle affermazioni di Ghizzoni, si utilizzavano persone esterne alle istituzioni per risolvere "il dossier Etruria”: fu Marco Carrai, faccendiere che Renzi voleva piazzare a capo della cyber security, ad inviare per conto terzi una mail (ecco la foto) a Ghizzoni al fine di sollecitarlo sull’acquisizione di Etruria da parte di Unicredit. Mentre si consumava questa violenza istituzionale, quattro banche popolari, Etruria inclusa, stavano per collassare trascinandosi dietro decine di migliaia di piccoli azionisti e obbligazionisti subordinati. Molti di loro hanno perso tutti i risparmi di una vita.

Ciò che sta emergendo con forza è l’uso familistico delle istituzioni repubblicane, in totale spregio dell’interesse collettivo e nazionale. Qui ci sono responsabilità personali, ma soprattutto politiche. Dopo Mps, distrutta dal vecchio corso del Pd, ora Banca Etruria. Le banche sono il vizietto del Pd. Ed è impossibile che nessun altro del partito sapesse nulla di quello che è andato avanti per anni, ma tutti sono stati zitti, omertosi, complici.

Andando più a fondo: nessun partito può tirarsi fuori da Bancopoli. Quando Boschi mentiva in aula, Forza Italia si rifiutava di votare favorevolmente alla mozione di sfiducia presentata dal MoVimento 5 Stelle e usciva dall’aula. Oggi tutti questi signori dovrebbero dirci una cosa: cosa prevedeva davvero il Patto del Nazareno e se tra i punti della "profonda sintonia" ci fosse anche la questione banche. All’epoca Salvini, che tanto si agitava contro il ministro, dichiarava “se Forza Italia non vota sfiducia rivediamo la coalizione” e oggi invece è ancora una volta alleato di Berlusconi e la sua Lega ha collezionato nella principale Regione che governa due crac bancari terribili come quelli di Veneto Banca e Banca Popolare di Vicenza. Il sistema si sta sfaldando ma cercherà di sopravvivere fino all’ultimo.

Una cosa immediata che pretendiamo - prima di tutto come cittadini e poi come MoVimento 5 Stelle - è che Maria Elena Boschi venga allontanata dalle sue cariche di governo e il presidente Gentiloni, a questo punto a fronte di queste prove, o lo fa o ci dice perché non lo vuole fare. È intollerabile che chi ha usato le istituzioni per i suoi interessi non venga cacciato.

A marzo abbiamo la possibilità di rifondare questo Stato e renderlo uno Stato al servizio dei cittadini, non delle famiglie dei ministri. Si sceglierà tra il cambiamento con il MoVimento 5 Stelle e il mantenimento di questo sistema marcio con tutti gli altri. È un'occasione imperdibile. Non sprechiamola!

SOSTIENI IL RALLY PER ANDARE AL GOVERNO CON UNA DONAZIONE:

scopriprogramma.jpg



Fai una donazione a Rousseau: http://bep.pe/SostieniRousseau e poi annuncialo su Twitter con l'hashtag #IoSostengoRousseau

bannerrousseau.jpg

20 Dic 2017, 15:25 | Scrivi | Commenti (151) | listen_it_it.gifAscolta
Invia il tuo video | Invia ad un amico | Stampa

  • 151


Tags: boschi, carrai, di maio, etruria, ghizzoni, m5s, mail, renzi

Commenti

 

Buongiorno
Sei bloccato, vietato le operazioni bancarie e non hai il favore di Banks o meglio hai un progetto e hai bisogno di finanziamenti, di crediti scadenti o di denaro per pagare le bollette, fondi per investire in società. Quindi se hai bisogno di un prestito non esitare a contattarci per saperne di più sulle nostre condizioni hai l'opportunità di fare un prestito da € 2.000 a € 5.000.000 ad un prezzo molto conveniente di un indirizzo e-mail: tesserabruna06@gmail.com

Bruna 20.01.18 08:21| 
 |
Rispondi al commento

il bello e che dicevano che le banche italiane sono a posto.

sandro 25.12.17 11:51| 
 |
Rispondi al commento

DIZIONARIO ENCICLOPEDICO ITALIANO VOL XI sci/tat pag 431
SOLLECITARE: FAR PRESSIONE, INSISTERE PRESSO ALTRI PERCHè FACCIANO AL PIU' PRESTO QUANTO AVEVANO PROMESSO O S'ERANO IMPEGNATI A FARE, O QUANTO S'ERA LORO RICHIESTO......
ma possibile che questi"DRITTI" credono davvero che il Popolo Italiano è "cretino, stupido" o facilmente infinocchiabile???
Ma possibile che nessun giornale si prende la briga di guardare una definizione e magari pubblicarla???? Magari per dir loro e a tutti coloro con i "paraocchi" che NON hanno spina dorsale d'ONORE (appunto sono inchiodati seduti alla poltrona) che gli ITALIANI non ne possono più!!!!!

MARILENA 22.12.17 18:33| 
 |
Rispondi al commento

Il problema Etruria va ben oltre il suo papino.
Boschi ed il giglio magico premevano per l'acquisto di Etruria per due fondamentali motivi.
Il primo elettorale. Sapevano benissimo che sarebbe stata una bomba ad orologeria e quindi hanno tentato il disinnesco tramite Unicredit.
Il secondo riguarda la controllata banca Federico Del Vecchio che detiene molti investimenti di personaggi importanti del giglio magico e non. Carrai si è interessato a quest'ultima banca per proteggere i suoi clienti.

Roberto 22.12.17 17:05| 
 |
Rispondi al commento

Grazie ViVì!

Ottimo, Travaglio. Sembra proprio una barzelletta:

Tesi: la Boschi sfruttando illegittimamente i suoi ruoli istituzionali l'ha messo nel deretano di tutti gli italiani.

Antitesi. La Boschi replica – Sessisti, siete solo sessisti! Io non ho il “coso”, da mettere eventualmente nel deretano di chicchessia. Dietro c’è sicuramente Putin e 5 Stelle - …

Sintesi: Ghizzoni ribadisce parola per parola ciò che scrisse De Bortoli confermando l’atto impuro, voluttuoso e “dietrologico”, perpetrato dalla vergine Boschi ai danni del deretano inconsapevole di tutti i cittadini. Forse usata per lo scopo una semplice protesi: nel magazzino PD e FI ce ne sono molte, anche tra le tante usate dal nano a pompetta. Non dico a te, Brunetta!

Nel clan PD, come accade ad un pugile suonato, tutti esultano all’unisono per la grande vittoria! Ne escono tutti puliti, perché l’atto impuro nel deretano degli italiani sarà pure conclamato, acclamato e confermato, ma ora è chiaro a tutti che è stato fatto dolcemente, adagio, Senza Nessuna Pressione!

massimo m., Roma Commentatore certificato Commentatore che ha donato a Rousseau 21.12.17 14:37| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

mariaEB & matteoR devono essere incoscienti oppure fingono d'esserlo, sostengono che le loro azioni ingerenti verso i vertici di altri enti non consistono in pressioni, 2 geni assoluti, praticamente hanno rottamato anche il vocabolario della lingua italiana cancellando il significato delle parola interferenza: "Intervento di interessi estranei in un ambito delimitato dalla legge e dalla consuetudine; genericamente intervento inopportuno e disturbatore".

l'interferenza in ambito politico-istituzionale assume risvolti di ordine etico o giuridico-penale se foriera d'interessi privati a scapito del pubblico.

Come minimo si dovrebbero dimettere, lei dal governo e lui da segretario del partito.

Clesippo Geganio, LT Commentatore certificato 21.12.17 13:33| 
 |
Rispondi al commento

E IO PAGO.
La conseguenza del chiasso sulle banche decotte è l’aumento degli stanziamenti per risarcire i distratti correntisti. A volte, l’ingenuità paga. In altri tempi, alcuni dei malaccorti correntisti hanno attinto soldi a piene mani dalle banche di zona, asservite alla politica. Perché risarcirli coi soldi dello Stato?


ma quante persone della famiglia Boschi o parenti lavoravano in e per la Banca Etruria o avevano rapporti economici?

Sarebbe molto interessante sapere anche chi è riuscito in tempo tra gli amici fortunati a riavere i soldi investiti o accantonati prima del fallimento.

Clesippo Geganio, LT Commentatore certificato 21.12.17 12:59| 
 |
Rispondi al commento

Carissimo,Voi avete esordito mettendo in pratica il concetto di Politica come Servizio,senza privilegi,in nome del Popolo Sovrano,è stato un bell'esordio che Molti hanno apprezzato e continuano ad apprezzare.
Un passaggio "tecnico" nell'articolo mi colpisce,anche se non è la prima volta,:le votazioni con parziali "USCITE DALL'AULA".
Auguri e cordialità dalla Romagna.

enzo bargellini, Santarcangelo di Romagna Commentatore certificato 21.12.17 11:16| 
 |
Rispondi al commento

Si ha notizia che da ieri i "Boschi" aretini siano in fiamme e che le fiamme si siano propagate anche nel sottobosco in direzione di Rignano sull'arno e della stessa Firenze, vedi richiesta di spegnimento tramite mail del pompiere Marco Carrai faccendiere e sodale del "Bomba" fiorentino. La cronaca parla di effetto piromania di banca Etruria esplosa con le palesi sollecitazioni e incontri, sempre negati, della ministra Maria Elena Boschi con il gotha della finanza; insomma anche il "giglio magico" renziano rischia l'incenerimento. Tutta la vicenda fatta di menzogne , di intrighi e soprattutto di operazioni scorrette (titoli tossici ecc.)nei confronti dei risparmiatori è riconducibile al solito calderone del "giglio magico" Boschi , Renzi, Carrai , Verdini; un calderone (MPS, Etruria, e banche popolari venete)che piu' mescoli e piu' emana olezzi maleodoranti, tossici per l'ambiente circostante ma soprattutto per l'intero paese Italia. Paolo (PALERMO)

PAOLO CARUSO 21.12.17 11:00| 
 |
Rispondi al commento

ALTRO NON C'È

Il distacco tra cittadini e classe dirigente del Paese, è ai limiti della tenuta, due direzioni opposte, una va verso il baratro, i cittadini, e l'altra verso le nuove poltrone riscaldate.
É insopportabile ascoltare i soliloqui di Berlusconi, che azzannano le telecamere di mediaset come un cane arrabbiato, per aggredire il Movimento Cinque Stelle e solo quello, ogni sua parola, battito di palpebre plastificate, movimento labiale disordinato, è un chiaro segno di sbandamento psichico, di fissazione maniacale, ossessione, paura per la sua fine ingloriosa, già scritta nei capitoli della giustizia, ma non ancora ben espressa nell'informazione, ma lo capirà dal prossimo voto popolare, almeno spero.
Berlusconi, come l'altro perdente toscano, lo “sputazzella news”, meglio conosciuto come Tatteo Tenzi, ovvero, il cazzaro, o meglio l'armageddon italiana, imperterrito bugiardo seriale, sono due incompetenti graziati dai giornalisti, ma non tutti, Travaglio insegna, e vengono portati come competitori ancora credibili, da una stampa e una informazione incompetente e corrotta fino al midollo.
In un quadro così avvilente, emergono altre figure improbabili, della stessa stazza, che si ripropongono come antibiotico all'infezione, gente che dovrebbe essere alla berlina, con banditore che proclama il delitto commesso in pubblico, e invece li ritrovi nei salotti televisivi che si beano dello zero virgola due nei sondaggi! Ma chi cazzo vi vota? Mastella, Pomicino, Casini, Pisicchio, Giovanardi, Cesa, Buttiglione, Follini...., eppure....
Non basta più sapere che questi personaggi sono stati la rovina dell'Italia, non basta vedere e sapere con prove certe che sono bugiardi, che hanno rubato, che hanno fatto leggi a proprio favore, non basta conoscere le loro condanne, e le loro incapacità amministrative, non basta, perché gli italiani non hanno memoria, gli italiani, almeno un settanta per cento, sono peggiori dei loro governanti, mi duole verificarlo,

SEGUE SOTTO

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 21.12.17 10:34| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

DEMOPOLIS. OGGI. NESSUNA COALIZIONE RIESCE A FORMARE UN GOVERNO
Cdx 36%
M5S 29%
Csx 28%
Liberi e uguali 7%

In un anno il Pd perde 7 punti
Il cdx ne prende 9
Il Pd è al 24%
Il M5S al 29%
Tutto peggiora con le riforme che scontentano il Paese, ma Renzi precipita s picco dopo la tranvata del referendum, poi la sconfitta alle Comunali e in Sicilia, la scissione, ora la commissione sulle banche che sta diventando un boomerang contro di lui e la Boschi, sempre che lo scandalo Consip non dia un'altra nella spinta verso il basso o Renzi non proceda con la bella pensata di eliminare le pensioni di reversibilità che colpirebbero 4 milioni di vedove.
Ora con questi numeri si rischia di tornare a votare dopo 3 mesi, a meno che Renzi non si allei con Berlusconi, ma Mattarella potrebbe anche fare un Gentiloni bis, che sarebbe il quarto governo non eletto dai cittadini, una vergogna assoluta! Ma se Berlusconi si trovasse impossibilitato a fare alcunché, franerebbe anche il cdx.

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 21.12.17 10:31| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

ELEZIONE POLITICHE 2018 RINNOVAMENTO E CONTINUITÀ...

Obbiettivo del M5S deve essere quello di continuità e rinnovamento nel Senato e nella Camera; sostituire la metà di senatori e deputati del M5S per dare la possibilità alle nuove idee, quelli che rimangono aiuteranno i nuovi arrivati per i loro inserimento, quelli che escono porteranno la loro esperienza nei gruppi di attivisti sul territorio.

I parlamentari che non hanno prodotto proposte e meno attivi rispetto degli altri in 5 anni devono lasciare spazio ai nuovi candidati selezionati dal vivaio del Meetup.

E' un errore mettere i paletti come quello di essere già candidati nella elezione del 2013! significa limitare il cerchio e proporre direttamente i candidati è antidemocratico

Ci sono già centinaia di attivisti cresciuti in questi anni di lotta preparati pronti a sostituire parlamentari meno attivi e proprio qui devono intervenire i vertici del M5S.

La politica è l’arte di governare la società” è pur vero che questa “arte” ha bisogno di persone preparate e capace che la sappiano esercitare dentro le istituzioni, servono pensatori non urlatori.

TUTTI ATTIVISTI CERTIFICATI DEVONO AVERE LA POSSIBILITÀ DI PARTECIPARE ALLE ELEZIONE POLITICHE DEL 2018


I NUOVI ITALIANI SONO NUOVI EIETTORI

I dati diffusi dall'Istat spiega il boom di acquisizioni di cittadinanza italiana:100 mila nel 2013 a 130 mila nel 2014, 178 mila del 2015 e circa 190 mila 2016 hanno acquisito la cittadinanza italiana.

I nuovi italiani si troviamo soprattutto a nord e al centro. Al 31 dicembre 2015 risiedono in Italia 60.665.551 persone, di cui potranno votare circa 46 milioni e 3% sono i nuovi cittadini, (salvo voti nulli, schede bianche e astensionismo) è un percentuale considerevole da non sottovalutare.

1- Serve un candidato che rispecchi italiani d’origine diversi,

2- Bisogna valorizzare la loro presenza in Italia,

3- Devono rendersi conto che qualsiasi cambiamento politico ne subiscono anche ‘essi le conseguenze.


Etruria, il mesto calvario di Boschi e Renzi
Andrea Scanzi
Matteo Renzi e Maria Elena Boschi sono dei geni. E lo sapevamo. Ma forse non credevamo che lo fossero così tanto. Sogniamo con loro.
– Fanno di tutto per varare (in ritardo) una Commissione banche. Ci credono così tanto che, per presidente, ci mettono Pier Ferdinando Casini. La vogliono unicamente per dare un contentino ai media e farsi belli.
– La Commissione, che concretamente non servirà a nulla se non forse a far perdere le querele alla Boschi, si rivela l’ennesimo autogol renziano. Boschi e derivati temevano Federico Ghizzoni, ma prima di lui, che ovviamente conferma le parole di Ferruccio De Bortoli, arrivano le pietre tombali di Giuseppe Vegas,Vincenzo Consoli e Ignazio Visco. Persino Pier Carlo Padoan sparge sale sulle ferite. E’ gogna, è calvario. E’ torcida. Si vola.
– Ghizzoni ha citato anche Marco Carrai, mentre Visco ha fatto capire che Renzi aveva una fissa per Arezzo. Il giglio magico aveva proprio una fissa per Banca Etruria. Daje.
– I renziani, come all’asilo, di fronte al diluvio fingono che ci sia il sole: “Visto? Consoli e Ghizzoni hanno confermato le nostre parole“. Idoli.
– Maria Elena Boschi si conferma il più grande parlamentare grillino di questa legislatura: nessuno come lei fa venire voglia di votare M5S (o chiunque tranne il Pd). E’ davvero la nuova Nilde Jotti. Per distacco.
– Mentre il Pd muore, nessuno tra i piddini non renziani muove foglia. Evidentemente son contenti così.
– I cortigiani, da LaVia alla Fusani fino al poro Cerasa, continuano a difendere il fortino. Sono meravigliosi.
– Nei sondaggi il Pd crolla: 20% o giù di lì. Lo stesso responsabile della comunicazione Matteo Richetti, convinto che negli incontri di partito non ci sia nessuno che lo filmi (genio), tratta ormai Renzi come il poro schifoso. E’ leggenda inesausta. – Ciò nonostante, a marzo Genny Migliore Presidente del Consiglio, Farinetti al Quirinale e Recalcati nuovo frontman dei Pearl Jam.

segue sotto

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 21.12.17 10:07| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

ROTTAMARE IL ROTTAMATORE
Peter Gomez.
Ciascuno è libero di suicidarsi come meglio crede. Gli iscritti e i dirigenti del Pd hanno perciò tutto il diritto di continuare a seguire il loro segretario Matteo Renzi e la sua sodale Maria Elena Boschi fino all’ormai scontato esito della loro breve avventura politica. Chi ha però deciso di far parte del Pd perché ne condivideva le idee e i progetti, o chi invece sente semplicemente crescere dentro di sé un umano istinto di sopravvivenza, ha pure un dovere. Evitare che, a causa dei continui errori dell’ex premier e della giovane sottosegretaria alla Presidenza del Consiglio, tutto il Pd finisca con loro sommerso dalle macerie. Su quanto sta accadendo in Commissione banche è inutile dilungarsi. Così come non serve ricordare quello che raccontano i sondaggi e che lo stesso Renzi ha ammesso in un’intervista al Corriere della Sera: il partito è in caduta libera. Finire sotto il 20 % dei consensi per i dem non è più un’ipotesi, ma una possibilità di giorno in giorno più concreta. Mentre è sempre più probabile il ritorno delle destre al governo.
Questo destino non è però inevitabile. Con un segretario diverso un accordo pre-elettorale con Liberi e Uguali – formazione destinata a crescere ancora molto grazie alla figura di Piero Grasso – è tuttora possibile. E con una vera coalizione il Pd può davvero tornare a giocare la sua partita. Senza no.
Conosciamo le obiezioni: Renzi è stato votato alle primarie da un milione e 800mila persone. Come si possono sconfessare gli elettori? Semplice: il partito si ricorda di essere tale e si comporta da partito. Molti degli accadimenti di cui oggi siamo venuti a conoscenza in virtù delle audizioni in Commissione banche vanno discussi a fondo e per davvero in direzione. E a chiederlo devono essere per primi i renziani. Spetta a loro il compito di smettere di scambiare la lealtà che giustamente va riservata a ogni leader liberamente scelto con l’ottusa fedeltà al capo.

segue sotto

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 21.12.17 09:57| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ci sono milioni di motivi per non votare più il PD. Il Canone Rai in bolletta Enel, il ritorno dello schiavismo sotto il nome di Jobs Act, la finta legge anti corruzione che allarga ancor di più le maglie della giustizia per i corrotti, l'eliminazione dell'Art.18, il Merdellum che toglie all'elettore qualunque facoltà di decisione nella scelta dei candidati, la schiforma piduista della Costituzione, ecc.
E con tutto ciò il consenso del PD scende per le bugie della Boschi, che erano note da mesi?
Ah...che paese...
Comunque non illudiamoci, sono tutti voti che andranno al PDL, secondo il noto principio che PD è uguale a PDL.

Aberto O., BERGAMO Commentatore certificato 21.12.17 09:42| 
 |
Rispondi al commento

" Menti inquinate, inquinano mentendo!"

(TARAS MITHRANDIR)

AD Maiora!
Paola

Paola Zito 21.12.17 09:39| 
 |
Rispondi al commento

giusto per i duri di comprendonio o per chi proprio non vuole capire . Carrai sapeva benissimo quello che faceva quando scrisse a Ghizzoni ”Ciao Federico, solo per dirti che su Etruria mi è stato chiesto di sollecitarti” .
Ghizzoni non avrebbe mai potuto rispondere a quella domanda nella mail , si sarebbe esposto penalmente per insider trading , infatti non lo fece , mica era pazzo . Lo stesso vale per la Boschi quando gli chiese di "valutare" l' acquisizione di banca etruria nonostante sapesse che unicredit fosse già in contatto con banca etruria e stavano studiando le carte . Lo stesso vale per Visco quando non rispose alla domanda di renzi su banca etruria .Allora perchè fare quelle domande se sapevano benissimo che non avrebbero avuto risposta e soprattutto non erano domande da fare , a meno che non trovi uno talmente stupido da rovinarsi con le proprie mani ? Perchè non erano domande ma semplicemente pressioni , minacce velate ,quella di carrai assai poco velata visto che parlava a nome di altri ( renzi e boschi). Infatti dopo il rifiuto di unicredit ci fu la vendetta di renzi , la legge sui crediti fiscali si arenò con grave danno per la banca di Ghizzoni e nessuno spiegò il perché , adesso lo abbiamo capito .

ciro r., napoli Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day Commentatore in marcia al V3day 21.12.17 09:32| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Come continuare a perdere.

BnP Paribas.

BRENT OIL Mini Long Isin GB00B9D45Y03, il petrolio a gonfie vele, peccato che il Certificato Paribas abbia toccato la barriera -> da 0,21 eur a 0,04 eur...

https://investimenti.bnpparibas.it/isin/gb00b9d45y03
consultare il grafico : "da inizio quotazione"

[IMO]

Francesco C. Commentatore certificato 21.12.17 09:06| 
 |
Rispondi al commento

3
Ma certo, come no, è andata benissimo. Gli fa eco lo sventurato Marcucci: “La chiarezza di ‪#Ghizzoni è totale. Il ministro #Boschisi informò e non fece nessuna pressione, nel massimo rispetto dell’autonomia di Unicredit. Il #M5S continua a non interessarsi dei correntisti, ma solo a spargere falsità. Ora basta”. Ora sta’ a vedere che pure Ghizzoni è grillino. Poi c’è Rosato, il tapino: “Carrai è un professionista che opera in quel settore e che non ha niente a che fare con il Pd”. Ingrato. Chiude da par suo Bonifazi, il tesoriere: “Lo dico da avvocato e da cittadino. Oggi De Bortoli ha perso la causa. E chi accusava @meb (la Boschi, ndr) ha perso la faccia”. Ma sì, dài, e tu sei un grande principe del foro: da oggi verranno tutti a farsi difendere da te. Par di sentire Woody Allen in Provaci ancora Sam che, pestato a sangue da una gang di balordi, racconta tutto tronfio con un fil di voce: “C’è stata una rissa con dei tipi che davano fastidio a Julie e gli ho dovuto dare una lezione, ma sto benone: a uno gli ho dato una botta col mento sul pugno e a quell’altro una nasata sul ginocchio”.
In fondo è bello vedere i morituri avviarsi festosamente al proprio funerale col sorriso sulle labbra, come fosse Carnevale. Noi, che li abbiamo criticati da vivi, smetteremo nell’ora della triste e prematura dipartita. Ci accontentiamo di avere spiegato per tempo in quali mani erano caduti il governo del Paese (inteso come Italia, non Laterina o Rignano sull’Arno) e soprattutto la Costituzione repubblicana. E vorremmo che udissero anche loro il grido che, in lontananza, si leva dalla Nazione tutta. Un grido tratto da Roma di Fellini, nella scena del vecchio guitto spernacchiato dal pubblico in un teatro di provincia: “Ao’, ma n’hai sentito quello? T’ha detto che te ne devi annà!”.


viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 21.12.17 08:59| 
 |
Rispondi al commento

2
Strepitoso Mario Lavia: “Ghizzoni: ‘Mai ricevuto pressioni’”. Lui si accontenta di poco: del resto, quando chiede un caffè macchiato al bar, precisa sempre al barista che la sua non è una pressione, ma una semplice richiesta di informazioni. Tipo Totò e Peppino col vigile di piazza Duomo: “Noio volevan savuar l’indiriss”. Meraviglioso Johnny Riotta, quello che tre anni fa trovava Renzi addirittura “sexy”: “Insomma, alla fine della Fiera, Ghizzoni ex Unicredit difende @meb Boschi e nega di avere ricevuto da lei pressioni su #BancaEtruria. E adesso ragazzi?”. Preclaro esempio di giornalismo anglosassone, molto attento ai conflitti d’interessi.
E dunque indifferente all’Operazione Gillette Bilama degli statisti etruschi (la Boschi liscia il pelo a Ghizzoni e Carrai completa l’opera). Del resto già sulle rivelazioni di Visco il giornale di Johnny, La Stampa, era riuscito a titolare sontuosamente “Tregua sulle banche” e “Fra Visco e Renzi il giorno della ‘pace istituzionale’. Il governatore di Bankitalia nega le pressioni. L’ex premier: ‘Grazie, smentite le illazioni’. Ma i Cinque Stelle attaccano”. Titoli eguagliati solo da quelli del Messaggero (“Il leader Pd vuole la tregua: ‘Esclusa ogni pressione’”) e scavalcati solo da quello de Il Dubbio (“Visco assolve Renzi”). E poi tutti sotto con la campagna contro le fake news di Putin.
Intanto gli altri scudi umani, mentre cercano un collegio per la Boschi fra Trentino, Campania, Lucania e Barbagia, possibilmente dove nessuno la conosca, esultano come un sol uomo per gli strepitosi successi di Matteo&Mariaele. Il povero Orfini, che in Commissione Banche è il capogruppo Pd, infatti raccoglie trionfi che nemmeno Fassino, cinguetta: “Abbiamo provato a risolvere la crisi senza nessuna pressione né conflitto di interessi. Questa è la verità su #banche, anche oggi confermata da #Ghizzoni”.

segue

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 21.12.17 08:59| 
 |
Rispondi al commento

1
Noio volevàn savuàr di Marco Travaglio
21 dicembre 2017
Più botte prendono, più ringraziano chi li mena. Visco rivela che Renzi andò a perorargli la causa di Etruria e lui manco gli rispose, “pensando che scherzasse”? “Ringrazio molto il governatore Visco, mi fa piacere che finalmente fughi ogni dubbio sul comportamento dei ministri”, tripudia Renzi al settimo cielo mentre stramazza al tappeto, si massaggia l’occhio nero e tenta di rimettersi in piedi con l’ausilio delle stampelle. Ghizzoni ribadisce parola per parola ciò che scrisse De Bortoli sulla richiesta della Boschi (da lei sempre smentita) di “valutare un’acquisizione o un intervento su Etruria”? “Confermo ciò che ha detto oggi Ghizzoni. Che è stato impeccabile nel raccontare i fatti”, esulta la Boschi tutta giuliva dal pronto soccorso, mentre l’infermiera le tampona il sangue dal naso e l’odontotecnico le rifà nuova l’arcata dentale. Per trovare un precedente all’automassacro che i renziani si stanno impietosamente infliggendo in Commissione banche con le loro interferenze indebite, i loro abusi di potere, i loro sotterfugi prontamente smascherati e le loro bugie istantaneamente smentite, bisogna uscire dall’ambito politico-finanziario e inoltrarsi in quello della commedia brillante. Per esempio, nell’episodio de I mostri di Dino Risi sui due pugili suonati, Tognazzi e Gassman. Il quale, più prende pugni in faccia e finisce kappaò, più ripete con aria ebete: “So’ contento… e so’ contento…”.
Ma il bello è che mentre Ghizzoni pianta l’ultimo chiodo nella bara del fu Giglio Magico sempre più Tragico anzi Fradicio, un’allegra compagnia della buona morte di giornalisti ha deciso di seguirne il destino sino in fondo, perpetuando la propria sottomissione alle panzane renziane perinde ac cadaver. La raffica di tweet che accompagna il rito dell’estrema unzione officiato dall’ex banchiere ricorda un’altra maschera della commedia dell’arte: lo “scemo per non andare in guerra”, detto anche “finto tonto”.

segue

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 21.12.17 08:58| 
 |
Rispondi al commento

MA COSA VOLETE CHE SIA QUESTO PUTTANAIO DELLA BOSCHI DEL BOMBA E DEI SUOI COMPAGNI DI MERENDA!! GUARDATE SU REPUBBLICA GLI APPUNTI TROVATI NELLO STUDIO DEL GIUDICE FALCONE SU COME LA MUMMIA DEL BISCIONE PAGAVA LA MAFIA PER I SUOI PORCI COMODI. UN QUADRETTO VERAMENTE DEVASTANTE!!!

flavio59 21.12.17 08:55| 
 |
Rispondi al commento

20 dicembre 2017 Di Maio della Gruber

https://www.youtube.com/watch?v=bHa3od7Ddko

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 21.12.17 08:51| 
 |
Rispondi al commento

Grandissimi spettacoli per salvare la governance Colonia Italia con tutta la grande ammucchiata politica che la sostiene :" Finta Sinistra/Destra- Centro-Lega e C."! Si ripetono i Dotti spettacoli usati dai Grandi Maestri Burattinai al servizio dei padroni del mondo "America, Inghilterra, Israele, Vaticano", i quali hanno usato la ex Nazione Italia per farla diventare colonia strategica dell'Impero UE e Globalizzazione. Perciò godiamoci il grande teatrino della Madonna bella e sorridente e ringraziamo il vero Dio gestito dai padroni del mondo per non averci più donato un Mussolini appeso, trucidazioni, attentati, Craxi salva eredi prima Repubblica per fare la seconda, il nuovo Messia per fare la terza spianando la strada al governo Monti e Madonna piangente. Nella vita non si deve credere a niente, è solo questione di denaro e potere; si deve prendere esempio dai politici e loro sostenitori partendo anche solo da un piccolo comune.

Agostino Nigretti, Burolo Commentatore certificato 21.12.17 08:48| 
 |
Rispondi al commento

1 /La pericolosa evoluzione di banche che diventano gestori di risparmio

I crac di quattro banche nel 2015, di due quest’anno e quello sfiorato del Monte dei Paschi preoccupano i risparmiatori. In gran parte a torto. Altri sono i pericoli che ora corrono, altri i modi per portargli via soldi. Le banche italiane non rifilano più proprie azioni a prezzi gonfiati od obbligazioni subordinate. Addirittura preferiscono non fare più le banche, cioè raccogliere denaro da prestare a tassi più alti. Glielo consiglia pubblicamente anche la Banca d’Italia, che per inciso non impedì i collocamenti delle azioni poi azzerate. Il suo direttore generale, Salvatore Rossi, il 6-11-2017 ha esortato il sistema bancario italiano a “essere meno banca tradizionale che raccoglie risparmio […] e più banca che fa gestione del risparmio”. Un invito all’arrembaggio dei patrimoni dei clienti, inimmaginabile da parte della banca centrale tedesca. Comunque un’operazione già in atto. Proprio l’indomani Banca Intesa annunciava che arrivava dal risparmio gestito oltre la metà del risultato dei primi nove mesi dell’anno. Se è pericoloso dare denaro alle banche, comprando loro titoli, lo è anche affidargli i propri soldi (segue)

Francesco C. Commentatore certificato 21.12.17 08:47| 
 |
Rispondi al commento

2 /La pericolosa evoluzione di banche che diventano gestori di risparmio.

Cosa cambia fra trovarsi un ventesimo dei propri risparmi in fumo, perché in azioni di una banca fallita, oppure averli in un giardinetto di fondi e pagare un 5% medio fra commissioni, provvigioni, costi, spese ecc.? Se c’è una differenza, è in peggio: nel primo caso uno se n’accorge, nel secondo spesso no.Il 5% è una percentuale esagerata? Semmai è il contrario, visto che da varie ricerche sui costi e oneri a carico dell’investimento per esempio in fondi azionari risulta un’incidenza nell’ordine del 23-25% complessivo per gli ultimi dieci anni: tutti soldi sottratti ai risparmiatori.E come è possibile che a cosiddetti consulenti che cambiano banca, quella dove approdano gli offra fino al 3% dei conti che portano con sé? Ciò implica che dai patrimoni trasferiti la nuova banca preleverà, in un modo o nell’altro, quelle cifre e ovviamente anche altre. Che dire poi di contratti per investimenti che prevedono un 4-5% per chi volesse disinvestire dopo un anno? Certo che un risparmiatore accorto non dovrebbe mai firmare l’impegno a pagare un riscatto, per potersi riprendere i propri soldi. Ciò che rovina molti risparmiatori è la (residua) fiducia nella banca o nella Posta, che invece deve venire meno del tutto. Nell’ambito dei soldi l’approccio giusto non è la fiducia, bensì la diffidenza. (prof. Beppe Scienza, ilrisparmiotradito.it)

Francesco C. Commentatore certificato 21.12.17 08:45| 
 |
Rispondi al commento

è ora che tutta la verità venga a galla. Occorre perseverare, perseverare e perseverare.
Grazie a tutti voi che lo state facendo.

mzee.carlo 21.12.17 08:45| 
 |
Rispondi al commento

LEI: "attacco sessista"
Ci sono alcune donne che sfruttano la loro femminilità come i falsi invalidi nei parcheggi riservati agli invalidi veri.

antonnio d., carrara Commentatore certificato 21.12.17 08:32| 
 |
Rispondi al commento

L’ESEMPIO MALSANO DI UN PAESE SENZA PIU’ MAESTRI

E’ bellissimo chiedere scusa e prendersi le proprie responsabilità.E’ appagante,fa parte dell’umano errare ed insegna a migliorare le proprie capacità di giudizio per evitare di rifare gli stessi errori.
In un paese distratto da mille bugie e da verità di dubbia regia,c’è chi paga per gli errori degli altri,per il perseverare di certi comportamenti obbiettivamente malsani che alimentano una filiera di rapporti basati sulla slealtà e sulla furbizia ma non andiamo da nessuna parte.
Siamo sempre fermi sulle nostre convinzioni di una politica attaccata alle poltrone e se chi ci rappresenta è un vigliacco opportunista ci sentiremo autorizzati ad imitarli nel peggior modo possibile,nel nostro “piccolo” comportamento quotidiano vendendo anche il nostro voto per pochi spiccioli.
Un battito d’ala di una farfalla può fare un danno enorme nel caos che regola l’universo e l’uomo ne è parte.Una decisione sbagliata nella stanza dei bottoni di chi si dovrebbe prendere le responsabilità della comunità che rappresenta può rovinare milioni di persone e non si può risolvere il tutto col garantismo di quattro omuncoli.
Banche,lavoro,economia,sociale sembrano parole astratte e distanti ma il cambiamento di un piccolo comma di legge può gettare nella disperazione un individuo e la sua famiglia e dopo bisogna accollarsene le responsabilità come spero faccia ognuno di noi nel suo quotidiano.
A R&Co e a tutto un parlamento di nani e ballerine io dalla mia piccola posizione vi dico che siete il niente. Siete l’opposto di quello che immagino,l’oscurità della luce.Il vostro comportamento,il vostro modo di fare quadrato anche quando è palese l’errore è paragonabile al bullismo ed è la rappresentazione più errata della nostra istituzione.
Italiani fottetevene degli alberi di natale e dei presepi,il più bel regalo che possiamo farci è non vivere e pensare come loro.

bruno p., napoli Commentatore certificato Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che ha donato a Rousseau 21.12.17 08:20| 
 |
Rispondi al commento

non trovo niente di utile in questa storiella, non capisco a che scopo la scrivi

Maria P., bologna Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che ha donato a Rousseau Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2016 21.12.17 07:06| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

sulla Boschi e Renzi fai bene a insistere, che non ricandidino
quel mi manda Picone..sembra proprio lui

AlexScantalmassi 21.12.17 01:38| 
 |
Rispondi al commento

“Keep Calm and Don't feed the troll".

Non inorridiscano gli anglofobi, gli autarchici della lingua italica, ecco subito la traduzione: ”Calma! Non nutrire il troll”, non alimentate il fuoco della sua menzogna.

“Quando nelle chat o nei forum o nei commenti a un post si presenta un troll, la cosa migliore è non alimentarlo. Ignorarlo. Il troll lo riconosci perchè è quello che quando si parla di una cosa interviene totalmente a sproposito, oppure trascina il dibattito a un livello infimo, oppure inanella una serie di falsità o menzogne. Il suo obbiettivo è inquinare il dibattito, senza nessuna intenzione di entrare nel merito” (Di Maio).

Il fine del troll è Distrarre, dividere, ostacolare un discorso costruttivo, alle volte fino ad offendere persone con parole oscene o con false accuse. O appioppando false identità.

Cercando sempre di mettere l’uno contro l’altro. Servendosi anche di 6 discorsi giusti per infilarne a “buon profitto” uno malvagio.

Poiché la libertà è un lusso che non possono permettersi coloro che danneggiano gli altri, invito tutti noi, invece di rispondere al troll, ad usare la funzione “cestino” e a non farci distrarre.

massimo m., Roma Commentatore certificato Commentatore che ha donato a Rousseau 21.12.17 01:02| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Gino filava contento sull'autostrada , il colpo era riuscito ! Aveva fatto il suo primo colpo e tutto era andato liscio , la cassiera del supermercato non aveva battuto ciglio e gli aveva messo in una busta un bel malloppo ! Gino non era un ladro , non aveva mai avuto inclinazioni delinquenziali , se aveva rubato era perchè non aveva alternative , sua figlia aveva bisogno di cure e lui era stato licenziato per esubero di personale 1 Aveva cercato per mesi un lavoro ma inutilmente . Arrivato a casa si buttò sul letto e contò i soldi . 9 mila euro evviva ! La sua piccola era salva . Si addormentò stanco della tensione e felice pensando al giorno seguente quando sarebbe andato a casa della moglie separata con la buona notizia . Si svegliò a causa degli scossoni , aprì gli occhi e vide tre negri armati che lo guardavano torvi : " Dove hai i soldi ! " .

vincenzodigiorgio 21.12.17 00:13| 
 |
Rispondi al commento

A proposito di banche...

Ma poi Verdini che ha ottenuto un prestito di circa 7 milioni di euro, sembra, da Berlusconi come affermato da giornalisti di Report(tramite la famosa 'Veneto banca' Chissà perchè non glieli ha dati DIRETTAMENTE LUI! Aveva qualcosa da nascondere?)li ha poi restituiti?

E se non li ha restituiti allora erano un regalo?

E' stato dichiarato nulla al fisco di quell'entrata mica da poco, se prevista???

Dino Colombo. Commentatore certificato 20.12.17 22:53| 
 |
Rispondi al commento

Quelli del PD hanno una banca?

Patty Ghera, Firenze Commentatore certificato Commentatore che ha donato a Rousseau 20.12.17 22:25| 
 |
Rispondi al commento

Cari amici del mv5s,caro Beppe Grillo buona sera Beppe a te che mi rivolgo tu non hai sbagliato di nulla come comportarsi con questi criminali ladri sinistra e destra.adesso Beppe il movimento 5 stelle e arrivato il momento di farsi rispettare basta presa per il culo da un meschino sulla 7 Floris facendo arrabbiare Alessandro di battista,io sono convinto di quello ché dico bisogno dire basta con queste televisione butta fango,e soprattutto domande del copione da molto tempo,non c'è nulla da fare queste TV e Giornalai meschini,stanno con i criminali per non perdere i finanziamenti pubblici del popolo sovrano onesti,e così sono tanti altri persino gli artisti come te Beppe poi ancora più grave non esiste giustizia.provo,tanta rabbia le votazioni in Sicilia truccato un Berlusconi che corrompere per lui e tutto normale tutto illecito è normale.allora caro Beppe tu avevi ragione da principio di non mandare i ragazzi e ragazze in questi salottini TV che francamente non esagero puzzano di merda persino il pubblico sono come robot a comando degli applausi troppo prolungato soprattutto quando parlano tutti rappresentante del movimento 5 stelle.percio'caro Beppe se puoi chiudi con le melme , grazie... franco WMV5S

Franco iannucciello 20.12.17 22:21| 
 |
Rispondi al commento

stasera ad #ottoatmosferemezzo un fortissimo DiMAIO

Eposmail. ,,, ; Commentatore certificato 20.12.17 21:51| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

https://www.change.org/p/al-presidente-della-provincia-autonoma-di-trento-ugo-rossi-nessuno-tocchi-l-orso

FABIO B., bologna Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2015 20.12.17 21:40| 
 |
Rispondi al commento

Non avevo dubbi al riguardo ma sentire conferma serve. Luigi di Maio ha detto chiaramente che in caso di risultato sotto il 40%, chiederà alle forze politiche di convergere sui temi 5* senza dare un bel nulla in cambio. La squadra sarà 5*. Bene.

Fabio T., Vicenza Commentatore certificato 20.12.17 21:03| 
 |
Rispondi al commento

@ Sputtaniamo Stirner

O porti QUI le PROVE di quello che scrivi o sei uno che ha solo bisogno di cambiare pusher...o di stare attento a quello che ti danno da bere...


L'ultimo regalo del Pd alle coop: sgravi a chi assume immigrati

Contributi fino a 500mila euro l'anno a tutte le cooperative che assumono gli immigrati a tempo indeterminato. Salvini: "È razzismo". Meloni: "Schiaffo ai disoccupati italiani"

Patty Ghera, Firenze Commentatore certificato Commentatore che ha donato a Rousseau 20.12.17 20:54| 
 |
Rispondi al commento

Macchè! Bastava seguire il Tg3 stasera per capire che non c'è nulla di cui preoccuparsi.

Noè SulVortice Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2015 Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2016 Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2017 20.12.17 20:52| 
 |
Rispondi al commento

Siamo in buona parte una nazione fondata su tanta merda... ma non da adesso, già dai tempi dei romani quando il cosiddetto popolo (non sono costoro i nostri antenati?) si divertiva nei circhi a vedere gente sbranata da tigri e leoni o guardando i gladiatori ammazzarsi ferocemente l'un l'altro per la sopravvivenza di uno dei due...

Poi c'è stata la cosiddetta "Santa inquisizione" della chiesa dove i tribunali ecclesiastici avevano potere di vita e di morte su coloro che ritenevano eretici... Strumenti di tortura raffinatissimi e crudelissimi sono stati messi in opera per tanti di quelli che erano contrari al verbo eclesiastico.(quando mai Gesù Cristo ha detto che si poteva torturare chi non credeva o chicchessia?)

E ancora oggi ci sono italiani che come i loro avi godono a fare il male agli altri, a votare gente malvagia perché sanno che votando corrotti, disonesti o simil-mafiosi, quando non mafiosi stessi, pregiudicati e spregiudicati potranno contare sul loro appoggio..perché spesso è gente che sta bene e sa che gente corrotta e malvagia al potere gli darà la possibilità di continuare a vivere nella loro opulenza perché simili politicanti hanno sempre fatto gli interessi di chi sta già bene accanendosi invece contro i poveri cristi senza potere, i poveri e i diseredati. Molti di questi benestanti se ne fottono e forse ci godono pure del malessere di tanta gente che spesso si suicida per non portare avanti il peso della propria meschinità.

Questi sono ancora oggi gli italiani, ...divisi tra poveri cristi da sbranare e malvagi, corrotti e opportunisti...

Dino Colombo. Commentatore certificato 20.12.17 20:51| 
 |
Rispondi al commento

CHE BELLA GENTE... SE QUALCUNO AVESSE ANCORA DEI DUBBI SU CHI VOTARE ALLE PROSSIME ELEZIONI

Si è costituito stamattina nel carcere di Avezzano l’ex -tesoriere della Margherita, Luigi Lusi, condannato, in via definitiva, ieri, a 7 anni di reclusione. E’ stato il suo avvocato, Renato Archidiacono, a rivelare che Lusi, accusato di appropriazione indebita, per la sottrazione di 25 milioni di euro dalle casse del partito, e calunnia nei confronti di Francesco Rutelli, si era consegnato alla polizia penitenziaria del carcere abruzzese.
Cinquantasei anni, avvocato penalista specializzato in contrattualistica e immobiliare, Lusi è stato senatore del Centrosinistra per due legislature, prima con L’Ulivo di Prodi e, poi, con il Partito Democratico ma viene da una solida tradizione comunista, quella del Pci al quale era iscritto.
Proveniente dal mondo scoutistico, come Renzi, dove ha avuto un ruolo di rilievo, Lusi ha avuto l’opportunità di scalare la vita politica grazie al suo mentore Francesco Rutelli che lo impose ai romani (e alle loro tasche) come consulente giuridico del Comune di Roma per ben due anni e per un altro anno ancora come consulente per le politiche della sicurezza.

Come se non bastasse il personaggio ha esercitato perfino le funzioni di magistrato onorario al Tribunale di Velletri per due anni e il Centrosinistra lo ha, poi, rifilato nuovamente ai romani: prima Rutelli, poi Veltroni, lo hanno paracadutato sulle poltrone di Delegato del sindaco di Roma, consigliere di amministrazione di Metroferro e vice presidente di Trambus. Una serie di scelte che sono costate care all’ex-sindaco Rutelli.

Patty Ghera, Firenze Commentatore certificato Commentatore che ha donato a Rousseau 20.12.17 20:50| 
 |
Rispondi al commento

IL PERICOLO FASCISTA

Il MoVimento 5 Stelle unica forza politica vicina ai cittadini che propone la risoluzione dei reali problemi che affliggono gli italiani.

Gli altri partiti perdono tempo a pensare leggi nuove per fermare il fenomeno fascismo, come se una legge in tal senso non esistesse.

Città e paesi, soprattutto dove governa da sempre la sinistra, tolgono cittadinanza onoraria e quant'altro al Duce. L'ANPI si mobilita e tre gatti e un topo, con le solite bandiere, sfilano al canto di Bella Ciao.

A me fa più schifo e orrore la Legge Fornero che non un portachiavi con la testa del Pelato di Predappio che, sinceramente, lascia il tempo che trova.

La Legge Fornero, al contrario, non lascia il tempo che trova, ma ha inciso pesantemente sulla vita degli italiani.

Il M5S DEVE abolire la Legge Fornero per ridare una speranza a tante persone a cui è stata tolta la vita.

Patty Ghera, Firenze Commentatore certificato Commentatore che ha donato a Rousseau 20.12.17 20:40| 
 |
Rispondi al commento

Avanti di questo passo penso che il prossimo Presidente della Repubblica sarà Alvaro Vitali in arte Pierino!

Clesippo Geganio, LT Commentatore certificato 20.12.17 20:23| 
 |
Rispondi al commento

Povera Boschi ! Vilipesa da tutti per la sua bellezza unita a una grande preparazione che fa di lei la probabile presidenta dello Stato . Esperienza e grande padronanza delle leggi insieme al suo impegno nel campo legislativo ne fanno una perfetta candidata al Nobel !

vincenzodigiorgio 20.12.17 20:22| 
 |
Rispondi al commento

Paola L. Da Verona
La querela (mai pervenuta la prima e di cui ormai sono scaduti termini e la causa civile minacciata recentemente è a quanto pare ancora fantasma) della Boschi a De Bortoli serviva come diversivo x spostare l'attenzione.. gesto un po' disperato, un po' come buttare la palla in tribuna. Se davvero avesse presentato querela prima o intrapreso causa civile poi.. avrebbe solo dato paccate di soldi a De Bortoli perché come si è palesato oggi: Ghizzoni ha sottoscritto parola x parola ciò che De Bortoli ha scritto sul suo libro.
E Orfini e i pidioti ancora che dicono (in modo assolutamente scriteriato e irrazionale) oggi: "Che De Bortoli.. chieda scusa.. " (???) Ma de che?? Ghizzoni ha dato completamente ragione a De Bortoli che MAI parlò di 'pressioni' (De Bortoli ha pesato col bilancino ogni singola sillaba.. oggi ripresa 'letteralmente' da Ghizzoni) ma di incontro e richiesta a Ghizzoni su acquisizione di Etruria da parte di Boschi. Punto. Il resto è difesa d'ufficio peraltro fantozziana.


La smentiscono ma anche l'assolvono, caro Luigi.
Cane non mangia cane. Figuriamoci se Ghizzoni poteva dire tutta la verità sull'interessamento della Boschi al salvataggio di Banca Etruria. All'audizione davanti alla Commissione, Ghizzoni ha alleggerito la posizione della ex ministra aggiungendo di non aver percepito "alcuna pressione".
Tutto finirà a tarallucci e vino, anche l'azione giudiziaria minacciata contro De Bortoli.

Maria 20.12.17 19:52| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

MICA TANTO OT;

QUESTA INFORMAZIONE E' UNA BOMBA PER CHI LA CAPISCE. CHI NON CAPISCE NON SERVE SPIEGARLO

Dopo i contanti, Ue lancia guerra a oro e pietre preziose

[...]
“La triste verità è che l’ UE sta assistendo a un aumento del numero di persone che prelevano i loro beni dai conti bancari e li collocano in beni materiali e lo fanno a causa della crescente minaccia di tassi di interesse negativi e del deposito cauzionale. Un divieto sul denaro contante esacerba questioni già esistenti e le pone in primo piano nella mente di ogni risparmiatore prudente e degli investitori: libertà, sicurezza del patrimonio, protezione della ricchezza da tassi di interesse negativi, bail-in e svalutazioni valutarie. L’attuale spinta verso una società senza contanti dimostra l’ importanza di essere diversificati e di non avere tutti i risparmi all’interno del sistema finanziario e bancario vulnerabile”.


informati sugli intrecci politici delle landesbanken tedesche poi ne riparliamo

Beppe A. Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day Commentatore in marcia al V3day 20.12.17 19:46| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Mattarella non è un cattivo presidente, è proprio che non gliene frega più un cazzo come un testimone di geova. Neanche vota secondo me.


siamo in grado di fare un confronto?

In UK, FR, USA, D e in altre nazioni occidentali come avrebbero reagito a un tale casino politico di conflitti d'interessi pubblico/privati?

Clesippo Geganio, LT Commentatore certificato 20.12.17 19:33| 
 |
Rispondi al commento

ma con questa classe politica con un senso delle istituzioni pari a quello di un'ameba, come possiamo confrontarci e presentarci credibili in consessi internazionali?

Clesippo Geganio, LT Commentatore certificato 20.12.17 19:22| 
 |
Rispondi al commento

La Banca Etruria era cosi' importante il chiodo fisso del PD non solo perche' era della famiglia Boschi ma anche perche' sarebbe diventato il cavo per i business del PD, nonche incasso di soldi pubblici

chicca s., Milano Commentatore certificato 20.12.17 19:19| 
 |
Rispondi al commento

sarà un caso che Ghizzoni AD Unicrdit è stato licenziato poco tempo dopo aver incontrato l'ex ministra?

Clesippo Geganio, LT Commentatore certificato 20.12.17 19:13| 
 |
Rispondi al commento

allora renzi chiede la testa di visco ,lui non si dimette, gentiloni lo riconferma sembra in contrasto con renzi...ed invece no...i due si sono comportati come il cattivo(renzi)che spaventa l'imputato (visco) ed il buono (gentiloni)CHE lo riconferma..silenzio di renzi..
che cosa ha promesso in cambio visco???
Omertà TANTA Omertà..ed ieri ha mantenuto la parola...il suo stipendio è salvo..questa è la logica dei parassiti,

francesco degni 20.12.17 19:09| 
 |
Rispondi al commento

non si può più mettere musica.. Un disco ogni tanto aiuta.. No? 😵

Fabio T., Vicenza Commentatore certificato 20.12.17 19:04| 
 |
Rispondi al commento

ma Carrai che inviò una mail a Ghizzoni per sollecitare.... non è lo stesso Carrai che prestò la casa di Firenze a MatteoR.?
Allora perchè la Comm. Parlamentare d'inchiesta sulle banche non ha scoltato Carrai e MatteoR?
Sicuramente i due sapevano della Boschi -priva di autorizzazioni governative- interessata alla vicenda Etruria o no?
Ergo: tutto il giglio fracico sapeva e sosteneva!

Clesippo Geganio, LT Commentatore certificato 20.12.17 19:03| 
 |
Rispondi al commento

Due banche? Due sole ne ha fatte fallire il PD? Solamente da quando è cominciata l'epopea Renzi-Boschi almeno cinquantamila imprese sono fallite e di conseguenza per mancati guadagni una decina di banche non hanno lavorato e stanno fallendo e una cinquantina d'altre se la stanno passando maluccio, anzi male. Sembrano tutti così provati e invecchiati mentre Mattarella ha uno sguardo sempre così bello riposato che sembra un bebè (le microspie al quirinale rilevano che c"è uno che ronfa sempre, chi cazzo sarà? D'altra parte chi glielo fa fare di mettersi a lavorare da pensionato? Ma vaffanculo tutto, se ne sbatte, è tutto spesato, c" è pure la coca che gli cucina e ti danno anche uno stipendio e una pensione ... che pacchia ragazzi! Che culo eh? sto pensionato senza la rottura di coglioni di parenti e nipoti che girano e scoreggiano per casa. ahhhhhh!). Adesso ( così rilevano le microspie) vuole far mettere I termosifoni alla piccionaia sulla soffitta del quirinale per non scomodare la security fino ai giardinetti e dare adito ai soliti pettegoli.


Poveri piddini, scompariranno come neve al sole d'agosto. Rubate e mentite ancora, fino a che potete...

Andrea Zanella, Pedavena Commentatore certificato Commentatore che partecipa alle Europee 20.12.17 18:41| 
 |
Rispondi al commento

sono morti e non lo sanno, come zombi vagano da un talk shows all'altro emanando fetore insopportabile, lugubre realtà in cui c'è un solo e vivace M5S che cerca secondo rito civile di seppellire le carogne che appestano le istituzioni dello Stato e ripristinare un minimo di igiene sanitaria per non essere appestati o incarogniti tutti.
Un appello agli italiani che sono ancora vivi e non desiderano marcire, alle prossime elezioni seppelliamo gli untori che diffondono l'illegalità nelle istituzioni dello Stato.

Clesippo Geganio, LT Commentatore certificato 20.12.17 18:34| 
 |
Rispondi al commento

il vizietto non è solo del PCI-DS-PDS-PD lo è stato anche di FI-PDL-FI che lo manifesterà di nuovo se vincerà le prossime elezioni 2018.

Dato di fatto inoppugnabile, il deleterio conflitto d'interessi che sta ammazzando l'Italia e gli italiani non lo vogliono risolvere né CSX né CDX, il caso Banca Etruria ne è la prova provata inconfutabile incontrovertibile che il malaffare della malagestio politica regna in questa penisola in cui la maggior parte del popolo in età di voto ha defecato etica e morale lasciando l'anima in putrefazione.

Clesippo Geganio, LT Commentatore certificato 20.12.17 18:06| 
 |
Rispondi al commento

Comperiamo gli occhiali schermati, tipo saldatore. Il pd sta esplodendo e farà una gran luce (liberatoria).

Elettori stagionati e giovani dem , ora potete iniziare la macabra danza di dolore sulle macerie, voi pure macerie, fumanti, e potrete urlare qualsiasi cosa , meno che "come è stato possibile?" Questo no. E ora che l' entusiasmo lascia il posto allo sgomento, la luce del 40% cede alla tenebra del forse 20%, tenete a freno il gesto inconsulto o la decisione estrema..tipo " ricostruiremo qui, nello stesso posto ". Il terreno è marcio e le macerie sono una conseguenza, come lo è una febbre batterica .

Fabio T., Vicenza Commentatore certificato 20.12.17 18:00| 
 |
Rispondi al commento

D'accordissimo, è un mentitore seriale di razza accerchiato da mentitori, ma ormai è al conto alla rovescia e sul suo futuro politico non scommetterei un centesimo, anche la ministra penso che "senta" vicina la sua fine politica.
Un peccato, ammettiamolo, il suo fascino non faceva male all'immaggine del bel paese.
Non più di qualche mese fà su questo blog scrissi che diversi partiti Italiani, nel tempo, si erano auto estinti all'arrivo dell'uomo giusto, dissi del PSI, del PRI, PLI, Radicali, ecc. ecc.
Partiti che lunghe storie politiche, il PSI è stato per me uno strazio vederlo scomparire, la sua storia, il suo nobile passato, la meravigliosa foto di un esercito di lavoratori sbracciati in marcia, poi arrivò lui, Bettino, che a mio parere è stato un grande statista, uno dei più grandi che il paese abbia avuto, tranne poi commettere gli errori che commise.
Il Renzi non può certamente accostarsi alle figure del passato, poteva anche diventare uno statista, ma forse per accontentare il popolo ha detto grandi balle, "le tasse sono scese, certo non basta, bisogna fare di più" questa tra le più grosse di tutti i tempi, ignorando che in Italia 1 cittadino su 4 è diventato povero durante il suo governo e quello del suo succesore.
Renzi, hai la responsabilità MORALE di aver fatto sprecare almeno 5 anni di tempo al paese, di aver dato accesso alla classe dei poveri a milioni di Italiani.
Da buon cristiano non ti porto rancore e ti auguro Buona fortuna, ma non in politica.

Robona 20.12.17 17:58| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

la faccetta bella amica di matteokazzaro, se avesse avuto a cuore le sorti dei 250mila risparmiatori truffati dalle 4 banche non si sarebbe interessata 24h24 per mesi soltanto di una sola banca e specifica.

Un Ministro della repubblica per intercedere a favore di specifici interessi non ha bisogno di insistere né pressare, basta la sua presenza in certi luoghi con certe persone, in certi casi telefonare in prima persona, oppure chiedere agli amici degli amici fidatissimi del Capo di Governo di interessarsi della vicenda.

Ovvio che i variegati vertici istituzionali e non contattati dalla ex ministra o chi per lei non potranno mai ammettere eventuali pressioni di alcuna natura, considerato che le politica è legata da una catena di poteri trasversali che coagulano interessi partitici, economici e nomine ad personam ai vertici delle istituzioni non solo statali.

Clesippo Geganio, LT Commentatore certificato 20.12.17 17:44| 
 |
Rispondi al commento

I soldi scompaiono dalle Banche, si fa il "bail in" (nelle fregature è d'obbligo l'inglese), non si sa chi s'è preso i soldi, Privacy. E te pareva.

I partiti, per garantire i soldi dei cittadini, si sono inventati le Commissioni di Controllo le quali non sanno nente dei soldi spariti. Non sono responsabili. Eppure i soldi non ci sono più.

I Partiti sanno governare, dicono.

Le Banche vanno a gambe all'aria, ma non falliscono altrimenti gli amministratori sarebbero perseguibili penalmente, si fa il "bail in".

I Partiti sanno governare, dicono.

I soldi nella Banca non ci sono più.
Chi se li è presi? Sembra nessuno. Prima c'erano soldi, ora non ci sono più e nessuno li ha presi.

I Partiti sanno governare, dicono.

giorgio peruffo Commentatore certificato 20.12.17 17:44| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

TUTTO GIUSTO
e poi i vari giornalisti e professoroni (tutti legati al potere precostituito) ci vengono a dire che i 5* sono incapaci o inesperti. Si è vero sono incapaci, ma di rubare mentre loro sono molto capaci, ma nell'affondare le mani nel denaro pubblico.

giovanni ., Roma Commentatore certificato 20.12.17 17:43| 
 |
Rispondi al commento

forza bisogna trovare la forza per farla dimettere..

Manuele L. Commentatore certificato Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza 20.12.17 17:39| 
 |
Rispondi al commento

COME HA DETTO IL BOMBA AI TRUFFATI DALLE BANCHE..
E' ORA CHE OGNUNO DI VOI SI ASSUMA LE NOSTRE RESPONSABILITA'

aniello r., milano Commentatore certificato 20.12.17 17:38| 
 |
Rispondi al commento

MARIA ELENA ETRURIA...RINGRAZIA GHIZZONI, MA "DENUNCIA" DE BORTOLI PER LO STESSO MOTIVO..
IL VECCHIO TRUCCO DEL "SE NON RIESCI A CONVINCERLI
CONFONDILI"....

aniello r., milano Commentatore certificato 20.12.17 17:35| 
 |
Rispondi al commento

I regimi hanno ritmi cadenzati dallo stesso metronomo. I membri compromessi irrimediabilmente resteranno fino all' ultimo col leader nel bunker. I più "furbi" , passettino - passettino, guadagneranno l' uscita senza sbattere la porta, altrimenti tutti si volterebbero, si strapperanno le mostrine per mischiarsi agli sfollati, in attesa che le loro competenze tornino utili , " eseguivo gli ordini" diranno con la faccia contrita, poi la memoria labile farà il resto.

http://berlinocacioepepemagazine.com/quei-nazisti-mai-condannati-che-governavano-la-germania-nel-dopoguerra/

Fabio T., Vicenza Commentatore certificato 20.12.17 17:32| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

...mentito ?...quando mai ...pinocchio era 1 principiante ...

FABRIZIO P., PARMA Commentatore certificato Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2016 20.12.17 17:32| 
 |
Rispondi al commento

al gabbio e' andato il giglio
or giace su scomodo giaciglio

la notte non riposa
la notte a lungo sveglio
ah quant'era meglio
sempre ricordo ogni cosa

dei tempi andati che si comandava
e ognuno si prostava

sempre una femmina ti rovina
come Adamo per fini loschi
son sceso per la ripida china
per il babbo della boschi

Gennaro Esposito Mileto (gerryesposito), Napoli Commentatore certificato 20.12.17 17:30| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

questa vicenda tipicamente italiota dovrebbe far aprire gli occhi agli italiani aventi la maggiore età per votare alle prossime elezioni.
Come può un ministro della repubblica prendere iniziative extra-governative che oltretutto non le competono ed all'oscuro dello stesso Consiglio dei Ministri?

Alla luce di tutto ciò, sono un branco di incompetenti oppure una masnada di bucanieri?

Clesippo Geganio, LT Commentatore certificato 20.12.17 17:22| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

riky144
il bollito non fa altro che mentire , non dice una verità neanche sotto tortura:
-Sindaco fino al 2020, sacrifico la carriera perché Firenze è più importante di me
-Mai a Palazzo Chigi senza elezioni
-Abbiamo lasciato un tesoretto da 47 mld di euro
-Il Monte dei Paschi di Siena è una banca risanata. Consiglio di investirci.
-Il prossimo anno metteremo giù il debito pubblico. Non perché ce lo chiede la Merkel, ma per i miei figli
-Mai più larghe intese
-Nelle liste del Pd non ci sarà nessun impresentabile
-Aboliremo l’immunità parlamentare
-Riforma della Giustizia entro Giugno 2014
-Se toccasse a noi governare usciamo dalla RAI e dai CDA
-Container prima di Natale ai terremotati
-gli inceneritori non fanno venire il cancro
-Alitalia è risanata, allacciate cinture, l’Italia decolla
-Se perdo il Referendum mi ritiro dalla politica
-Italicum, accetto la scommessa, da qui a 5 anni sarà copiato da mezza Europa
- Il M5S è il partito delle scie chimiche , poi abbiamo scoperto che dal 2000 ad oggi sono state presentate ben 14 interrogazioni parlamentari sulle sci chimiche dai patiti ,in maggioranza proprio dal PD e nessuna dal M5S .
- “Cari 5Stelle e leghisti, vi abbiamo sgamati! ” Putin dietro le fake news dei 5S . poi giovedì nell’imbarazzato silenzio dei giornaloni, i capi dei servizi segreti Aisi e Aise, Mario Parente e Alberto Manenti, rivelano al Copasir che non risultano interferenze russe nella campagna referendaria del 2016 né a favore dei 5Stelle.
- etc., etc.

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 20.12.17 17:21| 
 |
Rispondi al commento

Qualcuno vuol far notare a lor signori del giglio magico che anche la cassa di risparmio di Ferrara e' stata a suo tempo commissariata e che a tutt'oggi non risulta nessun intervento del ministro franceschini?
Hanno in casa uno (franceschini) che s'e' comportato come il suo ruolo istituzionale richiedeva e non l'hanno saputo prendere ad esempio.
Chissa' cosa di losco e di indicibile si nasconde in questa etruria , che se venisse fuori ci sarebbero molti anni al "gabbio" per tutto il giglio magico.
VITA E FAI VOTARE M5S .

Gennaro Esposito Mileto (gerryesposito), Napoli Commentatore certificato 20.12.17 17:16| 
 |
Rispondi al commento

Alberto
Berlusconi: "Mi sento come un 40enne e mi comporto come tale". Disoccupato e in cerca di lavoro?

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 20.12.17 17:13| 
 |
Rispondi al commento

VIA DEL CAZZARO
ALESSANDRA DANIELE
Matteo Renzi è un modello obsoleto.Infatti non riceve più aggiornamenti
Questa settimana s’è notato particolarmente nel suo logorroico e soporifero comizio a Piazza Pulita,l’ennesima anacronistica ripetizione del solito copione ormai completamente logoro,dalla litania sugli 80 euro panacea di tutti i mali, alla cazzata del milione di posti di lavoro che conta anche chi ha lavorato un’ora in un mese, alla rituale difesa della sua imbarazzante ministra-immagine,e della ripugnante controriforma anticostituzionale che portava il suo nome,alla mitizzazione di Obama,corresponsabile della carneficina siriana e libica
Come Norma Desmond in “Viale del Tramonto”,Renzi continua a recitare un film che non ci sarà mai, per un pubblico che non c’è più
Anche quando è in diretta sembra una replica vecchia di anni,persino più vecchia della sua stessa età
Un fantasma smagnetizzato degli anni ’80,un Claudio Martelli in cromakey
La cosa più patetica del suo vaniloquio di Piazza Pulita è stata la scusa accampata per il mancato ritiro della politica che aveva solennemente promesso:“M’hanno detto no,tu non hai diritto di decidere per i fatti tuoi di andare a fare i soldi in America,e lasciarci qui”
Testuale
Se Renzi provasse a fare i soldi in America, finirebbe in galera
Non che gli americani siano più scafati o più legalitari,ma s’incazzano di più quando s’accorgono che qualcuno li vuole fregare
E Renzi si farebbe scoprire subito anche lì
Innanzitutto perché non parla inglese
Lo simula.Come tutte le sue presunte competenze
È un modello obsoleto.Quello che gli americani chiamano One-Trick Pony
È evidente che non avesse un piano B in caso di sconfitta referendaria
Da un anno non fa che girare a vuoto,cercando di rimontare in sella a un cavallo già morto
Perché non sa fare altro
È come quei robottini giocattolo che marciano fino alla fine del tavolo,cascano a faccia in giù sul pavimento,e continuano ad agitare a vuoto le gambine.

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 20.12.17 17:06| 
 |
Rispondi al commento

Non c'e' limite ala faccia tosta di certa gente, la boschi asserisce di aver domandato a ghizzoni delle semplici informazioni.
Povera figlia , forse pensava di essere a Roma Termini e chiedeva l'orario del primo treno per Arezzo. Ed e' bene che inizi a informassi visto che ad Arezzo gli elettori la lasceranno.
Scusate vado in bagno ho un conato di vomito.

Gennaro Esposito Mileto (gerryesposito), Napoli Commentatore certificato 20.12.17 17:01| 
 |
Rispondi al commento

Spero che tutta questa faccenda porti a qualche cosa ma ho dubbi che non sia invece una rappresentazione di facciata per distrarre e tirare avanti. Non ci vuole molta immaginazione a pensare che politica, impresa, credito e informazione siano strettamente connessi. E' sempre accaduto nel passato e sempre accadrà nel futuro. La storia insegna. Niente di nuovo e solo un cambiamento radicale e repentino può portare effetti concreti e giusti contro i responsabili, altrimenti sarà solo inspirazione per nuovi libri di testo o nuove serie televisive che saranno tanto amate dai nostri pronipoti.

Giancarlo G., Verona Commentatore certificato Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che ha donato a Rousseau 20.12.17 16:57| 
 |
Rispondi al commento

Qualcuno spieghi (anche se fanno solo i finti tonti) a sti paraculi, che il conflitto di interesse non scatta nel momento in cui chi ha il conflitto ne ottiene un beneficio.
Tanto è vero che per evitare grane la Boschi fu costretta ad alzarsi quando in consiglio dei ministri ci si occupò di banche. E neppure di Etruria ma di tutte le banche in questione.. se si nega esista conflitto di interesse.. non avrebbe senso neppure che lei sia fosse costretta (dalla legge) ad alzarsi e uscire. E non si capisce perché lo stesso conflitto di interessi non si ammetta quando poi, lei si prende a cuore le sorti della banca dove sta babbo suo. Oltretutto facendo più giri che la trottola tra Consob (che alla sua domanda neppure sa che rispondere visto che neppure si occupa di acquisizioni), Visco, Vegas, Ghizzoni e chissà chi altri.. addirittura attraverso Carrai (di cui non si sa il mandante quando invio' mail x conto terzi.. ma.. diciamo che non serva Montalbano x capire..) e peraltro senza minimamente averne mandato da Padoan che è l'unico che, nel caso, avrebbe titolo x consultarsi e interloquire con altri organi a nome del governo e delle Istituzioni e di certo non incontrandosi a Milano per chiedere ciò che ha chiesto, ad esempio, la Boschi a esponente Consob..
Diciamo che De Bortoli, a sto punto, spera gli venga finalmente notificato qualche atto, qualche causa civile, perché potrà farsi una bella vacanza coi soldi della Boschi che è destinata a perderla la causa, visto che, Ghizzoni ha detto parola x parola ciò che De Bortoli ha scritto sul suo libro, il quale MAI ha menzionato il termine 'pressioni'.. De Bortoli ha ragione a fregarsi le mani. E da lì si evince pure che la fonte probabilmente fosse lo stesso Ghizzoni.
E poi c'è la mail di Carrai.. che a sto punto vogliamo tutti vedere fino a che punto è amico del gatto e la volpe e quanto è disposto a rischiare x loro.. visto che se dovesse accusare gente estranea, rischia falsa testimonianza e querele a gogò..

undefined 20.12.17 16:48| 
 |
Rispondi al commento

Quante certezze (sulla falsità del PD -BOSCHI/RENZI) e sul PDL (corruzione, mafia, conflitto di interessi, falsità, eresie contro i pentastellati) vorrà ancora avere il M5S per trovare la maniera di "escluderli dal governo?"

Veramente, saldamente fedeli a certi principi, (giustissimi, certamente) lasceremo che siano ancora il PD e il PDL a governare il Paese?

Pensiamoci e troviamo "insieme" una soluzione indolore!

Ma restare inerti, (dopo l'esito delle votazioni) certamente, no!!!!!!!!

AD MAIORA!
Paola

Paola Zito 20.12.17 16:44| 
 |
Rispondi al commento

Siccome politici giornalisti e personaggi vari continuano a parlare male e a dire bugie sul m5s chiedo che siano fatte delle liste di tali farabutti e che tali liste siano rese pubbliche e che i vari componenti siano trattati di conseguenza!!!
B.come fece con.Bossi ora si e' comperato Salvini e la lega,poi la Meloni e fratelli d'Italia. Poi gli altri partitini di centrodestra ed infine si è comprato parte degli italiano i mafiosi ma tutto questo non va bene e bisogna eliminarlo subito!!!
In Italia i grandi evasori e truffatori fiscali non sono gli artigiani ed i commercianti che non rilasciano lo scontrino perché si tratta di poca cosa mentre i grossi evasori sono le grandi.imprese e le società di capitali che manipolano i bilanci e dichiarano perdite!!!
Chi comanda nei vari Paesi e' il potere economico che bisogna controllare bene ed anche se necessario bisogna regolamentarlo.
Grazie e cordiali saluti.

Franco Rinaldin 20.12.17 16:38| 
 |
Rispondi al commento

Liviana
La scatoletta di tonno è stata aperta. Peccato che il pesce fosse marcio.

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 20.12.17 16:33| 
 |
Rispondi al commento

Boschi: "contro di me attacchi sessisti".

N'artra che va matta pe 'e telenovelas.....

(me devo ripete come 'a RAI d'estate, abbiate pazzienza...)

Anche i Loschi piangono (la telenovela più oscena del mondo).
Personaggi ed interpreti:
Don Diego de Las Vegas (il Funzionario): Giuseppe de Las Vegas
Mary Hellen Loschi (la figlia del Banchiere): Virginia Nello-Recchias;
Don Hernando Casinos (il Giudice): Pierhernando Casinos;
Carlos Calendas (lo scemo del paese): Carlos Calendas.

(Scena: aula di Tribunale).
Don Hernando (con espressione corrucciata):
-allora, Don Diego, ammette di aver attirato nel suo pied-a-terre la qui presente Mary Ellen sì con la promessa di aiutarla, ma anche con l'intenzione di trapanarla??"
D.D.d.L.Vegas.:-lo nego con tutte le mie forze, Don Hernando: eppoi lo sanno tutti, che sono gay";
pubblico (stupito):-“ooooooooooooooooooooooooooooh”
D.H.:- "Beh, lo sono anch’ io…"
pubblico (stupito):-“ooooooooooooooooooooooooooooh”
D.H.:- “ Ma non divaghiamo: dunque, diceva??”
D.D. d. L.Vegas:- "mi chiese di intervenire per salvare Banca Etruria facendomi intravedere la possibilita’ di accedere ai suoi pertugi".
MH:-" Non è vero: voleva solo incontrarmi all'alba per zomparmi addosso";
Vegas:-"Ah, perfida,(rivolto alla giurìa) : vuole solo gettare discredito su di me per non aver accettato le sue profferte amorose e vendicarsi così dello sputtanamento in Commissione".
MH.:- "Giammai te la darei, porco";
pubblico (stupito):-“ooooooooooooooooooooooooooooh”
Carlos Calendas (stupito):-“ooooooooooooooooooooooooooooh”
Fine della prima puntata..
(segue)

harry haller Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day 20.12.17 16:30| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Loro vogliono tolleranza per questi movimenti...anzi sono degli eroi perché si occupano di risolvere i problemi per i cittadini....quello che dice ma di maio si rende conto delle castronerie che dice?Quando io dico che sono culturalmente delinquenti. ....si è fatto sempre così. .che diamine! !!!questo pensano!!

Armando Pace 20.12.17 16:27| 
 |
Rispondi al commento

RIFLETTIAMO:
1)De Bortoli scrive nel suo libro la richiesta della Boschi di valutare una possibile acquisizione di banca Etruria
2)la Boschi si indigna e minaccia querele ma solo a parole
3)Il caso resta acceso finchè poco tempo fa la Boschi si decide:querelo De Bortoli e fa credere a tutti di averlo fatto.
4)Arriva il giorno dell'audizione e Ghizzoni conferma quanto scritto da De Bortoli
5)La Boschi (con che coraggio..)dichiara di non dimettersi perchè le audizioni le danno ragione
6)De Bortoli ci dice che non ha ricevuto nessuna querela dalla Boschi
Domanda:ma perchè la Boschi voleva querelare De Bortoli se non c'era motivo e senza per altro mai averlo fatto? Coscienza sporca? ah no,non credo ce l'abbia.

Paola L., Verona Commentatore certificato 20.12.17 16:27| 
 |
Rispondi al commento

Fanno schifo...solo i coglioni continuano a votarli!

oreste .., sp Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alle Europee 20.12.17 16:26| 
 |
Rispondi al commento

La Boschi dice che contro di lei attacchi sessisti. Ma questa qui c'ha in testa solo le sue cosce?
Oltre ovviamente a Banca Etruria..

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 20.12.17 16:22| 
 |
Rispondi al commento

Luce so fusa
Commissione banche, Padoan :” mai autorizzato ministri a occuparsi di Etruria”.
Ma questa è misoginia!

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 20.12.17 16:21| 
 |
Rispondi al commento

Finalmente abbiamo una banca!

episto stoppini 20.12.17 16:20| 
 |
Rispondi al commento

IERI Renzi ha ringraziato Visco. OGGI la Boschi ha ringraziato Ghizzoni. DOMANI ( vedi 4 marzo) insieme ringrazieranno gli italiani per il grande successo elettorale del PD, oltre il 20%
Per la serie : hanno la faccia come il c...!!!!

pino tassi, vibo valentia Commentatore certificato Commentatore che partecipa alle Europee 20.12.17 16:19| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Parafrasando Giovanni Falcone, direi di continuare a seguire l'odore dei soldi, anche solo sotto forma di simulacro bancario. A partire dalla 121 che è stata, banalmente, l'antipasto del MPS. L'intero sistema bancario italiano è molto,molto, molto più in difficoltà di come i numeri dicano. Tra le altre banche in affanno non mi distrarrei dalle complessità che aleggiano in Banca Popolare di Bari. Non a caso, come la 121, luogo dove passò lo scaltro De Bustis

Oreste Grani/Leo Rugens

Oreste Grani 20.12.17 16:16| 
 |
Rispondi al commento

In ogni caso, quella degli inquirenti italiani sulle tracce di Igor il russo non è stata una missione del tutto inutile. Adesso hanno casa piena di tartufi e funghi porcini.

{@desale73}

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 20.12.17 16:15| 
 |
Rispondi al commento

Sicilia, Miccichè eletto grazie ai voti del PD. I Dem fanno i lavori che la mafia non vuole più fare.

{@gianni_belletti}

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 20.12.17 16:14| 
 |
Rispondi al commento

Il calo del PD nei sondaggi è diventato così preoccupante che oggi Renzi gli farà il testamento biologico.

{@MaialiNelCielo}

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 20.12.17 16:13| 
 |
Rispondi al commento

C’è un solo modo per spiegare un tale crollo del PD nei sondaggi: i sondaggisti avevano investito in Banca Etruria.

{@paolodesantis81}

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 20.12.17 16:12| 
 |
Rispondi al commento

3
5)Il ministro Padoan era ignaro degli interventi segreti della Boschi per Etruria,non avendola mai delegata a occuparsi di banche(l’ha detto lui)
6)Renzi chiese a Visco di Etruria e della temuta fusione con Pop Vicenza,preoccupato com’era per i soliti orafi aretini (l’ha detto Visco,aggiungendo di aver pensato a uno scherzo e di non averlo degnato di una risposta)
6 fatti,6 plateali prove del conflitto d’interessi della Boschi e ora anche di Renzi.Che continuano a parlare di incontri “no rm al i” perché non erano “pressioni”(parola che nessuno ha mai usato e che infatti Renzi&Boschi continuano a negare,nel disperato tentativo di cancellare le loro interferenze).Ma,per incappare in un conflitto d’interessi,non occorre fare pressioni né ottenere favori per sé o per i propri cari:basta la condizione oggettiva di poter influenzare decisioni a vantaggio di sé o di propri familiari, a prescindere dai risultati.Quali vantaggi poteva procurare la Boschi a papà?Almeno 3:
a)intralciando la fusione fra Etruria e una banca più grande,poteva avvantaggiare il sistema di potere in cui era inserito il suo babbo
b)avvicinando gli organi di vigilanza,poteva intimorirli nelle indagini sugli amministratori di Etruria,compreso il suo babbo
c)brigando per il salvataggio della banca,poteva risparmiare al suo babbo le multe(2 di Bankitalia, una di Consob)e le accuse di bancarotta e falso in prospetto.Senza contare che l’unico membro del governo autorizzato a parlare con gli organi di vigilanza è Padoan,e non in qualità di ministro, ma di presid.del Cicr(Comit. interministeriale credito e risparmio),vedi l’art. 7 del Testo Unico Bancario.Se Boschi&Renzi non l’hanno presente,conosceranno almeno il giuramento prestato sulla Costituzione al Quirinale:“Giuro di essere fedele alla Repubblica, di osservarne lealmente la Costituzione e le leggi e di esercitare le mie funzioni nell’interesse esclusivo esclusivo della Nazione”.Non di Etruria,degli orafi aretini e del sederino del babbo.

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 20.12.17 16:00| 
 |
Rispondi al commento

Quando sento parlare gli appartenenti a questa banda di inetti detta "governo" avrei voglia di gettare dalla finestra la televisione. Ma come si fa ad aprire bocca e dargli fiato? Sono pagati per disonorare il M5S? E perché lo temono tanto? Certo una vittoria dei 5 Stelle li manderebbe a pascolare le pecore, che è la sola cosa che sarebbero (forse) capaci di fare, visto quanti danni sono riusciti a procurare agli italiani che dai meglio pagati d'Europa sono diventati i peggio di tutti. Un paese che era l'invidia del mondo rfidotto ad una discarica mondiale, dove la feccia trova in Italia l'habitat ideale per delinquere a piacimento. Se tornassero in vita tutti i morti per la libertà dell'Italia scannerebbero tutta la classe dirigente di questo povero paese. La sola cosa che ama questa indegna classe dirigente è il dio denaro e io glielo farei ingoiare come cibo ogni giorno fino a vederli crepare tutti!

Maria Pia Caporuscio 20.12.17 15:56| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 4)
 |
Rispondi al commento
Discussione

2
Tutti gli italiani informati hanno già capito che la Boschi, nei suoi tre anni di esperienza ministeriale, è riuscita nella difficile impresa di trovarsi sempre nel posto sbagliato. Sapeva di essere in conflitto d’interessi, per la sua doppia veste di ministra e di figlia del vicepresidente di Etruria (oltreché di piccola azionista, come il resto della sua famiglia): infatti, quando si decideva sulle banche, si asteneva 4 volte dal Consiglio dei ministri e così, restando dietro la porta, si metteva a posto, se non con la coscienza, almeno con quella burletta della legge Frattini (fatta apposta per santificare i conflitti d’interessi di B.). È proprio per il suo dentro-fuori ai Cdm che l’autorità Antitrust archiviò la pratica dei suoi conflitti d’interessi il 23 dicembre 2015.

Ma allora nessuno sapeva ciò che sappiamo oggi.

1) La Boschi parlò con Vegas della temuta fusione fra Etruria e Pop Vicenza, allarmata com’era per l’industria aretina dell’oro (l’ha detto Vegas, aggiungendo di averle spiegato di non avere competenze sulle fusioni bancarie, e l’ha confermato lei stessa); poi Vegas – visto il suo spasmodico interesse per la banca aretina – la invitò invano a casa sua alle 8 del 29.5.2014, proprio mentre Pop Vicenza lanciava l’Opa su Etruria (l’ha detto lei).

2) La Boschi perorò la causa di Etruria con Ghizzoni (ormai lo ammette anche la Boschi, tant’è che non si capisce quali danni chieda a De Bortoli).

3) La Boschi partecipò a bocca chiusa a un vertice nella villa di famiglia tra il babbo, il presidente di Etruria Fornasari e l’ad di Veneto Banca Consoli (l’ha scritto il Fatto e l’ha confermato Consoli).

4) La Boschi chiese di Etruria al vicedirettore di Bankitalia Panetta (proprio mentre gli ispettori di Bankitalia indagavano gli amministratori della banca, babbo compreso, poi multati per la loro mala gestione: l’ha detto Visco).


segue

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 20.12.17 15:55| 
 |
Rispondi al commento

1
L’Anormale di Arezzo
Marco Travaglio
C’è per caso qualcuno che ha incontrato la Boschi negli ultimi 4 anni senza che lei gli parlasse di Etruria? Forse il panettiere,il gommista,il barista sotto casa.Forse.Da quel che sta scoprendo la Commissione parlamentare sui crac bancari,l’ex ministra parlava di Etruria con quelli a cui non avrebbe dovuto parlarne (banchieri,Consob, Bankitalia) e non ne parlava con quelli a cui avrebbe dovuto (il ministro dell’Economia Padoan) C’era una volta lo scoop di Ferruccio de Bortoli che a maggio,nel suo libro Poteri forti rivelò una richiesta dell’allora ministra Boschi all’ad Unicredit Ghizzoni affinché salvasse la banca vicepresieduta dal babbo Pier Luigi.C’era una volta la smentita della Boschi,che negava qualunque richiesta a Ghizzoni e annunciava querela a De Bortoli,tanto sanguinosa le pareva l’accusa di essersi occupata–proprio lei–di Etruria.E c’era una volta il Pd renziano che,dopo aver annunciato una commissione d’inchiesta sulle banche fin dal dicembre 2015,fece melina per un anno e mezzo nel terrore che arrivasse qualcuno a scoperchiare gli altarini dei Boschi o a svelare la sgangherata gestione del governo sui dossier creditizi
Oggi,dopo una settimana di audizioni sul caso Etruria,è il gran giorno di Ghizzoni.Ma non c’è più bisogno di lui per sapere se la Boschi si sia o meno impicciata nei destini di Etruria,abusando della sua qualità di ministro e in pieno conflitto d’interessi:si sa già tutto a prescindere dalle sue parole.Se Ghizzoni confermerà la richiesta boschiana per il salvataggio di Etruria,non farà che aggiungere l’ultimo capitolo al lungo rosario di interferenze già svelate da Vegas,Consoli, Padoan e Visco in commissione e da varie inchieste giornalistiche e giudiziarie.Interferenze che resterebbero tutte anche se Ghizzoni dovesse smentire quella su Unicredit.

segue

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 20.12.17 15:54| 
 |
Rispondi al commento

PENSO DUNQUE SONO
Penso questo. Non fornendo la classe politica e dirigente di questo Paese limpidezza di comportamento ed il buon esempio, il popolo reagisce in due modi: non votandola, oppure approfitta dello stato di corruzione. Nel secondo caso, si scivola nel caos, come nel Nicaragua, in Columbia e Venezuela. Alcune aree del sud-Italia, sono già nel marasma.

Giuseppe C. Budetta 20.12.17 15:49| 
 |
Rispondi al commento

Ora dovrebbe essere chiaro anche ai più ingenui perché il Clan di Renzi-Boschi ha ostacolato in ogni modo l'approvazione della legge sul conflitto di interessi che il MoVimento aveva proposto.

massimo m., Roma Commentatore certificato Commentatore che ha donato a Rousseau 20.12.17 15:45| 
 |
Rispondi al commento



Inserisci il tuo commento

Il Blog delle Stelle è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog

Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio.
Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento"

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

La lunghezza massima dei commenti è di 2000 caratteri
Se hai dei dubbi leggi "Come usare il blog".


 

Invia un commento

Invia un commento certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori




Numero di caratteri disponibili:      




   


Inserisci il tuo video

Invia un video

Invia un video certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori











Invia il post ad un amico


Invia questo messaggio a *


Il tuo indirizzo e-mail *


Messaggio (opzionale)


*Campi obbligatori