Il Blog delle Stelle
L’azzardo 'legale' lavatrice delle mafie

L’azzardo 'legale' lavatrice delle mafie

Author di MoVimento 5 Stelle
Dona
  • 12

di Paola Taverna

Roma ha un problema da 5,4 miliardi di euro che nessuno aveva mai affrontato prima di noi. Dietro la piaga dell'azzardo non ci sono solo cifre spaventose ma anche storie di vittime di usura, mafie, dipendenza, famiglie e attività economiche in rovina, insomma un vero e proprio cancro per le politiche sociali ed economiche.
Grazie alla consigliera capitolina M5S Sara Seccia, che ha ottenuto i numeri dai Monopoli con un accesso agli atti, finalmente si inizia a fare totale trasparenza.

Dati dei Monopoli alla mano, nel 2016 nel Comune di Roma si è "azzardato" per 5,4 miliardi di euro. Ben 400 milioni di euro in più rispetto al 2015. Nel 2016, 1.7 miliardi sono stati bruciati nelle VLT-Videolottery, le slot machine elettroniche di nuova generazione, 1 miliardo nelle slot, 885,4 milioni di euro nel pericoloso azzardo online, 499 milioni nel ‘Gratta e vinci’, 360 milioni nel Lotto, 215 milioni nelle scommesse sportive a quota fissa, 74 nelle scommesse virtuali, 84 nel Super Enalotto.
Vi ricordate il caro vecchio ‘Totocalcio’ che non faceva male a nessuno? Solo 974.814 euro nel 2016.

Per le 1.3 milioni di famiglie romane è una spesa media 3.980 euro l’anno, 331 euro al mese. La spesa pro capite calcolando i cittadini maggiorenni aventi diritto al voto (sono 2,3 milioni) è di 2.363 euro l’anno e 229 euro al mese. Se invece calcoliamo la spesa pro capite comprendendo anche i neonati e minori (che non azzardano certamente) la spesa pro capite è di 1.889 euro (157 euro mese). I dati diventano ancora più drammatici se compariamo il giro d’affari dell’azzardo con i consumi del 2016 del Lazio rilevati dall'ISTAT. Ogni famiglia nel Lazio spende 2.619 euro al mese in consumi, dei quali 329 euro mensili per cibo e bevande (alcolici inclusi). 329 euro in cibo e bevande contro i 331 nell’azzardo!

Dei 5,4 miliardi di euro meno del 10% è andato all’erario: 496,2 milioni di euro (496.271.206 per la precisione).
Non ingannino le vincite, gran parte di quanto vinto viene rigiocato nell’azzardo in un drammatico cane che si morde la coda che danneggia l’economia reale e produttiva: il commercio e l’indotto dell’industria. Ogni euro gettato nell’azzardo è un euro tolto all’economia produttiva e sana. Per tutelare la salute dei cittadini e difendere l'economia delle piccole e medie imprese romane a giugno il Comune di Roma ha approvato per la prima volta nella storia della Capitale un regolamento comunale che fissa distanze dai luoghi sensibili (chiese, scuole, etc) tra i 350 ed i 500 metri. Inoltre, sta per essere varata l'ordinanza per limitare gli orari dell’azzardo!
Tra famiglie rovinate, commercio ed economia reale danneggiata intanto l’azzardo legale diventa sempre di più la lavatrice delle mafie. Lo dicono magistrati e inchieste di mafia.
Basta!!!

E’ ora di mettere un freno a questa follia che da ormai 20 anni sta rovinando l’Italia.

SOSTIENI IL RALLY PER ANDARE AL GOVERNO CON UNA DONAZIONE:

scopriprogramma.jpg



Fai una donazione a Rousseau: http://bep.pe/SostieniRousseau e poi annuncialo su Twitter con l'hashtag #IoSostengoRousseau

bannerrousseau.jpg

14 Dic 2017, 09:58 | Scrivi | Commenti (12) | listen_it_it.gifAscolta
Invia il tuo video | Invia ad un amico | Stampa

  • 12


Tags: 5 miliardi, azzardo, m5s, paola taverna, roma

Commenti

 

Il gioco d'azzardo è un problema e non si discute! Lo Stato negli ultimi 20/25 anni ha inteso istituire e costruire "l'industria del gioco", probabilmente facendosi prendere la mano un pò troppo. Infatti, è possibile giocare dappertutto e probabilmente è questo l'aspetto principale. Approcciarsi all'argomento sempre e solo in maniera sensazionalistica, ritengo non sia corretto in quanto, entro certi limiti, parliamo di un tema delicato che per certi versi attiene alla libertà della persona: i soldi sono miei e ne faccio quello che voglio! Ritengo che se invece dei soldi, per giocare fossero necessarie le fiches prelevabili con tessera sanitaria, si andrebbe nella direzione giusta. Le risorse investite così, potrebbero essere monitorate, sia per aiutare i più deboli, le ludopatie, sia per tenere sotto controllo il riciclaggio.

Biagio F. 18.12.17 12:01| 
 |
Rispondi al commento

Purtroppo questo è l’ennesimo tentativo di utilizzare dati fuorvianti e incompleti per ingraziarsi l’elettorato,cosa che pensavo i 5 stelle fossero immuni...mi sbagliavo.Sono del settore e questi dati parziali corrispondono a verita ma mancano di un dato importantissimo....le vincite! Nel caso delle AWPche conosco bene,se togli il 70% divincite la spesa procapite si riduce a 132,00 annui che equivale a euro 0,36 al giorno.....meno di un caffe . Lo stesso va fatto su tutte le altre tipologie di gioco che pero’ godendo di protezione altolocate non vengono messe alla gogna come le awp in questo momento

undefined 17.12.17 15:48| 
 |
Rispondi al commento

https://youtu.be/iXjtIH0jLyk

undefined 17.12.17 10:03| 
 |
Rispondi al commento

Bisogna proibire qualunque tipo di pubblicità su tutti i concorsi a premio, gratta e vinci, superenalotto e altre boiate. Come per il tabacco. Altro che spot truffaldini tipo "ti piace vincere facile", quando in realtà dovrebbe essere "ti piace perdere facile". Un insulto alla civiltà e all'intelligenza.

Daniele Campagna 16.12.17 16:14| 
 |
Rispondi al commento

La destra ha approvato la legge per rendere l'azzardo non più vietato,ma regolare,VA CANCELLATA LA LEGGE e PUNIRE CHI Propone giochi d'azzardo,riportare i DIVIETO azzardo come era prima della legge Berlusconi la quale ha regalato alla malavita mafiosa il modo di togliere denaro ai Cittadini onesti e malati.

aqmazz 15.12.17 19:13| 
 |
Rispondi al commento

Mettere numeri verdi di associazioni centri che combattono le dipendenze, a caratteri cubitali su ogni dove partendo dai gratta e vinci
Potrebbe essere uno dei tanti passi da intraprendere

undefined 14.12.17 21:21| 
 |
Rispondi al commento

Combattiamo l'azzardo legale e illegale senza tregua e senza remore fino a quando non riusciremo ad estirparlo almeno dalla mente della gente.

Adolfo Treggiari, Romai Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che ha donato a Rousseau Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2016 14.12.17 16:04| 
 |
Rispondi al commento

ELEZIONE POLITICHE 2018 ALL'INSEGNA DEL RINNOVAMENTO E LA CONTINUITÀ...

Obbiettivo del M5S deve essere quello di continuità e rinnovamento nel Senato e nella Camera; sostituire la metà di senatori e deputati del M5S per dare la possibilità alle nuove idee, quelli che rimangono aiuteranno i nuovi arrivati per i loro inserimento, quelli che escono porteranno la loro esperienza nei gruppi di attivisti sul territorio.

I parlamentari che non hanno prodotto proposte e meno attivi rispetto degli altri in 5 anni devono lasciare spazio ai nuovi candidati selezionati dal vivaio del Meetup.

E' un errore mettere i paletti come quello di essere già candidati nella elezione del 2013! o cercare chi è conosciuto o affidabile!

La politica è l’arte di governare la società” è pur vero che questa “arte” ha bisogno di persone preparate e capace che la sappiano esercitare dentro le istituzioni, servono pensatori non urlatori e signor Sì....

Dobbiamo essere diversi dai altri partiti tradizionale, puntiamo sulla cultura...

TUTTI ATTIVISTI CERTIFICATI DEVONO AVERE LA POSSIBILITÀ DI PARTECIPARE ALLE ELEZIONE POLITICHE DEL 2018

Shahab Shirakbari 14.12.17 13:15| 
 |
Rispondi al commento

...sempre della serie ..segui i soldi ...anche la logistica mica scherza ..report lunedi

FABRIZIO P., PARMA Commentatore certificato Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2016 14.12.17 12:42| 
 |
Rispondi al commento

GIOCO D'AZZARDO UN'OPPORTUNITÀ PER LE MAFIE

Il gioco d'azzardo, oltre che risorsa fiscale, è una risorsa per alle criminalità come strumento di riciclaggio e un fiume di denaro.

Sorprendenti i numeri dell'inchiesta: dal 2003 si è assistito a un incremento della spesa delle famiglie destinata al gioco: dai 17,3 miliardi del 2003 ai 54,4 del 2009, il 2010 60 miliardi.

Un'industria del calibro di Fiat, Telecom e Enel, con un fatturato che nel 2009 ha raggiunto il 3,7% del Pil ma di cui solo 8,8 miliardi di euro sono tornati all'erario.

La crescita delle entrate dello Stato e spese per curare i malati del gioco a carico dello Stato è inversamente proporzionale allo sviluppo del gioco: si è vista una riduzione del prelievo erariale dal 29% nel 2004 sino al 16% del 2009. Le newslot - videopoker e simili - , capaci di raccogliere nell'ultimo anno oltre 25 miliardi di euro, raccolgono il doppio della cifra, ma gli altri 25 miliardi sfuggono alle registrazioni.

Il business delle macchinette alterate riguarda 300 mila postazioni, ed è quasi impossibile controllarlo.

La regolazione del gioco in Italia è talmente contraddittoria che la criminalità organizzata non si preoccupa neppure di imbastire un sistema di gioco d'azzardo illegale: le basta infiltrarsi nei circuiti legali.

Sono stimati in 2 miliardi e mezzo gli introiti della "criminalità da gioco" nel solo 2009. Basta guardare al numero di Procure impegnate su questo tema nell'ultimo anno, ben 12, in ogni parte d'Italia. Un business che sembra non conoscere confini..

È nuovo record per l’azzardo in Italia 2016 “giocato” ben 95 miliardi di euro: 260 milioni al giorno, 3.012 euro al secondo.

MALGRADO CRISI E PROBLEMI ECONOMICI, O FORSE PROPRIO PER QUESTO CONTINUA A CRESCERE...

S. S. 14.12.17 12:41| 
 |
Rispondi al commento

Cara Paola ..il "gioco non vale la candela" in tutti i sensi,per il cittadino,per lo stato e per la morale!
Direi che sarebbe da bandire il gioco d'azzardo e lasciare ai Casinò il compito di gestire tale attività.

oreste .., sp Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alle Europee 14.12.17 12:27| 
 |
Rispondi al commento

Serve un atto di coraggio,

Bisogna eliminare tutte le forme di gioco d'azzardo.

E' inutile che ci giriamo intorno , l'uomo è un drogato, c'è chi si droga con gli stupefacenti , chi con altro, quindi la soluzione deve essere drastica , il divieto deve arrivare dall'alto.

Vincenzoc A., VERONA Commentatore certificato 14.12.17 11:46| 
 |
Rispondi al commento



Inserisci il tuo commento

Il Blog delle Stelle è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog

Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio.
Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento"

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

La lunghezza massima dei commenti è di 2000 caratteri
Se hai dei dubbi leggi "Come usare il blog".


 

Invia un commento

Invia un commento certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori




Numero di caratteri disponibili:      




   


Inserisci il tuo video

Invia un video

Invia un video certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori











Invia il post ad un amico


Invia questo messaggio a *


Il tuo indirizzo e-mail *


Messaggio (opzionale)


*Campi obbligatori