Il MoVimento 5 Stelle e i ‘soliti noti’

di Adriano Meloni, Assessore allo Sviluppo Economico, Turismo e Lavoro Roma

Facciamo chiarezza…
Guardate queste immagini.Nella prima ci sono gli ultimi due bandi per la festa di Piazza Navona del I Municipio, targati Sabrina Alfonsi.
Edizione 2014. L’unico criterio di assegnazione per tutte le bancarelle di Piazza Navona fu l’anzianità di posteggio. Tradotto: chi era stato presente negli ultimi dieci anni era sicuro di tornare in piazza. Insomma, un bando-sanatoria. Tutto restava com’era. D’altronde cosa aspettarsi da una maggioranza che in Assemblea capitolina aveva tentato con l’appoggio del centrodestra un colpo di mano per approvare una proroga di tutte le concessioni esistenti?

Edizione 2015, sempre targata Sabrina Alfonsi: su 50 punti complessivi, il 40% era dato dall’anzianità. Il massimo consentito dalla Conferenza Stato-Regioni. Se non era un regalo anche questo!

E arriviamo a oggi. 2017. A settembre abbiamo pubblicato, nei tempi previsti dalla legge, un bando in cui abbiamo DIMEZZATO il punteggio destinato all’anzianità: 20 punti invece di 40. Il restante 80% per criteri di qualità: produzioni artigianali, biologiche, certificate. Chi dice che abbiamo “ridato il peso all’anzianità molto più forte di quello alla qualità” mente o è in malafede. La matematica non è un’opinione.
Abbiamo fatto di più. Abbiamo posto un ulteriore limite per evitare “concentrazioni” ad una sola postazione alimentare e non alimentare per persona giuridica. Nessuno prima di noi l’aveva fatto.

Ci accusano di aver favorito i “soliti noti”? Adesso, guardate la seconda immagine. E’ un ricorso al Tar Regionale del Lazio che chiede l’annullamento del nostro bando. Indovinate chi lo ha presentato? Il Sig. Tredicine Alfiero. Tredicine ha impugnato il bando di gara contro la decisione di fissare i punteggi per l’anzianità al 20%, invece che al 40%, e contro il limite di un unico posteggio ad operatore per settore merceologico.
Questo è l’aiuto che diamo ai “soliti noti”, questo il modo in cui li favoriamo. Al punto che uno degli operatori per i quali il bando sarebbe stato fatto “su misura” lo ritiene penalizzante e ne chiede l’annullamento.

Infine, guardate la terza immagine. A piazza Navona, durante le feste di Natale, si vendevano panini con la porchetta. Questo era quello che era diventata la festa. Abbiamo scritto nero su bianco che non potrà più essere così. E faremo controlli dal primo minuto della festa per verificare che la qualità dei prodotti in vendita, prevista dal bando, sia effettivamente garantita. E a chi non rispetterà quanto previsto sarà revocata la concessione. Senza se e senza ma…
Abbiamo applicato tutte le regole vigenti per limitare qualsiasi squilibrio nell’assegnazione delle concessioni. Il resto lo fa la partecipazione libera degli operatori a un bando pubblico che era aperto a tutto il territorio nazionale.

Centro delle preferenze per la privacy

Necessari

I cookie necessari aiutano a contribuire a rendere fruibile un sito web abilitando le funzioni di base come la navigazione della pagina e l'accesso alle aree protette del sito. Il sito web non può funzionare correttamente senza questi cookie.

gdpr[*], bds_user_logged_in, wordpress_logged_in,

Statistiche

I cookie statistici aiutano i proprietari del sito web a capire come i visitatori interagiscono con i siti raccogliendo e trasmettendo informazioni in forma anonima.

_ga, _gid, _wingify_pc_uuid, _cfduid,

Marketing

I cookie per il marketing vengono utilizzati per monitorare i visitatori nei siti web. L'intento è quello di visualizzare annunci pertinenti e coinvolgenti per il singolo utente e quindi quelli di maggior valore per gli editori e gli inserzionisti terzi.

fr