2018 con stangata europea: pronti i tagli per le Regioni del Sud Italia

Intervento di Rosa D’Amato, Efdd – MoVimento 5 Stelle Europa, tenuto al Parlamento europeo durante il meeting con i parlamentari nazionali sul futuro della politica di coesione.

Cari parlamentari, le Regioni più povere d’Europa oggi rischiano grosso. La proposta della Commissione sul quadro finanziario pluriennale post 2020 è una stangata sulla politica di coesione. Già adesso c’è una cattiva percezione della politica di coesione da parte dei cittadini, la sua complessità causa diffidenza verso l’Unione europea; i contribuenti non comprendono l’obiettivo della coesione, non ne conoscono le opportunità e i risultati.

In Italia, in particolare nel Sud Italia, sia per una scarsa informazione, sia per un più che discutibile uso dei fondi, la politica di coesione non è credibile. È rimasto alla storia l’utilizzo di fondi europei per finanziare un concerto di Elton John a Napoli. Ricordiamo, inoltre, i risultati di alcune regioni. C’è chi vuole creare lavoro, ma non può impiegare 2000 giorni per finanziare un’impresa o addirittura 1.211 giorni (3 anni!) per approvare un unico progetto.

La soluzione non è il taglio indiscriminato dei fondi o le regole punitive dell’austerity e quindi le macrocondizionalità economiche. Invece la proposta di questa Commissione sarà una riforma sempre più sottomessa a condizioni, vincoli di bilancio e riforme strutturali. Mi rivolgo ai eletti dei parlamenti nazionali: come spiegherete ai vostri cittadini che senza selvagge liberalizzazioni e privatizzazioni, senza tagli alle pensioni e agli ospedali pubblici, non ci saranno i fondi europei di coesione?

Per il gruppo Efdd – MoVimento 5 Stelle nessun taglio deve essere fatto all’unica politica realmente redistribuitiva dell’UE, né alla quota percentuale né all’allocazione totale. Altrimenti è inutile riempirsi la bocca della necessità di una politica di investimenti.

Faccio appello ai governi degli Stati membri, al governo italiano, alle forze politiche che li appoggiano, e in Italia al PD e a Forza Italia fedeli esecutori dell’Unione europea:

– opponetevi al taglio per le Regioni più povere
– lottate perché i cofinanziamenti regionali e nazionali siano esclusi dal calcolo dei disavanzi pubblici nazionali.
– lottate affinché siano usate le risorse del Fondo sociale europeo per istituire un regime di reddito minimo inesistente in Italia e in Grecia”.

Centro delle preferenze per la privacy

Necessari

I cookie necessari aiutano a contribuire a rendere fruibile un sito web abilitando le funzioni di base come la navigazione della pagina e l'accesso alle aree protette del sito. Il sito web non può funzionare correttamente senza questi cookie.

gdpr[*], bds_user_logged_in, wordpress_logged_in,

Statistiche

I cookie statistici aiutano i proprietari del sito web a capire come i visitatori interagiscono con i siti raccogliendo e trasmettendo informazioni in forma anonima.

_ga, _gid, _wingify_pc_uuid, _cfduid,

Marketing

I cookie per il marketing vengono utilizzati per monitorare i visitatori nei siti web. L'intento è quello di visualizzare annunci pertinenti e coinvolgenti per il singolo utente e quindi quelli di maggior valore per gli editori e gli inserzionisti terzi.

fr