Tutti gli sbarchi in Sicilia: il piano Minniti è un flop totale

di Laura Ferrara, Efdd – MoVimento 5 Stelle

La Sicilia paga il prezzo più alto dell’incapacità del governo. Con 68.537 migranti sbarcati dall’inizio dell’anno si è superato ogni limite. I centri di accoglienza sono nel caos più totale. I sindaci di alcuni Comuni più esposti come Lampedusa e Pozzallo hanno lanciato degli allarmi, finora rimasti inascoltati. Sono molti i casi denunciati di migranti scomparsi, soprattutto fra i minori. Il piano di Minniti è fuffa: ha tentato di mettere il problema sotto un tappeto con un accordo siglato con la Libia ma il risultato è stato solo quello di spostare la rotta più a ovest, verso la Tunisia.

Adesso anche il Consiglio d’Europa conferma le ombre e i dubbi che già avevamo sollevato sugli accordi tra il Governo Italiano e la Libia. In una lettera inviata a Minniti, il commissario dei Diritti umani Nils Muiznieks chiede: “Le sarei grato se potesse chiarire che tipo di sostegno operativo il suo governo prevede di fornire alle autorità libiche nelle loro acque territoriali, e quali salvaguardie l’Italia ha messo in atto per garantire che le persone” salvate o intercettate non rischino “trattamenti e pene inumane, e la tortura”.

Con una interrogazione alla Commissione Europea e con un intervento in Plenaria diretto a Federica Mogherini, abbiamo chiesto quali siano i sistemi di controllo per garantire che i soldi italiani ed europei non vengano utilizzati per finanziare direttamente o indirettamente milizie o gruppi implicati nel traffico di esseri umani e in violazione dei diritti umani. Questa domanda è ancora senza risposta.

Minniti deve dire la verità agli italiani. Il governo italiano sta sostenendo – anche tramite lauti finanziamenti – un accordo stretto fra governo libico e milizie implicate nel traffico dei migranti in Libia? È stato rinviato al prossimo mese l’atteso faccia a faccia con i parlamentari europei della Commissione Libertà Civili, Giustizia e Affari Interni. In quell’occasione il governo italiano non potrà fuggire. Intanto però i siciliani pagano il suo fallimento”

Centro delle preferenze per la privacy

Necessari

I cookie necessari aiutano a contribuire a rendere fruibile un sito web abilitando le funzioni di base come la navigazione della pagina e l'accesso alle aree protette del sito. Il sito web non può funzionare correttamente senza questi cookie.

gdpr[*], bds_user_logged_in, wordpress_logged_in,

Statistiche

I cookie statistici aiutano i proprietari del sito web a capire come i visitatori interagiscono con i siti raccogliendo e trasmettendo informazioni in forma anonima.

_ga, _gid, _wingify_pc_uuid, _cfduid,

Marketing

I cookie per il marketing vengono utilizzati per monitorare i visitatori nei siti web. L'intento è quello di visualizzare annunci pertinenti e coinvolgenti per il singolo utente e quindi quelli di maggior valore per gli editori e gli inserzionisti terzi.

fr