Il MoVimento rifiuta la pensione privilegiata, gli altri se la tengono

di MoVimento 5 Stelle Sicilia

Ieri è stato il giorno della vergogna in Sicilia, il giorno in cui dopo soli 4 anni, 6 mesi e un giorno i deputati regionali hanno maturato la pensione privilegiata. Noi l’abbiamo rifiutata. Loro se la tengono.

I comuni mortali devono lavorare una vita per una pensione sempre più incerta, loro invece, gli “ONOREVOLI”, dopo manco cinque anni di mandato (mi pare eccessivo chiamarlo lavoro visti i risultati) hanno già la vecchiaia ben coperta.
Adesso le cose sono due: o siamo noi, del 5 stelle, degli idioti che questo assurdo privilegio l’abbiamo rifiutato; o siete voi dei “benefattori” che permettete a questi signori, votandoli, di godere di un’oscenità del genere.

Per lanciare un urlo di indignazione abbiamo organizzato un corteo che dal centro di Palermo è arrivato fin sotto le finestre del Parlamento. Che sia un promemoria per tutti i siciliani: i politici non sono tutti uguali, e il M5S ne è la prova vivente.

Per inciso: abbiamo pure protocollato una proposta ufficiale di modifica del regolamento affinché la pensione di tutti i deputati venga calcolato col metodo comune, quello cioè previsto per un normale lavoratore. La proposta ovviamente sta marcendo in qualche cassetto del palazzo.

Se il 5 novembre ci darete la possibilità di governare quest’Isola vi prometto che abolire questo schifo sarà la prima cosa che faremo. La parola casta con noi sarà solo un brutto ricordo…