Il governo ammette di affidare il piano energia alle multinazionali

di MoVimento 5 Stelle

Il governo ammette, in seguito ad un’esplicita richiesta del M5S in Commissione Attività Produttive alla Camera, che la strategia energetica nazionale la stanno scrivendo i privati. Per la precisione la Boston Consulting, una mega multinazionale che offre consulenze in tutto il mondo.

Uno scandalo? Certo. Una novità? Purtroppo no. Anzi, i governi italiani sembrano avere il vizietto di “esternalizzare” persino un aspetto così delicato e strategico della vita del Paese. Nel 2012, infatti, alcuni smanettoni in rete avevano scoperto che il documento del Quinto Conto Energia proposto dall’allora Ministro Passera recava come autore -nel formato word- un analista dell’Enel, e nelle prime bozze addirittura Enel spa. L’azienda, naturalmente, smentì e annunciò indagini interne, ma ammise di aver ricevuto la “bozza” prima che fosse definitiva.

La Boston Consulting, oggi, sta lavorando per conto di Terna e Snam Rete e gas, società per azioni sotto controllo pubblico che guadagnano sul maggiore flusso energetico. Ma non si deve commettere l’errore di considerare Terna come azienda pubblica, perché – come ha replicato Davide Crippa al governo – è al 30% di proprietà di Cdp Reti che è stata svenduta per il 30% a un gruppo pubblico cinese. “L’Italia non detiene più del 50% delle quote azionarie di Terna che invece si comporta secondo le regole del mercato: guadagna dai maggiori flussi energetici. Guai a parlare di risparmio energetico!

Proprio in questi giorni, invece, sulla piattaforma Rousseau si è svolta una votazione tra gli iscritti M5S, i quali hanno stabilito a stragrande maggioranza come Terna debba ritornare in mani pubbliche. I cittadini quindi lo capiscono: non si possono affidare reti strategiche ai privati e per giunta stranieri, e altrettanto inopportuno è affidare la strategia energetica nazionale del paese a una società privata (straniera anch’essa). I cittadini capiscono e i governi -di qualsiasi colore- no. Si tratta di incompetenza, oppure è la solita sudditanza?

Centro delle preferenze per la privacy

Necessari

I cookie necessari aiutano a contribuire a rendere fruibile un sito web abilitando le funzioni di base come la navigazione della pagina e l'accesso alle aree protette del sito. Il sito web non può funzionare correttamente senza questi cookie.

gdpr[*], bds_user_logged_in, wordpress_logged_in,

Statistiche

I cookie statistici aiutano i proprietari del sito web a capire come i visitatori interagiscono con i siti raccogliendo e trasmettendo informazioni in forma anonima.

_ga, _gid, _wingify_pc_uuid, _cfduid,

Marketing

I cookie per il marketing vengono utilizzati per monitorare i visitatori nei siti web. L'intento è quello di visualizzare annunci pertinenti e coinvolgenti per il singolo utente e quindi quelli di maggior valore per gli editori e gli inserzionisti terzi.

fr