Il porto di Augusta non può continuare a ospitare i migranti

di Cettina Di Pietro, sindaco M5S di Augusta

Come probabilmente sapete nella mia città c’è un’emergenza continua, gli sbarchi di migranti si susseguono se sosta e la città non è attrezzata. L’emergenza nell’emergenza però si chiama “minori non accompagnati“. Come ricorderete ho annunciato di essere disposta a intraprendere lo sciopero della fame per accendere l’attenzione sul caso.
Ebbene, grazie anche l’impegno dei portavoce del M5S, stamane sono stata al ministero dell’Interno, dal prefetto Mario Morcone, capo dipartimento per le Libertà civili e l’Immigrazione. Il ministero mi ha assicurato che è già possibile, da ieri, redistribuire buona parte dei minori attualmente ospitati nelle tende fissate al porto di Augusta. Per cui abbiamo ottenuto quello che chiedevamo. Ma non è finita qui.
L’emergenza è costante, al punto di non essere affatto un’emergenza ma la “normalità“, e il porto di Augusta non può continuare a ospitare i migranti. A settembre tornerò al ministero per chiedere di finire i rimpalli di competenza con la Difesa, per trovare un altro approdo per gli sbarchi dei migranti.
In alto i cuori.

Centro delle preferenze per la privacy

Necessari

I cookie necessari aiutano a contribuire a rendere fruibile un sito web abilitando le funzioni di base come la navigazione della pagina e l'accesso alle aree protette del sito. Il sito web non può funzionare correttamente senza questi cookie.

gdpr[*], bds_user_logged_in, wordpress_logged_in,

Statistiche

I cookie statistici aiutano i proprietari del sito web a capire come i visitatori interagiscono con i siti raccogliendo e trasmettendo informazioni in forma anonima.

_ga, _gid, _wingify_pc_uuid, _cfduid,

Marketing

I cookie per il marketing vengono utilizzati per monitorare i visitatori nei siti web. L'intento è quello di visualizzare annunci pertinenti e coinvolgenti per il singolo utente e quindi quelli di maggior valore per gli editori e gli inserzionisti terzi.

fr