#AbbassaLaTassa per gli studenti universitari!

di Carlo Sibilia

Oggi portiamo le oltre 10 mila firme degli studenti universitari italiani che hanno sostenuto la nostra proposta di legge durante l’Unitour promosso dal MoVimento 5 Stelle.

Una proposta che prevede tasse più basse fin da subito per le fasce medie di reddito e la “no tax area“, zero tasse, per le famiglie di quegli studenti che non raggiungono i 15 mila euro di reddito all’anno.

Inoltre imponiamo un contenimento della tassazione per ogni ateneo perché la mancanza di finanziamenti da parte del governo al fondo ordinario per le università non deve ricadere sugli studenti. Siamo tra gli ultimi paesi europei per investimento in università e ricerca: l’1% del Pil è troppo poco, servirebbero almeno 30 miliardi di euro in più.

Ma quanto costa mettere in pratica la nostra proposta di legge? Soltanto 90 milioni di euro. Se tutti i parlamentari si tagliassero lo stipendio come facciamo noi, in una sola legislatura si potrebbero risparmiare e reinvestire nell’economia quasi 300 milioni di euro: più di tre volte la cifra necessaria per realizzare questo progetto. I soldi per metterlo in pratica ci sono: il governo ha già a disposizione questa cifra, accantonata nel bilancio dello Stato.

La nostra proposta risponde alle necessità di migliaia di studenti e famiglie italiane, per le quali la voce di spesa “tasse per lo studio” è diventata insostenibile, e rappresenta la soluzione più efficace rispetto al calo di 65 mila matricole in soli 10 anni.

Tasse più basse subito all’università: grazie al MoVimento 5 Stelle è possibile.


Sostieni la campagna ContinuareXCambiare. Per arrivare in Europa, abbiamo bisogno anche del tuo aiuto. Dona ora e diventa parte del cambiamento: dona.ilblogdellestelle.it