Il Blog delle Stelle
Il Pd privatizza l'acqua e annienta il volere del popolo italiano

Il Pd privatizza l'acqua e annienta il volere del popolo italiano

Author di MoVimento 5 Stelle
ore 12:01
Dona
  • 10


di Marcello Foa

"Se fossimo in 1984 di Orwell a questo punto così troveremmo scritto: 'La guerra è pace, la schiavitù è libertà, il partito è democratico'."
Il governo è pronto a privatizzare l'acqua, andando contro la volontà di 26 milioni di italiani che nel giugno 2011 votarono per mantenere la gestione del servizio idrico in mano pubblica. Come dice Diego Fusaro, il Pd "annienta in modo non democratico il volere fattualmente operativo di 26 milioni di italiani".
E, se la riforma dovesse andare in porto, preparatevi: sarà un salasso come avvenuto negli altri Paesi, dove, di fatto la concorrenza è limitatissima e talvolta inesistente. L'effetto ultimo delle privatizzazioni in un settore come l'acqua è di sostituire un monopolio pubblico con un monopolio privato. E in questi casi i prezzi dell'acqua non scendono ma salgono e di molto, a danno dei cittadini ma anche dell'industria e dell'agricoltura. Un'operazione senza senso e immorale. Un vero scandalo.
Qui il video integrale di Diego Fusaro:

1 Apr 2016, 12:01 | Scrivi | Commenti (10) | listen_it_it.gifAscolta
Invia il tuo video | Invia ad un amico | Stampa | Twitter Gallery

  • 10


Tags: acqua, Diego Fusaro, Marcello Foa, pd

Commenti

 

Referendum sull'acqua pubblica....mah...Quando si calpesta la volontà di milioni di italiani la democrazia è morta...

The Dhaba Milano, Mlano Commentatore certificato 02.12.16 15:23| 
 |
Rispondi al commento

Gli stessi italiani che votano per l'acqua pubblica poi votano partito dittatura quindi "chi è causa del suo mal pianga sé stesso".

Alessandro P., Alano di Piave Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza 02.04.16 13:41| 
 |
Rispondi al commento

TUTTI A CASA!!!

Ferruccio B. Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day 01.04.16 18:54| 
 |
Rispondi al commento

Referendum sull'acqua pubblica, referendum sul finanziamento pubblico dei partiti e quelli precedenti vanificati dall'arroganza del potere. Ma che cazzo votiamo a fare? Fino a quando pensate di prenderci per il culo, noi popolo. Volete tornare ai bei tempi della dittatura, questa volta mascherata? Attenti che anche il popolo nel suo piccolo si incazza, e monta le ghigliottine.

Adolfo Treggiari, Romai Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day 01.04.16 16:47| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

vorrei porre una domanda inerente ora il prox. referendum del 17/4 - sono residente estero spagna mi e' arrivato la busta dalla ambasciata per votare - la mia domanda e': CHI CONTROLLA ALL'AMBASCIATA APERTURA BUSTA? CI SONO RAPPRESENTANTI DEL SI O DEL NO? SI PUO' STARE TRANQUILLI? grazie per la risposta - saluti

umberto furno' 01.04.16 14:53| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Quando un bene è indispensabile per la vita delle persone, non può esserci concorrenza.
Al massimo ci sarà un cartello.
Quando non c'è la possibilità materiale di rinunciare a un prodotto (l'acqua non è nemmeno un prodotto, ma un bene naturale) allora la concorrenza è solo una truffa, una colossale truffa. La concorrenza è tale se e soltanto se il consumatore può scegliere non solo il prodotto, ma anche e soprattutto l'opzione di rinunciare a quel prodotto. Nel caso dell'acqua questo non può accadere e quindi non può esserci concorrenza, ma soltanto un abuso.
Ciò si estende a tutto ciò che è obbligatorio per legge, ad esempio l'RC auto e a quei prodotti che devono ritenersi necessari in una paese civile. Mi riferisco all'energia, alle telecomunicazioni, alla sanità, all'istruzione e a tutti quei prodotti o servizi che non consentano al consumatore di un paese civile di potervi rinunciare. Occhio !!! Non fatevi ingannare dall'uso improprio della parola concorrenza !

Mino V., Brindisi Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 01.04.16 14:42| 
 |
Rispondi al commento

QUANDO SI CALPESTA LA VOLONTA' POPOLARE DI 27.000.000 MILIONI DI ITALIANI LA DEMOCRAZIA NON ESISTE PIU' ..... SI CHIAMA DITTATURA

Questo passaggio antidemocratico, dittatoriale, inaccettabile, segna una linea netta tra chi si traveste da democratico e chi esige una democrazia praticata nei fatti, a favor di cittadinanza.

Con questa scelta il governo RENZI butta la maschera e chiarisce a tutti Noi, (per chi avesse ancora dei dubbi) da che parte sta....... Dopo questo, anche Papà Francesco, che chiedeva a religiosi e laici "oggi si deve scegliere da che parte stare" ... Sa, da che parte sta questo GOVERNO INFAME.

APPELLO : forze politiche, società civile, che aspirino a un paese democratico, devono "scegliere da che parte stare" e collaborare affinchè venga ripristinata la democrazia in Italia.

Danyda bologna Commentatore certificato 01.04.16 13:59| 
 |
Rispondi al commento

Lo dico e lo ripeto il popolo serve solo per dare il voto al partito di turno e pagare le tasse per mantenere i LORO privilegi.
Serviamo solo a questo : SERVI!!
Ciao.
uno di uno.

gabriele f., fabbrico Commentatore certificato Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza 01.04.16 13:05| 
 |
Rispondi al commento



Inserisci il tuo commento

Il Blog delle Stelle è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog

Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio.
Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento"

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

La lunghezza massima dei commenti è di 2000 caratteri
Se hai dei dubbi leggi "Come usare il blog".


 

Invia un commento

Invia un commento certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori




Numero di caratteri disponibili:      




   


Inserisci il tuo video

Invia un video

Invia un video certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori











Invia il post ad un amico


Invia questo messaggio a *


Il tuo indirizzo e-mail *


Messaggio (opzionale)


*Campi obbligatori