Il Pd privatizza l’acqua e annienta il volere del popolo italiano

di Marcello Foa

Se fossimo in 1984 di Orwell a questo punto così troveremmo scritto: ‘La guerra è pace, la schiavitù è libertà, il partito è democratico’.
Il governo è pronto a privatizzare l’acqua, andando contro la volontà di 26 milioni di italiani che nel giugno 2011 votarono per mantenere la gestione del servizio idrico in mano pubblica. Come dice Diego Fusaro, il Pd “annienta in modo non democratico il volere fattualmente operativo di 26 milioni di italiani“.
E, se la riforma dovesse andare in porto, preparatevi: sarà un salasso come avvenuto negli altri Paesi, dove, di fatto la concorrenza è limitatissima e talvolta inesistente. L’effetto ultimo delle privatizzazioni in un settore come l’acqua è di sostituire un monopolio pubblico con un monopolio privato. E in questi casi i prezzi dell’acqua non scendono ma salgono e di molto, a danno dei cittadini ma anche dell’industria e dell’agricoltura. Un’operazione senza senso e immorale. Un vero scandalo.
Qui il video integrale di Diego Fusaro:

Centro delle preferenze per la privacy

Necessari

I cookie necessari aiutano a contribuire a rendere fruibile un sito web abilitando le funzioni di base come la navigazione della pagina e l'accesso alle aree protette del sito. Il sito web non può funzionare correttamente senza questi cookie.

gdpr[*], bds_user_logged_in, wordpress_logged_in,

Statistiche

I cookie statistici aiutano i proprietari del sito web a capire come i visitatori interagiscono con i siti raccogliendo e trasmettendo informazioni in forma anonima.

_ga, _gid, _wingify_pc_uuid, _cfduid,

Marketing

I cookie per il marketing vengono utilizzati per monitorare i visitatori nei siti web. L'intento è quello di visualizzare annunci pertinenti e coinvolgenti per il singolo utente e quindi quelli di maggior valore per gli editori e gli inserzionisti terzi.

fr