La qualità dei giornalisti italiani

“La qualità dei giornalisti italiani è disarmante. Riprendo da ValigiaBlu: Ieri, da Mail, Telegraph al Corriere (ma anche Mattino, Messaggero, Il Giornale, TgCom24, Fanpage, La Stampa, Huffington Post e perfino un sito di anti-bufale che conferma che la notizia è vera e ed è accaduta il 9 agosto 2015) è rimbalzata la notizia dell’uomo che, a Dubai, avrebbe fatto annegare la figlia impedendo di essere salvata dai bagnini (maschi) per non procurarle impurità, venendo da loro toccata. Per la cronaca:

– 1. L’episodio sarebbe accaduto – secondo il Guardian – nel lontano 1996 (quindi non è una breaking news)

– 2. L’accaduto è riportato da parte di uno dei bagnini che così ha risposto alla domanda: la cosa più strana che ti sia capitata sul lavoro. Quindi l’episodio in sé non è stato verificato

– 3. L’articolo da cui è partita la catena di pubblicazioni è stato pubblicato dal sito Emirates 24/7, non proprio il top del giornalismo verificato.

Fonte: The Guardian goo.gl/hr7d6s
[via Laura Silvia Battaglia]

Aggiornamento: Mail online ha cancellato intanto la notizia dal sito – http://goo.gl/7PpGG9 –.

Corriere della Sera ha aggiornato la notizia, inserendo la correzione e scusandosi con i lettori”.
Rosa S.

Centro delle preferenze per la privacy

Necessari

I cookie necessari aiutano a contribuire a rendere fruibile un sito web abilitando le funzioni di base come la navigazione della pagina e l'accesso alle aree protette del sito. Il sito web non può funzionare correttamente senza questi cookie.

gdpr[*], bds_user_logged_in, wordpress_logged_in,

Statistiche

I cookie statistici aiutano i proprietari del sito web a capire come i visitatori interagiscono con i siti raccogliendo e trasmettendo informazioni in forma anonima.

_ga, _gid, _wingify_pc_uuid, _cfduid,

Marketing

I cookie per il marketing vengono utilizzati per monitorare i visitatori nei siti web. L'intento è quello di visualizzare annunci pertinenti e coinvolgenti per il singolo utente e quindi quelli di maggior valore per gli editori e gli inserzionisti terzi.

fr