Studia Renzie, studia

“Il referendum per approvare una legge di riforma costituzionale dopo che è passata in Parlamento non è un sondaggio lanciato da Renzi per ottenere un plebiscito popolare, ma una necessità prevista dalla stessa Costituzione a tutela della democrazia.
Infatti, se le Camere non approvano una legge di riforma costituzionale con la massima condivisione, ovvero con una maggioranza di almeno 2/3 dei parlamentari, allora scatta la consultazione popolare. Forse Renzi non ha studiato bene l’articolo 138, che prevede il Referendum “su domanda di un quinto dei membri di una Camera o cinquecentomila elettori o cinque Consigli regionali“. Si ricorre al referendum quando si ha una maggioranza debole e non quando si è forti: è la dimostrazione che Renzi e il Pd, da soli, non possono mettere le mani sulla Costituzione.” M5S Parlamento

Centro delle preferenze per la privacy

Necessari

I cookie necessari aiutano a contribuire a rendere fruibile un sito web abilitando le funzioni di base come la navigazione della pagina e l'accesso alle aree protette del sito. Il sito web non può funzionare correttamente senza questi cookie.

gdpr[*], bds_user_logged_in, wordpress_logged_in,

Statistiche

I cookie statistici aiutano i proprietari del sito web a capire come i visitatori interagiscono con i siti raccogliendo e trasmettendo informazioni in forma anonima.

_ga, _gid, _wingify_pc_uuid, _cfduid,

Marketing

I cookie per il marketing vengono utilizzati per monitorare i visitatori nei siti web. L'intento è quello di visualizzare annunci pertinenti e coinvolgenti per il singolo utente e quindi quelli di maggior valore per gli editori e gli inserzionisti terzi.

fr