Licenziamenti al Teatro dell’Opera di Roma, figuraccia internazionale

“In un periodo in cui l’Italia dovrebbe dar prova di carattere in Europa e nel mondo riusciamo solo a collezionare l’ennesima figuraccia a livello internazionale, avvilendo uno dei settori dove più risplendiamo. Addirittura la celebre Berliner Philarmoniker pochi giorni fa con una lettera si dichiarava sgomenta per il trattamento riservato dall’Italia ai 182 dipendenti licenziati dal Teatro dell’Opera di Roma. Non accettiamo questa ulteriore ferita alla cultura italiana e all’Italia tutta ed è per questi motivi che ho chiesto, nella mia interrogazione ai Ministri Franceschini e Poletti, di fare quanto in loro potere per bloccare questi licenziamenti. Non si può continuare a svilire la nostra cultura in questo modo. Essa dovrebbe essere il nostro bene più prezioso, il nostro marchio di fabbrica, mentre spesso è trascurata così a Roma come nel resto d’Italia” Michela Montevecchi e Ivana Simeoni, M5S Senato

Centro delle preferenze per la privacy

Necessari

I cookie necessari aiutano a contribuire a rendere fruibile un sito web abilitando le funzioni di base come la navigazione della pagina e l'accesso alle aree protette del sito. Il sito web non può funzionare correttamente senza questi cookie.

gdpr[*], bds_user_logged_in, wordpress_logged_in,

Statistiche

I cookie statistici aiutano i proprietari del sito web a capire come i visitatori interagiscono con i siti raccogliendo e trasmettendo informazioni in forma anonima.

_ga, _gid, _wingify_pc_uuid, _cfduid,

Marketing

I cookie per il marketing vengono utilizzati per monitorare i visitatori nei siti web. L'intento è quello di visualizzare annunci pertinenti e coinvolgenti per il singolo utente e quindi quelli di maggior valore per gli editori e gli inserzionisti terzi.

fr