La Serracchiani respinge le dimissioni dell’assessore indagato

“Confesso che leggendo la notizia stentavo a crederci. Ma questo è il PD. In Friuli Venezia Giulia l’assessore regionale alla Cultura, Gianni Torrenti è indagato dalla Procura di Trieste per “Presunte irregolarità amministrative”. Lo stesso Torrenti ha quindi deciso di rimettere il mandato nelle mani della presidente della Regione Debora Serracchiani che, udite udite, non ha accettato le dimissioni. “Da una prima ricognizione – ha detto la Serracchiani – emerge che non è stato arrecato alcun danno all’amministrazione regionale, e che si tratta di eventi antecedenti all’assunzione della carica”. Chiaro? Siccome il tipo è indagato per reati che avrebbe commesso prima di essere nominato assessore, può rimanere in carica. Applausi alla Serracchiani, Renzi-style”.
Eleonora P., Trieste

Centro delle preferenze per la privacy

Necessari

I cookie necessari aiutano a contribuire a rendere fruibile un sito web abilitando le funzioni di base come la navigazione della pagina e l'accesso alle aree protette del sito. Il sito web non può funzionare correttamente senza questi cookie.

gdpr[*], bds_user_logged_in, wordpress_logged_in,

Statistiche

I cookie statistici aiutano i proprietari del sito web a capire come i visitatori interagiscono con i siti raccogliendo e trasmettendo informazioni in forma anonima.

_ga, _gid, _wingify_pc_uuid, _cfduid,

Marketing

I cookie per il marketing vengono utilizzati per monitorare i visitatori nei siti web. L'intento è quello di visualizzare annunci pertinenti e coinvolgenti per il singolo utente e quindi quelli di maggior valore per gli editori e gli inserzionisti terzi.

fr