La RAI censura la verità sulla tragedia in Sardegna #ForzaSardegna

“La denuncia di Anthony W. Muroni (Direttore dell’Unione Sarda) così come riportata su Facebook:
“Mezz’ora fa ho registrato un intervento per il Tg2, nel quale ripetevo i concetti già espressi a Uno Mattina: serve solidarietà, servono interventi, servono aiuti, serve combattere l’emergenza, Ma serve anche interrogarsi sul perché i ponti crollano, sul perché i cantieri per la messa in sicurezza dei fiumi si bloccano per anni a causa di contenziosi tra Comuni e imprese appaltatrici. Ho detto anche: va bene la solidarietà del governo e gli stanziamenti, ma forse dovrebbero rendersi conto che c’è un intero sistema che non funziona. E che in Sardegna, dieci anni dopo Capoterra, stiamo ancora parlando delle stesse cose. Mi ha appena chiamato una collega della Rai: l’intervista non verrà mandata in onda: “Meglio non parlare di questa cose“. Tanti saluti.”
AGGIORNAMENTO – Grazie anche alla nostra denuncia, pare che qualcosa si sia mosso. Come scrive su Twitter lo stesso Muroni, l’intervista, dopo “un equivoco“, andrà in onda questa sera (forse anche per merito nostro). Grazie a tutti coloro che hanno condiviso la notizia. Verificheremo se questa sera l’intervista verrà mandata in onda.” Segnalazione da TzeTze

Centro delle preferenze per la privacy

Necessari

I cookie necessari aiutano a contribuire a rendere fruibile un sito web abilitando le funzioni di base come la navigazione della pagina e l'accesso alle aree protette del sito. Il sito web non può funzionare correttamente senza questi cookie.

gdpr[*], bds_user_logged_in, wordpress_logged_in,

Statistiche

I cookie statistici aiutano i proprietari del sito web a capire come i visitatori interagiscono con i siti raccogliendo e trasmettendo informazioni in forma anonima.

_ga, _gid, _wingify_pc_uuid, _cfduid,

Marketing

I cookie per il marketing vengono utilizzati per monitorare i visitatori nei siti web. L'intento è quello di visualizzare annunci pertinenti e coinvolgenti per il singolo utente e quindi quelli di maggior valore per gli editori e gli inserzionisti terzi.

fr