La legge di stabilità e la fine della sanità pubblica

“La legge di stabilità è una manovra finta e fasulla che vogliono farci credere possa salvare il Paese, un Paese in cui un pensionato prende 500 euro e uno ne prende 15.000. Questo governo prendete addirittura ringraziamenti per i tagli che non ha fatto. Noi dovremmo ringraziarli per non aver fatto tagli alla Sanità? Magari le rendite finanziarie dovevano essere più tassate e le pensioni d’oro tagliate in maniera decente. La verità è che solo noi possiamo fare questi tagli. A cosa servirà questa legge? I cittadini hanno capito che la linea di questo governo è privatizzare la Sanità. La Commissione Sanità aveva il dovere e l’obiettivo di capire quali sono i problemi della sanità in Italia. Abbiam fatto mesi di audizioni con Assicurazioni che ci spiegavano quanto è giusto inserire parti di sanità privata nella sanità pubblica. Non è questo quello che vogliono i cittadini. Ho provato a spiegarlo ai presidenti della Commissione, ma sono partiti gli insulti nei nostri confronti perché siamo stati “troppo aggressivi“. Con questo documento si inseriranno parti di sanità privata dentro la sanità pubblica. E’ la fine della sanità pubblica.” Laura Castelli, M5S Camera

Centro delle preferenze per la privacy

Necessari

I cookie necessari aiutano a contribuire a rendere fruibile un sito web abilitando le funzioni di base come la navigazione della pagina e l'accesso alle aree protette del sito. Il sito web non può funzionare correttamente senza questi cookie.

gdpr[*], bds_user_logged_in, wordpress_logged_in,

Statistiche

I cookie statistici aiutano i proprietari del sito web a capire come i visitatori interagiscono con i siti raccogliendo e trasmettendo informazioni in forma anonima.

_ga, _gid, _wingify_pc_uuid, _cfduid,

Marketing

I cookie per il marketing vengono utilizzati per monitorare i visitatori nei siti web. L'intento è quello di visualizzare annunci pertinenti e coinvolgenti per il singolo utente e quindi quelli di maggior valore per gli editori e gli inserzionisti terzi.

fr