Brunetta e le pensioni da fame

Brunetta sulle pensioni ha le idee chiare: tutte sono “privilegiate“, perché la “rendita pensionistica è sempre superiore ai contributi versati“. Una pensione da 495,43 euro è un privilegio esattamente come una da 90.000 al mese. Brunetta vuole mantenere intatti entrambi i “privilegi“, salvare le pensioni d’oro milionarie e congelare le minime di poche centinaia di euro nonostante la crisi, perché “il sistema pensionistico italiano […] rappresenta una delle soluzioni più avanzate rispetto ai parametri europei“. Che l’INPS abbia un buco di 9 miliardi non conta. Il privilegio attuale dei 100.000 pensionati d’oro va abolito. Con i 7 miliardi risparmiati portando il tetto massimo a 5.000 euro vanno aumentate le pensioni minime da fame!

Centro delle preferenze per la privacy

Necessari

I cookie necessari aiutano a contribuire a rendere fruibile un sito web abilitando le funzioni di base come la navigazione della pagina e l'accesso alle aree protette del sito. Il sito web non può funzionare correttamente senza questi cookie.

gdpr[*], bds_user_logged_in, wordpress_logged_in,

Statistiche

I cookie statistici aiutano i proprietari del sito web a capire come i visitatori interagiscono con i siti raccogliendo e trasmettendo informazioni in forma anonima.

_ga, _gid, _wingify_pc_uuid, _cfduid,

Marketing

I cookie per il marketing vengono utilizzati per monitorare i visitatori nei siti web. L'intento è quello di visualizzare annunci pertinenti e coinvolgenti per il singolo utente e quindi quelli di maggior valore per gli editori e gli inserzionisti terzi.

fr