Salviamo l’Istituto di Neuropsichiatria Infantile di Giovanni Bollea

“Sono Marika Bollea, moglie del Professor Giovanni Bollea, ormai vedova da 2 anni. Giovanni è stato il padre fondatore della Neuropshichiatria infantile italiana. Ha scritto 270 opere scientifiche e fondato 350 centri di Neuropsichiatria Infantile e Neuropsicopedagogia in giro per l’Italia che portano il suo nome. Ora che è defunto vogliono chiudere l’Istituto che versa in condizioni finanziarie disastrose, senza denaro neppure per per gli inservienti delle pulizie, figurarsi per le borse di studio dei medici specializzati. Hanno ridotto gradatamente i posti letto e non sostituiscono i medici che vanno in Pensione per diminuire di fatto l’organico e portarlo gradatamente alla chiusura. La Polverini prima di andarsene ha dato circa 10 miliardi di vecchie lire al Bambin Gesù, Ospedale Neuropsichiatrico vaticanista che rifiuta l’Istituto laico fondato da Giovanni e dato all’Università e alla città di Roma. Non si può lasciar morire (per poi chiuderlo) l’Istituto di Neuropsichiatria Infantile fondato da Giovanni Bollea, mentre le madri aspettano anche 6 mesi una visita, pur di essere aiutate dai suoi validissimi allievi.” Marika Bollea

Centro delle preferenze per la privacy

Necessari

I cookie necessari aiutano a contribuire a rendere fruibile un sito web abilitando le funzioni di base come la navigazione della pagina e l'accesso alle aree protette del sito. Il sito web non può funzionare correttamente senza questi cookie.

gdpr[*], bds_user_logged_in, wordpress_logged_in,

Statistiche

I cookie statistici aiutano i proprietari del sito web a capire come i visitatori interagiscono con i siti raccogliendo e trasmettendo informazioni in forma anonima.

_ga, _gid, _wingify_pc_uuid, _cfduid,

Marketing

I cookie per il marketing vengono utilizzati per monitorare i visitatori nei siti web. L'intento è quello di visualizzare annunci pertinenti e coinvolgenti per il singolo utente e quindi quelli di maggior valore per gli editori e gli inserzionisti terzi.

fr