La torta che non c’è

“I lavoratori produttivi del privato sono in enormi difficoltà. Molti hanno chiuso, fallito, delocalizzato e sono rimasti così in un numero minore a dovere mantenere uno Stato parassita sempre più costoso. L’Italia opera infatti per mantenere tutti i costi parassitari dello Stato: mantenere enormità di politici dirigenti statali, consulenti statali, malespese, pensioni d’oro, enti stracostosi e improduttivi. Opera per continuare a stratassare e vessare i pochi lavoratori produttivi rimasti. Cittadini produttivi impoveriti ed indebitati, stratassati e vessati, disoccupati, sottoccupati, mobiilitati, cassintegrati, licenziati, non pagati, vessati da banche ed Equitalia, con le case sequestrate, senza lavoro, senza protezioni, con clienti e Stato che non pagano. Resteranno solo i vari banchettatori dello Stato, in una economia completamente improduttiva, a litigare per dividersi una torta che non ci sarà più.” roberto d’iseppi, verona

Centro delle preferenze per la privacy

Necessari

I cookie necessari aiutano a contribuire a rendere fruibile un sito web abilitando le funzioni di base come la navigazione della pagina e l'accesso alle aree protette del sito. Il sito web non può funzionare correttamente senza questi cookie.

gdpr[*], bds_user_logged_in, wordpress_logged_in,

Statistiche

I cookie statistici aiutano i proprietari del sito web a capire come i visitatori interagiscono con i siti raccogliendo e trasmettendo informazioni in forma anonima.

_ga, _gid, _wingify_pc_uuid, _cfduid,

Marketing

I cookie per il marketing vengono utilizzati per monitorare i visitatori nei siti web. L'intento è quello di visualizzare annunci pertinenti e coinvolgenti per il singolo utente e quindi quelli di maggior valore per gli editori e gli inserzionisti terzi.

fr