I giornalisti e il browser

In televisione i politici si fanno vedere sempre meno. Se sono costretti, mandano le comparse. Cominciano ormai a capire che più dibattono sulla crisi di cui sono responsabili, più perdono voti. Ai talk show partecipano solo giornalisti che si intervistano tra di loro. La discussione sul MoVimento 5 Stelle batte sempre dove la lingua duole (o lecca, a seconda dei protagonisti): “Non c’è un programma!“. “Non si può governare solo con le piste ciclabili e il compostaggio“, sbraitano. Il Programma però esiste sin dalla nascita del MoVimento 5 Stelle ed è pubblicato on line. I giornalisti di regime non sanno ancora usare un browser. Però, non è mai troppo tardi, come direbbe il maestro Alberto Manzi.

Centro delle preferenze per la privacy

Necessari

I cookie necessari aiutano a contribuire a rendere fruibile un sito web abilitando le funzioni di base come la navigazione della pagina e l'accesso alle aree protette del sito. Il sito web non può funzionare correttamente senza questi cookie.

gdpr[*], bds_user_logged_in, wordpress_logged_in,

Statistiche

I cookie statistici aiutano i proprietari del sito web a capire come i visitatori interagiscono con i siti raccogliendo e trasmettendo informazioni in forma anonima.

_ga, _gid, _wingify_pc_uuid, _cfduid,

Marketing

I cookie per il marketing vengono utilizzati per monitorare i visitatori nei siti web. L'intento è quello di visualizzare annunci pertinenti e coinvolgenti per il singolo utente e quindi quelli di maggior valore per gli editori e gli inserzionisti terzi.

fr