Il salto culturale

“La CancellieriGli italiani sono fermi, come struttura mentale, al posto fisso, nella stessa città e magari accanto a mamma e papà, ma occorre fare un salto culturale”. Più che salto culturale mi pare un salto sopra un palo appuntito che giunge proprio in mezzo alle chiappe…cosa c’è di così vantaggioso e di culturale nell’allontanarsi dal proprio territorio, nell’abbandonare i propri cari, nel sprecare risorse per viaggiare, nell’inquinare con i trasporti, nell’usare e quindi nel promuovere commercialmente una lingua diversa da quella propria, nel allontanarsi lontano e soli, nell’aumentare le spese di consumo come un’affitto per una casa, nel non avere alcuna garanzia contrattuale per formarsi una famiglia, ecc.”. Acul utopiA (cittadino qualunque)

Centro delle preferenze per la privacy

Necessari

I cookie necessari aiutano a contribuire a rendere fruibile un sito web abilitando le funzioni di base come la navigazione della pagina e l'accesso alle aree protette del sito. Il sito web non può funzionare correttamente senza questi cookie.

gdpr[*], bds_user_logged_in, wordpress_logged_in,

Statistiche

I cookie statistici aiutano i proprietari del sito web a capire come i visitatori interagiscono con i siti raccogliendo e trasmettendo informazioni in forma anonima.

_ga, _gid, _wingify_pc_uuid, _cfduid,

Marketing

I cookie per il marketing vengono utilizzati per monitorare i visitatori nei siti web. L'intento è quello di visualizzare annunci pertinenti e coinvolgenti per il singolo utente e quindi quelli di maggior valore per gli editori e gli inserzionisti terzi.

fr