Lo spray e il poliziotto

“Scusate ma non ce la faccio a non scriverlo. Ho provato tanta rabbia nel vedere le immagini che arrivano dagli Stati Uniti dove tanti giovani stanno protestando contro la crisi creata dai vecchi. L’immagine del poliziotto che spruzza in faccia dello spray al peperoncino ad una studentessa universitaria è l’emblema dei nostri giorni. Viviamo in Stati di polizia. Ci hanno truffato per anni, facendo pagare a noi (e solo a noi) le tasse e arricchendosi in modo indefinito. E oggi che la crisi si sta mangiando tutto, si difendono con l’esercito pagato da chi? Ma da noi, e dalle nostre tasse, ovviamente. Oggi più che mai mi vergogno di essere umano”.
Bruno P.

Centro delle preferenze per la privacy

Necessari

I cookie necessari aiutano a contribuire a rendere fruibile un sito web abilitando le funzioni di base come la navigazione della pagina e l'accesso alle aree protette del sito. Il sito web non può funzionare correttamente senza questi cookie.

gdpr[*], bds_user_logged_in, wordpress_logged_in,

Statistiche

I cookie statistici aiutano i proprietari del sito web a capire come i visitatori interagiscono con i siti raccogliendo e trasmettendo informazioni in forma anonima.

_ga, _gid, _wingify_pc_uuid, _cfduid,

Marketing

I cookie per il marketing vengono utilizzati per monitorare i visitatori nei siti web. L'intento è quello di visualizzare annunci pertinenti e coinvolgenti per il singolo utente e quindi quelli di maggior valore per gli editori e gli inserzionisti terzi.

fr