Gli Usa e l’ultimo Highlander

Il Mediterraneo è un lago di sangue. Le stragi in Egitto, in Libia e in Siria stanno diventando un fatto abituale. In Libia siamo già intervenuti bombardando Gheddafi, e quindi ce la siamo giocata, non possiamo infatti bombardare anche i nostri nuovi alleati. In Yemen e in Siria, non trascurando gli Stati canaglia Yemen, Sudan e Iran, abbiamo però opportunità straordinarie. Un via libera dell’Onu per l’introduzione delle “No Fly Zone” e un successivo attacco delle “Yes Bombing Zone” da parte della Nato porterà cadaveri e civiltà. La Jhiad dell’Occidente e delle multinazionali del petrolio è in atto. Dopo il Medio Oriente la Cina sarà più vicina. Con gli Usa forma il G2, ma, come in Highlander, uno solo sopravviverà.

Centro delle preferenze per la privacy

Necessari

I cookie necessari aiutano a contribuire a rendere fruibile un sito web abilitando le funzioni di base come la navigazione della pagina e l'accesso alle aree protette del sito. Il sito web non può funzionare correttamente senza questi cookie.

gdpr[*], bds_user_logged_in, wordpress_logged_in,

Statistiche

I cookie statistici aiutano i proprietari del sito web a capire come i visitatori interagiscono con i siti raccogliendo e trasmettendo informazioni in forma anonima.

_ga, _gid, _wingify_pc_uuid, _cfduid,

Marketing

I cookie per il marketing vengono utilizzati per monitorare i visitatori nei siti web. L'intento è quello di visualizzare annunci pertinenti e coinvolgenti per il singolo utente e quindi quelli di maggior valore per gli editori e gli inserzionisti terzi.

fr