La Russa viaggia in Maserati

“Il Ministro La Russa ha deciso di dare un segnale forte, considerata la crisi. Così, mentre il suo Presidente consegnava all’Europa la letterina magica, quella che prevede licenziamenti più semplici e pensioni a 67 anni (ma solo per i cittadini, mica per i politici), lui si dedicava a rinnovare il parco auto del Ministero che governa. E che auto ha scelto? Fiat Panda? No, Maserati. Proprio così, 19 Maserati. A chi gli ha fatto osservare il dato, La Russa ha risposto a modo suo: “E allora? Sono italiane”. Quasi che il problema fosse la provenienza delle automobili, e non il loro costo. Nell’azienda per la quale lavoro, caro La Russa, usiamo macchine estere. Ne abbiamo due: due Kia, perché queste possiamo permetterci. E tre colleghi sono già stati licenziati. Così il mio capo ha deciso di risparmiare, e sul parco auto ha fatto sacrifici. Magari, così, non manda a casa un altro paio di noi. Viva l’austerity. Viva La Russa”.
Domenico R.

Centro delle preferenze per la privacy

Necessari

I cookie necessari aiutano a contribuire a rendere fruibile un sito web abilitando le funzioni di base come la navigazione della pagina e l'accesso alle aree protette del sito. Il sito web non può funzionare correttamente senza questi cookie.

gdpr[*], bds_user_logged_in, wordpress_logged_in,

Statistiche

I cookie statistici aiutano i proprietari del sito web a capire come i visitatori interagiscono con i siti raccogliendo e trasmettendo informazioni in forma anonima.

_ga, _gid, _wingify_pc_uuid, _cfduid,

Marketing

I cookie per il marketing vengono utilizzati per monitorare i visitatori nei siti web. L'intento è quello di visualizzare annunci pertinenti e coinvolgenti per il singolo utente e quindi quelli di maggior valore per gli editori e gli inserzionisti terzi.

fr