La pensione della moglie di Bossi


“Roma ladrona, urlavano i padani. A capo c’era un tizio un po’ buffo, si chiamava Umberto. E diceva di averlo duro. E oggi, quell’Umberto che buffo non lo è più (e forse neanche duro), sostanzialmente fanculizza il presidente della Camera. Perché? Perché ieri, in diretta Tv, aveva sputtanato l’etica del Bossi-pensiero, del padanismo, annunciando che la moglie del prole padano di verde vestito è andata in pensione all’età di 39 anni. Alla faccia di Roma ladrona, si direbbe. Per quanto tempo ancora dobbiamo assistere a questo siparietto? Per quanto tempo ancora dobbiamo chiamare ministro un tipo come Umberto?”
Il pittore

Centro delle preferenze per la privacy

Necessari

I cookie necessari aiutano a contribuire a rendere fruibile un sito web abilitando le funzioni di base come la navigazione della pagina e l'accesso alle aree protette del sito. Il sito web non può funzionare correttamente senza questi cookie.

gdpr[*], bds_user_logged_in, wordpress_logged_in,

Statistiche

I cookie statistici aiutano i proprietari del sito web a capire come i visitatori interagiscono con i siti raccogliendo e trasmettendo informazioni in forma anonima.

_ga, _gid, _wingify_pc_uuid, _cfduid,

Marketing

I cookie per il marketing vengono utilizzati per monitorare i visitatori nei siti web. L'intento è quello di visualizzare annunci pertinenti e coinvolgenti per il singolo utente e quindi quelli di maggior valore per gli editori e gli inserzionisti terzi.

fr