Mediterraneo a stelle e strisce

Il Mediterraneo a stelle e strisce. L’ultimo episodio è lo sfratto di Obama ad Assad, prima ci furono il foglio di uscita per l’ex alleato Mubarak e per Ben Alì, seguiti dall’attacco alla Libia dove è in corso una guerra in piena regola. Gli Stati in questione non sono democratici, alcuni si sono macchiati di crimini contro i civili, ma se questa è la regola, ce ne sono almeno altri 100 da bombardare per esportare la democrazia. Come in Afghanistan dove i droni statunitensi fanno stragi di civili. E’ l’ONU che deve intervenire con pesanti sanzioni economiche e, se necessario, con l’embargo e l’invio di osservatori e forze di controllo internazionali. Al domino manca solo la Turchia dove lo scontro tra il governo filo islamico e i militari, che si richiamano ad Atarturk, è sempre più alto. Ma la Turchia è nella Nato e ha già dato segni di nervosismo per l’interventismo americano… Da mare nostrum a mare lorum.

Centro delle preferenze per la privacy

Necessari

I cookie necessari aiutano a contribuire a rendere fruibile un sito web abilitando le funzioni di base come la navigazione della pagina e l'accesso alle aree protette del sito. Il sito web non può funzionare correttamente senza questi cookie.

gdpr[*], bds_user_logged_in, wordpress_logged_in,

Statistiche

I cookie statistici aiutano i proprietari del sito web a capire come i visitatori interagiscono con i siti raccogliendo e trasmettendo informazioni in forma anonima.

_ga, _gid, _wingify_pc_uuid, _cfduid,

Marketing

I cookie per il marketing vengono utilizzati per monitorare i visitatori nei siti web. L'intento è quello di visualizzare annunci pertinenti e coinvolgenti per il singolo utente e quindi quelli di maggior valore per gli editori e gli inserzionisti terzi.

fr