Il decalogo dei costi della politica

Incredibili, sono incredibili i parlamentari, i sedicenti leader, i capi partito che chiedono a gran voce moralità e tagli dei costi della politica. Li invocano ora, proprio ora, ormai fuori tempo massimo, all’ultimo atto della loro gloriosa carriera a spese dei contribuenti. Hanno smarrito il senno, non comprendono che l’unica ciambella di salvataggio che li poteva salvare dal naufragio era l’ESEMPIO. Chi vuole chiudere i bordelli non può nel frattempo andare a puttane. Allo stesso modo, chi vuole eliminare le province non può fare eleggere ovunque consiglieri provinciali fino alla scorsa primavera. Chi vuole tagliare gli sprechi non può incassare i finanziamenti elettorali. Chi si straccia le vesti per i sacrifici dei cittadini non può maturare la pensione dopo una legislatura. E Enrico Letta del pdmenoelle (il nipote di suo zio) ha pronto il decalogo sui costi della politica. Loro non si arrenderanno mai (ma gli conviene?). Noi neppure.
Ps: Il MoVimento 5 Stelle non ha partecipato alle elezioni provinciali per coerenza e ha rifiutato ogni finanziamento elettorale

Centro delle preferenze per la privacy

Necessari

I cookie necessari aiutano a contribuire a rendere fruibile un sito web abilitando le funzioni di base come la navigazione della pagina e l'accesso alle aree protette del sito. Il sito web non può funzionare correttamente senza questi cookie.

gdpr[*], bds_user_logged_in, wordpress_logged_in,

Statistiche

I cookie statistici aiutano i proprietari del sito web a capire come i visitatori interagiscono con i siti raccogliendo e trasmettendo informazioni in forma anonima.

_ga, _gid, _wingify_pc_uuid, _cfduid,

Marketing

I cookie per il marketing vengono utilizzati per monitorare i visitatori nei siti web. L'intento è quello di visualizzare annunci pertinenti e coinvolgenti per il singolo utente e quindi quelli di maggior valore per gli editori e gli inserzionisti terzi.

fr