La distruzione dell’Olivetti


“Sono passato dopo qualche tempo per Ivrea e ho fatto due passi per la mitica via Jervis, una lunga via dove c’era una volta, solo vent’anni fa, la grande Olivetti, leader mondiale per l’informatica. Ora non c’è più nulla. Neppure lo spirito di Adriano Olivetti e nessuno dei 70.000 tecnici, ingegneri, informatici che facevano concorrenza all’IBM e alla Bull. Chi sono i responsabili di questa distruzione, di un furto colossale fatto alle nuove generazioni ridotte a fare vendita telefonica nei call center o a emigrare? E perché queste persone non sono chiamate a risponderne? I manager che hanno contribuito ad affossare una delle migliori aziende italiane, forse la più importante, hanno fatto carriera. Nel viale ci sono solo pensionati, rotonde e finestre chiuse.” Camillo G.

Centro delle preferenze per la privacy

Necessari

I cookie necessari aiutano a contribuire a rendere fruibile un sito web abilitando le funzioni di base come la navigazione della pagina e l'accesso alle aree protette del sito. Il sito web non può funzionare correttamente senza questi cookie.

gdpr[*], bds_user_logged_in, wordpress_logged_in,

Statistiche

I cookie statistici aiutano i proprietari del sito web a capire come i visitatori interagiscono con i siti raccogliendo e trasmettendo informazioni in forma anonima.

_ga, _gid, _wingify_pc_uuid, _cfduid,

Marketing

I cookie per il marketing vengono utilizzati per monitorare i visitatori nei siti web. L'intento è quello di visualizzare annunci pertinenti e coinvolgenti per il singolo utente e quindi quelli di maggior valore per gli editori e gli inserzionisti terzi.

fr