Antersasc non morirà!


Antersasc, un posto incantato in Val Badia, dove gli unici suoni sono quelli della natura, non morirà. I Suv e il cemento resteranno a fondo valle. Il blog si recò ad Antersasc per denunciare il possibile sfacelo. E’ una vittoria di tutti. Sono felice.
“Il Tar ha accolto il ricorso di Wwf e Dachverband contro la costruzione della strada forestale per malga Antersasc, in Val Badia, all’interno del Parco naturale Puez Odle, progetto che l’anno scorso aveva scatenato le proteste degli ambientalisti. Con la sentenza del 27 aprile, il Tribunale Amministrativo Regionale ha annullato la relativa delibera della giunta provinciale nella parte che autorizzava la costruzione del tratto superiore del collegamento con il fondovalle, a partire dai confini del parco naturale: il sentiero che parte dallo steccato che delimita l’area di malga aperta dovrà rimanere inalterato.” da www.ladinia.it

Centro delle preferenze per la privacy

Necessari

I cookie necessari aiutano a contribuire a rendere fruibile un sito web abilitando le funzioni di base come la navigazione della pagina e l'accesso alle aree protette del sito. Il sito web non può funzionare correttamente senza questi cookie.

gdpr[*], bds_user_logged_in, wordpress_logged_in,

Statistiche

I cookie statistici aiutano i proprietari del sito web a capire come i visitatori interagiscono con i siti raccogliendo e trasmettendo informazioni in forma anonima.

_ga, _gid, _wingify_pc_uuid, _cfduid,

Marketing

I cookie per il marketing vengono utilizzati per monitorare i visitatori nei siti web. L'intento è quello di visualizzare annunci pertinenti e coinvolgenti per il singolo utente e quindi quelli di maggior valore per gli editori e gli inserzionisti terzi.

fr