Via da Chernobyl


Ci sono esperienze che ti cambiano la vita. In Bielorussia i bambini vivono accanto alle particelle di Cesio 137, ai disastri di Chernobyl. Ospitarli in Italia un paio di mesi all’anno gli consente di sfuggire per un po’ alle radiazioni. Emanuele e la sua famiglia lo hanno fatto.

Intervista a Emanuele Bussi:

“Mi chiamo Emanuele Bussi ho 46 anni, sono marito di Milena 46 anni anche lei. Ho due figli: Maurizio 13 e Chiara 11. Con la mia famiglia abbiamo deciso di ospitare Dasha, una bambina bielorussa, ed è stata una decisione presa insieme a mia moglie, presa insieme ai figli perché riteniamo che la solidarietà sia qualcosa che deve essere presente nella nostra famiglia e soprattutto deve essere testimoniata ai figli attraverso un esempio, non solamente con delle parole.
(leggi tutto)

Centro delle preferenze per la privacy

Necessari

I cookie necessari aiutano a contribuire a rendere fruibile un sito web abilitando le funzioni di base come la navigazione della pagina e l'accesso alle aree protette del sito. Il sito web non può funzionare correttamente senza questi cookie.

gdpr[*], bds_user_logged_in, wordpress_logged_in,

Statistiche

I cookie statistici aiutano i proprietari del sito web a capire come i visitatori interagiscono con i siti raccogliendo e trasmettendo informazioni in forma anonima.

_ga, _gid, _wingify_pc_uuid, _cfduid,

Marketing

I cookie per il marketing vengono utilizzati per monitorare i visitatori nei siti web. L'intento è quello di visualizzare annunci pertinenti e coinvolgenti per il singolo utente e quindi quelli di maggior valore per gli editori e gli inserzionisti terzi.

fr