“No Train Zone” a Ventimiglia


Il blocco dei treni italiani in partenza da Ventimiglia da parte della Francia è una misura d’altri tempi. Riporta a film gloriosi come “Totò e Peppino divisi a Berlino” e “Totò le Mokò“. Dopo la “No Fly Zone” in Libia è arrivata la “No Train Zone” in Liguria. Speriamo che non finisca come in Nord Africa dove la “No Fly Zone” si è trasformata in un bombardamento alla dove colgo colgo, in una “Onu Bombing Zone“. Se i francesi bloccano la frontiera e hanno schierato un intero reparto della Compagnie republicaine de securité a Mentone, l’Italia non può stare a guardare. Usi i cacciabombardieri acquistati dagli Stati Uniti da La Russa e lanci i tunisini con il paracadute e un permesso di soggiorno valido su Parigi.

Centro delle preferenze per la privacy

Necessari

I cookie necessari aiutano a contribuire a rendere fruibile un sito web abilitando le funzioni di base come la navigazione della pagina e l'accesso alle aree protette del sito. Il sito web non può funzionare correttamente senza questi cookie.

gdpr[*], bds_user_logged_in, wordpress_logged_in,

Statistiche

I cookie statistici aiutano i proprietari del sito web a capire come i visitatori interagiscono con i siti raccogliendo e trasmettendo informazioni in forma anonima.

_ga, _gid, _wingify_pc_uuid, _cfduid,

Marketing

I cookie per il marketing vengono utilizzati per monitorare i visitatori nei siti web. L'intento è quello di visualizzare annunci pertinenti e coinvolgenti per il singolo utente e quindi quelli di maggior valore per gli editori e gli inserzionisti terzi.

fr