Fassino e la “job rotation” alla Fiat


Fassino, deputato con la moglie Serafini da tempo immemorabile, ha fatto outing. Se fosse un operaio firmerebbe di corsa la proposta capestro della Fiat. Purtroppo è solo un deputato a 20.000 euro al mese e non può firmare. Propongo un aiutino per Fassino: una “job rotation”. Lui e tutti i parlamentari che sono a favore della linea Marchionne sostituiranno alcuni operai estratti a sorte che a loro volta prenderanno il loro posto. Fassino, Cicchitto e Brunetta con lo stipendio di un operaio alla catena di montaggio. La democrazia lo vuole!
Grande Landini! Bonanni…Angeletti potete andare a…cagare! La sinistra (Fassino) hi.hi.hi…. “se fossi un operaio firmerei”! E te pareva che una manina politica non si doveva dare alla CISL e UIL? Anche questa volta il PD è la stampella della Mercegaglia (che sta zitta) di Marchionei” oreste mori, la spezia

Centro delle preferenze per la privacy

Necessari

I cookie necessari aiutano a contribuire a rendere fruibile un sito web abilitando le funzioni di base come la navigazione della pagina e l'accesso alle aree protette del sito. Il sito web non può funzionare correttamente senza questi cookie.

gdpr[*], bds_user_logged_in, wordpress_logged_in,

Statistiche

I cookie statistici aiutano i proprietari del sito web a capire come i visitatori interagiscono con i siti raccogliendo e trasmettendo informazioni in forma anonima.

_ga, _gid, _wingify_pc_uuid, _cfduid,

Marketing

I cookie per il marketing vengono utilizzati per monitorare i visitatori nei siti web. L'intento è quello di visualizzare annunci pertinenti e coinvolgenti per il singolo utente e quindi quelli di maggior valore per gli editori e gli inserzionisti terzi.

fr