Occhiali 3D per tutti


Un tempo al cinema trionfavano sempre i buoni, adesso trionfa solo il business.
“Domenica con moglie e due figli al cinema. Il film scelto è l’ultimo di Walt Disney, Rapunzel. Alla cassa un salasso di quasi 40 euro, esclusi i pop corn. Nel conto erano compresi 4 occhiali 3D. Ho chiesto perché dovevo comprarli se li usavo solo per un paio d’ore e che li avrei restituiti. Non era possibile, né era pensabile riportare i bambini a casa senza vedere il film, e così mi ritrovo con 4 occhiali 3D in casa che userò tra almeno un anno (se li ritroverò ancora) dati i prezzi delle sale cinematografiche. E forse non riuscirò neppure a usarli… alcuni cinema hanno occhiali 3D diversi da quelli che ho comprato e li ritirano all’uscita. Uno spreco colossale, decine di migliaia di occhiali parcheggiati solo negli appartamenti di Milano e forse centinaia di migliaia in tutta Italia… E per cosa?” Giorgio L.

Centro delle preferenze per la privacy

Necessari

I cookie necessari aiutano a contribuire a rendere fruibile un sito web abilitando le funzioni di base come la navigazione della pagina e l'accesso alle aree protette del sito. Il sito web non può funzionare correttamente senza questi cookie.

gdpr[*], bds_user_logged_in, wordpress_logged_in,

Statistiche

I cookie statistici aiutano i proprietari del sito web a capire come i visitatori interagiscono con i siti raccogliendo e trasmettendo informazioni in forma anonima.

_ga, _gid, _wingify_pc_uuid, _cfduid,

Marketing

I cookie per il marketing vengono utilizzati per monitorare i visitatori nei siti web. L'intento è quello di visualizzare annunci pertinenti e coinvolgenti per il singolo utente e quindi quelli di maggior valore per gli editori e gli inserzionisti terzi.

fr