Quattro alpini sono “andati avanti”


Quattro alpini in Afghanistan sono morti, sono “andati avanti” come dicono loro. Tutti i nostri ragazzi vanno riportati indietro.
Emergency, Gino Strada: “Mi pare che in Italia ci sia sempre meno capacità di reazione. La reazione c’è solo quando si verifica un evento bellico che produce la morte di qualcuno dei nostri militari, ecco, allora si scatenano tuttologi, retorica che la fa da padrone, poi dopo si dimentica e si va avanti”. Così ai microfoni di CNRmedia Gino Strada, fondatore di Emergency dopo le dichiarazioni del ministro della Difesa La Russa. “Io inviterei gli italiani a considerare semplicemente questo: 2 miliardi e mezzo di euro spesi e per i prossimi anni saranno all’incirca 700/800 milioni se non un miliardo in più all’anno. Sono convinto che gli italiani darebbero indicazioni diverse su come spendere quel miliardo. Mi fa piacere che almeno tutti gli italiani sapranno esattamente che cosa siamo a fare in Afghanistan, cioè io ne ho veramente piene le scatole di questa retorica che vuole i nostri soldati là ad aiutare le vecchiette ad attraversare la strada, a dare i cioccolatini ai bambini, a costruire gli ambulatori pediatrici,eccetera… si è là a fare la guerra, si è la ad ammazzare e a farsi ammazzare”. sandro s.

Centro delle preferenze per la privacy

Necessari

I cookie necessari aiutano a contribuire a rendere fruibile un sito web abilitando le funzioni di base come la navigazione della pagina e l'accesso alle aree protette del sito. Il sito web non può funzionare correttamente senza questi cookie.

gdpr[*], bds_user_logged_in, wordpress_logged_in,

Statistiche

I cookie statistici aiutano i proprietari del sito web a capire come i visitatori interagiscono con i siti raccogliendo e trasmettendo informazioni in forma anonima.

_ga, _gid, _wingify_pc_uuid, _cfduid,

Marketing

I cookie per il marketing vengono utilizzati per monitorare i visitatori nei siti web. L'intento è quello di visualizzare annunci pertinenti e coinvolgenti per il singolo utente e quindi quelli di maggior valore per gli editori e gli inserzionisti terzi.

fr