La vita di Federico Aldrovandi non ha un prezzo


La madre di Federico Aldrovandi ha detto “Delle vere scuse non ci sono mai state, il risarcimento viene a colmare questa mancanza”. Nessuno ha chiesto scusa. E’ diventato un problema di soldi. Questo vale la vita di un ragazzo di 18 anni. E perché gli agenti responsabili della sua morte sono ancora in servizio? Perché nessuno dal cosiddetto “Stato” risponde a questa domanda? Vergogna.
2 milioni di euro alla famiglia Aldrovandi: giusto, giustissimo, sacrosanto, anche se è difficle se non impossibile quantificare il valore di una vita. Ciò che non trovo giusto è che sia genericamente “lo Stato” a dover rimborsare quei soldi: “lo Stato” sono anche io col mio lavoro e con le mie tasse, ma io sono innocente, non ho fatto nulla a quel ragazzo. DEVONO PAGARE LE PERSONE CHE HANNO COMMESSO QUEL CRIMINE, CON I LORO SOLDI, CON I LORO BENI, CON LA LORO LIBERTA’!!!” massimo orru (lianu), cagliari

Centro delle preferenze per la privacy

Necessari

I cookie necessari aiutano a contribuire a rendere fruibile un sito web abilitando le funzioni di base come la navigazione della pagina e l'accesso alle aree protette del sito. Il sito web non può funzionare correttamente senza questi cookie.

gdpr[*], bds_user_logged_in, wordpress_logged_in,

Statistiche

I cookie statistici aiutano i proprietari del sito web a capire come i visitatori interagiscono con i siti raccogliendo e trasmettendo informazioni in forma anonima.

_ga, _gid, _wingify_pc_uuid, _cfduid,

Marketing

I cookie per il marketing vengono utilizzati per monitorare i visitatori nei siti web. L'intento è quello di visualizzare annunci pertinenti e coinvolgenti per il singolo utente e quindi quelli di maggior valore per gli editori e gli inserzionisti terzi.

fr