La merda nel ventilatore


La politica italiana è ormai merda nel ventilatore dei media. Chi li ha li usa, sia a destra che a sinistra per sputtanare l’avversario. Diffamate, diffamate, qualcosa resterà. A destra sono più rozzi e si fanno scoprire subito, a sinistra ti fottono facendoti pure la morale. Il risultato è lo stesso, azzerare ogni voce che dissenta dal duopolio Pdl/Pdmenoelle e dei loro giornalai prezzolati, dei cani al guinzaglio corto dei proprietari dell’informazione. Quando la merda entra nel ventilatore però anche chi lo ha acceso ne prende qualche schizzo in faccia. E’ la legge di spargimento del letame che con il tempo non risparmia nessuno. E’ un gioco al massacro. Il Paese ormai puzza e non è più chiaro da dove provenga l’odore, se noi siamo i portatori sani di merda o sono i giornalisti e i loro mandanti che emanano un fetore insopportabile. Chi è senza merda scagli la prima pietra.

Centro delle preferenze per la privacy

Necessari

I cookie necessari aiutano a contribuire a rendere fruibile un sito web abilitando le funzioni di base come la navigazione della pagina e l'accesso alle aree protette del sito. Il sito web non può funzionare correttamente senza questi cookie.

gdpr[*], bds_user_logged_in, wordpress_logged_in,

Statistiche

I cookie statistici aiutano i proprietari del sito web a capire come i visitatori interagiscono con i siti raccogliendo e trasmettendo informazioni in forma anonima.

_ga, _gid, _wingify_pc_uuid, _cfduid,

Marketing

I cookie per il marketing vengono utilizzati per monitorare i visitatori nei siti web. L'intento è quello di visualizzare annunci pertinenti e coinvolgenti per il singolo utente e quindi quelli di maggior valore per gli editori e gli inserzionisti terzi.

fr