Dalla parte del toro Quesero


Un toro ha scavalcato la barriera che lo divideva dal pubblico a Tafalla, Spagna. 50 feriti tra gli spettatori, il toro è stato subito abbattuto, ucciso dal “tradizionale” stiletto. Quesero, questo il nome del toro, è il primo ad aver saltato il “callejon“, il corridoio che corre attorno all’arena. Se ogni toro seguisse il suo esempio le corride cesserebbero di esistere. Mi spiace per i bambini feriti, non per i genitori che li educano all’assassinio di un animale per puro divertimento. Le facce stravolte, piene di terrore degli spettatori, all’avventarsi del toro, il loro stupore che un animale possa ribellarsi alla sua sorte in un pomeriggio di festa, sembrano venute da un altro pianeta.

Centro delle preferenze per la privacy

Necessari

I cookie necessari aiutano a contribuire a rendere fruibile un sito web abilitando le funzioni di base come la navigazione della pagina e l'accesso alle aree protette del sito. Il sito web non può funzionare correttamente senza questi cookie.

gdpr[*], bds_user_logged_in, wordpress_logged_in,

Statistiche

I cookie statistici aiutano i proprietari del sito web a capire come i visitatori interagiscono con i siti raccogliendo e trasmettendo informazioni in forma anonima.

_ga, _gid, _wingify_pc_uuid, _cfduid,

Marketing

I cookie per il marketing vengono utilizzati per monitorare i visitatori nei siti web. L'intento è quello di visualizzare annunci pertinenti e coinvolgenti per il singolo utente e quindi quelli di maggior valore per gli editori e gli inserzionisti terzi.

fr