Delocalizziamo l’editoria


Per salvare l’editoria italiana bisogna delocalizzarla. Tagliare i costi di produzione trasferendo il Sole 24 Ore, Libero, l’Unità e il Corriere della Sera all’estero. I giornalisti cinesi e rumeni possono sostituire i nostri a un decimo (forse meno) dello stipendio con l’ulteriore grande vantaggio di un’informazione più libera.
“Io ho un’idea migliore per risanare le casse del giornalismo itaiano e far uscire il settore dalla crisi. Gli editori potrebbero fare come la Fiat….delocalizzare la propria attività produttiva…andare all’estero…magari li potrebbero trovare qualche nuovo giornalista servo che gli costa molto ma molto meno di questi qua che abbiamo noi (belpietro, giordano, minzolini e compagnia bella…).pensate che bel bilancio costi di produzione più bassi, contributi dello stato….sai che utili!!!! Non sia mai che ci guadagni anche lanostra informazione…non si sa mai!” ANDREA F.

Centro delle preferenze per la privacy

Necessari

I cookie necessari aiutano a contribuire a rendere fruibile un sito web abilitando le funzioni di base come la navigazione della pagina e l'accesso alle aree protette del sito. Il sito web non può funzionare correttamente senza questi cookie.

gdpr[*], bds_user_logged_in, wordpress_logged_in,

Statistiche

I cookie statistici aiutano i proprietari del sito web a capire come i visitatori interagiscono con i siti raccogliendo e trasmettendo informazioni in forma anonima.

_ga, _gid, _wingify_pc_uuid, _cfduid,

Marketing

I cookie per il marketing vengono utilizzati per monitorare i visitatori nei siti web. L'intento è quello di visualizzare annunci pertinenti e coinvolgenti per il singolo utente e quindi quelli di maggior valore per gli editori e gli inserzionisti terzi.

fr