Economia vietata


La volontà dell’ottimismo dello psiconano e le balle economiche in libertà sono l’ultima frontiera per il rilancio del Paese. Il PIL 2009 è in calo del 4,9%. Il dato peggiore dal 1971, da TRENTANOVEANNI. In realtà è il calo peggiore da sempre. Il confronto, infatti, è fatto sulle serie storiche che iniziano solo dal 1971. Prima il buio. Gli analisti si sono stupiti del calo della produzione avvenuta nell’ultima parte dell’anno. Pensavano a una ripresina, a un rimbalzo positivo. Non frequentano, come è palese, le fabbriche chiuse e nulla sanno delle multinazionali in fuga. I telegiornali evitano ormai di parlare di economia (vedi video). E’ diventata una brutta parola, da non pronunciare per rispetto del pubblico a casa.

Centro delle preferenze per la privacy

Necessari

I cookie necessari aiutano a contribuire a rendere fruibile un sito web abilitando le funzioni di base come la navigazione della pagina e l'accesso alle aree protette del sito. Il sito web non può funzionare correttamente senza questi cookie.

gdpr[*], bds_user_logged_in, wordpress_logged_in,

Statistiche

I cookie statistici aiutano i proprietari del sito web a capire come i visitatori interagiscono con i siti raccogliendo e trasmettendo informazioni in forma anonima.

_ga, _gid, _wingify_pc_uuid, _cfduid,

Marketing

I cookie per il marketing vengono utilizzati per monitorare i visitatori nei siti web. L'intento è quello di visualizzare annunci pertinenti e coinvolgenti per il singolo utente e quindi quelli di maggior valore per gli editori e gli inserzionisti terzi.

fr