Pecorella e Don Peppino Diana


Il prode Pecorella, che si scorda sempre di essere SOLO un nostro dipendente ha querelato due ragazzi incensurati per violazione della privacy. Uno di loro è stato perquisito in casa sua alle 6.30 del mattino due giorni dopo (complimenti al magistrato). I ragazzi gli avevano fatto alcune domande su Don Diana ucciso dalla camorra. Pecorella è stato il difensore di De Falco, condannato per l’assassinio di Don Peppino Diana. Ognuno si sceglie i clienti che vuole e l’avvocato Pecorella si è scelto De Falco. Una sentenza della Corte di Cassazione del 4 marzo 2004 conferma che Don Diana fu ucciso per l’impegno antimafia. A Pecorella questo non è sufficiente: “Per la verità nel processo non è venuto fuori molto chiaro neanche questo (impegno antimafia, ndr) come movente. È inutile che costruiamo delle fantasie sulle ipotesi.” Come riportato da Saviano, persino Papa Giovanni Paolo II elogiò il sacrificio di questo prete indifeso: “Voglia il signore far sì che il sacrificio di questo suo ministro… produca frutti… di solidarietà e di pace“- Un Papa e la Corte di Cassazione non sono riusciti a convincere Pecorella che, per meriti sul campo, è anche presidente della Commissione bicamerale di inchiesta sulle attività illecite connesse al ciclo dei rifiuti.

Centro delle preferenze per la privacy

Necessari

I cookie necessari aiutano a contribuire a rendere fruibile un sito web abilitando le funzioni di base come la navigazione della pagina e l'accesso alle aree protette del sito. Il sito web non può funzionare correttamente senza questi cookie.

gdpr[*], bds_user_logged_in, wordpress_logged_in,

Statistiche

I cookie statistici aiutano i proprietari del sito web a capire come i visitatori interagiscono con i siti raccogliendo e trasmettendo informazioni in forma anonima.

_ga, _gid, _wingify_pc_uuid, _cfduid,

Marketing

I cookie per il marketing vengono utilizzati per monitorare i visitatori nei siti web. L'intento è quello di visualizzare annunci pertinenti e coinvolgenti per il singolo utente e quindi quelli di maggior valore per gli editori e gli inserzionisti terzi.

fr