Il pugno violento della legge


Il ragazzo trascinato via di peso da agenti in borghese a Messina si chiama Davide Mangano. Voleva fare una domanda al ministro Alfano. Chiedergli come concilia la lotta alla mafia con la coesistenza con lo psiconano. Lo stesso che ha definito eroe il suo ex stalliere, quello che si occupava di “cavalli“, il mafioso omicida Vittorio Mangano. Davide non è riuscito a fare la domanda. Afferma di essere stato schiaffeggiato e preso a pugni in questura senza poter contattare nessuno per due ore. Il referto ospedaliero ha riportato quattro giorni di prognosi. Davide ha deciso di sporgere denuncia. Il blog vi terrà informati.

Centro delle preferenze per la privacy

Necessari

I cookie necessari aiutano a contribuire a rendere fruibile un sito web abilitando le funzioni di base come la navigazione della pagina e l'accesso alle aree protette del sito. Il sito web non può funzionare correttamente senza questi cookie.

gdpr[*], bds_user_logged_in, wordpress_logged_in,

Statistiche

I cookie statistici aiutano i proprietari del sito web a capire come i visitatori interagiscono con i siti raccogliendo e trasmettendo informazioni in forma anonima.

_ga, _gid, _wingify_pc_uuid, _cfduid,

Marketing

I cookie per il marketing vengono utilizzati per monitorare i visitatori nei siti web. L'intento è quello di visualizzare annunci pertinenti e coinvolgenti per il singolo utente e quindi quelli di maggior valore per gli editori e gli inserzionisti terzi.

fr