Satira sotto processo

C’è in giro un grigiore occulto.
Un potere sotto traccia che ti ruba il tempo. Che gestisce il nulla e ti ruba la vita. Un poterino che usa le tue parole e occhiuto, pedante, rompic..i vuole giudicarti.

In Italia è scomparso il diritto di satira.

In fase giudiziaria viene estratta una frase detta da un comico, fuori dal contesto in cui è stata detta, e si discetta di bizantinismi e di interpretazioni per intimidire.

Oggi contro la libertà di satira è in atto una intimidazione supportata da legioni di avvocati del cavillo e dai loro mandanti.

Il diritto di satira è la democrazia stessa, dà la possibilità di mettere in discussione il potere.
In Italia, non ne esiste più neanche il concetto.

Oggi pubblico i 7 vincitori del concorso della vignetta per il blog, con le loro opere presenti nell’immagine del Post, insieme a un fuori concorso.

Speriamo che questa professione abbia un futuro.

Coraggio!

Centro delle preferenze per la privacy

Necessari

I cookie necessari aiutano a contribuire a rendere fruibile un sito web abilitando le funzioni di base come la navigazione della pagina e l'accesso alle aree protette del sito. Il sito web non può funzionare correttamente senza questi cookie.

gdpr[*], bds_user_logged_in, wordpress_logged_in,

Statistiche

I cookie statistici aiutano i proprietari del sito web a capire come i visitatori interagiscono con i siti raccogliendo e trasmettendo informazioni in forma anonima.

_ga, _gid, _wingify_pc_uuid, _cfduid,

Marketing

I cookie per il marketing vengono utilizzati per monitorare i visitatori nei siti web. L'intento è quello di visualizzare annunci pertinenti e coinvolgenti per il singolo utente e quindi quelli di maggior valore per gli editori e gli inserzionisti terzi.

fr