Il Blog delle Stelle
Chi ha colpe per la tragedia di Genova dovrà essere punito

Chi ha colpe per la tragedia di Genova dovrà essere punito

Author di Danilo Toninelli
Dona
  • 208

di Danilo Toninelli, Ministro dei Trasporti e delle Infrastrutture

Sono passate nemmeno 24 ore dalla tragedia che ha colpito Genova, e come tutti noi ho ancora negli occhi quelle terribili immagini del crollo del ponte Morandi. Oggi sarò tra le macerie macchiate di sangue e provo rabbia perché in un Paese civile non si può morire per un ponte che crolla. Lo voglio ribadire con ancora più forza: chi ha colpe per questa tragedia ingiustificabile dovrà essere punito.

Alle società che gestiscono le nostre autostrade sborsiamo i pedaggi più cari d’Europa mentre loro pagano concessioni a prezzi vergognosi. Incassano miliardi, versando in tasse pochi milioni e non fanno neanche la manutenzione che sarebbe necessaria a ponti e assi viari.

I vertici di Autostrade per l’Italia devono dimettersi prima di tutto. E visto che ci sono state gravi inadempienze, annuncio fin da ora che abbiamo attivato tutte le procedure per l’eventuale revoca delle concessioni, e per comminare multe fino a 150 milioni di euro.

Se non sono capaci di gestire le nostre Autostrade, lo farà lo Stato.

Contemporaneamente a questi atti doverosi, dobbiamo badare a ricostruire e manutenere, seppure con il pensiero sempre rivolto alle vittime e alle loro famiglie. Per quanto riguarda Genova, verrà usato il Fondo Emergenze della Protezione civile per ripristinare la viabilità ordinaria, prendendo in considerazione anche la possibilità di prolungare fino a Voltri la 'Strada a mare'. Per la ricostruzione del ponte Morandi, che voglio sottolineare necessitava di manutenzione da decenni, verranno poi utilizzate le risorse del Piano economico e finanziario di Autostrade, da discutere eventualmente a settembre, e altre risorse non impegnate e prese da due fondi dedicati in parte a interventi infrastrutturali.

Quindi, il nostro impegno continuerà ad essere quello di investire soldi per la cura e la ristrutturazione dell'esistente. Ci sarà un vero e proprio piano Marshall per la messa in sicurezza delle nostre infrastrutture, molte delle quali sono state costruite negli anni '60 e '70. Penso sia nostro dovere usare i soldi pubblici per la manutenzione di queste arterie vitali del nostro Paese, invece di sprecarli in mastodontiche opere inutili. Un progetto su cui punto molto è quello per un monitoraggio attraverso semplici sensori che verificano la stabilità di infrastrutture e viadotti. Un sistema tecnologico che ci permetta di dire: mai più stragi come quella di Genova.

A chi invece sta speculando su questa tragedia voglio dire: è impensabile, oltre che ignobile, collegare il crollo del ponte Morandi alla messa in discussione della realizzazione della Gronda di Genova, su cui è in corso un’analisi costi-benefici. Si tratta di un’opera che non costituisce una soluzione sostitutiva rispetto al viadotto sull’A10. E che comunque sarebbe pronta nel 2029. Ora basta sciacallaggio, noi vogliamo le grandi opere utili. E pensiamo soprattutto a rendere sicura questa nostra malridotta Italia.



Fai una donazione a Rousseau: http://bep.pe/SostieniRousseau e poi annuncialo su Twitter con l'hashtag #IoSostengoRousseau

bannerrousseau.jpg

15 Ago 2018, 09:05 | Scrivi | Commenti (208) | listen_it_it.gifAscolta
Invia il tuo video | Invia ad un amico | Stampa

  • 208


Tags: crollo, infrastrutture, m5s, morandi, ponte genova, toninelli

Commenti

 

La ricostruzione sarà come al solito all'italiana; personalmente stimo che ci vorranno più di 3 anni (considerando le tonnellate giorno di acciaio da mettere in opera al giorno durante il picco della produzione) a sistemare ponte (ed abitazioni). Non metto parola sulla giustizia (sono un pessimista, su questo fronte). Sull'aspetto tecnico/contrattuale la mia visione è la seguente:
Chi rompe paga: in questo caso chi rompe deve riconsegnare (i cocci sono suoi) ciò che ha rotto così com'era (o con le modifiche accettate dai cittadini) e pagare i danni collaterali. Quindi Autostrade deve ricostruire; se non lo facesse (ed ha tutto l'interesse ad essere forzata a non farlo) giustificherà ritardi, soluzioni "errate", reclami per extra costi e pazzie architettoniche a chi l'ha obbligata solo a "pagare". La soluzione invece è ricostruire con un controllo tecnico/gestionale esterno (meglio non italiano, ma noi siamo sovranisti), che segua le buone pratiche e cioè (in questo caso) tempi (penali significative sul tempo di consegna), qualità, e scopo del progetto (il ponte dovrà essere un "vero" ponte, non un succedaneo). Un contrattista imposto è il miglior sistema per fare in modo che lo stato si assuma una grandissima parte degli oneri di Autostrade. Il ricorso poi ad una azienda dello Stato, dove le perdite vengono assorbite da quest'ultimo... qual miglior esecutore per un appaltatore... diventa facilissimo (se si vuole) ribaltare i costi di nuovo ai contribuenti.

Vittorio A., 28073 Commentatore certificato Commentatore che ha donato a Rousseau 14.09.18 11:05| 
 |
Rispondi al commento

Certamente nessuno si sogna di dire che il Presidente della Regione Liguria dott. TOTI non agisca nell'interesse di Genoa, ma attenzione lo stesso proviene dalle riserve di Berlusconi, "dormiente" per un periodo di tempo ora attivo contro il movimento e proiettato a riportare Salvini nella "retta via". Ma niente può fermare il lavoro di Di Maio, Fico, Toninelli e di tutti i portavoce in parlamento, vedrete che alla fine si sgretoleranno, e piu andremo a votare più forte ne uscirà il movimento, non ci sono strategie utili per il PDR o per altri partiti, adesso il movimento deve mettere mani subito alla legge elettorale, non lasciamola fare agli amici di Renzi.

rosario b. Commentatore certificato 24.08.18 18:23| 
 |
Rispondi al commento

Guardate inchiesta REPORT del 2004 sulla gestione benetton


https://www.youtube.com/watch?v=E0IwayL2lVw

silvana ., Roma Commentatore certificato Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2015 Commentatore che ha donato a Rousseau Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2016 19.08.18 17:57| 
 |
Rispondi al commento

Qualcuno mi riesce a spiegare come mai le uniche immagini precedenti al crollo del ponte sono quelle delle ore 11,36 fornite dalle telecamere di autostrade e poi il nulla?... forse vogliamo credere al comunicato ufficiale che il crollo ha causato il black-out di tutti i dispositivi di ripresa e registrazione?... e le immagini immediatamente prima del crollo???
Credo che su questo punto si debba peetendere la verità o dobbiamo "berci" l'ennesimo insabbiamento delle dinamiche che potrebbero far chiarezza sugli accadimenti?
Spero che i vertici del movimento in primis il ministro Toninelli si adoperi senza sconti per ottenere la verità. Credo che sia dovuto per tutti i morti per tutte le famiglie dei defunti per tutti i genovesi e per tutti coloro che sono stufi di bersi le bugie di coloro che per semplificazione vengono chiamati "i poteri forti". Facciamola finita è ora di reagire come i genovesi sanno fare!!!
Grazie Russo Lorenzo

Lorenzo Russo 19.08.18 11:57| 
 |
Rispondi al commento

Salve a tutti!
La Torre Eiffel fu inaugurata 128 anni fa, e con tutte le tonnellate di peso aggiunti ogni giorno con i turisti, resterà ancora per altri 500 anni! Alla faccia del acciaio rinforzato e recente tecnologia architettonica che costruisce appartamenti costruiti sotto i ponti. Amici, prima di M5S e Governo Conte nessuno sapeva niente in Italia. Eravamo ad oscuro di tutto, e pur tropo senza sapere tutti noi abbiamo votato per 40 anni sinistra, destra o centro destra, cioè in povere parole società private che hanno preso possesso del governo prendendo decisioni sul pubblico, obbligati e costretti a favorire caprici di alcuni egoisti azionisti, e per loro business in tutti i settori dove porta profitto e potere con leggi "AD PERSONAM" e decreti a loro favore per essere giuridicamente non perseguitabili, loro ed i loro beni. Spero tanto di sbagliarmi, ma giuridicamente le leggi come sono dettate sono a loro favore: 1) Hanno 15 giorni di tempo per ingannare con documenti falsi. Se in caso non riuscissero a dimostrare la manutenzione ordinaria e straordinaria, scaricheranno le loro colpe ovviamente ad un povero lavoratore innocente. 2) Se per "esame di coscienza " la società autostradale dopo i 60 giorni acetasse la proposta di revoca del governo Conte, dato che nel 2016 hanno firmato di notte al buio un contrato fino 2027 che da comunque alla società autostradale il diritto giuridico di chiedere allo stato attuale un risarcimento di 20 miliardi. Certamente oggi a M5S e al governo Conte hanno una grande responsabilità storica, sulle loro spalle c'è il peso di 35 anni di governi al servizio della mafia. La lotta per la giustizia sociale e la legalità non sarà facile, ma per questo ho votato M5S spero nella grazia di Dio per un futuro migliore per tutti!
Auguri di cuore al M5S e al governo Conte, forza e coraggio e il Signore Dio vi benedica grandemente tutti voi che servite a Dio, al Paese, al prossimo e al bene comune! Pace e Bene.

Fabio Thika, BG Commentatore certificato 19.08.18 10:48| 
 |
Rispondi al commento

Vediamo, se stavolta il conto lo pagano davvero i responsabili!
Tutto molto logico e ricco di coincidenze il punto fatto nel post.
Io partirei a guardare le relazioni tecniche già dell'epoca in cui incolpano il m5* sulla contrarietà alla costruzione della gronda! Una cosa è essere contrari se le autorità dicono che il ponte Morandi può funzionare per altri cento anni, altro sarebbe stato se qualcuno avesse detto che il ponte poteva diventare quanto meno pericoloso !

Alberto R. Commentatore certificato Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2015 Commentatore che ha donato a Rousseau Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2016 17.08.18 23:14| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ministro Danilo Toninelli, per poter determinare con maggiore sicurezza la causa precisa e particolare, che ha innescato il procedimento di crollo del ponte, dal punto di vista strettamente tecnico, è molto importante farsi descrivere molto bene, al più presto, dai sopravvissuti al crollo, i dettagli di ciò che hanno visto all’inizio del crollo stesso, prima che, in buona fede, i loro ricordi vengano “deformati” dalle notizie ricevute dai mezzi di informazione di massa.
Chiedo scusa qualora questo sia già stato fatto e quindi questa raccomandazione sia inutile.

Santo Mazzotti, Remedello Commentatore certificato 17.08.18 13:01| 
 |
Rispondi al commento

Feudalesimo made in Italy
In Italia comandano le stesse "famiglie" da oramai quasi 100anni. I loro rampolli hanno incarichi di governo, lavorano in Rai e nelle partecipate oramai in maniera dinastica e noi Italiani poverelli, cenerentole europee, ci siamo talmente assuefatti al loro sadismo, che al minimo sentore di cambiamento ci schieriamo subito col più forte. Perché non proviamo a pensare ad un Italia senza la mafia, le lobby e i potentati? Sarebbe davvero peggio di ciò che stiamo vivendo?

Giovanna Spedicato 17.08.18 09:04| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Buonasera,

Mi scusi signor Toninelli, a me risulta che il progetto delle Gronda è fermo da anni a causa vostra e prima di voi gli amministratori di sinistra ed ancora voi che appoggiavate i no gronda. Voi siete il no tutto perchè, parole vostre sono una "mangiatoia" per i soliti. Voi avete preso ben prima dell'attuale governo qualcosa come 15 milioni di voti per andare in parlamento a dire sempre no a tutto anche quando si trattava di cose utili, tanto che molti vostri eletti vi hanno voltato le spalle. Sempre voi siete quelli che ora prima ancora di aver capito di cosa state parlando avete deciso di fare il processo in piazza ad Autostrade, quando invece, per conto mio, avreste dovuto ascoltarli quando da anni vi parlavano dell'utilità della Gronda. Sempre voi, e nessun altro, avreste per esempio potuto obbligare semplicemente autostrade a mantenere i propri impegni compresa la ricostruzione del ponte in tempi record, perchè nel caso vi fosse sfuggito, il disastro economico che si presenterà da fine agosto, sarà purtroppo ben peggiore, in maniera esponenziale, al conto delle vittime del disastro in se stesso. Prolungare la strada a mare non risolve il problema di un asse stradale italiano ed europeo tagliato di netto e già insufficiente di suo, tutte le imprese del ponente che lavorano con aziende del levante non solo ligure, sono tagliate fuori, la A26 diventerà un inferno senza contare che alcuni viadotti di quest'ultima autostrada sono già pericolanti e senza contare i costi dei trasporti che diventeranno insostenibili. Serve un ponte nuovo e serve domani, non fra 5 o 10 anni, se serve va bene pure farsi aiutare dall'estero, ma soprattutto assieme alle dimissioni dei vertici di autostrade servono le vostre, di tutti i 5 stelle ed i no tutto, sarebbe auspicabile che vi dimetteste anche da cittadini italiani, ne trarremmo tutti grande giovamento.

Firmato un ligure nella cacca.

ROBERTO BAGNASCO 17.08.18 03:09| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Con molto piacere do atto a Luigi Di Maio di aver sgomberato il campo dagli equivoci sorti sulla revoca della concessione nel corso di una partecipazione all'edizione odierna de "In Onda" su La 7. Ha confermato con nettezza la revoca della Concessione.

Bravo Luigi ! Hai messo le palle sul tavolo !!!!

Rinaldo A., Roma Commentatore certificato 16.08.18 21:22| 
 |
Rispondi al commento

NON FACCIAMO SCHERZI !!!!

Dopo che Salvini ha auspicato indennizzi alle vittime e risarcimenti allo Stato, i media stanno esultando per il "realismo" che sta prevalendo verso i criminali responsabili della strage di Genova, allontanando la revoca della Concessione.
Analoga prudenza pare rilevarsi nelle parole di Toninelli, che parla di "eventuale" revoca.

Sia chiaro, con il popolo M5S non si gioca come con gli altri elettorati! Abbiamo condiviso la misura della revoca ad un potentato economico che ha sempre spadroneggiato con i governi precedenti; adesso non possiamo farci condizionare da una Lega che è sempre ricattata dalla imprenditoria del nord e segnatamente veneta.
Se Di Maio, Toninelli e il M5S cedono su questa revoca annunciata con squilli di tromba, comincerà un declino di consenso popolare, perché si sarà dimostrato che ha lasciato l'egemonia nelle ambigue mani di Salvini e della Lega !

Occhio, ragazzi, il consenso conquistato per coerenza di comportamenti si può perdere in poco tempo se si constata che questa coerenza è di carta !!!!

POPOLO M5S, FATTI SENTIRE A GRAN VOCE !!!!

Rinaldo A., Roma Commentatore certificato 16.08.18 20:25| 
 |
Rispondi al commento

Che un ministro della Repubblica parli a cuor leggero e senza dosare le parole come se non peggio delle boutade berlusconiane non è più ammissibile. Ma Parliamo del fatto che il nostro amato Sud Italia le autostrade a pedaggio non sa nemmeno cosa siano. Ma ci mancherebbe che si possano far pagare le autostrade nella parte più sofferente del paese... magari quando prenderanno il reddito di cittadinanza ci potreste pensare però 😖

Stefano Scandella 16.08.18 19:43| 
 |
Rispondi al commento

Voglio proprio vedere se qualcuno pagherà e se le autostrade torneranno statali.Se così non sarà,addio m5s.

alfredo l., macerata Commentatore certificato Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2015 Commentatore che ha donato a Rousseau 16.08.18 18:43| 
 |
Rispondi al commento

Ehi censore ! ....te ne sei dimenticato uno, quello che dice 'Toninelli tu non stai bene'. possibile che su questo blog ci siano post contrari ? Dai sveglia . Toglilo o vuoi che ti licenzino .

Franco S. 16.08.18 18:05| 
 |
Rispondi al commento

cronaca di un disastro preannunciato, ero in spiaggia a leggere il libro di Mario Giordano "Avvoltoi l'italia va a rotoli e loro si arrichiscono " ho pensato subito al ponte crollato in Brianza a quello in sardegna, ai disastri ferroviari recenti ....ho anche pensato ora tutto questo finirà... ma si sà il nuovo Meritato governo non può rimediare a decenni di sfascio,tangenti e corruzioni in poco tempo e così è successo l'irreparabile prima che il nuovo governo potesse provvedere.Una cosa è certa però, Giordano non è un essere soprannaturale, possibile che se ne sia accorto solo lui? tutti i governi che dovevano rottamare il malaffare ,quelli che ora criticano il governo Populista, pensavano solo a comprarsi casa o aerei, mentre toglievano diritti al lavoro, alla pensione, alla sicurezza, le liquidazioni ai poveri cittadini ?Ora Delrio che voleva prorogare la concessione autostrade sino al 2024 (chissà perchè?) non parla più di un governo che ci farà crollare /sprofondare?(avevano predisposto già loro??) Solo una cosa è sicura troppe persone morte per l'avidità di pochi, a cominciare dai Magistrati più amati, ai poveri cittadini di Genova ...ora sono certo che il governo farà giustizia, ma giustizia quella vera perchè il vento è cambiato

roberto CONTURSI 16.08.18 15:17| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

sii chi ha colpe dovra' essere punito!! e con voi 5 stelle sara' possibile!!! voi che non fate politica per arricchirvi, voi che avendo giurato al momento di diventare ministri per i cittadini..per la polis...per l'onesta'..come ha fatto lei ministro che ha restituito parte del suo stipendio a favore delle piccole imprese….vi stimo ed ho tanta fiducia nel vostro operato.

simona porta 16.08.18 13:25| 
 |
Rispondi al commento

FALLIMENTO DELLA PRIVATIZZAZIONE E LO SCIACALLAGGIO DEI PRIVATI

Occorre;
1- Lo Stato deve revocare la concessione ad Autostrade per l'Italia.

2- Nazionalizzare le Autostrade

3- Spese di ricostruzione e il risarcimento alle famiglia delle vittime e 632 sfollati devono pagare la società privata che ha spremuto soldi del pedaggio fino al crollo e la morte.

4- I responsabili devono essere processati e multati.

5- Nella agenda del governo l'interventi urgenti per il consolidamento di altri ponti in stato di degrado.

6- Dal 1994 sono stati svenduti i gioielli dell'industria italiana i veri responsabili sono i politici e i governi di Forza Italia e dall'Ulivo al Partito Democratico.

ARCH. Shir akbari 16.08.18 10:57| 
 |
Rispondi al commento

A Beppe con Simpatia:
Con quale coraggio la Societa Autostrade sostiene di aver fatto tutti i controlli necessari: anche se fosse, evidentemente non sono stati fatti in maniera accurata, i responsabili devono essere consapevoli e non devono addurre giustificazioni alle loro incapacità e inadempienze: ci sono decine di migliaia di sovastrutture da controllare : Strade ,autostrade,ponti, gallerie e quantaltro di vecchia costruzione, cosa aspettano a fare i controlli ed a prevenire disastri, forse non interessa la vita delle persone ma solo il profitto ce ne deriva da lle sopvrastrutture , senza dovello reinvestire in sicurezza: A queste società deve essere tolto ogni tipo di appalto dei lavori ed occorre aumentare i controlli per quelle società che si propongono di acquisirli, non vogliamo che a svolgere lavori di importanza
come quelli suddetti siano organizzaziioni mafiose o comunque prive di scrupoli che se ne fregano della salute dei cittadini.
Con simpatia
Roberto

Roberto Masi Masi, Sesto Fiorentino (FI) Commentatore certificato 16.08.18 10:10| 
 |
Rispondi al commento

On. Ministro, la ringrazio per l’impegno di cui si è assunto la responsabilità insieme al Governo. Oggi il nostro Paese ha subito un’altra ferita inferta dalla mala politica degli ultimi quaranta anni. La corruzione a tutti i livelli la politica affaristica e non al servizio dei cittadini ha condotto a questa tragedia. Il ponte Morandi come tutta l’autostrada per Genova necessità di opere di consolidamento e ammodernamento, ma in tempi rapidi. Quella autostrada si presenta molto pericolosa, nel mese di luglio ho divuto percorretela per motivi di lavoro, sotto un nubifragio e le posso assicurare che la strada era molto pericolosa a causa dell’acqua che scendendo dalle montagne invadeva la strada. Oggi tocca a voi l’ingrato compito di porre rimedio e mettere le mani su una concessione affaristica concessa per le solite motivazioni italiane il malaffare. Oggi si chiede a Voi di ripristinare in tempi rapidi quella viabilità, revocare la concessione a una società che a dimostrato non solo la sua incapacità a gestire un bene di tutta la collettività, che ha lucrato sulle spalle degli Italiani onesti che pagano pedaggi esosi per un servizio scadente, che ha distrutto molte vite umane. Chiedo a Voi di riportare questo Paese nell’alveo della legalità di perseguire con onestà e giustizia, chi non rispetta la nostra legge, e gli obblighi assunti sia con una concessione che con un contratto, chiedo trasparenza e di potere leggere quella concessione, che nasconde sicuramente un’altra pietra miliare della mala politica e del malaffare. Buon lavoro e grazie.

Antonia Zaccaria 16.08.18 09:05| 
 |
Rispondi al commento

Genova: è ora di presentare il conto a chi ha truffato gli italiani.
Anche a chi ha ritardato la variante?

Bruno Francesi 16.08.18 08:27| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Sono contento delle multe da 150 milioni.
Grillo non ha niente da temere, lui è un comico?

Bruno Francesi 16.08.18 08:04| 
 |
Rispondi al commento

Ma sti ladri dei benetton, dove piffero pagano le tasse?

Hanno detto che le pagano in Italia, è vero?

Ma le trasmissioni di approfondimento di fatti di attualità, a cosa servono?

Solo a rendere le cose meno chiare?

E' ora di intervenire sull'informazione!

Basta giornalisti falsi, basta informazione fasulla.

Mandiamoli a casa subito questi schifosi!

Ho detto a casa ma mi sono sbagliato. In galera!


Loro le proveranno tutte
Ma non passeranno!
EVVIVA

Maurizio

maurizo fontana, cervia Commentatore certificato Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle Commentatore che ha donato a Rousseau 16.08.18 07:21| 
 |
Rispondi al commento

POTRE PAGARE POCHISSIMO DI TASSE E TRIBUTI e le casse dello Stato e dei comuni potrebbero addirittura essere in attivo, se tutti i beni pubblici (immobili, terreni, AUTOSTRADE, FERROVIE, POSTE, boschi, spiagge, Cave eccetera) fossero amministrati con onestà e competenza. Se essi fossero locati a prezzi Giusti e onesti e se le concessioni di sfruttamento fossero oneste, al prezzo giusto e indicizzate anziché a prezzi da barzelletta.  Buon lavoro quindi e lunga vita al primo governo della Terza Repubblica ed alle giunte a 5 stelle, che moltissimo possono fare in tal senso, se focalizzano l'attenzione sulla gestione di tali beni pubblici...  è semplicissimo farlo, basta volerlo fare.

De Lauro Enrico Commentatore certificato 16.08.18 00:54| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Neanche una virgola fuori posto, ottimo.

Massimiliano D., Napoli Commentatore certificato 16.08.18 00:39| 
 |
Rispondi al commento

Caro Presidente Conte e vice Di Maio e Salvini ormai il Paese è in uno stato di emergenza permanente: Corruzione, evasione fiscale, criminalità organizzata, sistema infrastrutture antiquato (anni 60 e 70), la sanità pubblica disastrata, sprecona con alta corruzione da rabbrividire, scuole da bonificare dall'amianto, tra cui centinaia di esse fatiscenti. Esiste una responsabilità politica faraonica, enormemente esagerata, alla quale non si è mai chiesto chiarimenti di tanti comportamenti gravemente delittuosi, anche con colpe altrettanto gravi degli italiani che hanno chiuso orecchie e occhi, sostenuto con il voto in questi decenni i partiti che hanno governato questo meraviglioso Paese. Collaboriamo con il governo del cambiamento a risanare e soprattutto a ripulire il marcio e la corruzione che oramai si annida ovunque, grazie alle politiche PD/Verdini - FI etc........ Noi siamo convinti che ciò è possibile e l'inizio, anche turbolento, in cui si è capito subito che si faceva sul serio ha immediatamente sbarrato strade, iniziative ad altro da parte dei giornali e delle televisioni complici di tutto ciò suddetto. Noi ci crediamo, andare avanti così mi associo alla profezia di Salvini/Di Maio che ripuliremo tutto e tutti, chiedendo conto e responsabilità a chiunque dei loro atti, governando almeno per i prossimi 20 anni, W. l'Italia degli Italiani !

Giovanni Cuomo 15.08.18 23:53| 
 |
Rispondi al commento

Potremmo essere in attivo se i nostri beni fossero gestiti correttamente

De Lauro Enrico Commentatore certificato 15.08.18 23:22| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Condivido

De Lauro Enrico Commentatore certificato 15.08.18 23:15| 
 |
Rispondi al commento

Spero che per una volta in questo paese chi ha sbagliato paghi veramente ,sarebbe un bel passo avanti

chiari a. Commentatore certificato Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza 15.08.18 23:08| 
 |
Rispondi al commento

Ottimo intervento Signor Pimo Ministro Conte, revoca immediata alla concessione e non vie nessuna penale da pagare al di la di cio che affermano i dirigenti di autostrada per l italia sta di fatto che per la loro negligenza hanno causato un disastro per vittime umane e danni alle cose, non hanno nessuna scusante nell affermare che manutentevano la struttura anzi e una aggravante nella loro affermazione tant e che la struttura ha ceduto quindi degli incompetenti

Antonio L., Anzio Commentatore certificato 15.08.18 22:58| 
 |
Rispondi al commento

Domani prenderò l'autostrada, il Telepass avra' la batteria scarica, dimentichero' contanti e carte. Potrò solamente ritirare un foglio dal casellante ed avrò 14 giorni di tempo (senza nessun aggravio di spesa) per saldare il mio debito con Autostrade S.p.A. ad un Punto Blu...se fossimo qualche milione di persone....

MARCO COSTANTINO 15.08.18 22:29| 
 |
Rispondi al commento

VOGLIAMO LO SCALPO DEI RESPONSABILI CRIMINALI ASSASSINI. TOGLIETEGLI ANCHE LE MUTANDE SE POTETE. DOVETE FARLO PER I MORTI INNOCENTI SACRIFICATI PER IL PROFITTO. ADESSO QUESTO PAESE VA RIVOLTATO COME UN CALZINO.

gianluigi f., pandino Commentatore certificato 15.08.18 22:18| 
 |
Rispondi al commento

egregio ministro il paese è in uno stato di emergenza continuo criminalità organizzata evasione fiscale e corruzione elevate all'ennesima potenza , sistema infrastrutture osboleto con ritardi di decenni sanità pubblica un disastro , scuole con l'amianto da bonificare , su tutto questo cè una responsabilità politica enorme alla quale non si è mai bussato alla schiena, con colpe altrettanto gravissime degli italiani che hanno sostenuto con il voto in questi decenni partiti che hanno governato questo paese pd-forza italia. Ripulire questo paese immediatamente da questo marcio che persiste con provvedimenti del cambiamento totale . forza avanti tutta .

francesco bruschi 15.08.18 21:51| 
 |
Rispondi al commento

Pur concordando con il presidente del consiglio ed i suoi vice , non dimentichiamo che i carichi a cui il ponte Morandi doveva sostenere sono sicuramente aumentati. Ricordo nel'74 l'affermazione del mio professore di scienza delle costruzioni déshabillé facoltà d'ingegneria di Bologna : se a Bologna dovessero crollare tutti i palazzi in cemento armato che non hanno rispettato il carico di sicurezza.di progetto buona grazia se ne rimangono in piedi un paio. Le prefetture dovrebbero avere tutti i dati di calcolo del progetto ed i risultati delle prove sui materiali. Sicuramente se ci fosse stato sentore dello stress delle strutture avrebbero come prima cosa ridotta la velocità veicolare. Approfitto per esprimere la mia vicinanza a tutti i famigliari delle vittime.

Eros Venturini 15.08.18 21:46| 
 |
Rispondi al commento

Riservandomi un commento più articolato, vorrei intanto premettere che spero che nessuno in M5S creda che il crollo del ponte a Genova sia stata una disgrazia o una fatalità ! Ci sono due colpe: una politica, dei governi che hanno dato in concessione le autostrade e, aggiungo, gli aeroporti allo stesso azionista: si tratta dei governi di centrosinistra, che hanno avuto in concessione beni pubblici, con la garanzia della riscossione dei pedaggi sempre più esosi e affidando a loro i controlli ! L'altra è di Autostrade per l'Italia, che incassavano pedaggi e limitando al minimo già la manutenzione ordinaria, figurarsi quella straordinaria come il rifacimento di un ponte che fin dal 2011 mostrava criticità ! Registrando in questo modo utili incredibili, come neanche nei traffici illeciti. L'orientamento a revocare la concessione deve trasformarsi i una decisione di espropriazione senza indennizzi, avendo già lucrato molto con i beni pubblici. Attenzione alle "quinte colonne" interne al Ministero dei Trasporti e delle Infrastrutture, perché non solo le coperte politiche possono spiegare sia una concessione così rinunciataria da affidate alla Società i controlli e l'autocertificazione degli stessi; sia dell'acquiescenza alle richieste di adeguamento dei pedaggi ben oltre i bassi tassi di inflazione. Quindi, caro Danilo, non facciamoci prendere per il culo dalle manovre diversive che sicuramente la potente Società tenterà di mettere in campo per fuggire alle proprie responsabilità ! E procediamo senza indugi alla revoca senza indennizzi della concessione. Vediamo se abbiamo le palle per onorare i morti nella strage e per difendere gli interessi degli italiani con un atto di revoca ed esproprio nei confronti di chi ha tutelato solo i propri interessi a scapito di quelli del Paese.

Rinaldo A., Roma Commentatore certificato 15.08.18 21:24| 
 |
Rispondi al commento

TOGLIAMO LA CONCESSIONE A AUTOSTRADE? SI MA PER TUTTA LA RETE NON SOLO PER IL TRATTO CROLLATO, SAREBBE TROPPO COMODO PER AUTOSTRADE E ATLANTIA I PONTI CROLLANO SU'TUTTA LA RETE AUTOSTRADALE E ATLANTIA MANTIENE GLI UTILI IN LUSSEMBURGO SENZA PAGARE LE TASSE.

CI VUOLE CORAGGIO, FATECI CAPIRE CHE QUESTA VOLTA SI RIUSCIRA' A CAMBIARE.

Gianni s. 15.08.18 21:09| 
 |
Rispondi al commento

Vorrei "pregare" i ministri di questo governo , di chiamare i nostri uomini dell'esercito per aiutare a liberare il letto del torrente di Genova , prima che arrivino i temporali.
Non apettiamo ancora ...potremmo contare altri enormi danni se non si libera il torrente!!
roberto tracogna

roberto tracogna, cormano MI Commentatore certificato 15.08.18 20:14| 
 |
Rispondi al commento

Sono pessimista, questi non sono scemi e avranno inserito nel contratto di concessione clausole vessatorie a loro favore per cui la revoca, ammesso sia possibile, avrebbe un costo per lo stato enorme.
Detto ciò è evidente che le norme riguardo i controlli delle infrastrutture vanno cambiate e sono sicuro che il movimento ora che è al governo ci metterà mano e renderà i controlli molto più efficaci e meno mafiosi

Enrico S. 15.08.18 19:20| 
 |
Rispondi al commento

ma non potete aprire una azione alla corte europea per richiesta di danni provocati per l obbligo di non intervento statale? l unione europea apre tante infrazioni contro ogni stato membro per le loro direttive non applicate

Antonio L., Anzio Commentatore certificato 15.08.18 18:29| 
 |
Rispondi al commento

Effettivamente, signor ministro, non c'è più il tempo per inserire la Gronda autostradale di Genova nell'elenco delle grandi opere da sottoporre "a una revisione complessiva, che contempli anche l'abbandono del progetto"...
Ma accelerare!!!
O no?
Paolo TV

Paolo Z., Crocetta Commentatore certificato Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2015 15.08.18 17:47| 
 |
Rispondi al commento

Mal sopporto chi polemizza su una frase detta dal M5S, che altro non era che una posizione che voleva analizzare i costi e benefici circa una importante infrastruttura pubblica. Esternazione fatta per altro, in un periodo politico in cui non avevano potere alcuno. Invece mi chiedo, quelli che hanno sempre governato e piu di una volta sono stati allertati, non sono forse loro i veri responsabili di questa sciatteria?


Bravo Toninelli, una preghiera per i morti e i loro familiari e basta con le polemiche che venga fatta giustizia, i colpevoli devono pagare.

patrizia v., cagliari Commentatore certificato 15.08.18 17:17| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

La responsabilità per quel tratto di autostrada è della società Autostrade per l’Italia (ASPI), controllata dal gruppo Atlantia, a sua volta controllato dalla famiglia Benetton. La società gestisce in concessione dallo stato circa 3.000 chilometri di autostrade, su una rete autostradale che ne ha in totale poco meno di 7 mila. Nei tratti autostradali in concessione spetta ai privati la verifica delle condizioni di sicurezza e gli interventi di manutenzione. I responsabili del tratto della A10 su cui si trovava il Ponte Morandi hanno detto di aver effettuato tutti i controlli obbligatori per legge e di aver eseguito tutti i lavori di manutenzione necessari.
Stando ai dati dei crolli di ponti e viadotti in Italia, esiste un pericolo per altre strutture. Gli esperti sono generalmente d’accordo che negli ultimi anni i soldi investiti nella manutenzione dei ponti e viadotti non siano stati sufficienti – anche perché spesso le spese di manutenzione superavano le stime di spesa per la costruzione di nuove strutture, più moderne e più sicure.

Ubaldo Nappi, Pescara Commentatore certificato 15.08.18 17:05| 
 |
Rispondi al commento

dire che lo STATO ITALIANO ,ovvero tutti noi cittadini,regala miliardi di euro a societa' private tipo BENETTON è PROPAGANDA?
purtroppo è la pura e semplice realta'

elio d'annunzio 15.08.18 16:48| 
 |
Rispondi al commento

Toninelli sembra uno dei pochi del m5s al potere che abbia conservato lo spirito originario del movimento, a differenza dei 2 Grillo(vedi bambini esclusi da scuola come ai tempi del fascismo e delirio sui farmaci omeopatici) ed in parte di Maio.
speriamo bene...

elio d'annunzio 15.08.18 16:42| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Caro Danilo, 150 milioni sono una bazzecola, i danni provocati dai concessionari di autostrade che si sono incassati gli utili senza fare le dovute manutenzioni alle infrastrutture è sotto gli occhi di tutti da decenni.
È vero che anche tu hai recentemente firmato il rinnovo al solito concessionario del tratto dell'autostrada del Brennero?
A quali condizioni? Perché non è stata messa all'asta?

giuseppe belotti, ranica -bg- Commentatore certificato 15.08.18 15:30| 
 |
Rispondi al commento

Di Maio ....Vai dall’estetista
Hai il “capello” fuori posto

Comitato NO GRONDA

Do you remember????

Cacco roberto 15.08.18 14:05| 
 |
Rispondi al commento

giusto. l' IATALIA e' piena di aristo-imprenditoria ai piani,alti collisa e sodale con al Politica.TUtta gente che sono stati anche un fardello oneroso x l' imprenditoria senza mangiatoia bassa . senza questi il paese puo' fare un balzo inmsu' del tanto decantato PIL, xche'il?? perche' sono ZECCHE!!

Antonio Rizzi 15.08.18 13:59| 
 |
Rispondi al commento

ci sono già decine e decine di AZZECCAGARBUGLI
che stanno studiando per azzeccare i garbugli giusti

in Italia LA GIUSTIZIA non esiste
Per nessuno ne vittime ne carnefici

Il delitto del canaro chi si ricorda?
si fece atroce giustizia ma nel far west dove non c'è giustizia tutto diventa lecito

Mauro Magni 15.08.18 13:58| 
 |
Rispondi al commento

Ed ora si innescherà il solito meccanismo made in Italy:
finto cordoglio e lacrime di coccodrillo
tolleranza zero, puniremo i colpevoli
scaricabarile
diventeremo un paese pieno di Ingegneri
processi infiniti con condanne in primo grado e poi assoluzioni o condanne molto lievi
etc, etc, etc

Sarà una grande prova per il M5S.....spero riescano a superarla per dimostrare ciò che penso di loro e che mi spinge a sostenerli.
Perché in una regione amministrata per anni dalla sinistra e poi da Forza Italia qualcuno ha chiuso gli occhi.....preferendo l'interesse.....mettendo in gioco le vite umane che oggi il paese piange.

Gianluca Petrini (mister g.), Siena Commentatore certificato 15.08.18 13:45| 
 |
Rispondi al commento

Carissimo Ministro Toninelli, grazie per il fantastico lavoro di cambiamento che state facendo voi del governo! Il pensiero principale va ancora alle vittime e alle loro famiglie, provate da un così grande dolore. Poi bisogna assolutamente chiarire con la Lega che vanno fatte, dopo attenta progettazione e in sintonia coi territori, le opere utili, e SOLO QUELLE! Agli esponenti della Lega in seno al governo bisogna chiedere se sanno nulla di un certo MOSE e di un certo Galan. Il bubbone del MOSE non è ancora venuto alla luce nella sua tragicità. La tipica "grande opera" all'italiana. Sono rimasto sconvolto da questo articolo: http://www.lastampa.it/2017/10/11/scienza/venezia-e-il-suo-mose-storia-di-un-fallimento-mfwrL5oVafcx0pBZf1w70K/pagina.html
Cose incredibili, sembra un progetto che fin dall'inizio aveva come scopo succhiare soldi dai contribuenti italiani e far aumentare il debito pubblico, con la solita complicità dei politicanti di turno (ma ve lo ricordate Galan che si era imboscato in ospedale per evitare l'arresto e poi dimesso in fretta e furia, probabilmente perché i medici non volevano essere coinvolti in accuse di favoreggiamento, colla gamba ingessata, chissà se per finta..?). Ecco, carissimo Ministro Toninelli, chiedi, per favore ai tuoi colleghi leghisti, a proposito di grandi opere da fare, senza se e senza ma, se si ricordano questi fatti...
Un grande "in bocca al lupo" e buon lavoro!

Enzo Rossi 15.08.18 13:44| 
 |
Rispondi al commento

Revocare le concessioni, a questo punto, mi sembra un pò troppo comodo. Mettiamo in galera i responsabili del disastro di Genova ma costringiamo la Società Autostrade a ricostruire tutto. Hanno fatto business per vent'anni, ora paghino loro il piano Marshall per le autostrade. Benetton si venda un pò di Argentina se non ha abbastanza soldi.

beppe olivero 15.08.18 13:40| 
 |
Rispondi al commento

proprio adesso doveva succedere

Allegri avvocati .... dovranno lavorare
Allegri costruttori.. dovranno lavorare
POOVERI i GIUDICI.... dovranno LAVORARE

Mauro Magni 15.08.18 13:38| 
 |
Rispondi al commento

Sono passato migliaia di volte su quel ponte , fin da quando ero bambino e i miei nonni lo chiamavano "il ponte di Brooklyn" .
Non potevo credere a quelle immagini , mi sembrava il giorno delle torri gemelle.Mi è venuto il magone.
Non potevo credere poi a tutti quelli che iniziavano ad annacquare la situazione , giornalisti e fior fiore di ingeneri alla radio , sui giornali .
Qualcuno , in un momento così drammatico continua a sostenere la causa di opere come la gronda .... sono anche loro responsabili morali di questa e di tante incredibili tragedie di questo paese !
Quel ponte sembrava un dente cariato , Benetton e i suoi compari incassano miliardi di euro dai pedaggi autostradali e aggirano il fisco italiano con la sede legale in lussenburgo .
Comunque è un concetto di crescita e sviluppo generale che và rivisto , continuare a costruire infrastrutture per scambiare merci inutili e di breve durata , sempre più velocemente non è sostenibile.
Facciamo funzionare bene quello che abbiamo e mettiamo in sicurezza tutte queste strutture.
Dicono che non ci sono i soldi , ma come mai i soldi per la gronda , e la tav vengono fuori .
Ci sono degli sciacalli e dei parassiti , tra i giornalisti , i politici e gli ingegneri , hanno interessi , sono pagati per sostenere le tesi di questo teorizzato progresso , guardate le loro facce , andate a cercare i loro nomi , cosa fanno veramente , da chi sono pagati ?
Come possiamo continuare a costruire , se a livello economico non siamo in grado di mantenere in sicurezza le strutture esistenti ?

Alberto

Alberto Pedevilla Commentatore certificato Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2015 15.08.18 13:38| 
 |
Rispondi al commento

Abbiamo un' enorme debito pubblico
e facciamo ancora debiti

Abbiamo opere colossali inutili come LA TAV
che ancora paghiamo

Abbiamo opere INESISTENTI come il ponte di MESSINA
che ancora paghiamo

Abbiamo autostrade gestite da sciacalli eSTROZZINI
Che paghiamo profumatamente

Abbiamo pensioni d'oro che paghiamo a debito

Abbiamo parassiti che fanno finta di lavorare
La nazione sta morendo di debiti

Dobbiamo RAZIONALIZZARE e stroncare lo sperpero
e chi lo ha FATTO

Mauro Magni 15.08.18 13:34| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Il Presidente del Consiglio ed il Ministro preposto devono decretare urgentemente il pignoramento delle azioni dell'Atlantia SpA e partecipate (compresa la piccola e vuota nelle casse Pavimental SpA ) che potrebbero liquidarla durante i lunghi processi italiani.
La Pavimental dopo le manutenzioni (!) Fatturava all'Anas.
Chi controllava e come deve prima andare in galera e poi interrogata per "genocidio colposo premeditato" !
Lo scarica barile sara' ! Fatto apposta che Atlantia SpA (ex autostrade) amm unico, consiglieri non ne sapevano nulla fi quanto tra i diregenti responsabili di Pavimental ed Anas !
Hanno tutti le mutande di latta !

giuseppe n., Dozza Commentatore certificato Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza 15.08.18 13:33| 
 |
Rispondi al commento

Bravo Danilo! Avanti così, tutti i morti innocenti di Genova, e con loro l'Italia, lo chiede a gran voce!

Silvio ., Bolzano Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2015 Commentatore che ha donato a Rousseau Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2016 15.08.18 13:22| 
 |
Rispondi al commento

Ora si può fare solo una cosa.
E si deve.
Una cosa che in questo povero Paese non è mai stato fatto.
Dare un significato alle morti di ieri, è l’unica cosa che si può fare, dopo il pianto per loro.
Non possiamo far altro che dare un significato alle loro morti.
E questo significato sarà la giusta via per il futuro.
Via la Società Autostrade, revoca della concessione regalatagli dal maledetto Prodi che ha iniziato a rovinare questo povero Paese, causa contro i Benetton che gli levi il sangue che loro hanno versato (i morti su autostrade gestite da cani non si contano), indagine anche su Anas.
Dal Vajont in avanti nulla è mai stato fatto contro i responsabili.
Solo perseguendo chi ha causato questi disastri possiamo dare un significato a morti innocenti.
Se questo governo non farà questo, non avrà mai più il mio voto.


Ma vi rendete conto che Movimento e lega non sanno dove mettere i piedi senza sporcarsi le scarpe!
Questi i capaci che hanno fregato gli Italiani per anni con il consenso dei Media e della TV!
Che vergogna... gli Italiani stanno aprendo gli occhi....troppo tardi!
Mi auguro che il cambiamento avvenga...ma è difficile!
Dove hanno messo le mani per anni hanno costruito un paese di m...!
Siamo solo all'inizio e sotto al tappeto c'è ancora tanta polvere,quando verrà fuori ,piano piano,ci renderemo conto di quanto Italioti siamo stati!

oreste *****, sp Commentatore certificato Commentatore che ha donato a Rousseau 15.08.18 13:15| 
 |
Rispondi al commento

ho appena visto di Maio intervistato a Genova su Rai news assieme a Tolomelli: BRAVI BRAVI BRAVI. Avete risposto benissimo anche alle domande schifose e subdole che vi hanno fatto. Sono orgoglioso di avervi votato anche in una giornata così triste e brutta.


Un breve intervento a proposito di monitoraggio. Poco fa ho sentito un intervento di Luigi Di Maio sul monitoraggio strutturale da effettuare anche con semplici sensori. Da addetto ai lavori, mi occupo da più di trenta anni di monitoraggio strutturale, voglio sottolineare che la strumentazione di misura e controllo richiede una notevole specializzazione e ancora di più è richiesta elevata competenza per chi deve analizzare e interpretare i dati. Il monitoraggio strutturale anche nella sua forma più completa chiamata Structural Health Controllo, controllo dello stato di salute strutturale, è stato per anni bistrattato in Italia preferendo affidarsi solo alla modellazione numerica. Sarebbe ora di cambiare finalmente approccio e utilizzare anche la scienza sperimentale, come del resto ci hanno insegnato Cartesio e Galileo.

Giovanni Bongiovanni, Tagliacozzo Commentatore certificato 15.08.18 13:01| 
 |
Rispondi al commento

UNO SQUALLORE SENZA PRECEDENTI IN QUESTA NAZIONE AD OPERA DI 4 RUBA GALLINE DI POLITICI DISAMORATI DELLA PATRIA - CHE TRAMITE LA MALA GIUSTIZIA E L'INFORMAZIONE NON VENGONO MAI FUORI I COLPEVOLI DEI DISASTRI QUI IN ITALIA .... BRAVO TONINELLI DI MAIO E SALVINI BARRA DRITTA AVANTI COSI .... FATE PIAZZA PULITA DI TUTTE STE MELE FRADICE

salvatore brasiello 15.08.18 12:56| 
 |
Rispondi al commento

---MESSAGGIO RIVOLTO AI "PIANI ALTI" DELL'ATTUALE GOVERNO---

E' molto probabile che le attuali leggi fatte dai precedenti governi, che non so come definire, ma personalmente penso "mafiosi" e/o "delinquienziali" (vedi legge sulla APPROPRIAZIONE INDEBITA), impediscano il raggiungimento della giustizia. (Grazie Renzi, grazie Gentiloni, grazie Orlando).

Se così sarà, invito l'attuale governo a ripristinare quel settore dei SERVIZI SEGRETI, che in passato era destinato a mettere bombe nelle piazze, nelle banche, sui treni italiani. Quando questo settore veniva scoperto, veniva definito come "SERVIZI SEGRETI DEVIATI", ma fino ad allora era "Servizi Segreti" a tutti gli effetti.
Dotate gli addetti di semplice passamontagna e pistola con silenziatore e, con tali poverissimi mezzi, inseguite tutti coloro che dovessero sfuggire alla legge "della giustizia", perché salvati dalle leggi di governanti delinquenti e/o mafiosi.
AVRETE LA RICONOSCENZA DELLA MAGGIORANZA DEGLI ITALIANI.

Una provocazione?

SI', MA NON TROPPO.


Ciao a tutti, questa tragedia mi ha ricordato un incidente con un cervo di notte che ho avuto in Autostrada Piacenza-Torino qualche anno fa, qualche km prima di arrivare al casello di torino...mi sono trovato di notte all'improvviso un cervo di 200kg davanti,avevo appena sorpassato un camion,non ho quindi potuto evitarlo,io e la mia ragazza ci siamo salvati grazie a Dio,la macchina distrutta il cervo morto...sono tornato il giorno dopo a controllare le reti di protezione,già per la loro altezza circa 1,10mt non erano sufficienti a tenere fuori certi animali,ho fatto delle foto con un amico geometra che dimostravano la decadenza e piegamento di tante reti,e alcune posizionate sotto a colli che rendevano il loro salto alto20cm...l'assicurazione dell'auto non copre questo tipo di danni,le autostrade non contribuiscono ai danni,non si assumono le loro responsabilità,con squadre di avvocati e assicurazioni hanno più interessi ad andare in causa e magari vincere che pagare con le proprie assicurazioni...ho fatto causa all'autostrada perdendola,ora sono in appello,nel frattempo le Autostrade Piacenza-Torino hanno cambianto le reti da 1,10mt a 2,20mt, forse si sono accorti che erano insufficienti??? Ho richiesto le statistiche di incidenti con animali nelle Autostrade,e dopo avermi preso per il culo per un pò di tempo non ho mai ricevuto nulla, forse hanno interesse a segretare i dati,con tutti i soldi che paghiamo,se entro in autostrada la responsabilità è della stessa società,sia per la nulla manutenzione,sia per la copertura dei danni che le normali assicurazioni non coprono,e poi il mondo legale che ti assiste? no ti truffa e deruba...l'avvocato mi disse tanto vinceremo non voglio nulla di soldi,poi a causa iniziata ti ricatta richiedendo più di 3000€ o non va avanti, ed io non posso cambiare avvocato se non pago prima quello balordo...perdo 13000€...con appello cambio avvocato mi dice 1000€ il costo,poi a causa iniziata dice che era solo un acconto...vi rendete conto?

gabriele maroncelli 15.08.18 12:53| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Questo è il momento di smantellare questa cultura, la cultura di costruire senza scrupoli e senza controlli, la cultura di speculare sulle tragedie chi dovrà ricostruire, la cultura di regalare i beni dello stato=dei citadini italiani ai privato, la cultura dela classe politica di usare i beni e i soldi dello sato solo per affari privati e peronale. oggi è il momento di cambiare questa culura o forse mai più.

gennaro a., carrara Commentatore certificato Commentatore che ha donato a Rousseau 15.08.18 12:48| 
 |
Rispondi al commento

Revocare le concessioni e rimettere tutto in capo all'Anas (riformata e sottratta ai "giochetti" partitici), penso sia il desiderio di moltissimi italiani, stufi di essere mucche da mungere o carne da macello per ingrassare il "privato"; basta, per carità, finiamola con questo parassitismo capitalistico camuffato da liberalismo economico .....

harry haller Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day 15.08.18 12:45| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Visto che passano i commenti dico anche ciò:

Sono circa cento e più anni che una certa classe dirigente (oltre la politica) governa questo paese.
Negli ultimi decenni del secolo scorso hanno avallato una dittatura farsesca (quella der duce de noantri ... per intendersi) ed hanno (poi) addirittura connesso vari pezzi statali, massonici, malavitosi, imprenditoriali e bancari per mantenere con fuoco e sangue tale potere (una sorta di contrapposizione losca e nascosta della sbandierata democrazia). Negli ultimi venticinque anni si sono avvalsi di un avventuriero di bassa lega che ha portato lo stato culturale del paese più in basso (sich!!!) di quanto fosse prima della sua venuta.
Attualmente, pezzi di tale losco ambiente sono ancora annidati in uno dei due partiti che compongono la compagine governativa.
M5S occhio!! Che dall'essere "i più onesti" a far credere che si sia collusi con quellle losche lobbies di malavitosi ci vule un batter d'occhio.

Una bambolina cinese a chi individua l'altra componente politica che ha in se il germe del passato (vi do un aiutino ... Sono quelli che tirano fuori questioni morali senza che nessuno le abbia mai richieste ... A parte i soliti stolti e quelli privi di immaginazione creativa).

A poposito ... FraC.daV. saluta tutti con una sua massima (lui sta sempre rinchiuso nel monastero segreto posto chissà dove).

" Povero è quel popolo che pensa di esserlo ... Per l'invece e ad una attenta osservazione ... è un semplice branco di pecore belanti "

F.F. ... ^_^ ...

Franco di Roma 15.08.18 12:41| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

____


... Toti dice che bisogna fare questo e quello perche l'Italia ha ponti e strutture vecchie di 50 anni...

ma lui con Berlusconi che hanno governato con il PD

non sapevano che i ponti erano vecchi di 50 anni ?

cosa fecero per rimediare al problema ?

Poi non diciamo che la manutenzione avrebbe scongiurato il suo crollo,

la manutenzione non puo aumentare l'aumento di carico o portata di un ponte,

puo solo rallentare il degrado o fermarlo ma non puo aumentare la resistenza ai pesi

almeno che rimpiazzi le colonne (e tratti) con nuove piu portanti.

Altra cosa che noto è che il cemento armato di una colonna aveva la sezione armata di ferro

a 4 o 5 centimetri di profondità dall'esterno e niente al centro colonna,

come se fosse stato applicato un rivestimento sopra la vecchia colonna.

La sezione del ferro ad occhio sembra di 1 cm di diametro e sembrano una ventina...come dei spaghettini..

secondo me una colonna portante cosi dovrebbe come minimo avere ferro di sezione di circa 3 cm sparso per tutta la superficie interna della colona e legati tra di loro..

per poter sostenere carichi di camion e macchine che sollazzano la struttura ed i pezzi che congiungono le colonne a me sembrano esili e facilmente movibili sulle giunzioni espandibili dove appoggiano , che 3 camion carichi sottoporrebbero quei pezzi esili che congiungono le colonne sotto pressioni estreme !
Fu il ponte costruito prima e le case sotto dopo o furono le case costruite prima ed il ponte sopra dopo ? Negligenza ?
Un ponte in ferro principio Romano in quel tratto non sarebbe piu sicuro come quello di Brooklyn?
Poi noto che i lavori di manutensione come in questo caso e nel caso del cavalcavia A14 vicino Fermo precedono sempre i loro crolli !
Coincidenza ?

Questo concetto di ponte in ferro sarebbe veloce facile e sicuro per Genova da realizzare.
http://www.modjeski.com/projects/detail.aspx?I-74-Mississippi


solo i 5S possono dire e fare certe cose , quelle che i politici di tutti i partiti negli ultimi 70 anni non hanno mai detto e mai fatto , semplicemente perchè sono gli unici a non avere scheletri negli armadi.

ciro r., napoli Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day Commentatore in marcia al V3day 15.08.18 12:31| 
 |
Rispondi al commento

Scusate se scrivo ma prendo la palla al balzo.

Se penso che abbiamo rischiato di avere centrali nucleari costruite e manutrenzionate dalle stesse ditte (mafiose?) che fanno ponti, viadotti e cose di tal genere, mi vengono i brividi indosso. Fortunatamente, il grado di "im be cilli tà" dell'italiano medio è ancora sopra il limite inferiore di rischio ...

^_^

Franco di Roma 15.08.18 12:27| 
 |
Rispondi al commento

Abbiamo ereditato un Paese allo sfascio completo, non solo metaforicamente, ma nei fatti.
Mafia, camorra, corruzione, leggi permissive studiate apposta da LORO per difendere i LORO sporchi interessi.
E c'è ancora chi ha il coraggio di parlare...bisogna fare questo e quello.VERGOGNA!
Il VOSTRO compito è difficilissimo, avete tutta la NOSTRA solidarietà e il nostro appoggio incondizionato, qualsiasi decisione vorrete prendere, avanti così, siete la nostra unica speranza. VIVA 5* sempre

rosella d., roma Commentatore certificato Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza 15.08.18 12:26| 
 |
Rispondi al commento

Dai commenti si vede che c'è una aspettativa enorme degli italiani, vessati da decenni, per quanto potrà fare questo Governo. Il quale, da parte sua, non deve promettere l'irrealizzabile. Teniamo bene incollati i piedi a terra, in quanto basterebbe una qualche opportunità politica per far aprire all'un Partito a all'altro una bella crisi che farebbe sfociare in un nulla di fatto quanto la stragrande maggioranza degli italiani auspicano. Speriamo di no perchè le cose da fare, come stiamo anche dolorosamente vedendo, sono tantissime.

Chiara Mente Commentatore certificato 15.08.18 12:24| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Caro Danilo lasciando alla magistratura il compito di perseguire i reati ai disastri sia al ponte a Genova e ad altri casi simili e'doveroso e giusto che il governo punisca gli episodi di negligenza gli incaricati e responsabili din opere pubbliche pubblici servizi chiedendo un risarcimento danni, la restituzione degli emolumenti incassati e gratifiche ricevute colpendoli maggiormente in cio'che e' il loro obiettivo conseeguito: IL DENARO giovannicicero@ymail.com

giovanni osvaldo cicero, catania Commentatore certificato Commentatore che ha donato a Rousseau Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2016 15.08.18 12:23| 
 |
Rispondi al commento

cinquanta anni fa non era pensabile che i vari governi che si sono succeduti avessero puntato sul trasporto delle merci su gomma (agnelli contava più dei vari presidenti del consiglio) anziché potenziare e ampliare la rete ferroviaria. il traffico esagerato di mezzi pesanti sulle nostre strade mette a dura prova le varie strutture (ponti, viadotti) che una dopo l'altra sono destinate a collassare. la cecità e la corruzione dei passati governi sono le uniche responsabili dei disastri passati, presenti e temo, purtroppo, futuri.

daniele p., cortona Commentatore certificato 15.08.18 12:17| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Beravo Toninelli. Ogni tanto vengono fuori fondi di cui noi cittadini ne siamo ignari.
A dimostrazione che i soldi, nei comuni, infrastutture, regioni e quant'altro ci sono. E se non bastano fate fare qualche click sul pc della BCE . Sono soldi virtuali e mai lavorati.

Edoardo M., Trieste Commentatore certificato 15.08.18 12:10| 
 |
Rispondi al commento

C'è tutto un Paese da rifare...

Luca M., Rho Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2015 Commentatore che ha donato a Rousseau 15.08.18 12:08| 
 |
Rispondi al commento

Alcune Considerazioni (da ignorante) sul cemento armato.

Esistono ancora in tutt’Italia lunghi o meno lunghi – dei tratti di steccati di recinzione delle FF.SS in cemento armato (Velo –Fontaniva ) esposti alle intemperie ormai da circa un secolo, ancora ben conservati e qui nel nord vi sono inverni anche piuttosto rigidi quindi escursione termica considerevole.
Si dirà: -Le recinzioni non hanno alcuna sollecitazione meccanica. Verissimo. Però sono alle intemperie da un secolo o quasi.
Non sono sbriciolate nella superficie esposta.
Ieri in TV si sono visti pilastri portanti di ponti/viadotti del centro-sud– per fortuna mai terminati – con l’armatura di acciaio ormai A VISTA, tutta arrugginita. Roba di qualche decennio fa.
Ciò è a dire che quel cemento era soprattutto sabbia.
Molti anni fa, la prima volta che percorsi il ponte Morandi non seppi trattenere l’ammirazione per l’arditezza della struttura.
Oggi penso che forse era sottodimensionato perché:
1) Il traffico pesante è oggi enormemente aumentato rispetto ad allora
2) I pilastri erano troppo sottili per le ATTUALI sollecitazioni (pesi e vibrazioni orizzontali e verticali)e quindi affaticamento ed usura delle strutture.
3) Le stesse modalità di gettata del calcestruzzo possono esporre a disomogeneità dell’impasto per cui
4) Non a caso tali opere ardite vengono costruite di solo acciaio.

Giuseppe Flavio, vicenza Commentatore certificato 15.08.18 12:01| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

NAUSEA

Raccomandati, incapaci, riciclati, corrotti.
Disastri, vittime, lutti, disperazione.
Indagini, commissioni d’inchiesta
Nessun risultato concreto
Nessun responsabile paga.
Ma ora mi aspetto il cambiamento, vero e radicale!

vispo e arzillo 15.08.18 11:58| 
 |
Rispondi al commento

Bravo Toninelli!!!!In questa tragedia il M5s dovrà dimostrare tutta la sua forza e determinazione affinché i responsabili paghino subito e fino in fondo per le loro mancanze.È il solo modo di onorare le vittime innocenti e liberare l' Italia da questi farabutti di imprenditori che da anni, complici i vecchi politici, lucrano sulla pelle nostra!!!!!!!!!!!!Ora basta!!!!!!!!!!

Raffaele R., 70020 BITRITTO ( BA) Commentatore certificato Commentatore che ha donato a Rousseau 15.08.18 11:57| 
 |
Rispondi al commento

togliete le concessioni

marco iacovelli, cassano magnago Commentatore certificato Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza Commentatore che ha donato a Rousseau 15.08.18 11:54| 
 |
Rispondi al commento

Pedaggi alle stelle e manutenzione inesistente. Il minimo che si possa fare è ritirare immediatamente la concessione ai Benetton e multarli per 150 milioni di euro, il massimo previsto. In un paese civile tragedie del genere sono inconcepibili. Scoprire poi che le tasse le pagano in Lussemburgo lascia ALLIBITI.

Erardo C., Leporano Marina Commentatore certificato Commentatore che ha donato a Rousseau 15.08.18 11:52| 
 |
Rispondi al commento

Bisogna mandare a casa tutti i vertici dei vari enti ed istituzioni che hanno permesso, con il loro colpevole silenzio e/o incapacità, di ridurre l'Italia in questa condizione: Anas, Ferrovie, Alitalia e chi più ne sa più ne aggiunga.
Siamo un colabrodo, siamo la vergogna dell'Europa.
E non solo. Bisogna far restituire il malloppo stipendiale percepito per mancanza di controllo, culpa in vigilando.
Non ci può essere più pietà per questi opportunisti, venduti, parassiti.
Fuori tutti e subito.
LA RIVOLUZIONE SI FA ANChE COSI' . non c'è bisogno di sparare ed uccidere.

luigi m., sannicola Commentatore certificato 15.08.18 11:51| 
 |
Rispondi al commento

abbiamo i pedaggi più cari d'Europa che servono soprattutto ad arricchire i soliti noti invece di spendere gli introiti in una manutenzione efficace.
La revoca delle concessioni è augurabile.

mzee.carlo 15.08.18 11:48| 
 |
Rispondi al commento

Ben detto Totinelli, è necessaria la linea dura. Perché quell'eventuale sulla revoca della concessione?. Va fatta subito, non è il primo ponte che crolla, la incolumità dei cittadini innanzitutto. Bene anche le multe previste. Grazie.

mario m. Commentatore certificato Commentatore che ha donato a Rousseau Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2016 Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2017 15.08.18 11:48| 
 |
Rispondi al commento

Nessun Governo è riuscito mai a frenare gli aumenti esorbitanti per le Concessionarie tutte delle autostrade italiane. Mai, nemmeno quando c'è stata deflazione. Ci provò pure Di Pietro, Ministro a suo tempo, ma fallì miseramente. Il fatto è che i Partiti di Governo, e non, prendevano tutti le relative mazzette. Ora questo Governo che si dice, e ci crediamo, non colluso con la mangiatoia, ci faccia, come minimo, la sorpresa di non fare aumentare nessun pedaggio in Italia. Vediamo se ci riesce.

Chiara Mente Commentatore certificato 15.08.18 11:47| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Grande Danilo, fai chiarezza! Vai spedito verso la verità!

Pasquale M., Airola Commentatore certificato 15.08.18 11:43| 
 |
Rispondi al commento

le opere pubbliche le deve gestire lo stato,chi sbaglia oltre alla galera deve essere bandito dal lavoro con lo stato,regione comune ecc, togliere le autostrade a benetton che è solo un paraculo, con le tariffe e i guadagni si fanno le dovute manutenzioni e le opere per i dissesti sul territorio, basta spendi e spandi se alla merkel non va manniamo a fare in culo la ue che ha rotto i coglioni, e poi basta migranti,5 miliardi l'anno ma siamo matti, oltre al fatto che delinquono, ed è scontato che delinquano,perchè se non hai lavoro che fai per mangiare

anna quercia, piancogno Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2015 Commentatore che ha donato a Rousseau Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2016 15.08.18 11:42| 
 |
Rispondi al commento

Bravo Ministro vai avanti così falla pagare ai colpevoli non mollare perché quelle povere vittime innocenti reclamano giustizia...non si può morire a causa dell'incompetenza e leggerezza. Le Autostrade passino allo Stato siamo tutti con te....ti seguiamo sempre

Gualtiero Silvestro Marras, ORTOVERO Commentatore certificato 15.08.18 11:41| 
 |
Rispondi al commento

processo ai sig.ri CEMENTO e FERRO per disastro colposo in crollo di struttura in cemento armato
(il registro degli indagati si ferma a questi due non riuscendo le indagini a individuare altri responsabili)

scena ( all'uscita dell'aula)
il sig.CEMENTO sbuffando dice :" Il Giudice mi ha tartassato ma io mi sono discolpato ....!
il Sig.FERRO gli ribatte: " stai a vedere che cercano di dare la colpa a me ... io non c'ero neppure "
( F.Kafka)

Carlo ., Padova Commentatore certificato 15.08.18 11:38| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Quanto meno smettiamo di pagare i pedaggi più cari del mondo. Sta al Ministro delle infrastrutture non farsi fregare più, ogni Gennaio, da aumenti sempre molto al di sopra dell'inflazione e dalle manutenzioni fatte al risparmio. Ormai in certi tratti (Pescara-Roma, ad esempio) il pedaggio è diventato insostenibile a furia di rincari a due cifre percentuali ogni anno.

Chiara Mente Commentatore certificato 15.08.18 11:34| 
 |
Rispondi al commento

Avanti tutta così, ragazzi! Chi sbaglia deve pagare. Noi siamo un’altra cosa rispetto a tutti quelli di prima.

Desiano Pangallo 15.08.18 11:32| 
 |
Rispondi al commento

Concessioni autostradali coperte da segreto di Stato? Se e' vero, come sembra, e' l'ennesima vergogna nel paese Italia! E' il momento di togliere le concessioni e cio' che si ricava dai pedaggi (si parla di 6 miliardi di euro anno) vadano tutti a ricostruire la rete stradale. Ogni anno i pedaggi aumentano per avere sempre piu' utili a chi gestisce. Vediamo cosa sara' fare il governo.

Luciano C. 15.08.18 11:26| 
 |
Rispondi al commento

mi scuso in anticipo se anche ciò che segue è stato gia qui postato...

""il vicepremier M5s Luigi Di Maio, .... dai microfoni di Radio radicale ha accusato: "I responsabili hanno un nome e cognome, e sono Autostrade per l'Italia. Per anni si è detto che fare gestire ai privati sarebbero state gestite meglio che Stato. Oggi così abbiamo uno dei più grandi concessionari europei che ci dice che quel ponte era in sicurezza e non c'era niente che facesse immaginare il crollo. Autostrade doveva fare la manutenzione e non l'ha fatta. Incassa i pedaggi più alti d'Europa e paghe tasse bassissime peraltro in Lussemburgo. Bisogna ritirare le concessioni e far pagare le multe. Il ministro Toninelli ha già avviato le procedure per il ritiro della concessione e per comminare le multe. Se un privato non è in grado, le gestirà lo Stato".""

ps

vorrei comprarmi un pezzo di patagonia...
è per caso rimasta qualche autostrada da dare in concessione?
sono disponibile eh... :)

pabblo 15.08.18 11:25| 
 |
Rispondi al commento

Domanda 1: è stato bloccato il progetto della Gronda?
Risposta: NO. I lavori sarebbero cominciati nel 2019.

Domanda 2: Nel progetto della Gronda era previsto l'abbattimento e la ricostruzione del ponte Morandi?
Risposta: NO. ll Gronda nel progetto è una valvola di sfogo per il traffico e comunque sul ponte Morandi si sarebbe circolato fino alla fine dei lavori, cioè fino al 2029.

Domanda 3: La frase "il ponte Morandi potrebbe star su per altri 100 anni" è di un politico grillino?
Risposta: NO. E' stata riferita dal suddetto, ma in realtà è estratta dalla relazione presentata nel 2009 da Autostrade SpA, che è a favore della Gronda.

Domanda 4: Non sarebbe il caso di confiscare Autostrade SpA e revocarle le concessioni, visto che ha platealmente lucrato sulle manutenzioni?
Risposta: DEMENZIALE, WATSON

Gisella Ruccia
(Che grillina non è)

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 15.08.18 11:21| 
 |
Rispondi al commento

Agli imbecilli speculatori bisogna dire che se ci fosse stata la Gronda il Ponte sarebbe crollato lo stesso. E forse sarebbe crollata pure la Gronda, come è crollato in Sicilia un ponte appena inaugurato. Le opere utili devono essere messe in mani oneste, incorruttibili.
Da cinquant'anni si è vissuto di rendita, sulle costruzioni fatte nel dopoguerra, negli anni del boom economico. Poi, da fine anni settanta e fino ai governi berlusconi renzi e compagnia cantante tutto è stato minato dalla corruzione. Non che la corruzione fosse sconosciuta ai tempi di Morandi, progettista del ponte crollato, ma allora forse era fisiologica, non dominante.

marta 15.08.18 11:21| 
 |
Rispondi al commento

Credo davvero che bisogni riprendere in mano le infrastrutture e i servizi che prima erano statali. Bisogna inoltre pian piano avere un sistema di pedaggio che venga via via cancellato e introdotta una tassa annuale che vada quindi a coprire eventuali manutenzione, efficientamento e nuove infrastrutture stradali che pagano tutti. Pagano tutti per avere strade gratis tutto l'anno, come forse fa il resto del mondo.

Daniele Moriello 15.08.18 11:19| 
 |
Rispondi al commento

quella roba che le concessioni statali sono coperte dal segreto di stato e' una roba vergognosa, che non si puo' ascoltare, inverosimile, ignobile e grida vendetta.

carlo 15.08.18 11:18| 
 |
Rispondi al commento

Gli effetti delle privatizzazioni all'italiana (bassissimi oneri e mazzette giganti) li abbiamo verificati tutti noi utenti dei servizi (trasporti energia comunicazione ecc ecc) da almeno 30 anni. E'ora anche strapassata di cambiare registro: rivedere le tariffe di concessione e obbligare i concessionari alla qualità richiesta, oppure ristatalizzare tutto... Altro che grandi opere...

Lucio M., UD Commentatore certificato Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza 15.08.18 11:09| 
 |
Rispondi al commento

DOMANDE
-E' stato bloccato il progetto della Gronda?
-NO. I lavori sarebbero cominciati nel 2019.

-Nel progetto della Gronda era previsto l'abbattimento e la ricostruzione del ponte Morandi?
-NO. Lal Gronda nel progetto è una valvola di sfogo per il traffico e comunque sul ponte Morandi si sarebbe circolato fino alla fine dei lavori, cioè fino al 2029

-La frase "il ponte Morandi potrebbe star su per altri 100 anni" è di un politico grillino?
-No. E' stata estratta dalla relazione presentata nel 2009 da Autostrade SpA, che era a favore della Gronda.

-Non sarebbe il caso di confiscare Autostrade SpA e revocarle le concessioni, visto che ha platealmente lucrato sulle manutenzioni?
-DEMENZIALE, WATSON

Gisella Ruccia

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 15.08.18 11:08| 
 |
Rispondi al commento

Signor Ministro mandi dei tecnici per una verifica sul ponte denominato Emoli 1 ss 107 tratta Cosenza Paola altezza bivio Marano San Fili due campate a sbalzo che hanno ceduto e creato una cunetta di allineamento di 50 cm circa ed interessi gli enti preposti e la Prefettura che emani una circolare di chiusura del tratto prima della verifica dello stato di sicurezza

Antonio L., Anzio Commentatore certificato 15.08.18 11:07| 
 |
Rispondi al commento

Fino al 4 marzo MI VERGOGNAVO DI ESSERE ITALIANO!
Il 4 marzo è successo il MIRACOLO POLITICO (così si può chiamare) di mandare aff....o i governi mafiosi e massoni PD/dc-FI, e m-rde al seguito, che hanno ridotto a pezzi e disonorato l'ITALIA e gli italiani, fatti diventare le barzellette del mondo intero, con le figuracce della mummia di arcore, le pagliacciate del BABBEO di rignano, le vili decisioni del traditore napoletano (vero artefice di tutti i disastri del paese) che ha IMPOSTO i suoi porci governi PD/dc-FI per occultare e secretare molte delle indagini sulle colpe dei governi e politicanti corrotti in 70 anni di potere!
Tanti segreti (CHIAMATI di STATO) dei molti orrori successi negli ultimi 50 anni, sono rimasti tali perchè i vecchi responsabili della politica mafiosa e massone della 1a e 2a repubblica, ancora oggi al potere in istituzioni ed organi di stato, hanno imposto il SILENZIO sui risultati delle indagini che MAGISTRATI INCORRUTTIBILI hanno cercato di portare alla luce, tanti rischiando e pagando con la vita!
I disastri che succedono oggi, e forse tanti ancora accadranno, sono le conseguenze delle porcate politiche ed industriali dei PD/dc-FI che, anche cambiando i nomi dei partiti, sono rimasti al potere per 70 anni, distruggendo il paese ma arricchendosi loro, i familiari, parenti, amici, prestituti, vermi e parassiti al seguito!
La speranza di SALVARE E FAR RINASCERE l'Italia resta il GOVERNO DI CAMBIAMENTO M5*-Lega che gli italiani ONESTI hanno VOLUTO, col loro voto democratico del 4 marzo, che ha messo fine alla EGEMONIA dei poteri oscuri mafiosi e massoni delle CASTE POLITICHE, INDUSTRIALI, BANCARIE, P.A., ISTITUZIONI ED ORGANI DI STATO CORROTTI e CORRUTTORI!
La nostra solidarietà alle vittime del disastro di genova e tutti i genovesi che patiranno le conseguenze di quanto successo per molto tempo!
Certo i RESPONSABILI si troveranno e saranno incriminati ma sicuramente anche questo disastro ALLA FINE diventerà un altro SEGRETO di STATO!!!

giova31 15.08.18 11:06| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

E' tutta colpa della Raggi.
O di Putin.

Antoniò D., Carrara Commentatore certificato 15.08.18 11:00| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ovviamente vicinanza e cordoglio a chi è stato interessato dalla tragedia. Ma sopratutto un pensiero ai miei eroi. Quelli che stanno lavorando, in silenzio, notte e giorno, giorno e notte per portare soccorso e per rimettere in sicurezza la zona. A questi bisogna fare un monumento e non tagliare mai le spese. Sono daccordo alla revoca ad autostrade e in generale sono daccordo nel mettere la parola fine a tutte le privatizzazioni. La scuola, i trasporti, la sanità devono tornare sotto lo stato che deve togliere il vincolo di bilancio. Attenzione non per pagare gli stipendi dei manager, ma per far nascere, vivere e sopratutto circolare ogni persona in condizioni da paese civile.Una rete stradale e ferroviaria risalente all'epoca del fascismo, piena di martelli pneumatici che sono auto treni e tir che la percorrono, deve essere messa in sicurezza. E per questo io sarei anche per riformare l'ordine degli ingegneri, una casta autoreferenziale specchio dei partiti politici.Un organismo arbitro di discussioni, invece di esportare il nostro pregiato know how. Mettiamo i migliori al mondo ad insegnare ai nostri giovani studenti di ingegneria come si fanno le grandi opere valutandone attentamente i costi e i benefici

Alex 15.08.18 11:00| 
 |
Rispondi al commento

Se hanno tirato in ballo la salsedine SI Sono tirati automaticamente la colpa addosso in quanto fa parte delle loro competenze e responsabilita

Davide Strozzi 15.08.18 10:59| 
 |
Rispondi al commento

Mi domando: Le condizioni cambiano;
In 50anni le sollecitazioni climatiche sono cambiate, il traffico è cambiato, la politica è cambiata?
Gli appalti in concessione sono cambiati?
Se sono cambiati in cosa sono cambiati?
Quali sono le responsabilità del propietario,
Quali quelle del concessionario?
Stiamo al passo coi tempi?

Michele Arcangelo Taddei 15.08.18 10:58| 
 |
Rispondi al commento

Abbiamo parlato in questi giorni della necessità di rivedere le procedure delle gare degli appalti, poichè sono confermate le zone d'ombra dell'attuale procedura.
Infatti mancano i controlli sul vincitore della gara che evidentemente non ottempera le condizioni, come nel caso della mancata manutenzione.
Non è possibile continuare a dare in gestione beni dello stato (ferrovie, autostrade, linee telefoniche, monumenti ecc..), a privati, che li sfruttano e li restituiscono allo stato, in una situazione di degrado e fatiscenza. Quindi basta sfruttamento del privato a queste condizioni.
Poi sappiamo che i documenti di certe concessioni sono segretati, mi pare proprio sia il caso di affidamento delle autostrade, a Benetton. Se non ricordo male, proprio il m5s (senatore Andrea Cioffi), della precedente legislatura, aveva avanzato un'interrogazione parlamentare, che fine ha fatto, hanno mai risposto?

Basta business del privato sul pedaggio autostradale. Le convenienze devono essere dei cittadini, che hanno costruito le autostrade con le loro tasse, non di Benetton.

newmail ***** Commentatore certificato 15.08.18 10:57| 
 |
Rispondi al commento

A margine v

Stefano 15.08.18 10:49| 
 |
Rispondi al commento

autostrade ha già detto: sempre fatta manutenzione, non si poteva prevedere, LA COLPA E' DELLA SALSEDINE quindi la colpa è di chi ci passava sopra e sotto

renato r., roma Commentatore certificato 15.08.18 10:49| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Bravissimo Danilo. W il M5S

scipione SCAPATI, CERVIGNANO DEL FRIULI Commentatore certificato 15.08.18 10:46| 
 |
Rispondi al commento

Condoglianze sincere alle famiglie delle vittime del ponte sull'autostrada A10.
Si accertino rapidamente le responsabilità di chi non ha controllato il ponte, di chi non l'ha manotenuto e di chi l'ha costruito, visto che meno di 50 anni non possono ragionevolmente essere sufficienti a far cadere i ponti. Già si sentono asserzioni pazzesche di eccessiva vetustà del ponte, premessa utile a coprire le possibili responsabilità.
Al tg una "giornalista" ha asserito che la pioggia è "probabiblemnte complice" per l'accaduto.... certo, si sa che quando piove possono più facilmente cadere i ponti.
In un paese "serio", salterebbero teste a raffica.

carlo pettinato 15.08.18 10:46| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

A giudicare da quello che si vede c'è qualche cosa che non funziona nell'Italietta dei lavori pubblici: i ponti fatti dal regime democristiano cascano, mentre quelli fatti dagli antichi romani sono ancora in piedi dopo duemila anni.

giorgio peruffo Commentatore certificato 15.08.18 10:44| 
 |
Rispondi al commento

Oltre a far dimettere i dirigenti tecnici super pagati di queste società. Bisogna fare arrestare i soggetti che sono stati indifferenti la dovuta manutenzione di questi lavori,.. questo e un modo per trovare lavoro a tutta quella gente che non ne ha... rifletteteci sopra

Angelo lillo 15.08.18 10:42| 
 |
Rispondi al commento

Dal '92 al 2000 lo Stato incamera ben 113 miliardi dalle privatizzazioni, con cui si riuscirà a far calare il debito pubblico quel tanto che basta per poter entrare in Europa. Luce, gas, telefono, autostrade: tutti quei servizi irrinunciabili che una volta forniva lo Stato, nel corso degli anni passeranno in gran parte ai privati.
PER ENTRARE IN EUROPA.
Notate la sottile bugia. In Europa l'Italia c'era già (da qualche miliardo di anni), in realtà bisognava prepararsi all'Unione Europea governata dall'Euro e da tecnocrati non eletti da nessuno.
Ricordate la lettera della BCE datata Agosto 2011? Vi rinfresco la memoria: "E' necessaria una complessiva, radicale e credibile strategia di riforme, inclusa la piena liberalizzazione dei servizi pubblici locali e dei servizi professionali. Questo dovrebbe applicarsi in particolare alla fornitura di servizi locali attraverso PRIVATIZZAZIONI SU LARGA SCALA".
Toninelli, bisogna andare alla radice del problema, e la radice del problema è sempre lei, l'Unione Eurocratica, istituzione inutile, antistorica, al servizio delle lobby bancarie e finanziarie, antidemocratica e criminale.

Alberto O. 15.08.18 10:38| 
 
  • Currently 4.7/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 3)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Vi dico le Manutenzioni che vedevo quando percorrevo le autostrade?
Eccole: Asfaltatura,con relativi cantieri e falciatura aiuole-spartitraffico,rattoppi sulle congiuntura dei viadotti e pannelli insonorizzanti con relative "rondini"... e le tariffe aumentavano tutti gli anni....e il Ministero delle infrastrutture...sssss...tanto andavano in tasca ai Benetton ai quali bisognosi di denaro usufruirono pure dei finanziamenti agevolati della cassa DDPP grazie a Prodi e al Nano.

oreste *****, sp Commentatore certificato Commentatore che ha donato a Rousseau 15.08.18 10:37| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

visto che l'amanuense del dottor marcotravaglio oggi non ha ancora provveduto a postare..
vi copio un estratto del suo versetto di oggi..

""Se il “governo del cambiamento” vuole cambiare qualcosa, deve partire proprio di qui.
Cioè da zero. Con scelte di drastica discontinuità col passato: rivedere le concessioni ai privati che lucrano sui continui aumenti delle tariffe in cambio di manutenzioni
finte o deficitarie; e annullare le grandi opere inutili, dal Tav Torino-Lione in giù, per dirottare le enormi risorse (anche ridiscutendone la destinazione con l’Ue) su piccole e medie opere di manutenzione, prevenzione
e ammodernamento delle infrastrutture esistenti (finora ignorate perché la grandezza dei lavori e delle spese è direttamente proporzionale a
quella delle mazzette). Da quando i partiti che hanno sgovernato finora hanno perso le elezioni
e il potere, non fanno che esortare i successori a non disperdere il grande patrimonio ereditato.
Invece proprio questo un “governo del cambiamento” deve fare: buttare a mare la pseudocultura dello “sviluppo” gigantista e della “crescita” faraonica; e invertire la scala dei valori e delle priorità""...

pabblo 15.08.18 10:37| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Per favore, qualcuno spieghi a quegli sciacalli che tentano di speculare sull'opinione espressa dai 5 Stelle sulla Gronda che quest'immane tragedia si sarebbe verificata indipendentemente dalla loro opinione !

Giuseppe Satriano 15.08.18 10:34| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Purtroppo la stessa situazione grava su molte strutture in Italia, vedi ponte di Catanzaro in Calabria, bisogna farle verificare tutte, ma in particolare bisogna vagliare le segnalazioni di chi non è interessato in prima persona, perche molte volte il diretto interessato per vari motivi cerca di nascondere la reale situazione di degrado.
P.S. Il cosidetto scheletro nell'armadio.
Federico Giuseppe Vibo Valentia.

Giuseppe Federico, Vibo Valentia Commentatore certificato 15.08.18 10:30| 
 |
Rispondi al commento

Forse non è lo spazio adatto...C'è un video con inquadratura panoramica dove si vedono dei brillamenti e subito avviene il crollo del pilone.

Iaia Stella 15.08.18 10:30| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Se riusciamo a mettere in pratica le tue SANTE parole facciamo per la prima volta il bene del popolo Italiano.

fabio spaziani Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2015 15.08.18 10:25| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Concordo sul ritiro IMMEDIATO delle concessioni ai signori Benetton.
Le autostrade devono essere gestite dallo stato, altrimenti le gestisco io personalmente, tanto bisogna solo incassare e basta, e per quello sono abbastanza bravo.

BASTA PEDAGGI BASTA PEDAGG BASTA PEDAGGI

Masismo Simone 15.08.18 10:24| 
 |
Rispondi al commento

Europa ci sta' guardando facciamo vedere ora come ci si comporta in casi come questi senza polemiche ma tirando su le maniche e lavorare sodo. Fate presto l'Italia ne ha bisogno. Grazie ragazzi e ragazze del Movimento


Io terrei a freno quanto la rabbia, per quanto successo, ci vorrebbe far dire.
Lasciamo agli sciacalli di professione, sappiamo bene chi sono, le solite demenziali esternazioni che pressoché quotidianamente sono da anni abituati a sblaterare.
Ci vuole uno studio serio, ponderato e difficile di quanto accaduto e delle soluzioni da adottare per affrontare la situazione al meglio.
Auguri a chi dovrà provvedere a tutto ciò, tra un gran can can di guelfi e ghibellini ancora non mutato da centinaia di anni addietro.
Quelli sapranno alzare solo un grande e inutile polverone a detrimento di quanto saggiamente dovrebbe essere deciso sempre e solo per il bene di questa povera Italia troppo piena di gentaglia che vive bene solo nel caos.

paolo boccali, sarteano Commentatore certificato 15.08.18 10:23| 
 |
Rispondi al commento

SU QUEL PONTE POTEVAMO ESSERCI ANCHE NOI UNA PREGHIERA PER I MORTI E LE LORO FAMIGLIE

francesca Marcellino, roma Commentatore certificato 15.08.18 10:21| 
 |
Rispondi al commento

"Se non sono capaci di gestire le nostre Autostrade, lo farà lo Stato."

anche se fossero capaci sarebbe auspicabile un ritorno delle autostrade al pubblico...se non siete allergici agli introiti megastellari... ovvero siete di buon cuore e non volete che gli attuali concessionari non riescano più ad arrivare alla fine del mese :)

pabblo 15.08.18 10:20| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

L’orrore di ieri di quelle immagini colpisce forte e si resta davvero sbigottiti
Per chi poi Genova la vive e l’ha sempre vissuta sa che quello è un ponte che ognuno ha fatto migliaia di volte
E poi senza cadere belle colpe inutili si pensa a tutti i soldi che quella autostrada costa in pedaggi a noi e a quanto poco pagano ma soprattutto investono le concessionanti
Le concessioni tutte dovrebbero essere annullate perché non sono mai stati rispettati gli oneri di manutenzione
Un bel servizio di report ha spiegato bene i dettagli degli enormi ricavi e delle esigue spese

Detto ciò che paghino non con soldi ma con la propria libertà i colpevoli Tutti ingegneri politici e vertici di chi ha in concessione

dani cap 15.08.18 10:19| 
 |
Rispondi al commento

D'accordissimo...

rolando c. Commentatore certificato 15.08.18 10:19| 
 |
Rispondi al commento

Viviana, i Ponti di Vara a Carrara, sono costruiti con marmo, mattoni, cemento, sugo di gomiti ed anche un po di Anarchia.

Antoniò D., Carrara Commentatore certificato 15.08.18 10:18| 
 |
Rispondi al commento

CHI SAPEVA E NON HA FATTO NIENTE PER EVITARLO POTREBBE ESSERE ACCUSATO DI OMICIDIO COLPOSO SENZA SE E SENZA MA

francesca Marcellino, roma Commentatore certificato 15.08.18 10:18| 
 |
Rispondi al commento

bravo Toninelli : fine della mangiatoia per corrotti , mafiosi e loro amici , ovvero la maggioranza dei politici che governano da 70 anni .

ciro r., napoli Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day Commentatore in marcia al V3day 15.08.18 10:18| 
 |
Rispondi al commento

Gli italiani sono stati lungimiranti. Quelli di prima avre

Pantomima Rossa Commentatore certificato 15.08.18 10:17| 
 |
Rispondi al commento

Stefano Ragusa
Ma davvero Il Giornale, pensa di buttarla in caciara con "è colpa di Grillo che non voleva la gronda"? Sallusti, oh bimbo, ritorna sul pianeta terra, sono morte 37 persone ed è crollato un ponte sull'autostrada. Genova in ginocchio e divisa a metà per 10 anni e tu vuoi cavare dai guai i tuoi amichetti con "è colpa di Grillo che non voleva la gronda"? Ringrazia il cielo che in Italia non esiste la pena di morte... altrimenti Benetton e i suoi compari al patibolo ce li accompagnavano direttamente i genovesi... Toninelli ritirerà le concessioni ad Autostrade S.p.a. che tradotto significa: iniziate a recitare le vostre preghiere perché questo è solo l'inizio.

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 15.08.18 10:12| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 3)
 |
Rispondi al commento

Ritirare subito la concessone alla societa' autostrade, mettere in sicurezza il Paese infischiandosene dei parametri di Maastricht.
Abbiamo bisogno di qualche centinaio di miliardi.
Si qualche CENTINAIO.
Fra poco comincia a piovere e sempre Genova conoscera' l'ira dei fiumi interrati. La liguria e' forse il territorio piu' fragile di tutta Italia. Vogliamo passare la legislatura a contare i morti o vogliamo mettere il paese in sicurezza?
E' meglio che Junker , la BCE e gli speculatori stiano lontani dall'Italia. Dobbiamo mettere il paese in sicurezza. Ponti, strade, ferrovie , gasdotti , linee aree che portano elettricita;, acquedotti bucati e quanto non mi viene in mente ora.
Tria se vuole stare a sentire l'UE si puo' gia' dimettere stamattina. Toninelli chieda ad ogni presidente di Regione, supportato da SIGNORI TECNINI e non fanfaroni , le piu' urgenti criticita' da affrontare regione per regione.
BASTA RAPPEZZI, basta interventi una tantum.
LA NOSTRA SICUREZZA DI CITTADINI NON E' SOLO QUELLA AFFIDATA ALLE FORZE DI POLIZIA. Mai piu' Trenord che puntella un binario con un pezzo di legno, vedi disastro di Pioltello. La gente muoree i sinistri si occuapano della capotreno colpevole di aver detto la verita'.
Basta vagoni ferroviari che girano senza revisione ai carrelli, vedi strage di Viareggio.
Basta autobus che passano la revisione solo grazie ad un bollo sul libretto. Vedi autobus giu' da; viadotto nei pressi di Avellino.
Le disgrazie non esistono, se si rispettano le norme e tutti ci atteniamo alle regole le disgrazie, gli incidenti non esistono.
Questo sia chiaro.
SE c'e' il limite di 50 e vado a 100 non e' un incidente, non e' una disgrazia, e' un omicidio. SE il carrello non vine revisionato per tempo non e' una sciagura e' un omicidio.
Le autostrade tornino allo stato. Molti automobilisti meriterebbero il patibolo , ma i vertici di autostrade mirano ai guadagni.
I servizi non sono una fonte di guadagno ma un'indispensabile rete di sviluppo in sicurezza

Mileto Riccardi, Bolzano Commentatore certificato 15.08.18 10:09| 
 |
Rispondi al commento

Grande Di Maio. Un politico di governo senza peli sulla lingua contro i corrotti del regime che PD e FI hanno appoggiato per decenni. "Autostrade per Benetton" deve pagare tutto! Dimissioni dei vertici. Chi vuole strumentalizzare La Gronda contro i cinquestelle è avvisato.

Giancarlos S., Mesagne Commentatore certificato Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2015 15.08.18 10:08| 
 |
Rispondi al commento

Il popolo italiano ha espresso la volonta' di cambiamento.
Ha votato le forze politiche del cambiamento.
Per fortuna si e' arrivati a formare il giusto governo che puo' farlo.
Ragazzi dovete procedere con coraggio e determinazione.
Portare responsabilita' a chi da irresponsabili ha preteso fino a prima di questo governo di governare e come risultato ha distrutto il nostro Paese.

Nicola Addorisio Commentatore certificato 15.08.18 10:06| 
 |
Rispondi al commento

Prima di revocare le concessioni dovete obbligarli a fare i controlli per cui sono stati pagati!!! Altrimenti sarà lo stato a doverlo fare e quindi tutti noi, prima di mandarli a casa obbligateli a controllare e ripristinare!!!! E la famiglia Benetton risarcisca le famiglie delle vittime, sappiamo di chi è la colpa!!!


Bravo Toninelli!
Ma il compito di ricostruire questa Italia marcia e corrotta che cade da tutte le parti è gigantesco, più gigantesco di quanto qualsiasi governo si sia mai trovato ad operare, e col giogo dell'austerità e della Troika che ci hanno imposto il pareggio di bilancio (unico Paesee che lo ha accettato in Europa) e che penalizzeranno ogni nuova opera pubblica e la contrasteranno per odio a chiunque si opponga al loro sporco sporco piano criminale, un neoliberismo di mer-a che sta distruggendo il mondo per ampliare i forzieri dei peggiori.
A loro non interessa che l'Italia risorga, che il nostro amato Paese si liberi dai corrotti o rialzi l'economia o ripristini una vita sicura e sana. A loro, che sono arrivati al punto di proteggere un Renzi e un Berlusconi, interessa solo che i grandi magnati e le grandi multinazionali facciano i loro sporchi interessi,corrompendo i partiti e i Governi e gravando di interessi usurai e di penalità finanziarie assurde un Paese fino ad annientarlo come hanno fatto con la Grecia e come vogliono fare con noi.
Per cui, Toninelli, mille auguri e complimenti per la tua determinazione e la tua onestà, ma la strada è ardua e cosparsa di pericoli e i trabocchetti finanziari che scatteranno a settembre non fanno presagire nulla di nuovo.
Fate ponti sicuri, fate contratti sani, fate diritti civili ma prima di ogni altra cosa fate un nuovo sistema elettorale, perché faranno di tutto per stroncarvi, i media traditori, i partiti vendicativi, i mercati squali, gli italiani corrotti o rincoglioniti, i nemici esterni e interni.. e dovete essere pronti a un rovesciamento del Governo con una legge elettorale sana, democratica, che garantisca rappresentanza e governabilità, sempre che Mattarella non ne tragga pretesto per dilazionare ai limiti dell'inverosimile future elezioni come ha fatto già indebitamente e come ha fatto dolosamente Napolitano.

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 15.08.18 10:01| 
 |
Rispondi al commento

Bravi, perché non dite a tutti che fino a poco tempo fa avevate scritto sul blog che “ quel ponte può stare in piedi altri 100 anni” e che il lavoro per il “Gronda non si deve fare”? Fate anche voi il vostro mea culpa.
Facile ora dire “toglieremo, Multeremo”
Prima di chiedere le dimissioni agli altri datele voi stessi


E ora? Si puo' scegliere tra Tav, Gronda e porto di Genova competitivo a livello internazionale, oppure la morte della citta'.

Cosa scegliera' m5s? Meglio dare la parola alla gente...

scegliere 15.08.18 09:58| 
 |
Rispondi al commento

Fanno schifo gli sciacalli della disinformazione di regime.

Andrea Zanella, Pedavena Commentatore certificato Commentatore che partecipa alle Europee 15.08.18 09:54| 
 |
Rispondi al commento

Una trentina di morti e altrettante famiglie distrutte.Condoglianze ma anche un pensiero ai genovesi che ogni volta che alzano la testa si rivedono questa terribile fotografia.Che tragedia

Nicola barbato 15.08.18 09:52| 
 |
Rispondi al commento

Non sono ne un'ingegnere,ne un tecnico,ma un semplice cittadino automobilista.Quello che mi preoccupa e mi sconcerta, di fronte a questa tragedia, sono le dichiarazioni di coloro, che dovevano vigilare su questa infrastruttura.Sentire dire dalla società autostrade "che sono stati fatti controlli regolari e che no è mai risultato nulla".Mentre il direttore del tronco autostradale(in oggetto) Stefano Marigliani dichiara "che la tragedia è qualcosa di inaspettato e imprevisto rispetto all'attività di monitoraggio che veniva fatto sul ponte".Queste dichiarazioni mi "terrorizzano",se questi sono gli esperti mi domando, in che mani siamo finiti e se attraversare un ponte romano del terzo secolo a.c sia ancora OGGI,più sicuro.

Canzio R. Commentatore certificato Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2016 15.08.18 09:51| 
 |
Rispondi al commento

Se una giornata sull'autostrada del Sole mi costa gli stessi soldi che spendo in un anno in tutte le autostrade della Svizzera e poi succedono queste cose qualche domanda me la pongo.
Abbiamo votato la volontà di un vero cambiamento è ora che si cominci sul serio fare gli elefanti in tutte queste cristallerie luoghi di corruzione e malaffare.
La classe dirigente di tutte queste società va sradicata è cambiata interamente.
Questa giornata così dolorosa ed il sacrificio di queste persone diventino l'inizio di un cambio radicale ma che sia tale sul serio.
Presidente Conte, ministri di Maio e Toninelli, rappresentanti tutti delle istituzioni, IL PAESE LO PRETENDE

Alberto BARATTINI, Il Cairo Commentatore certificato Commentatore che ha donato a Rousseau 15.08.18 09:50| 
 |
Rispondi al commento

Una condanna per omicidio stradale colposo sarebbe esemplare.

Stefano Biasiolo 15.08.18 09:49| 
 |
Rispondi al commento

Pienamente d'accordo con lei ministro... La invito, inoltre, a tenere sott'occhio la diga del Liscione in Molise che, dopo l'ultima scossa di terremoto di questa notte, fa veramente preoccupare.


"...abbiamo attivato tutte le procedure per l’eventuale revoca delle concessioni..." Eliminerei "l'eventuale": Occorre un messaggio forte e chiaro! Se vogliamo cambiare, non si deve esitare!

Carol 15.08.18 09:36| 
 |
Rispondi al commento

Grazie Danilo ,grande...aspetto però che vadano in galera i responsabili per OMICIDIO,se non c'è stata manutenzione adeguata,omicidio plurimo senza attenuanti... spero che i "domiciliari" per questi delitti non esistano!
Solo per rispetto ai morti innocenti:La galeraaaaa!

oreste *****, sp Commentatore certificato Commentatore che ha donato a Rousseau 15.08.18 09:35| 
 |
Rispondi al commento

Bravissimo Ministro,analisi perfetta.
Una preghiera : ELIMINAZIONE IMMEDIATA DEI FONDI ALL EDITORIA.
Grazie e,per quanto possibile,Buon ferragosto a Lei e a tutti i sostenitori ( milioni ) di questo incredibile movimento




Inserisci il tuo commento

Il Blog delle Stelle è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog

Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio.
Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento"

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

La lunghezza massima dei commenti è di 2000 caratteri
Se hai dei dubbi leggi "Come usare il blog".


 

Invia un commento

Invia un commento certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori




Numero di caratteri disponibili:      




   


Inserisci il tuo video

Invia un video

Invia un video certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori











Invia il post ad un amico


Invia questo messaggio a *


Il tuo indirizzo e-mail *


Messaggio (opzionale)


*Campi obbligatori