Il Blog delle Stelle
Autostrade: così una ricchezza pubblica è finita nelle tasche di alcuni privati. Intervista a Mario Giordano

Autostrade: così una ricchezza pubblica è finita nelle tasche di alcuni privati. Intervista a Mario Giordano

Author di MoVimento 5 Stelle
Dona
  • 327


Sul caso Autostrade, il BlogdelleStelle ha intervistato il giornalista e scrittore Mario Giordano, autore del libro "Avvoltoi" che già qualche mese fa aveva sollevato dubbi sulle concessioni.

Lo Stato italiano incassa il 2,4 per cento netto dei pedaggi autostradali, che peraltro sono in costante aumento e da tempo i più cari d'Europa. Come vengono utilizzati quei soldi di automobilisti e autotrasportatori?

La maggior parte dei ricavi al casello, come è noto, vanno a finanziare i guadagni delle società concessionarie (per la maggior parte gruppi privati). Non è un caso che i due principali concessionari (i Benetton e i Gavio) figurino regolarmente tra i Paperoni della Borsa e che stiano facendo, proprio in questi mesi, shopping di società all’estero. Semplificando, potremmo dire che i pedaggi (che ormai sono diventata una vera e proprio tassa occulta e salatissima a carico degli automobilisti) finiscono per finanziare l’espansione dei gruppi privati, le loro acquisizioni, oltre che l’arricchimento personale dei principali azionisti attraverso la distribuzione dei dividendi.

Chi deve stabilire se un concessionario come Autostrade per l'Italia, che fa acquisizioni all'estero e distribuisce dividendi molto elevati, gestisce in maniera corretta i soldi dei pedaggi e investe abbastanza per la manutenzione?

Spetta al ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti. E’ quest’ultimo, infatti, che gestisce le concessioni dello Stato. Ed è inspiegabile l’ostinazione con cui negli ultimi anni, sotto la gestione dei precedenti governi, il ministero delle Infrastrutture abbia autorizzato aumenti delle tariffe a volte davvero esorbitanti, a tutto vantaggio dei privati, e insieme il prolungamento delle concessioni, anche a fronte di investimenti, da parte dei concessionari, inferiori a quelli previsti dal piano economico e finanziario. Perché permettere di aumentare le tariffe e insieme prolungare la durata della concessione, se il concessionario non fa tutto quello che deve? In alcuni casi (si veda per esempio quello che è successo sulla Livorno-Civitavecchia) il ministero ha sfidato l’Europa, incappando in un deferimento alla Corte di giustizia per violazione del diritto Ue, pur di prolungare, ostinatamente, la concessione al gruppo dei Benetton...

Come si è arrivati ad affidare la gestione di questo monopolio a privati come le imprese dei Benetton? Che risultati ha prodotto questa scelta compiuta negli anni Novanta?

E’ stato nel 1999, all’epoca delle privatizzazioni, volute dal governo Prodi. Secondo alcuni esperti, per altro, la privatizzazione delle Autostrade (la “gallina delle uova d’oro”) fu fatta quando non erano più necessarie dismissioni frettolose per tappare le falle dei conti pubblici e a condizioni a tutti gli effetti assurde per lo Stato. A guidare le operazioni, come presidente dell’Iri, c’era il professor Gian Maria Gros Pietro, il quale poi, subito dopo la privatizzazione, è stato assoldato dai Benetton come presidente della loro società di gestione delle Autostrade. Il risultato complessivo di questa operazione è che lo Stato ha ceduto un proprio asset importante senza riuscire a strappare condizioni particolarmente vantaggiose per sé (si poteva imporre un prezzo più alto? O almeno canone più oneroso?) e nemmeno per gli utenti/automobilisti (si potevano imporre condizioni più stringenti per i concessionari? O almeno aumenti limitati?). Di fatto si è permesso che una ricchezza pubblica transitasse nelle tasche di alcuni privati.

Che giudizio dà di un sistema in cui i concessionari si arricchiscono con i soldi dei cittadini, gestendo un servizio regolato da un contratto secretato e finanziando giornali e politica che dovrebbero controllarne e regolarne l'operato?

Dico non da ora che è un sistema folle che va completamente scardinato. Spiace che ci siano volute decine e decine di vittime perché il Paese si accorgesse di questa assurda anomalia. Ma se vogliamo dare un senso alla tragedia, occorre che il sistema delle concessioni sia profondamente rivisto e modificato, in primo luogo per quanto riguarda i concessionari privati (Benetton, Gavio, Toto) ma anche per i concessionari pubblici (si veda il caso Autobrennero). Ovviamente, mentre si procede alla revisione totale del sistema, sarebbe importante fin da subito procedere con il blocco degli aumenti tariffari (che meraviglia se il prossimo Capodanno fosse il primo della storia “No Aumento Pedaggio”) e dei prolungamenti delle concessioni



Fai una donazione a Rousseau: http://bep.pe/SostieniRousseau e poi annuncialo su Twitter con l'hashtag #IoSostengoRousseau

bannerrousseau.jpg

19 Ago 2018, 10:20 | Scrivi | Commenti (327) | listen_it_it.gifAscolta
Invia il tuo video | Invia ad un amico | Stampa

  • 327


Tags: autostrade, benetton, concessioni, genova, intevista, mario giordano, ponte morandi

Commenti

 

Ma non capisco perché non vengono chiamate con il loro nome certe disfunzioni dell'apparato statale:incapacità di chi ha governato questo settore da Letta a Gentiloni o semplicemente corruzione anche, se questa ipotesi deve essere rigorosamente accertata.In presenza di questo scenario,è chiaro che il concessionario accumuli profitti ragguardevoli!Questo lo capisce anche lo scemo del paese!Quindi,rimane in piedi una sola soluzione rappresentata dalla indispensabilità di essere governati da gente onesta per guarire questo Stato malato che era stato portato in punto di morte e che ora sta faticosamente risalendo la china.L'ultimo ministro che aveva accordato gli aumenti dei pedaggi autostradali è stato,se la memoria non mi inganna,Maurizio Lupi.Sì proprio lui,il politico che in un Paese normale sarebbe stato spedito subito a casa per come ha gestito il suo dicastero, preoccupandosi di avere vestiti e qualche orologio naturalmente gratis oltre a raccomandare il proprio figliolo per un posto in pianta stabile mentre il tecnico Perrotta del suo ministero che curava appalti per oltre 25 miliardi di euro,veniva incriminato dalla magistratura senza che a tutt'oggi niente si sa di questo ennesimo episodio di probabilissima corruzione e senza che Lupi si accorgesse con chi avesse a che fare!Se questo ex ministro ha la faccia delle corna di presentarsi ancora in televisione come se niente fosse successo,allora bisogna smetterla di parlare di populismo quando il potere viene assunto da veri rappresentati del popolo mentre gli altri rappresentavano solo loro stessi!E' evidente che con una convenzione tutta sbilanciata in favore del concessionario questi consegua profitti inimmaginabili e si vuole dire che la colpa è sua!No, la colpa è dello Stato che non ha fatto lo Stato e che deve ancora affidare questo servizio in concessione se non vuole andare in malora ma con una ben altra convenzione che gli conferisca poteri stringenti per la salvaguardia della sicurezza dei cittadini.

Gennaro Borrelli 25.08.18 10:24| 
 |
Rispondi al commento

Se una opinione è onesta e giusta è giusta e basta.
Non facciamo come le tifoserie di calcio o come quel marito che si taglia i c...oni per far dispetto alla moglie.

domenico de santis, genova Commentatore certificato 24.08.18 09:00| 
 |
Rispondi al commento

Siamo seri però, Giordano si atteggia a difensore dei cittadini, ma è un berlusconiano di ferro.
Che credibilità ha quello che dice e scrive ?
Roberto C.

ROBERTO C., VENEZIA Commentatore certificato 23.08.18 13:52| 
 |
Rispondi al commento

NAZIONALIZZARTE LE CONCESSIONI ? COME SI FA' A FARLO SENZA PRIMA CAMBIARA LA TESTA E RENDERE TUTTI I DIPENDENTI STATALI OSSIA TUTTI GLI STATALI RESPONSABILI DI QUELLO CHE FANNO PARDON DI QUELLO CHE NON FANNO MAI E MAI HANNO FATTO? CON ANAS COLLEGATO SEMPRE A BENETTON COSA SI PUO' OTTENERE AVENDO SEMPRE AVVALLATO OGNI LORO DECISIONE?..COME FECE MARCHIONNE LICENZIARE TUTTI I DIRIGENTI MA TUTTI PROPRIO DI CHI DOVREBBE CONTROLLARE LO STATO ED I DIPENDENTI PUBBLICI....RENDERE I SUCCESSIVIDIRTIGENTI STATALI TUTTI RESPONSABILI DI QUELLO CHE FANNO SE NO PAGANO....MA PER FARE QUESTO IN ITALIA CI SERVIREBBERO NON DUE GIORNI..MA DUE SECOLI..A MENO CHE NON SIA ZZERINO TUTTE LE CARICHE DALL'OGGI AL DOMANI.....PURTROPPO...SECONDO GLI IMPRENDITORI PRIVATI TUTTI I DIRIGENTI STATALI CHE SUBBISSANO DECLASSANO SNOBBANO E CONDANNANO I MANAGER PRIVATI ANDREBBERO TUTTI LICENZIATI,...VOI SIETE DISPOSTI A FARLO???

CARLA 23.08.18 08:28| 
 |
Rispondi al commento

IL PONTE>????SE MANCA LA GIUSTIZIA SI CONTINUERA' COSI'...IL COLPEVOLE DEL CROLLODEL PONTE<? COME PER TUTTI GLI ALTRI CASI..DI MALA GIUSTIZIA SARA' SEMPRE DI CHI PASSAVA DI LI PER CASO OPPURE CHI TRANSITAVA IN QUEL MOMENTO..vedi tutte le assurde sentenze passate in giudicato... La mala giustizia spesso ti obbliga a non richiedere giustizia paghi enormi cifre e non sai mai dove vai a finire..e quale giudice ti trovi.....come lui tantissimi chiudono...per pagare le spese legali che sono sempre altissime..per Legittima difesa, parla il tabaccaio Franco Birolo: “Costretto a chiudere il negozio per colpa delle spese dellqa giustizia”Inizialmente il tabaccaio era stato indagato per omicidio volontario. Poi l’ accusa è diventata «eccesso colposo di legittima difesa».In primo grado, nonostante il pm ne avesse chiesto l’ assoluzione, Birolo è stato condannato a 2 anni e 8 mesi di carcere con l’ obbligo di risarcire di 325 mila euro la madre e la sorella del moldavo: secondo il giudice per l’ udienza preliminare (poi smentito dal processo) aveva colpito il ladro mentre era di spalle. La sentenza d’ appello lo ha invece assolto «perché il fatto non costituisce reato». La decisione è stata confermata dalla Cassazione.

Birolo, quanto ha speso in questi sei anni?
«Non l’ ho mai detto per rispetto del mio avvocato. Faccia lei i suoi conti: Graziano Stacchio, il benzinaio vicentino che ha sparato per difendere il gioielliere Roberto Zancan e la cassiera, ha speso circa 40 mila euro solo per la fase delle indagini preliminari. Il caso è stato archiviato, non è mai finito a processo, e ha comunque sborsato tutti quei soldi. Io invece ho affrontato tre gradi di giudizio e ho dovuto anche sistemare il negozio che mi avevano distrutto».Ha deciso di chiudere l’ attività solo per problemi economici o c’ è anche altro?
«Innanzitutto devo finire di pagare il mio legale. Poi sinceramente ho paura che possa capitarmi di nuovo: non voglio trovarmi ad affrontare altri malviventi».

CARLA 21.08.18 18:22| 
 |
Rispondi al commento

Ecco perche' nesusno paghera' il danno del ponte: la mala giustizia salva i grossi e condanna i piccoli NON RIPETO NON VEDENDO NEMMNO LE CARTE CHE HANNO QUEDSTI PER LA LORO DIFESA...Ditemi in quale strage fino ad oggi sono stati condannati i colpevoli ?Ustica falcone borsellino tortora...ETC PER NON PARLARE DEI COMUNI ATTI GIUDIZIARI CHE CONDANNANO PROPRIO CHI HA FATTO RICORSO CONTRO L'INGIUSTIZIE DELLA MAGISTERATURA....CON SPESE PER CHI VOLESSE CHIEDERE ANCORA AVERE LA GIUSTA GIUSTIZIA EPR SE..SPESE ENORMI DI AVVOCATI GIUDICI CTU ETC...INSOPPORTABILI ..Aveder bene c'e' una legge...ma dicono tutti che e' inapplicabbbile..COME MAI SE E' FATTA BENE? legge vassalli...: 2. Responsabilità per dolo o colpa grave. 1. Chi ha subìto un danno ingiusto per effetto di un comportamento, di un atto o di un provvedimento giudiziario posto in essere dal magistrato con dolo o colpa grave nell'esercizio delle sue funzioni ovvero per diniego di giustizia può agire contro lo Stato per ottenere il risarcimento dei danni patrimoniali e anche di quelli non patrimoniali che derivino da privazione della libertà personale. 3. Costituiscono colpa grave: a) la grave violazione di legge determinata da negligenza inescusabile; b) l'affermazione, determinata da negligenza inescusabile, di un fatto la cui esistenza è incontrastabilmente esclusa dagli atti del procedimento; c) la negazione, determinata da negligenza inescusabile, di un 1. L'azione di risarcimento del danno contro lo Stato deve essere esercitata nei confronti del Presidente del Consiglio dei Ministrieppure questi atti sono consuetudine in tutti i tribunali...OGNI DI...ma e' giusto e' giustificabbbbile?..NOOOO EC CO EPRCHE' QURSTA LEGGE VA' ANDREBBE APPLLICATA INVECE CHE ESCLUSA DA TUTTI...GIUDICI MAGISTRATI CTU E PROCURATORI...IL PONTE CROLLATO?...PERCHE' NON FARLO SALTARE A PICCOLECARICHE COMESI FA' IN OGNI PAESE DEL MONDO PER EVITARE ULTERIORI DANNI DI UNA CADUTA incontrollata e si aspetta solo che cada da solo???

CARLA 21.08.18 18:06| 
 |
Rispondi al commento

I

De Lauro Enrico Commentatore certificato 20.08.18 16:33| 
 |
Rispondi al commento

Vanno revisionate e ricontrattate tutte le concessioni e sostituiti i burocrati ministeriali e regionali che le hanno permesse

De Lauro Enrico Commentatore certificato 20.08.18 16:27| 
 |
Rispondi al commento

POTREMMO PAGARE POCHISSIMO DI TASSE E TRIBUTI e le casse dello Stato e dei comuni potrebbero addirittura essere in attivo, se tutti i beni pubblici (immobili, terreni, AUTOSTRADE, FERROVIE, POSTE, STADI, boschi, spiagge, Cave eccetera) fossero amministrati con onestà e competenza. E quanto  ricaveremmo se essi fossero locati a prezzi giusti e onesti e se le concessioni di sfruttamento fossero oneste, al prezzo giusto e indicizzate anziché a prezzi da barzelletta quasi mai aggiornati?... .  Buon lavoro quindi e lunga vita al primo governo della Terza Repubblica ed alle giunte a 5 stelle, che moltissimo possono fare in tal senso, se focalizzano l'attenzione sulla gestione di tali beni pubblici...  è semplicissimo farlo, basta volerlo fare!

De Lauro Enrico Commentatore certificato 20.08.18 16:06| 
 |
Rispondi al commento

Sono d'accordo.

Giuseppe C., Sinalunga Commentatore certificato 20.08.18 14:05| 
 |
Rispondi al commento

Bravo Giordano continua cosi'

Alessandro Soncini, Reggio emilia Commentatore certificato 20.08.18 11:03| 
 |
Rispondi al commento

Mai siamo stati tanto vicini alla verità delle porcherie fatte dai partiti italiani. Se si aprono i dossier segreti, il contraccolpo li ucciderà definitivamente. Ma facciamo in fretta un nuovo sistema elettorale perché questi le penseranno di tutte per mandarci a fondo. E dopo i casi sono due: o si torna al Rosatellum o Mattarella prima di rifarci votare le escogiterà tutte, peggio di Napolitano. Questi, pur scendendo a picco, sono capaci di fare un Governo Provvisorio Pd/Fi.

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 20.08.18 09:39| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

QUALCOSA STA CAMBIANDO;

AI FUNERARI DI STATO OVAZIONE PER IL GOVERNO
E FISCHI PER L'OPPOSIZIONE

Shir akbari 20.08.18 09:36| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Mai siamo stati tanto vicini alla verità delle porcherie fatte dai partiti italiani. Se si aprono i dossier segreti, il contraccolpo s li ucciderà definitivamente. Ma facciamo in fretta un nuovo sistema elettorale perché questi le penseranno di tutte per mandarci a fondo. E dopo i casi sono due: o si torna al Rosatellum o Mattarella prima di rifarci votare le escogiterà tutte, peggio di Napolitano.

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 20.08.18 09:35| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Mi dicono che ad Ommibus stamattina il cardinale Siri di Genova perorava la costruzione del Ponte di Messina come volevano Berlusconi e Renzi.
Ma quanto lo pagano a questo per dire simili fesserie?
Ma sì', ma famolo 'sto ponte e di calcestruzzo, famo il Ponte Morandi n° 2!!! Tanto i soldi ci cascano dalle tasche.
Poi ci leghiamo sopra Siri e vediamo l'effetto che fa.

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 20.08.18 09:29| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

La ricchezza di cert'uni si basa sullo sfruttamento del lavoro minorile nei paesi del terzo mondo.....

Il risultato sono tante magliette multi-colors che trasmettono un senso di schifo....

Patty Ghera, Firenze Commentatore certificato Commentatore che ha donato a Rousseau 20.08.18 09:21| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Intanto che i piddioti insistono a dire che il Pd non ha preso 300.000 euro da Autostrade, dove sono andati a finire i 38 milioni donati dagli italiani ai terremotati?

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 20.08.18 09:15| 
 |
Rispondi al commento

Benetton e il fotografo radical chic che vive fra i cipressi che a Bolgheri alti e schietti van da San Guido in duplice filar, sono sinistri nel vero senso della parola...

Patty Ghera, Firenze Commentatore certificato Commentatore che ha donato a Rousseau 20.08.18 09:15| 
 |
Rispondi al commento

Arsenale k
I pidioti in questi giorni su twitter mi ricordano quella barzelletta: "Attenzione, un pazzo sta viaggiando contromano in autostrada!". Con loro che dicono: "Uno??? Saranno almeno 30 milioni".

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 20.08.18 09:10| 
 |
Rispondi al commento

Per ringraziare i numerosi pigliainculo che li hanno supportati in questi giorni sui social, ipnotizzati dal loro fulgore, dalla loro scaltrezza e dalla loro ricchezza, i #Benetton lanceranno a breve la nuova linea di abbigliamento UNITED COJONS OF BENETTON.

[@LVIX1]

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 20.08.18 08:53| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Sulle grandi opere ci sarà sempre divergenza tra Salvini e il M5S.
Salvini è stato eletto coi voti delle imprese edili del Nord e liscia il proprio elettorato
Questo è uno dei motivi di contrasto col M5S che vorrebbe curare solo le opere utili e il ripristino del territorio.
Uno penserebbe che anche il ripristino del territorio, la messa in sicurezza di strade, ponti, case, scuole.. darebbe lavoro a imprese e lavoratori e lo farebbe molto di più delle grandi opere inutili, con la non piccola differenza che da tante piccole opere sparse non si ricevono grosse tangenti, da poche grandi opere inutili sì.
Non è l'importanza sociale dell'opera che conta, ma la mazzetta che il politico ne ricava.

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 20.08.18 08:50| 
 |
Rispondi al commento

Benetton minaccia di lasciare l'Italia.
Visto che ormai in Italia sugava soldi solo da autostrade e aveva delocalizzato tutti i lavori all'estero, tanto varrebbe che si spostasse in Bangladesh. Forse là i politici costano pure meno.

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 20.08.18 08:42| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Renzi ha affermato di non aver preso un centesimo “né per la Leopolda, né per le nostre campagne elettorali” da Autostrade per l’Italia dei Benetton.
Forse è vero – e bisognerebbe prima accertare che i soldi non li abbiamo presi anche le fondazioni vicine al Pd – ma in ogni caso Di Maio non ha mai accusato l’ex segretario del Pd di aver ricevuto finanziamenti dalla famiglia trevigiana. Ha solo detto che “si finanziavano campagne elettorali a destra e a manca”, e a lui ha fatto eco il ministro dei Trasporti Danilo Toninelli invitando “chi dice il contrario” a far vedere prima “i conti del partito e delle tante fondazioni politiche”.
I deputati del Pd, però, non hanno risposto all’invito di Toninelli e anzi, per bocca di Luigi Marattin, hanno affermato di non aver mai preso un euro da Autostrade.
Marattin ha anche chiesto al giornalista Franco Bechis se potesse scrivere un articolo su questo o fosse “impossibilitato” a farlo.
La replica di Bechis, purtroppo per Marattin, è arrivata a stretto giro:
“Non ho bisogno di farlo. Pubblico i finanziamenti privati ai partiti dal 1992. Questo lo scrissi su Italia Oggi che dirigevo nel 2007. Lega 150 mila euro, Pd 300 mila euro da Autostrade che li ha dati a tutti-chi più chi meno- come lobbing. Ovviamente non al M5s.

https://www.silenziefalsita.it/2018/08/18/bechis-il-pd-ha-preso-300mila-euro-da-autostrade/

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 20.08.18 08:39| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

John Green
Il gestore responsabile dell'autostrada che incassa pedaggi fra i più costosi del mondo aveva l'obbligo contrattuale di considerare le precarie condizioni pregresse e lo stato di salute attuale del ponte, come dai dati tecnici emersi ed ora pubblicati, e porre in essere le misure urgenti necessarie a scongiurare l'assai probabile cedimento strutturale: ossia doveva come minimo chiudere il ponte. Ma non è stato chiuso. Da qui il reato civile e penale di omissione, strage ed attentato doloso alle infrastrutture essenziali dello stato. Equiparabile per gravità ad un atto terroristico.
Restano da valutare le responsabilità politiche. Il regalo di Autostrade al magliaio Benetton - che non aveva nemmeno i capitali per acquisire la concessione, capitali poi recuperati con gli aumenti del 24 per cento dei pedaggi - è un episodio gravissimo, ma consueto nella svendita sistematica delle infrastrutture strategiche della nazione. Non ultima, la proroga della pluridecennale concessione al "magliaio" eludendo le gare d'appalto, obbligatorie per il settore pubblico, e le clausole contrattuali vessatorie, alcune pure segretate, attestano l'operato illegale di governi corrotti servi delle élite finanziarie. La strage ha suggellato e speriamo concluso un'era politica infame, indegna di uno stato di diritto.

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 20.08.18 08:24| 
 |
Rispondi al commento

Ma che bella la stampa de sinistra!

Giovanni, Russo, SA Commentatore certificato 20.08.18 08:20| 
 |
Rispondi al commento

Su agorà , Annalisa chirico ed altri: la colpa è del ministero e dei 5Stelle

Giovanni, Russo, SA Commentatore certificato 20.08.18 08:16| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Autostrade,BANCHE STATALI,aeroporti,ferrovie,immigrazione,contraffazione...gioco d'azzardo,spaccio,corruzione,evasione,furti in abitazioni,mance ad editoria e pre elettorali,corpi "privati di polizia".Ma quante cose sono in mano ai privati?Solo adesso con il cambio di governo si comincia(e siamo solo all'inizio)a vedere, fino a che punto eravamo "infognati",grazie ai veri esperti e professionisti, della politica..delinquenziale.

Canzio R. Commentatore certificato Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2016 20.08.18 08:14| 
 |
Rispondi al commento

MARIO GIORDANO una buona causa. Avanti tutta con i giornalisti di buona volontà, avanti tutta con il governo del dott. Conte di M5S e LEGA, i cittadini tutti sono con voi.

Roberto F. Padova 20.08.18 03:15| 
 |
Rispondi al commento

egregio signor magni,
giordano nel mare del lerciume leccaculo dei suoi amici giornalisti DE SINISTRA,è un signore E un genio, uno furbissimo che è riuscito a mettere nel sacco anche un pescecane come il berlusca.
FORSE NON LE E' ARRIVATA LA NOTIZIA, MA HA
GIORDANO BERLUSCONI HA TOLTO LA TRASMISSIONE E LO ACCUSA DELLA DERIVA CHE, PER LUI DISASTROSA, HANNO
PRESO GLI EVENTI.
lei pero continua con questa becera predicazione de SINISTRA, incurante del fatto che la sua sinistra e berlusca agivano insieme di conserva,
ricorda VIOLANTE...ricorda che
cinque anni fa su suggerimento di SCALFARI E NAPOLITANO il berlusca e stato imbarcato nel governo è hanno fatto quel po po di porcate di cui adesso vediamo i risultati.
ma forse lei fa riferimento all'altra sinistra.
be....quella è morta. dopo aver preso la deriva africana....puo solo testimoniare quelle poche idee che ha...se ne ha...e nient'altro.
adesso faccia una cosa, ...MI DICA CHE NON SO SCRIVERE E CHE CI SONO UN SACCO DI ERRORI DI GRAMMATICA...COME FANNO TUTTI I BRAVI TROLL DE SINISTRA QUANDO LI INCOCCIO.
saluti, franco rosso

franco rosso 20.08.18 01:57| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Signor Giordano

Lei è stato anni e anni alla corte di BERLUSCONI adesso ha capito i danni che hanno fatto tutti i vecchi politicanti
- compreso lui - oppure NO ?
volesse fare un LIBRONE dedicato al suo diciamo EX principale...ce nè da lavorare e Lei lo sa bene
se non gli deve niente "ci facci vedere"
buon lavoro


Mauro Magni 20.08.18 01:19| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Tutte le tariffe sono in aumento,
come gli utili degli azionisti delle società.
Diminuiscono solo diritti e servizi al cittadino.
Da decenni ormai la sinistra è il braccio armato del turbo-liberal-mondialismo...
Prima nominano dirigenti incapaci e truffaldini,
poi gridano che la gestione statale ha fallito e svendono pezzi di Stato ad amici potenti e in grado di finanziare la loro capacità menzognera.
Un serpente che invece di mangiarsi la coda, si è divorato la nostra bellissima Patria.
Per fortuna non sono più al governo e FORSE, col tempo, qualcosa cambierà.

Anna M. 20.08.18 00:31| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Stabilita per i concessionari una 'congrua' pena, di galera e di soldi, si deve attuare una rapida nazionalizzazione di tutte le imprese, come le autostrade, che sono state regalate ai privati con la favola delle privatizzazioni.
Tutti i cittadini italiani sono stati frodati, imbrogliati, derubati con le privatizzazioni;
con la scusa di migliorare i servizi questi signori ladri patentati si sono riempiti non solo le tasche con un furto continuato e perpetrato a danno dei cittadini italiani; ed i servizi sono peggiorati, la sicurezza è peggiorata, le condizioni lavorative dei dipendenti sono peggiorate: in pratica tutti ci hanno rimesso sotto tutti i punti di vista e solo i padroni ci hanno guadagnato e mi ripeto a scapito di tutti.
Sarebbe ora di dire basta : la storiella delle privatizzazioni infatti non è ancora finita e 'qualcuno' vorrebbe che tutte le attività ora gestite dall'Amministrazione Pubblica fossero privatizzate; c'è un programma di depauperamento della Pubblica Amministrazione, facendo mancare risorse a tutti i livelli negli uffici ed attività pubbliche, con la netta sensazione per chi ci lavora di stare in una barca che affonda o in un'impresa che si sta preparando alla chiusura.
Vogliamo privatizzare tutto e sempre quel 'qualcuno' si sta fregando le mani preparandosi a riempire i forzieri, sempre a discapito di tutti i cittadini italiani che, come polli da spiedo, si beano contenti del mangime pubblicizzato in ogni pollaio, pensando che poi si rosoleranno in vacanza al mare (ma invece saranno rosolati sullo spiedo infilato nel c..o).
(con Prodi) abbiamo visto cartolarizzare palazzi statali e poi pagare un affitto annuale doppio del totale ricavato !!
La critica alle privatizzazioni di giornalisti come Giordano sono cadute o nel vuoto o nello starnazzamento di persone interessate all'affare e quindi vocianti per una privatizzazione selvaggia di tutto quanto.. come infatti è avvenuto e sta avvenendo.
Se ci rimane ancora la testa: DICIAMO BASTA !!

PIO Z., Trento Commentatore certificato 19.08.18 23:15| 
 |
Rispondi al commento

lucacopioso@virgilio.it
La Serracchiani accusa:"fu proprio la Lega Nord a volere la concessione in mano ai Benetton".... Poi è arrivato il PD e gliele ha prorogate senza gara... TIPICO comportamento di Matteo Renzi per conto terzi....
Il colpevole, secondo me, è qualcuno ch preferisce stare ZITTO...!

luca C. Commentatore certificato Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle Commentatore che ha donato a Rousseau Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2016 19.08.18 22:48| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

A Nimes in Francia il “ Pont du Gard” costruito nel 17 a.c. in epoca romana dal costruttore Agrippa sotto l’imperatore Augusto fatto a tre livelli di arcate è in piedi da 2000 anni ed è tuttora calpestato da milioni di turisti di tutto il mondo. Non viene fatta alcuna manutenzione. E mi domando come sia possibile che dopo due millenni facciano dei ponti che durano dei miseri 60 anni, praticamente nulla.
Quale abissale differenza fra un Morandi ed un Agrippa ….

domenico de santis, genova Commentatore certificato 19.08.18 22:39| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

tutti i contratti che lo Stato stipula con qualsiasi soggetto giuridico deve essere reso pubblico e pubblicato sul sito del Ministero competente.

GINO GINO 19.08.18 22:37| 
 |
Rispondi al commento

Salvini dice che in Italia servono più infrastrutture?... no comment
Avanti un altro!!!

Mauro Magni 19.08.18 22:35| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Per capire a quale punto di infame bassezza e...frustrazione, sono arrivati certi sostenitori del...megalomane pdota, nella chat del loro... "santarello", in merito agli applausi che Di Maio e Salvini hanno ricevuto al loro arrivo ai funerali delle vittime del crollo a Genova
e i...buffoni, vergogna e buu che martina e la sora pinotti si sono invece presi al loro arrivo, questi indegni parlano di "claque" e tutto "pilotato" da Di Maio e Salvini per umiliare il pd ed esaltare i due leader del M5S e Lega!

Roberto P., Roma Commentatore certificato 19.08.18 22:29| 
 |
Rispondi al commento

L'ingiustizia fa crescere il mondo,la giustizia lo uccide.non sono d'accordo con questa affermazione presa in prestito.Riflettevo...lo fa crescere male ma lo fa crescere, la giustizia ...meglio la rivoluzione anche se pacifica cambia la storia. Che cerchiamo la giustizia o la rivoluzione pur sapendo che le due cose non possono viaggiare insieme.

non centra ma... 19.08.18 22:27| 
 |
Rispondi al commento

Che siano maledetti il partito delinquenziale è forza mafia come tutti quei cittadini italiani che hanno votato questa accozzaglia a delinquere di stampo mafioso. Sono loro il vero cancro del paese. Il governo carioca li deve asfaltare una volta per tutte. Per fortuna i presupposti ci sono come finalmente la maggioranza dei cittadini hanno aperto gli occhi è il cuore.

gianluigi f., pandino Commentatore certificato 19.08.18 22:20| 
 |
Rispondi al commento

Vorrei sottolineare che non vi è ancora un immagine sul crollo (oltre quelle delle autostrade che casualmente si interrompono 1 minuto prima) , visto e considerato che ci sono industrie e abitazioni private in zona ed il ponte non è così piccolo trovo tutto molto strano.... ma molto strano ....VOGLIAMO LA VERITA' E GIUSTIZIA

carlo lanz 19.08.18 22:10| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Paolo Savona? chi?
AAh
quello professore e competente che ormai non se lo c...va più nessuno e visto che è in quota LEGAIOLI

non vede l'ora di mettere becco con la solita litania di uscire dall'EURO
mentre crolla il prestigio dell'Italia nel mondo ci mancava proprio un po' di anti Europeismo...

Mauro Magni 19.08.18 22:03| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

SENZ'ANIMA

Il party dei Benetton a Cortina: La festa non è stata rovinata

Patty Ghera, Firenze Commentatore certificato Commentatore che ha donato a Rousseau 19.08.18 21:49| 
 |
Rispondi al commento

Vanacore
Han creato Esodati
E Loro Zitti
Ci sono stati governi non scelti dagli italiani
E loro Zitti
Ci hanno imposto UE ed Euro
E loro Zitti
Hanno spogliato Lavoratori di ogni Diritto
E Loro Zitti
Voglion togliere concessione ai Benetton
E LORO URLANO CHE SI LEDE STATO DI DIRITTO !!

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 19.08.18 21:39| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Dove sono i furfanti/delinquenti/corrotti della politica italiana che hanno distrutto e fatto a pezzi l'italia e gli italiani onesti con lo scopo di arricchire le famiglie, gli amici, i mafiosi e massoni: i D'Alema i Del Rio, i Renzi, il salume Prodi, la mummia berlusconi e tutte le bande e caste PD/dc-FI e soci a delinquere?
Lo scemo Martina e la cretina Pinotti, che incautamente per mettersi in mostra si sono presentati alla cerimonia funebre delle vittime, si sono beccati, per loro fortuna, solo FISCHI e PERNACCHIE che ovviamente erano indirizzate a tutti i VERMI e PARASSITI PD/dc con i vigliacchi giornalai loro servi e prestituti al seguito!
I miliardi regalati ai camiciai Benetton e altri stronzetti dell'industria italiana sono stati dati dai politicanti corrotti di cui già tanti sono stati ricompensati con poltrone di potere anche nelle loro società (vedi il furbo chierichetto LETTA) e forse alcuni di loro, TROMBATI dagli italiani il 4 marzo, come l'infido DELRIO, forse li avremmo visti, se non fosse successo il disastro del ponte di genova, come nuovi MANAGERS delle società della united SHITS and BLOODS of benetton! o come il babbeo RENZI e banda familiare al seguito nei prossimi
SHOWSHITS di mediaset/la7/sky o come inviati o partecipanti all'ISOLA DEI FAMOSI (la bolzanina Maryhelen BOSKY sicuramente con il LOTTI-magic e qualche altro/a serva e prestituto/a PD-dc-FI scaricati nelle FOGNE di arcore e nazareno dagli italiani!
I babbei e soci a delinquere avevano giurato che avrebbero lasciato la politica in diverse occasioni e puntualmente hanno fatto e continuano a fare FIGURE DI M-RDA con i loro genitori, fratelli, sorelle, amici, compari, ecc.. di cui speriamo di avere notizie al più presto delle loro porcate a GO-GO e vederli finalmente in galera come meritano!
GRAZIE AL GOVERNO DI CAMBIAMENTO M5*-LEGA, la CUCCAGNA ed il MAGNA-MAGNA dei VERMI POLITICI ITALIANI sono finiti!
Tornano la DIGNITA' e la DEMOCRAZIA, distrutte dalla vecchia politica PD/dc-FI!

giova31 19.08.18 21:33| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

SIAMO UN MOVIMENTO OSSERVATO IN TUTTO IL

MONDO....USATE UN LINGUAGGIO CORRETTO, VI

PREGO...DISTINGUIAMOCI ANCHE IN QUESTO....

DANNEGGIATE IL MOVIMENTO

silvana 19.08.18 21:02| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

a proposito di decisioni trasparenti, di

rispetto per il popolo italiano...vi consiglio

di guardare due video per proff. Savona...una

lezione di democrazia e di civiltà...L'ULTI

MATUM DEL MINISTRO SAVONA ALL'EUROPA......IL

MINISTRO SAVONA PRESENTA LE LINEE PROGRAM

MATICHE....due interventi in cui il proff

che aspetta da 30 di intervenire sulla

malefatte dell'europa, appunto....illustra

per il rispetto dei cittadini cio che

intende proporre

https://www.youtube.com/watch?v=u57G0iV0BCc

https://www.youtube.com/watch?v=UyzZ8prta6g

silvana 19.08.18 20:31| 
 |
Rispondi al commento

di chi è figlia LA STRAGE DI GENOVA

Padre a Madre sono gli stessi della

STRAGE della COSTA CONCORDIA
un comandante SCHETTINO il - COMPETENTE - che si sbatteva l'amichetta- che era dedito ad arroganza e superficialità
che si dimostrò codardo e stupido fino alla fine

che rasentava tutta la costa sorrentina a trombe spiegate.....ne so qualcosa
e mentre trombava krac 32 Cadaveri innocenti.

Mauro Magni 19.08.18 20:17| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

____

Autostrada ponte Morandi Genova ripreso alle 11:34 am il 14-8-2018

cioè 2 minuti prima del crollo.

https://youtu.be/JWpmwlSmX4g
(ho modificato luminosità zoom ecc)

John Buatti 19.08.18 20:06| 
 |
Rispondi al commento


Chiediamo al partito...........................

dove sono finiti i 6,6 milioni di euro destinati ai

bambini di vari paesi africani

http://www.ilsussidiario.net/News/Cronaca/2018/8/10/Renzi-pm-milioni-per-Africa-su-conti-del-cognato-Andrea-Conticini-Firenze-replica-querelo-chi-mi-accusa-/834158/

antonio corino, torino Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 19.08.18 19:59| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Di chi è figlia LA STRAGE DI GENOVA?

quanti competenti ci hanno rubBato?
alla maddalena c'è un palazzo fatto per il G8
il g 8 fantasma

- vertice per sollazi e divertimenti
Pagato dal popolo Italiano 600 MILIONI di EURO
non scudicchi padani e lirette stracce

GRAZIE a Berlusconi
Questo vertice mai fatto MAI ESISTITO però il palazzo ancora ci costa ed è in rovina
come l'italia dei competenti(per i caz..loro)

Mauro Magni 19.08.18 19:53| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

CHIUDETE QUESTI TELEGIORNALI
E FATE IN FRETTA
QUELLO CHE COMBINANO VIENE SOLO
DA VOMITARE
SONO L'ESERCITO SUL CAMPO
DI TUTTO IL FANGO CHE CIRCOLA IN ITALIA
IN QUESTO MOMENTO IL RAINEWS24
HA SELEZIONATO TRE PERSONE CHE HANNO DETTO
CHE PER LORO GLI INDENNIZZI
DI AUTOSTRADE VANNO BENE
ADESSO IN QUESTO MOMENTO
IL PONTE D'ACCIAIO DI AUTOSTRADE.
...CON TUTTE LE strabilianti TECNOLOGIE
di contorno
MA SI PUO
CHIUDETELI
franco rosso

franco rosso 19.08.18 19:50| 
 |
Rispondi al commento

Mi auguro che, al più presto, inizi un'altra campagna a...colori della famosa famigliola e che er sor...toscani, fotografi...l'azzurro del cielo e il giallo del sole a...scacchi, che "qualcuno" di questa "festante" famigliola con annessa... grigliata offerta dagli italiani, veda da una finestra di una "villa"...circondariale
italiana!

Roberto P., Roma Commentatore certificato 19.08.18 19:25| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Quando il governo dice che vuole togliere le concessioni alle autostrade il PD è compagni di merenda come mai adesso non difendono le loro idee e quello che hanno fatto da anni regalando i beni dei cittadini ai privati, e si limitano a dire sciacalli e sciacalli che non si sa cosa significa

gennaro a., carrara Commentatore certificato Commentatore che ha donato a Rousseau 19.08.18 19:22| 
 |
Rispondi al commento

Ma quale Giordano. Qui si crea il M5S o si promuove la sua morte. Le autostrade debbono ritornare in mano allo stato. Studiate ma agite.

Raimondo M., Corigliano Calabro Commentatore certificato Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza 19.08.18 19:19| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

NON CONFONDETE I TROLL CON CHI LA PENSA DIVERSAMENTE


Mauro Magni non è un troll!

E' un vecchio blogger che nel passato scriveva con un altro nick o forse era il suo nome e cognome.
Per qualche tempo non scrisse più.
Non fu mai vicino al M5S, essendo più che evidente che egli è vicino alla sinistra/sinistra/sinistra, ammesso che sia mai esistita e/o che esista ancora.
Nella sua testa ancora esiste ed è un suo diritto pensare di essere uno degli ultimi esemplari, di quella immaginaria sinistra, in estinzione.
E' un suo diritto esprimersi e non mi risulta che lo abbia mai fatto insultanto o molestando.
Se non siete d'accordo con lui e non vi va d'interloquire con lui, lasciatelo scrivere ciò che pensa. Se un giorno dovesse molestare, allora vedremo se e quanto...
Ci sono persone a cui non importa sapere dove stanno andando, ma per loro l'importante è rimanere tutti di un pezzo: nella bara, ma tutti di un pezzo.
Non cliccatelo ed imparate a distinguere il troll.


Il procuratore di Genova, Cozzi, in una intervista ha dichiarato :

" Premesso che l’indagine è in una fase preliminare ed esiste comunque un segreto istruttorio, posso tuttavia fare un ragionamento più generale: io ho qualche difficoltà ad accettare l’idea che il tema della sicurezza pubblica stradale sia rimesso nelle mani dei privati. La filosofia del nostro sistema vede oggi uno Stato espropriato dei suoi poteri, una sorta di proprietario assenteista che ha abdicato al ruolo di garante della sicurezza. Come se avesse detto al privato, veditela tu.
Lo Stato si è ritagliato un ruolo riguardante soprattutto il controllo del rapporto fra investimenti e ricavi, il giusto prezzo dei pedaggi, l’inflazione, meno la sicurezza delle infrastrutture. Nel momento in cui lo Stato abdica alla funzione di controllo ci vorrebbe almeno un’agenzia terza che garantisse la sicurezza, non il concessionario stesso. Credo che il crollo del ponte Morandi porti a ripensare tutta la materia ".

Roberto P., Roma Commentatore certificato 19.08.18 19:04| 
 |
Rispondi al commento

praticamente......
con le nostre tasse , gli italiani hanno finanziato la costruzione delle Autostrade Italiane, quindi sono nostre, non dei Benetton....
e loro prendono i soldi dei pedaggi??????
la sola ed unica domanda è:
COSA ASPETTA LA MAGISTRATURA AD ARRESTARE QUELLI DEL PD CHE HANNO PERMESSO QUESTO??????????

fabio S., roma Commentatore certificato 19.08.18 19:03| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Le privatizzazioni, in Italia, per come sono state fatte, sono il male assoluto. Lo Stato, che siamo noi, messo a pecora da multinazionali e finanziarie. È' l'ora di tornare indietro. Mi ricordo, da Prodi in poi, come le decantavano i traditori della Patria. Gente così dovrebbe pagare che è l'unica punizione che darebbe loro fastidio....
Avanti tutta, linea dura su chi attenta all'incolumità del popolo italiano.
E ricordiamoci sempre di recuperare quella sovranità svenduta, causa di tutti i guai, se non di tutti, di moltissimi.

Silvio ., Bolzano Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2015 Commentatore che ha donato a Rousseau Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2016 19.08.18 18:57| 
 |
Rispondi al commento

Amiche amici tutti, mi riferisco alle aperture e alle reazioni costruttive di alcuni di noi al mio post in cui chiedevo un maggior coinvolgimento da parte dei nostri rappresentanti parlamentari alle discussioni che scaturiscono in questo sito.
Conosco bene e non intendevo entrare nel sofismo che distingue un blog da un forum, la mia era una richiesta credo ragionevolmente legittima di fare in modo che i contributi che si leggono in questo blog non vadano perduti, cosa che ad oggi avviene indiscutibilmente.
Alle ultime elezioni sono stato candidato al Senato nella circoscrizione estero Asia Africa, ed uno dei premi punti dei candidati riguardava l' obbligatorietà di mantenere uno strettissimo rapporto con gli elettori (nel nostro caso sparsi in quattro continenti) tramite la creazione di un blog e/o forum dinamico.
Io personalmente ancora oggi leggo la stragrande maggioranza di tutti i contributi scritti che appaiono in calce agli articoli pubblicati sul blog.
La proposta che rinnovo nuovamente è quella di creare una sorta di interazione che permetta di non disperdere tutto questo patrimonio di idee.
Il vertice del movimento nell'espressione della sua forza parlamentare credo che dovrebbe trovare il sistema per fare in modo di far sentire più vicina la sua presenza alla base.
L' idea (non mia) è quella che si studi una sorta di Task Force a rotazione dei nostri parlamentari che possano replicare e fornire informazioni a tutti i cittadini che credo doverosamente meriterebbero, sul blog ufficiale del movimento, risposte ai loro quesiti e alle loro proposte.

Alberto BARATTINI, Il Cairo Commentatore certificato Commentatore che ha donato a Rousseau 19.08.18 18:55| 
 |
Rispondi al commento

Sono i contratti che reggono le privatizzazioni.
Ricordiamo per che un contratto non può andare contro l'ordine pubblico, la sicurezza dello stato ecc. Cioè essere contro la legge, altrimenti risulta nullo.
Se questi contratti sono stati segretati ci possono essere vari motivi, forse uno di questi è proprio il contenuto di clausole che la legge non ammetterebbe.
Bisogna leggerli e poi valutarli con persone espertissime, in questo settore.
Purtroppo è già emerso che l'appaltato non ha ottemperato all'obbligazione della corretta manutenzione, procurando la caduta del ponte e la morte di tante persone.
Io non credo che la scamperanno facilmente.

newmail ***** Commentatore certificato 19.08.18 18:52| 
 |
Rispondi al commento

Ben detto

Giovanni, Russo, SA Commentatore certificato 19.08.18 18:39| 
 |
Rispondi al commento

Mario da tempo fa lotta agli sprechi, a queste concessionarie che hanno lasciato degradare le strutture autostradali già compromesse. Io mi aspetto la desecretazioni sulle autorizzazioni ai concessionari e mi aspetto che il governo non molli la presa. sarei deluso, amareggiato se le promesse fossero disattese. Forza e coraggio!

Michele Rinella 19.08.18 18:35| 
 |
Rispondi al commento

Ho letto da qualche parte del peso dei New Jersey installati sul ponte, come mai non se ne parla da nessuna parte? quanti erano sopra quel tratto? quanto peso in tutto (parliamo di tonnellate)?


COERENTE E DEMOCRATICO MARIO GIORDANO...(SIC!)
SE SCRIVESSE DEL NANO DI ARCORE...

aniello r., milano Commentatore certificato 19.08.18 17:59| 
 |
Rispondi al commento

OT? fateci dimenticare il precedente governo .....

Risoluzione in commissione 7-01218 del 15/03/2017
....
impegna il Governo:

a promuovere entro sessanta giorni i tavoli tecnici in ambito regionale che coinvolgano gli enti territoriali interessati al fine di "PRODURRE ENTRO UN ANNO" un sistema digitalizzato su base regionale, controllato dal Ministero delle infrastrutture e dei trasporti che raccolga i dati del censimento delle infrastrutture viarie sospese, quali ponti viadotti e cavalcavia, in particolare prevedendo che sia riportato l'anno di costruzione, la portata dell'infrastruttura, lo stato e lo storico degli interventi di manutenzione ordinaria e straordinaria;
a prevedere una struttura telematica cosiddetta «open data» che permetta l'inserimento di informazioni in tempo reale quali la possibilità di interventi emergenziali o programmati di manutenzione che riducano e temporaneamente la portata dell'infrastruttura, e consenta la consultazione e la condivisione delle medesime informazioni da parte degli enti territoriali e degli altri soggetti interessati.

http://aic.camera.it/aic/scheda.html?numero=7-01218&ramo=C&leg=17

sa &di 19.08.18 17:53| 
 |
Rispondi al commento

quanti competenti - che ci hanno rovinato -
ci sono in Italia?

Anche HITLER era competente
Nell'ammazzare anzi fare ammazzare persone inermi

Sotto quella sua sbandierata ideologia della razza, a depravato paravento si nascondeva un'altra motivazione ben più oscena e innominabile almeno per lui
Il furto.

Mauro Magni 19.08.18 17:44| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Anche qui basterebbe una leggina di tre righe ...
Chi come dirigente pubblico, con incarichi pubblici nei Cda di aziende pubbliche ,
Vende ( o svende ) aziende di Stato ai privati
Nn può poi avere incarichi dirigenziali o prestare servizi di consulenza o di qualunque genere ai privati a cui ha venduto queste aziende

Se no si potrebbe ipotizzare che uno favorisce le privatizzazioni e gli accordi
Per poi beneficiarne a livello personale , a seguito di questi accordi

Ps basterebbe vedere le casistiche di quello che succede nelle Pubbliche Amministrazioni, a tutti e livelli,
per fare una legge sul conflitto di interesse che vieti tutti i possibili conflitti di interesse

Alessio. Santi., Vernio Commentatore certificato Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza 19.08.18 17:43| 
 |
Rispondi al commento

per fare chiarezza sulla massoneria:

https://www.youtube.com/watch?v=YA-ryJ-2kPU

carlo 19.08.18 17:43| 
 |
Rispondi al commento

Per cortesia dite a DI MAIO e SALVINI di smetterla di sparare alle nuvole. Genova è un caso serio e ha bisogno di decisioni urgenti e concrete e non di slogan e proclami. AUTOSTRADE deve essere chiamata a far fronte alle proprie responsabilità risarcendo i danni e costruendo un nuovo ponte sotto il controllo dello stato. L'eventuale rescissione della concessione dovrà essere oggetto di valutazione dopo che la commissione e la magistratura avranno definito le responsabilità. Ora è inopportuno e impossibile da fare. Purtroppo se continuano su questa strada dovranno rinunciare ai ns. voti perchè si stanno dimostrando incompetenti a ricoprire il loro ruolo di governo.

ERRANI ERIO FRANCO 19.08.18 17:42| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Franco Failli.
Gli anni da cui dura un atteggiamento di completa abdicazione dello stato nei confronti dei privati che sono investiti di compiti che impattano sul bene comune sono anche più di trenta o quaranta, purtroppo.
Basta ricordare alcuni dettagli della vicenda del Vajont, con disastro finale il 9 ottobre del 1963. Per anni ci furono allarmi, relazioni favorevoli e contrarie, verifiche finte da parte dello stato sull'operato della SADE, che però andò avanti incurante di tutto.
E a ricoprire la carica di presidente del consiglio non c'era Berlusconi, non c'era Renzi, non c'era Monti, non c'era Prodi.
C'era Giovanni Leone, quello stesso Leone che un po' di anni dopo (1977), da Presidente della Repubblica fu coinvolto nello scandalo Lockeed, per i quali i colpevoli furono poi individuati nel ministro Tanassi, il generale Fanali, il presidente di Finmeccanica Camillo Crociani e altri, politici e non (sono andato a vedere questi nomi su wikipedia. La mia memoria non arrivava a questi particolari).
Abbiamo un problema con la nostra classe politica e in generale dirigente che non si risolverà rapidamente. Ma non è un buon motivo per non cominciare ora, tutti e non solo i politici o i dirigenti, a liberarci di una mentalità che uccide.
Una mentalità che uccide con la lupara, ma anche con i crolli, le frane e le alluvioni e le ruberie continue, che ci tengono al di sotto del livello di paesi che non sono più bravi di noi, ma solo più onesti e rigorosi.

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 19.08.18 17:41| 
 |
Rispondi al commento

Ricordo ai miei fratelli che un ospite comunque sia va rispettato.

Giovanna Purpura, Domodossola Commentatore certificato 19.08.18 17:40| 
 |
Rispondi al commento

Daniele B., Tarcento 19.08.18 08:45
“Io invece ti pago una pallottola e ti insegno gratis ad usarla.”
Effettivamente ti ringrazio, ma se la pistola è automatica devi caricarla tu, con una sola mano funzionante è dura, o impossibile. Ah, ho già usato sia la Beretta 34 e pure la 92/S... Ti agevolo.
Se vuoi mi puoi portare una pistola a tamburo così finalmente mi arrangio; sai la moglie non vuole comprarmene una.
Grazie.
Paolo TV

Paolo Z., Crocetta Commentatore certificato Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2015 19.08.18 17:36| 
 |
Rispondi al commento

Manuela Bellandi:
su questo blog diamo spazio da sempre alle IDEE che condividiamo, le persone non sono importanti

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 19.08.18 17:28| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Crollo Ponte Morandi

Ritengo che una "assegnazione illegittima" di una concessione (e.g. in quanto in violazione di artt. Codice Appalti o dei Regolamenti UE 18/12/2017 sugli Appalti) - se così fosse, in base a quanto si legge e.g. su articolo del Fatto Quotidiano - dovrebbe costituire e poter esser invocato quale presupposto di base per la revoca della concessione indipendentemente da eventuali gravi inadempimenti del concessionario.

Se poi, come in tal caso, si aggiungono gravi "responsabilità certe" del concessionario (a mio avviso brevemente riassumibili in assenza di corretto preventivo monitoraggio e/o di conseguenti interventi di corretta manutenzione ordinaria e/o straordinaria e quindi di non corretta custodia delle infrastrutture in concessione) questo dovrebbe sicuramente poter costituire giusta causa per la risoluzione anticipata del contratto, salvo il RISARCIMENTO del maggior danno a mio avviso da articolarsi su diversi filoni:
- a sopravvissuti e eredi delle vittime
- alla città di Genova (edifici danneggiati o da demolire, con costi di demolizione a carico di Autostrade/Atlantia, profitti persi dal porto di Genova in conseguenza del minor traffico dovuto al crollo)
- ai contribuenti italiani quanto meno per a) ricostruzione ponte a spese di Autostrade/Atlantia b) spese sanitarie per ricovero e cura sopravvissuti c) tutti i costi sostenuti da Ministero Interni (per interventi VV.FF e P.S. in operazioni ricerca e salvataggio superstiti, recupero vittime e evacuazione famiglie da abitazioni a rischio)

Massimiliano P., Roma Commentatore certificato 19.08.18 17:28| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

se certa politica ha dato queste concessioni vorrà dire che questa ci ha lucrato sopra. Basta indagare sui politici coinvolti in queste concessioni se sono azionisti diretti o tramite terzi o soci di questi concessionari. Se hanno famigliari o loro stessi alle dipendenze dei concessionari. Se si appurasse ciò ecco spiegato il motivo.

davide m., adrano Commentatore certificato 19.08.18 17:24| 
 |
Rispondi al commento

Bella intervista, complimenti al Blog delle Stelle e Mario Giordano.

patrizia v., cagliari Commentatore certificato 19.08.18 17:24| 
 |
Rispondi al commento

Giordano dice bene, e non si può che condividere; da parte sua, desidererei, se mai dovesse capitare, altrettanta severità di giudizio sulle concessioni televisive....

harry haller Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day 19.08.18 17:05| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Renzi ai funerali di Tina Anselmi
Sbaglio o si è battuta contro la massoneria mentre il babbo di Renzi ne è grande amico e vi ricorre quando deve essere salvato?

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 19.08.18 17:04| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Poche parole per quanto riguarda la concessione delle autostrade ai privati.
Sono cose in parte già dette,ma "ripetita iuvant ".
Lo Stato si lamenta del forte debito pubblico,proclama continuamente che intende ridurlo,è in continua ricerca di soldi,allarga le braccia ogni qual volta si deve affrontare una spesa in quanto la cassa è vuota,innalza le tasse all'inverosimile strozzando tra l'altro l'economia e poi che fa?
REGALA I SOLDI AI PRIVATI,agli amici degli amici,si priva della gallina dalle uova d'oro,di una fonte sicura di guadagno per darla in concessione ai Benetton etc.
Da un gettito sicuro e senza rischi di guadagno a dei parassiti che si arricchiscono sulla spalle e sulla pelle degli Italiani.
Il contratto di privatizzazione ha addirittura delle parti che hanno pensato bene di segretare,ovvero c'è il segreto di stato. Come mai? Semplice ed ovvio per nascondere la corruzione e gli sporchi affari.
Il crollo del ponte di Genova ed i suoi morti non siano invano !
Si proceda all'immediata NAZIONALIZZAZIONE delle infrastrutture in tutta Italia.
I difensori degli speculatori e di chi ha causato tante vittime si appellano ora ai mercati,alle quotazioni di borsa,ai poveri investitori che se si procedesse alla cancellazione delle concessione ne risentirebbero pesantemente dal punto di vista economico.
In atto chi ne sta risentendo pesantemente sono lo Stato ed i cittadini tutti.
E' giunto il momento che i soldi passino di mano : dai privati allo stato e ritornino ai cittadini.
I ricchi investitori in azioni ed obbligazioni sapevano i rischi che potevano correre.
Il nuovo governo ha compreso tutto questo e sta andando per la giusta strada,ma attento ai compromessi ed ai cedimenti perché questo è il suo più importante banco di prova e se il governo dovesse cambiare rotta perderebbe tutta la sua forza e crollerebbe inesorabilmente come il ponte di Genova.

Amedeo De Francisci, Messina Commentatore certificato 19.08.18 16:55| 
 |
Rispondi al commento

Bene

Giovanni, Russo, SA Commentatore certificato 19.08.18 16:51| 
 |
Rispondi al commento

tutti questi citati spesso giornalioti

che ancora OGGI scrivono fiamme
contro il movimento 5 stelle
E scrivono su giornaletti indegni di essere finanziati DA NOI - e TG spazzatura.
che sostengono la politicaglia con competenza per carità

Ecco questi qui DOMANI cambieranno-idea -casacca - qualsivoglia definizione anche loro ne hanno diritto
anche loro come ERA - Mario Giordano
saranno osannati su questo stesso BLOG

Mauro Magni 19.08.18 16:50| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

un'altra azienda praticamente regalata ai privati e che deve tornare tutta dello stato e' l'eni.
fu voluta da mattei (che ci perse anche la vita per questo) per togliere l'italia dal giogo delle multinazionali dell'energia, le famose sette sorelle, ed e' diventata lei stessa una multinazionale con tutte le storture del caso, ci ritroviamo sul groppone un'altra sorellina da ingrassare pur essendo stata pagata con le nostre tasse.

che torni italiana e serva per ridurre il costo al cittadino delì'energia e passare quando si puo' alle energie alternative .

carlo 19.08.18 16:50| 
 |
Rispondi al commento

in questi giorni giornali , Tv e rete ( you tube ) sono pieni di interviste a salvini . Non posso non notare e chiederemi perchè se a prendere i soldi dai benetton fossero stati i 5S , la prima domanda degli zerbini di rezusconi dei giornali e delle Tv ai 5S sarebbe stata al 1000x100 sui soldi di benetton con annesse insinuazioni di corruzione di ogni tipo fino al vilipendio , mentre nessuno chiede a salvini dei soldi dei benetton presi quando sponsorizzarono la campagna di Zaia nel 2010 e dei 150 mila euro presi da benetton Per le Politiche del 2006 . Chiedetevelo anche voi perchè sono così benevoli con salvini ed invece così aggressivi con i 5S al punto da inventarsi balle ed insinuazioni pur di infangarli . Con salvini non devono inventarsi niente , hanno la merda la lanciare pronta su un piatto d'argento ma non lo fanno : PERCHE' !!

ciro r., napoli Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day Commentatore in marcia al V3day 19.08.18 16:49| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Questo video, fatto il 31 luglio 2018, mostra una lunga fessura sul piano stradale del ponte Morandi a Genova e dimostra la "cura" che aveva di questo ponte crollato, Autostrade per l'Italia.

Come le immagini rallentano. guardare in basso a destra del piano stradale tra la macchina scura e il camion che la precede.

https://www.youtube.com/watch?v=j_c6vuOtvTw

Roberto P., Roma Commentatore certificato 19.08.18 16:45| 
 |
Rispondi al commento

Da libero
Non sappiamo se Atlantia abbia un cuore, ma se ce l'ha è certamente quello del coniglio". È una Lucia Annunziata durissima, quella che nel suo editoriale sull'Huffington Post punta il dito contro il gruppo che fa capo alla famiglia Benetton. Il suo giudizio non è tanto sulle responsabilità di Autostrade per l'Italia, quanto sulla gestione mediatica del disastro del ponte Morandi a Genova.
Dopo il crollo di martedì, per due giorni seguono comunicati freddi, burocratici, al limite del cinismo e oltre, "senza un parola sulle vittime" per molte, troppe ore. "La società dei Benetton non ha mai smesso di fuggire da ogni umana emozione, ma anche da ogni assunzione di responsabilità morale", accusa la Annunziata. Non ci hanno mai messo la faccia, scrive il direttore di HuffPost, rispondono piccati a chi chiede se ci fossero dei sospetti sul cattivo stato di stabilità del ponte (con il tragico passaggio sul "crollo inaspettato"). Poi, finalmente, poche e sbrigative parole per chi ha perso la vita cadendo da un viadotto di cui proprio i Benetton, da qualunque parte la si guardi, dovevano garantire la sicurezza. Non solo, c'è anche la vergogna del pedaggio di quel tratto che nelle prime ore è stato fatto pagare anche alle ambulanze che stavano arrivando sul luogo della sciagura. "Sì, certo, lo Stato di diritto sarà sicuramente ferito dalla forzatura legale di avviare la procedura di rescissione della concessione - concede la Annunziata -. Ma, francamente, in questo caso è difficile difendere i diritti di una azienda che non ha a cuore i diritti di tutti". E la vicenda diventa lo specchio di un Paese in cui "la cautela legale travasa in pura indifferenza umana" e "la logica astratta del denaro" prevale "sul servizio".

https://www.huffingtonpost.it/lucia-annunziata/conigli_a_23503544/

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 19.08.18 16:41| 
 |
Rispondi al commento

Orfini dice che il Pd ha fatto errori,
forse non ha ben capito che per gli italiani il pd non ha fatto errori, semplicemente hanno fatto solo i loro affari calpestando il popolo e l'Italia.
Chiudete i portoni del partito e tornatevene nel mondo reale che é fatto di miseria e tragedie non di ostriche e aragoste, ormai siete troppo compromessi per rimettervi in gioco....

Giorgio 19.08.18 16:38| 
 |
Rispondi al commento

Laura.
Sbaglio o i Benetton sono quelli che facevano cucire i loro prodotti in Bangladesh a bambini per 10 dollari al mese?
A Dacca un palazzo di otto piani è crollato e sono morti almeno 381 operai. Lavoravano in assenza delle più elementari condizioni di sicurezza e producevano capi per conto di multinazionali tra cui anche l'azienda di Treviso e di altre aziende.
Bassi costi di produzione e pochi obblighi da rispettare: comprare in Bangladesh conviene. In un paese in cui l’industria tessile impiega circa 3 milioni di persone, in prevalenza donne, e crea ricchezza quasi esclusivamente per le multinazionali che comprano a prezzi stracciati i suoi prodotti, lo stipendio medio di un operaio si aggira sui 410 dollari l’anno. Ma le fabbriche della morte non si fermano mai. Secondo una stima dell’International Labor Rights Forum, oltre mille operai tessili hanno perso la vita in Bangladesh dal 2005 in incidenti causati dalle scarse condizioni di sicurezza dei laboratori. L’ultimo episodio a novembre, quando 112 persone morirono nel rogo della Tazreen Fashion Limited, a Dacca. Anche quella fabbrica riforniva aziende italiane.

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 19.08.18 16:37| 
 |
Rispondi al commento

Oooooh ! Guarda !

...è ritornato Paolo Crocetta TV, Veneto, Nord.

Credevo fosse rimasto sotto shock dopo i fatti di Genova causati dai signorotti di TV (Veneto, nord)

Mi dispiace molto, ma è' inutile che ci giri intorno, peggio di un giornalista d'italico regime (...sarebbe stata un'ottima carriera per te), prima o poi (forse dopo decenni di psicoterapie) dovrai accettare che i fatti dimostrano senza ombra di dubbio
le totali e gravi e determinanti, assolute responsabilità dei signorotti di Treviso, Veneto, Nord, Appropriatari delle italiche autovie.

I COMPLESSI DI INFERIORITA', personali, collettivi, pure i regionali, fanno fare pessime figure...
ricordo ancora quando ero ragazzino, la morte di un mio "idolo dello sport"...
L'UNICO... l'UNICO... ripeto... L'UNICO a rilasciare ai mass-media dichiarazioni totalmente insensibili, infastidite, irrispettose e, persino di fronte al mistero della morte... pienamente ARROGANTI
fu un certo signor Benetton, TV, Veneto, nord (tipicamente,.. buon sangue non mente)

P.S. non sto facendo del razzismo regionale, sia chiaro!! ...dato che io stesso sono stra-veneto dalle antiche origini all'attuale residenza trevigiana.
Solo è, che conosco fin troppo bene l'arrogante e FANATICO ambiente psicosociologico circostante basato su fondamentanti sottostrati di PAURA!!!
...risalente a due guerre e molto altro, impastato di irrisolutivi pseudo-valori vari.


Hei, crocetta ! Guarda che quel tizio (passato di moda) che voleva DIMOSTRARE al mondo la superiorità di una razza su tutte le altre non ci è riuscito molto bene.
Eppure stava molto più a nord di Treviso... molto, molto, ma molto più a nord !
Che tristezza... come scendono in basso.

trevisanDEpuraRADIS 19.08.18 16:31| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

mauro magni, con il sottocommento che hai fatto a un mio commento, sono perfettamente d'accordo con te.

purtroppo questo qui pro quo sta andando ancora avanti e la "colpa" se la continua a prendere chi non c'entra una benemerita fava.

ed e' un quiproquo importantissimo, basilare, prioritario.

carlo 19.08.18 16:30| 
 |
Rispondi al commento

Ho un sogno poter dire un giorno finalmente con convinzione come ho imparato a scuola: "Lo Stato siamo noi".
Se siamo noi, quale sarebbe la nostra convenienza a dare le autostrade in concessione ai privati?
Non sarebbe molto più utile che lo Stato riprendesse in mano tutte gli assets strategici per la Nazione e contemporaneamente fare una seria e durissima lotta alla corruzione? Le due cose andrebbero di pari passo, fiducia a nuovi manager pubblici e costruzioni di nuove carceri per chi.....sbaglia!

stefanodd 19.08.18 16:30| 
 |
Rispondi al commento

Il problema oggi non è Mario Giordano se fino a ieri è stato o meno al soldo di Berlusconi, non è questo che ci interessa. Il cuore del problema è evitare che certe cose sbagliate e fatte per interessi privati di pochi in danno della collettività ( le privatizzazioni degli anni 90) accadano di nuovo. Purtroppo si è permesso a pochi noti, nel silenzio complice di tutti, stampa e governo dell’epoca di spolpare l’Italia, vedi i vari capitani coraggiosi che si sono accaparrati Telecom Alitalia Autostrade Autogrill GS Supermercati Wind. Così come il settore televisivo con la famosa legge Mammì è stato spartito fra la Rai e Berlusconi senza permettere ad alcun operatore terzo di poter entrare mai più sul mercato radiotelevisivo. Oggi è ora di voltare pagina, resettare ciò che è stato fatto in maniera indegna e restituire alla collettività i beni primari revocando tutte le concessioni che pagano, tra l’altro, anche canoni irrisori arricchendo e favorendo i soliti noti. Poiché il Movimento, a differenza della Lega che con Bossi è stata sempre al governo non ha scheletri nell’armadio, su questo argomento non deve arretrare di 1 mm. Solo così potremmo uscirne fuori, la cosa pubblica deve tornare in mano pubblica gestita con criteri e logiche manageriali ma senza la massimizzaziome del profitto come il più cinico e bieco capitalismo a scapito del lavoro e della sicurezza. Manager capaci ben pagati e che devono riferire all’azionista Stato che li deve scegliere senza logiche clientelari da manuale Cencelli E alternare ogni tre anni. Se veramente questo è il governo del cambiamento questa è la strada maestra, nessun compromesso, nessuna logica spartitoria senza scorciatoie o vie di mezzo. Solo così Italia si potrà risanare e attrarre investimenti anche dall’estero, dando certezza nelle regole e onestà nei comportamenti. Ora o mai più, altrimenti il paese sarà costretto a cadere sempre più in un lento e inesorabile declino, negando il futuro ai Nostri incolpevoli figli

Fabio S. 19.08.18 16:21| 
 |
Rispondi al commento

Questo blog serve per diffondere una informazione giusta e veritiera, quella che i nostri pessimi media, venduti al capitale e al comando straniero, ormai non fanno più da tempo, riempiti come sono di una propaganda unilaterale, prezzolata e servile, che deforma i fatti o li nasconde, come fanno ad es. in questi giorni col silenzio doloso sull'ascesa delinquenziale della famiglia Benetton, che senza spendere un euro e solo grazie ad amicizie influenti si è fatta un capitale miliardario, con patti occulti coi politici di rilievo, Benetton che i media si guardano bene dal nominare.
Gli amici del blog, della democrazia e della verità sono i cittadini che si interessano, si informano, mostrano gli scheletri nell'armadio, spezzano i legami nascosti, portano alla luce lo sporco nascosto sotto il tappeto, fanno 'un'altra informazione'.
E'chiaro che sapere o non sapere come stanno i fatti cambia la valutazione della gente, suscita la reazione popolare, cambia il voto elettorale, mette a rischio poteri consolidati che si basano proprio sulla disinformazione, la calunnia, la stampa concepita come propaganda, la tv allestita come soporifero.
Per questo, chiunque aiuti la grande causa della libertà, della democrazia della conoscenza diffondendo notizie o offrendo l'aiuto della sua riflessione, aiuta l'Italia a migliorare, a crearsi futuro, a resuscitare dallo stato vergognoso in cui l'hanno buttata.
Ma chi attacca chi fa, pensa, scrive, chi partecipa a un'opera comune di amore per il nostro Paese, quello è solo pieno di acidità, di odio, di impotenza malvagia, e vuole solo che questa Italia dei corrotti continui a peggiorare.

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 19.08.18 16:19| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Sia chiaro ...che noi siamo x il ritorno della gestione pubblica / Stato di Autostrade e di altre strutture servizi proficui.
il giornalista citato...e' altro da noi...xche'il mi pare sia sempre nell' ottica della concessione a privati....anche se con maggiori tutele....ma comunque in un' ottica ....non voglio pensar male ...da nuovo balletto sulle concessioni. la verita' chiunque la denunci...e sempre ben accetto ...ma 1 cosa le alleanze ...tattiche ...1 altra quelle ...strategiche !!!

Antonio Rizzi 19.08.18 16:18| 
 |
Rispondi al commento

Personalmente penso che ha contribuito al decadimento del nostro Paese debba pagare. Pare in prima persona! Chi lavora sbaglia e paga. Chi amministra la fiducia che gli viene, temporaneamente, concessa dal popolo debba pagare due volte. Se il ponte è crollato e le vittime ci sono state qualcuno ha sbagliato. Ora nella speranza riposta nel cambiamento voglio vedere un nuovo percorso. Una nuova politica. Un nuovo messaggio. Solo cosi avrò la certezza e riporrò lamia speranza in un cambiamento verso la verità!

Umberto Sivieri (santommaso), Castrovillari Commentatore certificato 19.08.18 16:11| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Gli avvenimenti di questi ultimi giorni mi hanno fatto turbinare in testa varie idee che vorrei esporre alle critiche o al consenso di chi legge.
Premessi i fatti e le situazioni seguenti:
- Che l’ILVA aleggia come un’ atmosfera grigia in ogni proposta/tentativo/ipotesi di progetti industriali finora irrisolti;
- Che la situazione dei trasporti su scala nazionale è spesso drammatica;
- Che – a latere- il binomio sui trasporti : ferro o gomma non è per niente risolto;
- Che ha fatto irruzione tra tutti questi fenomeni la catastrofe del viadotto Morandi,
- Che ha messo in luce l’obsolescenza di migliaia di manufatti in C.A. ovviamente da sostituire;
la mia iDEA sarebbe: Impostare una specie di
PIANO NAZIONALE (quinquennale ?) DI RINNOVAMENTO che
salva e restaura l’ILVA – nazionalizzata - nella sua interezza tecnica e di personale allo scopo di
a) Fornire l’acciaio per ricostruire, il Morandi, la Gronda ecc. nonché sostituire, restaurare tutti i manufatti su SCALA NAZIONALE di competenza dello Stato ed inoltre
b) Tutto l’acciaio occorrente per rivedere restaurare sostiture il materiale delle FF.SS. (rotaie e carrozze). E’ appena da citare che via mare l’acciaio semilavorato da Taranto a Genova arriverebbe abbastanza facilmente ed economicamente.
L’Europa strillerà “Dàgli all’aiuto di stato! Dàgli al monopolio dell’ILVA!
Gli si risponde che l’Italia non può vendersi ai mercati che l’hanno condotta sul lastrico:
MENO CHE MAI OGGI 2018 CON CATASTROFI ECONOMICHE COME IL PONTE MORANDI CHE BLOCCA mezza ITALIA PRODUTTIVA.

Ovviamente questi sono spunti da ampliare con le ragioni che per far fronte al nostro fabbisogno di danaro pubblico
non possiamo più mandare truppe all’estero: comprare tutti quegli F35; tenerci la flotta attuale di Auto blu: ecc.
Con sommo dispiacere dobbiamo per ora rimandare la TAV Torino-Lione e tangenziali varie.


Giuseppe Flavio, vicenza Commentatore certificato 19.08.18 16:08| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

.2
Non serve rimettere in piedi I.r.i. e neppure ANAS che è ormai nell'orbita di Ferrovie Italiane. C'è già un'azienda di mille dipendenti 100% del MEF che opera sulle autostrade, una scatola vuota che si può riempire come Mattei riempì Agip. Questa società si chiama RAM, Reti Autostradali Mediterranee e si occupa di collegare le città di porto nel mediterraneo nell'ambito del finanziamento europeo TEN. Genova è una città di Porto. Perfetto. Si usi questa per ricostruire Ponte Morandi, magari affittando un ramo d'azienda da ANAS che ha il know how. Il ponte sarà il trampolino di lancio come lo fu Agip per Eni, per ri-nazionalizzare le Autostrade. Il Ponte non deve essere ricostruito in "otto mesi", un anno, o due anni, come diranno i dirigenti dei ministeri che per deformazione professionale hanno il burocratese nel sangue. Non facciamoci mai dire da un funzionario che una cosa non si può fare a tempi record. Lo Stato, nei momenti importanti, DEVE abbattere, la barriera del tempo. Se i cinesi ricostruiscono i ponti in 24 ore, noi possiamo farlo in 4 mesi. La Burocrazia si supera, con leggi speciali come quella dei terremoti.

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 19.08.18 16:05| 
 |
Rispondi al commento

.1
STEFANO RAGUSA.
Ci sono tutti gli strumenti per il ritorno di Autostrade allo Stato, senza rimettere in piedi il pachiderma IRI. Ci sono due IRI nella storia della Repubblica Italiana. L'IRI degli anni Cinquanta, che ha costruito l'Autostrada del Sole. E l'IRI di Prodi anni 90 che se l'è magnata. Quando rimproverano questo governo di dirigismo, rido... perché i "dirigisti" portarono il boom economico negli anni 60, mentre i competenti privatizzatori della seconda Repubblica, hanno portato solo stagnazione e distruzione di milioni posti di lavoro e potere d'acquisto.
La costruzione di Autostrade del Sole, la Milano/Napoli, dorsale del paese, che oggi abbiamo regalato non si capisce il motivo, ai Benetton, fu un autentico capolavoro di ingegneria finanziaria, al pari del Piano INA-Case di Fanfani. A costo quasi zero per lo Stato.
Negli anni Cinquanta, l'IRI fonda Autostrade S.p.a. controllata interamente dallo Stato. Autostrade S.p.a. nel 1956 apre centinaia di cantieri lungo la direttrice, finanziandosi privatamente da banche. Senza gravare sul bilancio dello Stato pur essendo una sua proprietà
Le banche ricevono in garanzia il pedaggio. Il pedaggio non era il profitto di qualche nababbo residente in una lussuosa villa lussemburghese, ma l'ammortamento di un costo già sostenuto per la costruzione dell'autostrada! In appena 8 anni... questo "inefficiente e dirigista" Stato costruì la dorsale stradale nord sud Italiana. La più imponente opera infrastrutturale che abbia mai avuto.
Noi dobbiamo ritornare a fare quello che i nostri padri e nonni, hanno fatto bene e questa è una cosa fatta bene soprattutto a livello organizzativo e finanziario.

segue

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 19.08.18 16:04| 
 |
Rispondi al commento

Devo fare la revisione all'auto ogni 2 anni. Ed è una emerita cazzata al cubo; infatti lo stato ha appaltato il tutto ai privati perchè le motorizzazioni non sono efficienti ( strano... nel nostro paese siamo efficienti :-) ). E si sa cosa vuol dire; che le carcasse circolanti che ci sono in giro chissà dove fan la revisione...

La qualità dei collaudi è una scelta, e i collaudi, i test costano. Se si decide di risparmiare dopo c'è un prezzo; purtroppo, dalle abitazioni ai ponti, I COLLAUDI quasi NON CI SONO.
Questo anche nelle ditte che risparmiano sulla qualità.
Chi è s'è fatto l'abitazione, sa che il comune NON ha verificato gli impianti elettrici, idraulici, NON ha testato il cemento, verificato le fognature, ecc.
Paolo TV

Paolo Z., Crocetta Commentatore certificato Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2015 19.08.18 16:03| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

MARIO GIORDANO potrebbe anche apoartenere a casa paund( ..scusate..ho un conato di vomito) che a noi non deve interessare.
CIO' CHE DICE E' SACROSANTO.
Il perche' lo dica...SONO CAZZI SUOI..a me non interessa...NON SIAMO STOLTI..LO SAPPIAMO!

Luca Fini, Brescia Commentatore certificato 19.08.18 16:03| 
 |
Rispondi al commento

NON È DIFFICILE PENSARE CHE, SE CI FOSSERO ANCORA I signori DEI GOVERNI PRECEDENTI, OGGI DAI GIORNALI E TV VEREMMO INFORMARI DI COME UN "FULMINE" AVESSE CREATO LA TRAGEDIA... E IN POCHI GG INSABIATO TUTTO!!!!

Valerio 19.08.18 16:02| 
 |
Rispondi al commento

Gent.le!? sig. Mauro Magni la smetta sta cadendo nel ridicolo e nel patetico!!
P.S. abbia cura del suo fegato mi raccomando!!

Luca Andrisani, Genova Commentatore certificato 19.08.18 15:58| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Nei vari e recidivi commenti del sig.!? Mauro Magni vedo solo rancore e/o odio.....!riservando il diritto di cambiare idea (o interessi!) solo agli ex comunisti (es. "il compagno" P.Greganti di tangentopoli!!) Infiltrato?

Luca Andrisani, Genova Commentatore certificato 19.08.18 15:54| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

MARIO GIORDANO è solo uno dei tanti piccoli leccafoni berlusconani
Quasi Tutti hanno votato Berlusconi e renzi e bossi e d'alema eccetera
e sicuramente hanno cambiato idea

Ma GLI sporchi opportunisti invece - MAI -
sono sempre della loro idea L'OPPORTUNISMO.

Mauro Magni 19.08.18 15:50| 
 |
Rispondi al commento

Analizzando il video del crollo del Ponte Morandi da questo link:

https://video.panorama.it/news-video/genova-crollo-ponte-morandi-autostrada-video/

si può notare la sequenza del crollo.

Se si ferma subito il filmato, mettendo schermo intero e si fanno avanzare lentamente le immagini utilizzando il mouse sulla riga in basso, al 4° secondo la prima immagine mostra questa situazione, dalla prospettiva della ripresa:

alla sinistra del pilone non si vede più il piano stradale ne i suoi stralli, invece sul lato destro del pilone si noterà la parte esterna del piano stradale di destra , che sta precipitando come si evidenzia se si procede lentamente con il mouse al 5° secondo.

Dal 5° secondo si nota chiaramente l'inizio del crollo del pilone sul lato destro e si vede anche penzolare uno strallo che teneva il piano di destra.

Analizzando questa immagine satellitare con questo link:

https://www.google.it/maps/@44.4240667,8.8933704,220a,35y,180h/data=!3m1!1e3

si notano i lavori di rinforzo fatti sugli stralli del primo pilone, lato Sampierdarena e, soprattutto, i lavori fatti " in cima al pilone" per rinforzare l'unione tra gli stralli di destra e sinistra del pilone. Invece se ci si sposta sul pilone crollato si noterà l'enorme differenza del sistema di collegamento
tra gli stralli.

Autostrade per l'Italia dovrebbe dirci perchè
quei lavori di rinforzo degli stralli, non sono stati fatti anche sul pilone crollato, considerato che i carichi che passavano sui piani stradali rinforzati, erano " gli stessi"?

Roberto P., Roma Commentatore certificato 19.08.18 15:28| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

prodi le sue minchiate le ha fatte, ok, ad esempio regalare l'alfa romeo agli agnelli, o privatizzare che per quanto riguarda certi asset (soprattutto se rendono) non va mai bene.
pero' prima di dare tutte le colpe a lui penso sia bene studiare i primi contratti di privatizzazione cosa prevedevano quali vincoli imponevano ai futuri gestori.

sono contratti che molto probabilmente col tempo hanno subito dei "ritocchi" ad opera di altri governi, tutti a favore del privato.

ad esempio, con l'arrivo dell'euro prodi aveva istituito un ufficio di controllo dei prezzi, per evitare speculazioni che sarebbero potute succedere approfittando, chi poteva, della confusione dovuta al cambio di moneta, soprattutto trattandosi di un passaggio da una moneta forte (con alto valore nominale) a una moneta cosiddetta debole (di basso valore nominale).
cioe' l'italiano era abituato ad avere mille (lire) e dopo con mezzo (euro) aveva praticamente luguale valore. lo stesso disorientamento di un italiano che andava in usa e usava i dollari. questo poteva provocare confusione e probabilmente "qualcuno" avrebbe potuto marciarci.

il governo dopo, quello che ha gestito di fatto il cambio della moneta, ha tolto l'ufficio di controllo e non solo "qualcuno", ma tutti quelli che potevano hanno approfittato della confusione creatasi nella gente.

cioe' quello che voglio dire e' di non dare giudizi troppo semplicistici.

ammesso che privatizzare non va bene, come sono state gestite le privatizzazioni in seguito?

peche' puo' essere che chi ha fatto le vere magagne ne esca splendido e riverginizzato e casomai chi cercava di fare le cose il meglio possibile si prende tutte le colpe.

carlo 19.08.18 15:22| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

MI RIFACCIO AL COMMENTO DI ALBERTO BARATTINI( che troverete qui sotto) a riguardo di una certa sensazione di " inascolto" dei commenti.

Me lo sono chiesto anche io e credo che il tuo commento meriti risposte.
Un senso comunque ce l'ha...quello di aprire discussioni plurali che allargano le vedute e ci accrescono.
Vero pero' che qualche segnale dall' " alto" sarebbe gradito.

IL MOVIMENTO..I PARLAMENTARI..APRONO DISCUSSIONI ALL'ESTERNO?

C'E' UN DELEGATO DEL GOVERNO E DEL MOVIMENTO,CHE PER CONTO DEGLI STESSI,CI FORNISCE RISPOSTE ALLE NOSTRE RIPOSTE O DUBBI?

In 8 ore al giorno rispondi a tutti e ti leggi anche Repubblica,anzi,ti ci pulisci il....
Un abbraccio

Luca Fini, Brescia Commentatore certificato 19.08.18 15:19| 
 |
Rispondi al commento

Quello che è ancor più grave è che per la privatizzazione di Autostrade i Benetton non hanno investito neppure un Euro perché l'operazione è stata fatta tutta a debito. Cioè le Banche hanno finanziato , a tassi bassissimi, l'acquisizione e il debito è stato poi caricato direttamente in capo ad Autostrade. Quindi i Benetton senza investire capitali hanno beneficiato della redditività rappresentata dal basso tasso di interesse pagato e l'elevata rendita concessa dalla Conevenzione. E per di più disattendendo all'obbligo degli investimenti ordinari e straordinari. La stessa storia è avvenuta per Telecom con Proverà e Colaninno, ecc., eccc. Questi sono i ns. Imprenditori, con le connivenze politiche. W. Il Governo del cambiamento. G. Mazz.

gianpiero m., Bergamo Commentatore certificato Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza 19.08.18 15:16| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

VIA IL FINANZIAMENTO PRIVATO AI PARTITI.
E' URGENTISSSIIIIMMOOOO!

PENE SEVERISSIME A CHI PASSA SOLDI SOTTOBANCO!

CONTROLLI MANIACALI A FONDAZIONI E FONDI.

Queste 3 misure SPACCANO UN SISTEMA CONSOLIDATO DA SEMPRE.

GUARDATE COSA DICE CRAXI DA DI PIETRO( 1992)

https://youtu.be/9pcwbm2gL6k

BASTA FARE FINTA CHE NON SIA UNA PRIORITA'.

E' LA PRIORITA' DELLE PRIORITA,TANTO QUANTO L'EMERGENZA AMBIENTE.
Certe lobby,fondi,privati,inquinano ,puzzano,e disruggono il nostro ambiente,quel territorio che si chiama GIUSTIZIA,DIRITTO,PARI OPPORTUNITA'E DIGNITA.

IMPUGNATE SUBITO QUESTI PROVVEDIMENTI,se no,il caso del ponte,si ripetera' ,e anche VOI/NOI ISCRITTI,NE SAREMO RESPONSABILI..E IO NON CI STO!


Luca Fini, Brescia Commentatore certificato 19.08.18 15:07| 
 |
Rispondi al commento

Mario Giordano
perché non scrivi un LIBRICINO

anche sulla società STRETTO DI MESSINA
ti ricordi di quel PONTE fantasma che il tuo mentore

BERLUSCONI ci ha riempito x anni
Stiamo ancora pagando
mi raccomando....carta crespata doppio velo
Te la do io l'America

Mauro Magni 19.08.18 15:04| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

A.Barattini, nel suo commento, ha sollevato un'importante quesito per chi dirige questo sito :
Perche' nessuno dei parlamentari del movimento sente il bisogno di dialogare e dare risposte a chi lascia un commento e che meriterebbe una risposta ?
Esempio: Si dovrebbe sapere come vengono gestite le tasse automobilistiche, e in che misura, per la manutenzione di tutte le strade , che siano comunali/provinciali/statali, visto il degrado generalizzato.


Le concessioni al NANAZZO quando c4zzo le REVOCATE? Uno che ha fatto danni al paese nemmeno quantificabili e che ne fa ogni santo giorno. Ma non fa vero??

stunf 19.08.18 14:37| 
 |
Rispondi al commento

Ho sentito di video rimossi che l'unico video è quello altri non ci sono se il monitoraggio della staticità di quel ponte è direttamente proporzionale al monitoraggio dei video sorveglianza le cause della tragedia sono lampanti.
Il segreto di stato. Altra anomalia.

Psichiatria. 1 19.08.18 14:35| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

In questo blog purtroppo noto che scrivono parecchie persone che esprimono legittime rimostranze-opinioni che però restano una sorta di dialogo tra sordi.
La chat del blog è totalmente statica non ha alcun dinamismo, la gente scrive per il piacere di ri-leggersi o come nella stragrande maggioranza dei social per cercare una sorta di consenso pubblico.

Il Movimento ha più di 300 parlamentari (che di sicuro non si ammazzano di lavoro) qualcuno provi a spiegarmi per quale ragione questo blog non funziona con una vera interazione tra i cittadini ed alcuni di essi.
Per quale motivo i post pubblicati su questo blog non ottengono risposte.
Il vero senso di un blog come questo dovrebbe essere quello di una discussione continua (gli articoli sono chiari, ben fatti ed esaustivi, ma i commenti finiscono tutti in un binario morto) tra i rappresentanti del Movimento e di cittadini che lo sostengono.
Diversamente chiamatela Bolla Papale.
Uno scrive e tutti gli altri cantano e se suonano alla luna.

Alberto BARATTINI, Il Cairo Commentatore certificato Commentatore che ha donato a Rousseau 19.08.18 14:17| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Nel tempo in cui i governi godevano della sovranità assoluta si decideva di costruire il ponte della vergogna, i genovesi tutti entusiasti per l’opera eccetto coloro che subivano un danno incommensurabile, gli abitanti della zona oggetto dell’intervento.I genovesi si dovrebbero vergognare per non aver voluto ascoltare il grido il dolore e le proteste degli abitanti di sotto il ponte. Idem per i governi fino al 14/08/2018, solo dopo questa data si aperta la corsa alle tutele. A tutti gli attori consiglio il silenzio ,basta con le prese per il culo . il ponte andava chiuso da quel di’ ma opportunità politiche ed economiche il ponte e’ rimasto attivo. Ma lui produce ancora :consenso politico e affari per la ricostruzione ,in fondo i morti dopo poco tempo si dimentico o meglio con un funerale di stato ti lavi la coscienza .5 minuti di vergogna per tutti noi non costano nulla.

vergogna per tutti 19.08.18 14:12| 
 |
Rispondi al commento

Cosa si può dire quando vieni a sapere che lo Stato ( noi ) riceve il 2,4 per cento da una sua proprietà pagata con il denaro pubblico . A fronte dei guadagni colossali dei gestori lo Stato si accontenta delle briciole , perchè ? ! Chi ha concluso il contratto deve risponderne in tribunale ! Il popolo si aspetta questo , non farlo o farlo con i tempi classici ci penalizzerebbe a favore di chi ha dimostrato molta più sveltezza di noi .

vincenzo di giorgio 19.08.18 14:04| 
 |
Rispondi al commento

Molto bene, l'intervista fa chiarezza su molti punti. Qualcuno accusa il Movimento perché non attacca anche la Lega per le sue responsabilità quando era al governo. Abatement data una risposta che non risparmia critiche a nessuno ma che non confonda governi precedenti a programma omogenei con quello attuale. Si impone anche un'auto critica della Lega di Salvini.

Alessio Coppola 19.08.18 14:00| 
 |
Rispondi al commento

i Benetton, evidentemente mai sazi, vogliono guadagnare anche nel post-tragedia: VOGLIONO L'APPALTO PER LA RICOSTRUZIONE !!!!
Si limitassero a tirare fuori i soldi, tanti ma tanti soldi, e a rifare il ponte provvederà una Ditta seria che vincerà un bando pubblico serio e trasparente
VERGOGNA VERGOGNA VERGOGNA BENETTON !!!!

maria t., roma Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2016 19.08.18 13:54| 
 |
Rispondi al commento

e così Giordano Mario dopo essere NATO e cresciuto col berlusconismo, "avrebbe" cambiato IDEA?
Giusto tutti hanno diritto
Anche Matteo Messina Denaro....se esiste veramente

Mauro Magni 19.08.18 13:51| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Il giornalista Mauro Giordano dopo un lungo periodo passato alla corte di Berlusconi ormai da tempo ha assunto delle posizioni molto vicine al comune sentire e quindi in linea con l'idea di molti cittadini che votano Movimento 5 Stelle.
Questo articolo mi pare ben fatto e rende piuttosto bene l'idea dello scempio morale creato dal connubio tra la politica e le varie Holding (con sedi all'estero)
Ancora una volta ieri ammesso che ci fosse bisogno di ulteriori conferme, Autostrade spa ha messo in onda uno spettacolo riprovevole, Manager spocchiosi, ancora arroccati nel difendere l'indifendibile.
Nessun tentennamento e nessun indugio il 14 agosto rappresenti per il paese il giorno del cambiamento.

Alberto BARATTINI, Il Cairo Commentatore certificato Commentatore che ha donato a Rousseau 19.08.18 13:49| 
 |
Rispondi al commento

ot

""All’ex bancario Perino (forse, dopo anni in cui si è annoiato allo sportello, si sente vivo ora, da pensionato disobbediente) non va bene nemmeno una classe dirigente come l’attuale, che crede poco allo sviluppo, ma che credeva alla «favoletta» del ponte che stava benissimo e giudicava inutili opere come la Gronda di Ponente.""

mi chiedo cosa il m5s ha fatto al grasso del corriere...

deve essere una cosa terribile sicuramente..non si spiega altrimenti :)

https://www.corriere.it/padiglione-italia-grasso/18_agosto_18/pensionato-disobbediente-campione-no-2f6d8c66-a31a-11e8-afa5-13cd0513c17b.shtml

pabblo 19.08.18 13:42| 
 |
Rispondi al commento

Fino ad oggi questo non è servito a un caxxo...

"Duecentosessanta milioni di metri cubi di roccia cascano nel lago dietro alla diga
e sollevano un’onda di cinquanta milioni di metri cubi. […]
Solo la metà scavalca di là della diga, solo venticinque milioni di metri cubi d’acqua…
Ma è più che sufficiente a spazzare via dalla faccia della terra cinque paesi:
Longarone, Pirago, Rivalta, Villanova, Faè. Duemila i morti. M.P."

minimo sindacale 19.08.18 13:30| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

GRANDE !!!

https://www.ilfattoquotidiano.it/2018/08/19/iran-il-religioso-ammonisce-la-donna-sistemati-lhijab-o-verrai-arrestata-la-sua-reazione-e-epica/4568430/

Toto A., Milano Commentatore certificato 19.08.18 13:24| 
 |
Rispondi al commento

per chi gestisce questo BLOG

sarebbe giusto intervistare anche altri....
SGARBI Vittorio
Liguori Paolo

Fede Emilio (presto per ovvie necessità)
eccetera
Anche loro hanno COMPETENZE eccome

Mauro Magni 19.08.18 13:21| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Andare fino in fondo con l'alleato e risanare la politica... denunciare tutti coloro che hanno intrallazzi..solo così l'opinione avrà soddisfazione e darà il suo sostegno.


"Nel 2015, in seguito all’esplosione nel golfo del Messico della piattaforma petrolifera Deepwater Horizon, la British Petroleum fu costretta a pagare 18,7 miliardi di dollari allo Stato federale americano e ai cinque Stati colpiti dall’inquinamento. Dopo aver versato 40 miliardi per la bonifica. La BP risarcì quanto dovuto e nessuno in America, da Obama in giù, osò parlare di giustizia sommaria. Nel mondo civile è così che vanno le cose. Laggiù le scuse non bastano.".

Antonio Padellaro FQ

Toto A., Milano Commentatore certificato 19.08.18 13:15| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

A Beppe con simpatia
Il popolo Italiano ed in particolare i ciitadini di Genova non vuole più essere preso in giro; si dia seguito all'accertamento delle responsabilità nel piu breve tempo possibile cominciando dalla revoca delle concessioni dei contratti senza avere indugi e incertezze dettate da timori e ricatti di chi ha governato facendo gli interessi dei poteri forti.
Con simpatia
Roberto

Roberto Masi Masi, Sesto Fiorentino (FI) Commentatore certificato 19.08.18 13:12| 
 |
Rispondi al commento

MARIO Giordano
per i tuoi trascorsi mi ricordi un certo NAPOLITANO Giorgio

dalle Lodi per l'esercito nazista trionfante in Russia al passaggio al PARTITO COMUNISTA.....pensa un po' dopo 75 anni
non è cambiato nulla.

Mauro Magni 19.08.18 12:51| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Io non sono x la privitazione x un semplice fatto i soldi ricavati vanno a pochi che si arricchiscono e sono poco controllabili. Le autostrade devono appartenere allo Stato che gestisce sia le entrate dei soldi che i controlli su tutto il territorio delle strade

Massimiliano conti 19.08.18 12:41| 
 |
Rispondi al commento

Salve,
la questione dei pedaggi sempre più' cari e delle quote degli utili che si spartiscono tra i Benetton, Gavio, Toto e quant' altri come scritto i questo articolo parte da quando il governo Prodi ha permesso le liberalizzazioni. Mi domando e Vi chiedo, bisogna che crollino i ponti e ci siano le stragi di morti per dichiarare che c' è sempre chi deve guadagnare sulla pelle dei contribuenti? Mi auguro che l' attuale governo persegua civilmente e penalmente chi ha e' responsabile di quanto accaduto e che metta in atto i provvedimenti e le norme per impedire che anche nelle prossime legislature non si ripeta sempre la stessa strage e che chi vorrà speculare, sappia che la pagherà cara voglia provarci.

Saluti

Francesco Corrao 19.08.18 12:40| 
 |
Rispondi al commento

Sono un vigile del fuoco (in pensione) e sono sdegnato profondamente per quanta ipocrisia ci sia a questo mondo, non esistono più valori, qualsiasi cosa accada è solamente una notizia che dura solo qualche settimana nel peggiore dei casi.
Vorrei solo dire a quelli che pensano solo ed esclusivamente a fare soldi ed a aumentare i profitti che gli obbligherei a vedere quello che vediamo quando noi (vvf) quando andiamo ad estrarre dalle macerie o dalle auto i poveri resti o quello che ne rimane.
Purtroppo le parole non bastano a rendere quello che vediamo e per ipocrisia anche se ci fossero immagini non è possibile farle vedere altrimenti i poveri investitori ne rimarrebbero traumatizzati.
Certo il paragone è molto forte ma gli americani portarono i tedeschi a vedere i campi di stermino, però sono sicuro che ritroverebbero un pò di umanita vedendo come si riduce un corpo dopo una siminle catastrofe.
O come per i profughi che muoiono in mare li porterei a recuperare le salme dei bambini e vedere se direbbero le stesse cose con il cadavere tra le braccia.

Marco Morosi, Pisa Commentatore certificato 19.08.18 12:40| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Mario Giordano INTERVISTATO? qui
e va beh che vuoi farci....

Caro Giordano perché non PARLI del tuo PADRONE
o ex? ma sarà vero?
comunque fa lo stesso -- BERLUSCONI Silvio

Vogliamo parlare dei DANNI morali e MATERIALI perpetrati negli ultimi 25 anni?
O questo ti da fastidio?

Ma vai a incantare serpenti

Mauro Magni 19.08.18 12:37| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

E dei prezzi così alti dei carburanti e dei generi alimentari sull'autostrada, vogliamo parlare?

Antonino Buonamico, Bari Commentatore certificato 19.08.18 12:37| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Sono d'accordo!!!

Paolo V 19.08.18 12:31| 
 |
Rispondi al commento

Grazie Giordano per la sua chiara esposizione sulle manchevolezze dei concessionari delle autostrade italiane e dei suoi controllori.

Ora le chiedo, quando farà un bel libro sui SCIACALLI DELLE TV E DEI GIORNALI?
Sarebbe una bella prova di giornalismo di indagine e di uomo dalla schiena dritta.

giuseppe belotti, ranica -bg- Commentatore certificato 19.08.18 12:29| 
 |
Rispondi al commento

Bravissimi!!!

Paolo V 19.08.18 12:28| 
 |
Rispondi al commento

Perchè per i pedaggi non si è fatto come in paesi esteri, es. si paga per tutto l'anno una quota? Ovvio che i gestori non si sarebbero fatti avanti, perchè ci sono meno soldi, ma forse allo stato gli interessa poco quanto paga l'utente. Gli interessa, allo stato, prendere un po' di soldi; lo stesso nelle frequenze telefoniche, o nei giochi o....
Gli italiani vogliono schèi dallo stato, e lui si arrabatta come può, anche facendo condoni che quando c'è un' alluvione si piange, ma non legalizzando la maria o i trans e le puttane che qualche spicciolo hanno da avere; purtroppo queste persone avranno una pensione gratis, da €780....
Paolo TV

Paolo Z., Crocetta Commentatore certificato Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2015 19.08.18 12:26| 
 |
Rispondi al commento

Non voglio difendere i privati, ma anche quando era lo stato che gestiva le autostrade, bisognava pagare dei conti salati; inoltre l'attraversamento degli Appennini sulla A1 era sempre una coda sfinente, l'uscita di Milano verso Brescia alle ore 17 … 20 di venerdì ti obbligava a fare un paio di ore di coda.
Da incubo il tratto SA RC; tra l'altro era caduto un ponte in Calabria, e dovevi inerpicarti per le strade comunali.... Ma almeno la SA RC è gratis!

Paolo TV

Paolo Z., Crocetta Commentatore certificato Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2015 19.08.18 12:22| 
 |
Rispondi al commento

Detto da lui!!! Abbiamo scoperto che anche Mario Giordano (già berlusconiano doc e adesso filoleghista) ha un pensiero anticasta (peraltro già espresso nel suo libro). Ne siamo felici!

Pasquale M., Airola Commentatore certificato 19.08.18 12:16| 
 |
Rispondi al commento

Finalmente informazioni, spiegazioni e parole che nascono dalla logica, dalla conoscenza e dal buon senso.
L'opera dura, difficile e pericolosa di bonifica deve continuare, la rotta è quella giusta per cui saliamo tutti a bordo, restiamo in rotta e #Avantitutta
Paolo Croce

Paolo Croce 19.08.18 12:08| 
 |
Rispondi al commento

Sento parlare di risarcimenti, multe, GALERA...
Qui se non si cambiano le leggi non si farà nulla.
Non sono un avvocato, ma leggo i giornali.
C'è gente che fa le cose peggiori, omicidi, lesioni gravi, spaccio, camorra ecc. e sta ai domiciliari.Anche quelli che compiono delitti efferati...
Ho sentito stamani che le pene per i delitti di questi "signori" sarebbero da uno a cinque anni..come uno che compie un furto in appartamento.
Per meno di 4 anni non si va nemmeno 1 giorno "DENTRO"

rosella d., roma Commentatore certificato Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza 19.08.18 12:04| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Carissimo Giordano ,benvenuto fra noi!
Anche se in ritardo è probabile che con i suoi scritti abbia riconosciuto in quale mare di merda stiamo nuotando cercando di salvare il salvabile.
Certo dalla sua non ha avuto alcun aiuto: era nella tana della volpe.
Ora però si rende conto che bisogna rimboccarsi le maniche e denunciare in TV nei quotidiani e non solo con i libri le nefandezze.
Ce la farà?
Lo vedremo più avanti per il momento Lei ha un governo del Cambiamento...quindi si dia da fare anche sulla rete.
Grazie,ogni suo contributo potrà solo che essere utile alla causa comune dei cittadini che sono stufi dei "capaci" della politica.

oreste *****, sp Commentatore certificato Commentatore che ha donato a Rousseau 19.08.18 12:03| 
 |
Rispondi al commento

Roberto P., Roma 18.08.18 22:50 https://www.ilblogdellestelle.it/2018/08/avviato_liter_per_la_revoca_della_concessione_ad_autostrade_per_litalia.html
“seguita a far finta di non aver letto che il riferimento alla famigliola, quasi tua...paesana”

Naturalmente non sai niente delle province del nord; es: il trevigiano a nord c'è il prosecco, a est c'è (anche) l'industria del freddo, nella bergamasca sono bravi (anche ) per la meccanica, edilizia ecc. Pertanto la distanza dalle attività dei Benetton, con la mia zona è siderale. Ma ho notato che Atlantia ha la sede è Roma, l'amministratore è di Senigallia e il presidente fiorentino, potresti andare in bicicletta ( attento alla buche! ) a sentire direttamente come che la pensano. Se Benetton è il male, i buoni romani si avrebbero dovuti dimettere, se i tuoi concittadini sono buoni.

Quando ho fatto macchine industriali, mi proponevano di risparmiare sulla componentistica di sicurezza; anche da dipendente non ho accettato, perchè la COLPA CADE SEMPRE SUL PIU' PICCOLO.
Come mai che i 15000 dipendenti di Atlantia non si sono ribellati a questo sistema di sfruttamento degli italiani; semplice; come Sordi nel film “Finché c'è guerra c'è speranza” basta che i morti non siano nostri.

“...tue affermazioni che hai fatto sui napoletani, facendo di un filo d'erba un fascio che sa un tantinello...ma poco poco di...razzismo e ti ho chiesto perchè non hai fatto la stessa cosa su chi " NON C'ENTRA NULLA"

Se il M5S arrivava al governo senza Salvini mi dicevi come leghista di m..., ma lasciamo perdere.

Sono stato educato così dallo stato, che alla fin fine è a Roma ( noi siamo le sperdute province dell' impero, specie 40 anni fa), che quando ha fatto la scuola dell'obbligo, mi hanno raccontato, ho letto sui sussidiari, che la malavita meridionale era causata dall' omertà delle popolazioni locali.
Un bambino non è razzista, apprende quel che la scuola insegna.
Paolo TV

Paolo Z., Crocetta Commentatore certificato Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2015 19.08.18 11:47| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

quando un gestore privato riesce a far meglio dello stato è solo perché il manager alle dipendenze dello stato è un corrotto o un incapace.
uno stato serio non può consentire che un privato possa arricchirsi con introiti che dovrebbero essere a disposizione della comunità.
tutte le strutture e gli enti di pubblica utilità devono essere dello stato, gestiti da persone qualificate, capaci e oneste stipendiate dallo stato; non mi sembra difficile o insensato se al governo del paese ci sono politici onesti, capaci e che fanno quello per cui i cittadini li hanno eletti.

daniele p., cortona Commentatore certificato 19.08.18 11:45| 
 |
Rispondi al commento

Bene Dott Giordano , noto che da un Po di tempo Lei si è fatto paladino della etica pubblica e della legalità, gliene riconosco il merito . Mi chiedo però per quale ragione i temi trattati dalla sua professione giornalistica non siano stati in passato così degni di altrettanto riconoscimento. Cmq benvenuto nei nuovi tempi ....quelli che cambieranno il sistema così marcio ! Si ha bisogno di tutti , specie di chi orientera' il proprio agire con profonda e davvero libera onestà intellettuale .

alesca 19.08.18 11:44| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Mi permetto di precisare, che i presunti "bilanci record" furono consentiti dalle entrate delle privatizzazioni....che riguardavano tutti gli "asset" produttivi dello Stato, e che il prezzo per fare un esempio delle dismissioni fu di euro 4,5 per l'ENI....una miseria rispetto alla capacita' dell' azienda....e che ora il prezzo di mercato oscilla tra i 12 e 18 euri....chi ci ha guadagnato? non certo lo Stato, se c'era una gestione "allegra" dell' I.R.I. era dovuta alla situazione politica poco raccomandabile dell' epoca...non certo per la struttura che sarebbe stata preziosissima per la nostra economia, ed infine...non mi sembra che i privati abbiano gestito per la comunita' al meglio quanto a loro venduto....autostrade a parte....prezzi alle stelle e rarefazione dell' economia....

angelo silvestri, ROMA Commentatore certificato 19.08.18 11:40| 
 |
Rispondi al commento
Discussione


ot

"Le autostrade devono diventare gratuite. Non abbiamo pagato per decenni le tasse per arricchire Benetton e soci. Per le nuove autostrade il discorso è diverso, chi vuole la concessione ci metta i suoi soldi. Per le autostrade già esistenti dobbiamo dire basta al pizzo dei concessionari."

chiaro semplice...
il cofondatore cerca di far capire le cose anche a chi non ci arriva :)

http://www.beppegrillo.it/i-signori-delle-autostrade-2/

pabblo 19.08.18 11:27| 
 |
Rispondi al commento

se penso al fatto che Prodi era stato votato da parecchi inconsapevoli iscritti al movimento, si capisce come i media influiscano sulle persone.
E' giunta l'ora di togliere il finanziamento pubblico ai giornali, cosa state aspettando?

mzee.carlo 19.08.18 11:24| 
 |
Rispondi al commento

LA GESTIONE DELLE AUTOSTRADE DEVE TORNARE IN MANO ALLO STATO E GLI UTILI USARLI TUTTI PER LA MANUTENZIONE DELLA RETE STRADALE E NON PER FARE ARRICCHIRE I PAPERONI.DELLA FINANZA. IL CITTADINO HA DIRITTO DI VIAGGIARE SU STRADE SICURE. E' UNA GRANDE OCCASIONE CHE IL GOVERNO NON SI PUO' FARE SFUGGIRE. ORA O MAI PIU'. SI AVREBBE UN INTROITO ANNUALE CON CUI FARE VERAMENTE TANTE COSE, SE BEN GESTITO.

undefined 19.08.18 11:22| 
 |
Rispondi al commento

anche la7 data a Cairo con 1 euro era di telecom che era dello stato,gira che ti rigira tutto regalato e io pago, manco le vacanze posso fare, adesso è ora di finirla, tutta questa imprenditoria mantenuta da noi, gli agnelli si sono magnati più di 10 miliardi e poi se ne sono andati in america, dove hanno preso i soldi da Obama,ma glieli hanno restituiti, per forza che siamo pieni di debiti invece di un re ne manteniamo almeno un milione, fra piccoli re e grandi re del cazzo, l'Italia è da rifare tutta e si deve premiare il lavoro non i parassiti

anna quercia, piancogno Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2015 Commentatore che ha donato a Rousseau Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2016 19.08.18 11:21| 
 |
Rispondi al commento

ATTENZIONE!! GLI AVVOCATI STANNO GIA' PREPARANDO I RICORSI ALLA REVOCA DELLA CONCESSIONE. HO SENTITO GIA' PARLARE DI "METRI CUBI DI CARTE" DA LEGGERE DA PARTE DEI MAGISTRATI!!
Una delle prime riforme da fare sarebbe, a mio modesto avviso, quella di porre un limite fisico alle documentazioni istruttorie di tutti i procedimenti, civili e penali, se si vuole una giustizia in grado di funzionare, in questo come in altri casi, le cui inchieste non sono mai state portate a termine in tempi ragionevoli.

Lorenzo B., Trieste Commentatore certificato 19.08.18 11:21| 
 |
Rispondi al commento

Analisi puntuale e precisa.

Ma come fa Giordano a chiedersi meravigliato come sia potuto accadere questo sfruttamento privato di un patrimonio pubblico ?
Semplice: un centrosinistra ansioso di dimostrarsi non più anticapitalista alcuni anni dopo la caduta del Muro, ha ecceduto nel suo opposto, facendo a gara a dimostrarsi pro-capitalisti. anche per l' infiltrazione nel frattempo di veri e propri ultra-liberisti e pescecani.
Gli anni '90 sono quindi stati la stagione dei primi attacchi al lavoro stabile con la riforma Treu che per prima ha spalancato le porte al precariato; e la svendita del patrimonio pubblico a chi preferisce la facile rendita da monopolio alla competizione sul mercato: Benetton, che preferisce i monopoli naturali (autostrade e aeroporti) alle magliette.
E si scrivono concessioni sfavorevoli allo Stato, per rassicurare gli "amici" acquisitori, come ben si vede ora che si vorrebbe revocare la concessione avendo di fronte la "barriera" delle penali miliardarie.

Ci si deve arrendere ? Assolutamente NO !

Ottima la linea di M5S di revocare senza pagare un euro, a conferma che lo Stato è più forte di qualsiasi privato!
E, con l'occasione radicale revoca di tutte le concessioni, e rinazionalizzazione della gestione del patrimonio pubblico, senza se e senza ma...abbiamo votato M5S anche per questo, no ???

Forza M5S, e non farti condizionare dal falso "nuovo" Salvini, che sotto sotto è sempre condizionato dal vero establishment economico, come dimostra l'atteggiamento svogliato e moderato sulla revoca della concessione ad Autostrade....

Rinaldo A., Roma Commentatore certificato 19.08.18 11:06| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

LE PRIVATIZZAZIONI SONO STATE QUASI SEMPRE TRUFFE AI DANNI DELLO STATO E DEI CITTADINI.

Marcello 19.08.18 11:04| 
 |
Rispondi al commento

Non si potrebbe fare in modo che il pagamento dei pedaggi per un certo periodo venga devoluto per la tragedia di Genova?

Giuseppe vaccaro 19.08.18 11:00| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Benissimo facciamo tutto per gli assetti strategici. Non solo autostrade ma anche ferrovie TLC eccetera. Uno stato che guadagna significa meno tasse per tutti. E fuori tutti i prenditori. Senza loro viviamo meglio tutti.

Alex 19.08.18 10:56| 
 |
Rispondi al commento

Mettiamo un po' d'ordine, la società Autostrade ha ricevuto IN CONCESSIONE negli anni 90 una strutura pagata con i soldi delle tasse dei nostri nonni e dei nostri padri, tale struttura ora va resa alla gestione delo stato (perchè è questo che sta dicendo il governo), ma non basta comminare al concessionario UNA SANZIONE sui generis.

va verificata la condizione di tutti i manufatti LA CUI MANUTENZIONE CORRETTA E' ORA IN DUBBIO, quindi, la società autostrada verifica ogni viadotto, sostituisce/manutenziona ciò che deve essere fatto (e lo stato dovrà sipervedere la corretta esecuzione) dopo di che dopo aver ricostruito quanto dovuto dovrà pagare un ammenda PESANTISSIMA per il modo FRAUDOLENTO con cui ha trattato la sicurezza dei propri clienti.

Autostrade tornerà allo stato rimediando all'orrore perpetrato da tutti quei politici che ci hanno venduto (Prodi, D'Alema, Andreatta, Ciampi e Amato).

La via migliroe sarebbe BLOCCARE i beni dei signori nascosti dietro le società che controllano la concessione (Benetton in primis), ma è difficilmente praticabile...

Arturo A., Muscoline Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 19.08.18 10:54| 
 |
Rispondi al commento

Più che un blocco dei costi per i pedaggi, sarebbe molto più giusto ed auspicabile un immediato taglio del 15% minimo. Se proprio legalmente non si potesse fare, è da vedere, il blocco sarebbe proprio il minimo che gli italiani si aspettano di vedere dopo quello che è successo.

Chiara Mente Commentatore certificato 19.08.18 10:51| 
 |
Rispondi al commento

il famoso economista Prodi, lungimirante, e' stato il fautore insieme alla sinistra, ed alla destra dell' epoca, alla privatizzazione di tutti i beni dello Stato, gestiti dall' I.R.I, che tra l' altro bilanciavano il Debito Pubblico e generavano sia lavoro che ricchezza, trasferendola a costo zero, considerando il successivo plusvalore delle azioni cedute, ai "privati". Le Autostrade in particolare, ormai ultimate e necessitanti solo di restauri e manutenzione, sarebbero state al netto delle spese di gestione, una fonte di entrate per la comunita' che avrebbero sicuramente aiutato il bilancio ad essere meno gravoso, moltiplicate per tutte le aziende vendute, ENI, ENEL, banche e tante altre, ha fatto si che sia il lavoro, che le pensioni, diventassero miraggi, ed il Debito Pubblico aumentato a dismisura senza beni in cassaforte.....se Prodi e' professore in Economia....noi possiamo consideraci Einstein...

angelo silvestri, ROMA Commentatore certificato 19.08.18 10:45| 
 |
Rispondi al commento

AL CASELLO RIFIUTIAMO DI PAGARE IL PEDAGGIO SULLE AUTOSTRADE.. E VERSIAMO IL CORRISPETTIVO SU UN FONDO A FAVORE DELLE VITTIME.....GIUSTIZIAAA

aniello r., milano Commentatore certificato 19.08.18 10:37| 
 |
Rispondi al commento

Se io commetto infrazioni lo Stato mi eleva una contravvenzione, non è possibile elevare una contravvenzione ad Autostrade proporzionale si danni causati all’economia genovese?




Inserisci il tuo commento

Il Blog delle Stelle è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog

Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio.
Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento"

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

La lunghezza massima dei commenti è di 2000 caratteri
Se hai dei dubbi leggi "Come usare il blog".


 

Invia un commento

Invia un commento certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori




Numero di caratteri disponibili:      




   


Inserisci il tuo video

Invia un video

Invia un video certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori











Invia il post ad un amico


Invia questo messaggio a *


Il tuo indirizzo e-mail *


Messaggio (opzionale)


*Campi obbligatori