I cookie permettono il funzionamento di alcuni servizi di questo blog. Utilizzando questi servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. [Leggi i dettagli] [OK]

Il Blog delle Stelle
Chi ha colpe per la tragedia di Genova dovrà essere punito

genovaponte.jpg

di Danilo Toninelli, Ministro dei Trasporti e delle Infrastrutture

Sono passate nemmeno 24 ore dalla tragedia che ha colpito Genova, e come tutti noi ho ancora negli occhi quelle terribili immagini del crollo del ponte Morandi. Oggi sarò tra le macerie macchiate di sangue e provo rabbia perché in un Paese civile non si può morire per un ponte che crolla. Lo voglio ribadire con ancora più forza: chi ha colpe per questa tragedia ingiustificabile dovrà essere punito.

Alle società che gestiscono le nostre autostrade sborsiamo i pedaggi più cari d’Europa mentre loro pagano concessioni a prezzi vergognosi. Incassano miliardi, versando in tasse pochi milioni e non fanno neanche la manutenzione che sarebbe necessaria a ponti e assi viari.

I vertici di Autostrade per l’Italia devono dimettersi prima di tutto. E visto che ci sono state gravi inadempienze, annuncio fin da ora che abbiamo attivato tutte le procedure per l’eventuale revoca delle concessioni, e per comminare multe fino a 150 milioni di euro.

Se non sono capaci di gestire le nostre Autostrade, lo farà lo Stato.

Contemporaneamente a questi atti doverosi, dobbiamo badare a ricostruire e manutenere, seppure con il pensiero sempre rivolto alle vittime e alle loro famiglie. Per quanto riguarda Genova, verrà usato il Fondo Emergenze della Protezione civile per ripristinare la viabilità ordinaria, prendendo in considerazione anche la possibilità di prolungare fino a Voltri la 'Strada a mare'. Per la ricostruzione del ponte Morandi, che voglio sottolineare necessitava di manutenzione da decenni, verranno poi utilizzate le risorse del Piano economico e finanziario di Autostrade, da discutere eventualmente a settembre, e altre risorse non impegnate e prese da due fondi dedicati in parte a interventi infrastrutturali.

Quindi, il nostro impegno continuerà ad essere quello di investire soldi per la cura e la ristrutturazione dell'esistente. Ci sarà un vero e proprio piano Marshall per la messa in sicurezza delle nostre infrastrutture, molte delle quali sono state costruite negli anni '60 e '70. Penso sia nostro dovere usare i soldi pubblici per la manutenzione di queste arterie vitali del nostro Paese, invece di sprecarli in mastodontiche opere inutili. Un progetto su cui punto molto è quello per un monitoraggio attraverso semplici sensori che verificano la stabilità di infrastrutture e viadotti. Un sistema tecnologico che ci permetta di dire: mai più stragi come quella di Genova.

A chi invece sta speculando su questa tragedia voglio dire: è impensabile, oltre che ignobile, collegare il crollo del ponte Morandi alla messa in discussione della realizzazione della Gronda di Genova, su cui è in corso un’analisi costi-benefici. Si tratta di un’opera che non costituisce una soluzione sostitutiva rispetto al viadotto sull’A10. E che comunque sarebbe pronta nel 2029. Ora basta sciacallaggio, noi vogliamo le grandi opere utili. E pensiamo soprattutto a rendere sicura questa nostra malridotta Italia.



Fai una donazione a Rousseau: http://bep.pe/SostieniRousseau e poi annuncialo su Twitter con l'hashtag #IoSostengoRousseau

bannerrousseau.jpg



Ambiente: idee e cambiamento. Ecco il bilancio dei primi 60 giorni

  • 240

sergiocostaministro_m5s.jpg


di Sergio Costa, Ministro dell'Ambiente


Abbiamo disegnato idee, progettato e anche realizzato cambiamenti, ci siamo confrontati, ci siamo messi in discussione, affrontato già sfide importanti. Questo è il bilancio dei nostri primi 60 giorni di attività presso il ministero dell’Ambiente. Due mesi in cui abbiamo perfezionato la squadra, conosciuto il ministero dall'interno, parlato con centinaia di persone, e gettato le basi per il futuro con una serie di atti seri e importanti, perché l'ambiente e la tutela del Paese e di questo nostro pianeta Terra vengono prima di tutto. Ecco alcuni punti con cui possiamo sintetizzare questo incessante lavoro:

 
(continua...)

14 Ago 2018, 10:09 in | Scrivi | listen_it_it.gifAscolta | Stampa | Commenti (240)

Le fake news di Repubblica sulle pensioni d'oro. Aiutateci a ristabilire la verità

  • 164

dimafoglio.jpeg

di Luigi Di Maio

C'è qualche giornalista di Repubblica che ha paura di perdere la sua pensione d'oro? A leggere l'articolo pieno di falsità che è stato pubblicato oggi viene proprio da pensare di sì. Le notizie false però non fermeranno il nostro progetto di eliminare le sperequazioni e le ingiustizie e lo ribadisco: tra poco le pensioni d'oro senza i contributi versati saranno solo un ricordo. Ma intanto diffondete questo post per aiutarmi a smontare tutte le bufale dell'articolo e ristabilire la verità.

 
(continua...)

13 Ago 2018, 15:46 in | Scrivi | listen_it_it.gifAscolta | Stampa | Commenti (164)

Non credo a un attacco speculativo contro il governo

  • 81

dimaio675.jpg

Di seguito l'intervista di Luigi DI Maio al Corriere della Sera

"Non credo che avremo un attacco speculativo".

Ministro Luigi Di Maio, i mercati a fine agosto prenderanno di mira l’Italia, come prevede Giorgetti?



"Io non vedo il rischio concreto che questo governo sia attaccato, è più una speranza delle opposizioni. E se qualcuno vuole usare i mercati contro il governo, sappia che non siamo ricattabili. Non è l’estate del 2011 e a Palazzo Chigi non c’è Berlusconi, che rinunciò per le sue aziende".

 
(continua...)

13 Ago 2018, 10:46 in | Scrivi | listen_it_it.gifAscolta | Stampa | Commenti (81)

SPECIALE CETA: Il tribunale speciale: la legge non è uguale per tutti (parte 3)

  • 131

ceta.jpg

Pubblichiamo, a puntate, un approfondimento speciale dedicato al CETA, a cura del gruppo MoVimento 5 Stelle - EFDD in Parlamento Europeo

Il CETA contiene la clausola ICS (Investors Court System) che consente agli investitori canadesi nell'UE - e agli investitori UE in Canada - di citare in giudizio lo Stato davanti ad un tribunale speciale con lo scopo di ottenere il risarcimento dei danni dovuti ad una normativa che lede i loro interessi e i loro diritti. La Vallonia ed altri enti locali del Belgio hanno fatto sì che la clausola ICS, sebbene prevista dal trattato, di fatto non possa venire applicata in tutta l'UE fino ad un imprecisato futuro. L'ICS si discosta solo in alcuni dettagli dalla versione consueta della clausola, nota come ISDS (Investor State Dispute Settlement). Il CETA non precisa la scadenza entro la quale il CETA Joint Committee dovrà dare attuazione pratica a numerosi di questi dettagli. Attraverso il meccanismo ISDS, presenti in vari trattati commerciali, le società private sono riuscite ad ottenere risarcimenti enormi in seguito a provvedimenti pubblici relativi soprattutto a protezione della salute e dell'ambiente.

 
(continua...)

12 Ago 2018, 10:30 in | Scrivi | listen_it_it.gifAscolta | Stampa | Commenti (131)

La bufala del giovane tornato disoccupato per colpa del decreto Dignità

  • 164

fake.jpg

"Nei giorni scorsi i principali quotidiani nazionali hanno rilanciato la storia del "giovane che ha perso il lavoro per colpa del decreto dignità". Hanno preso uno dei milioni di tweet che vengono pubblicati ogni giorno su Twitter e, senza compiere nessuna verifica, lo hanno proclamato verità assoluta per puro scopo di propaganda. Repubblica: "Grazie Di Maio, sarò un disoccupato anche grazie a lei". E il tweet diventa un caso". Corriere: «Da settembre sarò disoccupato», il tweet del giovane torinese contro il decreto dignità divide il web. Il Giornale: Perde il lavoro e il suo tweet contro Di Maio diventa virale. La Stampa: Il precario che ha sfidato Di Maio: “Licenziato per il decreto dignità”. Tutti questi articoli per sostenere la stessa falsità, ossia che il decreto fa perdere posti di lavoro. Niente di più falso perchè il Decreto Dignità rende finalmente il lavoro più stabile. L'altro giorno si è scoperto che la storia del giovane era una bufala, una bufala megagalattica. Nessuno dei giornali citati si è premurato di fare un articolo per dire che avevano scritto solo delle falsità. Nessuno. Quindi forse c'è ancora qualcuno che ha creduto a questa ennesima fake news diffusa dalla propaganda del patto del nazareno. L'articolo che segue spiega tutto per filo e per segno. Condividetelo il più possibile per informare chi ha creduto alla fake news. E dateci una mano a difenderci dalle bufale dei giornali, abbiamo la Rete: usiamola per smascherare le notizie false e diffondere la verità. Non lasciamogliene passare più nemmeno una. Grazie." Luigi Di Maio

 
(continua...)

11 Ago 2018, 11:00 in | Scrivi | listen_it_it.gifAscolta | Stampa | Commenti (164)

Luigi Di Maio con i lavoratori davanti ai cancelli della Bekaert

  • 187

dimaiobekaert.jpg

di Luigi Di Maio

Oggi sono davanti ai cancelli della Bekaert, a Figline Valdarno in Toscana, per incontrare i lavoratori in presidio costante. La Bekaert è una delle troppe aziende che dopo aver preso i soldi dello stato ha deciso di chiudere, licenziare e andarsene. Non si possono utilizzare le persone solo quando conviene e poi lasciarli in mezzo a una strada.

 
(continua...)

10 Ago 2018, 10:30 in | Scrivi | listen_it_it.gifAscolta | Stampa | Commenti (187)

100.000 iscritti a Rousseau!

  • 108

100000grazie.jpg

di Davide Casaleggio

Oggi abbiamo raggiunto un risultato importante con Rousseau: 100.000 persone iscritte e certificate su Rousseau. E molte altre migliaia, hanno iniziato il loro processo di iscrizione e devono solo caricare il documento.

 
(continua...)

9 Ago 2018, 15:30 in | Scrivi | listen_it_it.gifAscolta | Stampa | Commenti (108)

SPECIALE CETA: I siluri della cooperazione normativa (parte 2)

  • 85

ceta.jpg

Pubblichiamo, a puntate, un approfondimento speciale dedicato al CETA, a cura del gruppo MoVimento 5 Stelle - EFDD in Parlamento Europeo

Il CETA, attraverso l'articolo 21, istituisce una cooperazione normativa fra Canada ed UE per prevenire ed eliminare le "barriere non necessarie" agli scambi bilaterali. Questa cooperazione modifica il processo decisionale dell'UE e contiene due potenti siluri diretti contro i criteri che finora hanno ispirato le norme UE, e conseguentemente quelle degli Stati membri.

 
(continua...)

9 Ago 2018, 10:30 in | Scrivi | listen_it_it.gifAscolta | Stampa | Commenti (85)

Il Decreto Dignità non trova spazio sui giornali, raccontiamolo sui social!

  • 193

alfobonagiu.jpg

di Francesco Silvestri, portavoce MoVimento 5 Stelle Camera

Ieri in Senato è successo qualcosa di storico, un qualcosa di importantissimo: finalmente è stato approvato il Decreto Dignità, un Decreto che dice quattro cose importantissime. La prima: favorire la stabilità, ovvero da oggi sarà più importante avere un contratto a tempo indeterminato. La seconda: contrasto alle delocalizzazioni selvagge, ovvero quelle imprese che prendevano dallo Stato e poi andavano all'estero lasciandoci un problema sociale di lavoro importantissimo. Terzo punto, un punto che mi sta particolarmente a cuore: fine della pubblicità dell'azzardo, un qualcosa che impoverisce le nostre famiglie e attraverso cui le persone si indebitano, che alimenta le mafie, che quindi non c'è nessun motivo per pubblicizzare. Quattro: si riducono le scartoffie che gli imprenditori hanno sul tavolo, ma per la stampa non c'è nulla di tutto questo.

 
(continua...)

8 Ago 2018, 16:50 in | Scrivi | listen_it_it.gifAscolta | Stampa | Commenti (193)

Finalmente abbiamo sbloccato gli investimenti per gli enti locali

  • 80

comuni.jpg

È finita l’epoca dei finanziamenti a pioggia con cui il Pd distribuiva soldi dei contribuenti senza un minimo di progettualità ed efficienza. Negli ultimi anni le casse degli Enti locali sono state prosciugate, costringendoli a tagliare i servizi essenziali per i cittadini, con il solo scopo di drenare risorse nelle mani del Governo per attuare interventi spot senza ottenere alcun risultato tangibile. Negli anni a guida Pd gli investimenti della pubblica amministrazione sono crollati di oltre il 30%, causando un grave danno all'economia del Paese.

 
(continua...)

8 Ago 2018, 10:01 in | Scrivi | listen_it_it.gifAscolta | Stampa | Commenti (80)

Approvato il #DecretoDignità: Cittadini 1 - Sistema 0

  • 114

ddapp.jpg

di Luigi Di Maio

Oggi è stato approvato il primo decreto dopo decine di anni, non scritto da potentati economici e lobby. E' il primo decreto dopo tanti anni che mette al centro il cittadino, mette al centro gli imprenditori, mette al centro i giovani precari. Finalmente i cittadini segnano un punto: Cittadini 1 - Sistema 0.

 
(continua...)

7 Ago 2018, 18:14 in | Scrivi | listen_it_it.gifAscolta | Stampa | Commenti (114)

Le fontane di Internet

  • 117

auguridibba.jpg

di Davide Casaleggio, originariamente pubblicato su Wired

Nella storia tutti quelli che oggi consideriamo diritti sono stati inizialmente sempre appannaggio di privati. Le monete dei principi, i bagni pubblici di Vespasiano, l'acqua dei fiumi di proprietà del latifondista a monte, il pedaggio per le strade al potente del luogo. Quando il diritto veniva riconosciuto come essenziale e "di tutti", lo Stato se ne prendeva carico. Come l'acqua nell'antica Roma che aveva fontane in ogni quartiere con 39 fontane monumentali e 591 bacini pubblici. Ogni principale fontana era collegata a due acquedotti diversi in caso di mancato funzionamento. Erano considerate essenziali per la vita della popolazione.

 
(continua...)

7 Ago 2018, 13:58 in | Scrivi | listen_it_it.gifAscolta | Stampa | Commenti (117)

Tutti i post del mese di Agosto 2018