Il Blog delle Stelle
Torino, nuovo regolamento nomine: giovani, merito e trasparenza

Torino, nuovo regolamento nomine: giovani, merito e trasparenza

Author di MoVimento 5 Stelle
Dona
  • 16

di Chiara Appendino

Con il nuovo Regolamento Nomine della Città di Torino si introducono per la prima volta in Italia delle specifiche che sono in grado di dare davvero una risposta a chi da troppo tempo aspettava un cambiamento in tema di nomine nella Politica.

Questo segnale forte arriva da una proposta di delibera presentata dal Movimento 5 Stelle di Torino, a firma dei consiglieri Carlotta Tevere e Federico Mensio e presentata mercoledì 15 novembre insieme al Presidente del Consiglio, Fabio Versaci, con la quale si introducono delle novità nel regolamento di indirizzo per le nomine della Città, molte delle quali già anticipate in campagna elettorale e a cui siamo felici di poter dare seguito.

Vediamole sinteticamente in alcuni punti in attesa che arrivi il documento ufficiale.


Semestre bianco
Negli ultimi sei mesi di consiliatura non si potrà procedere a nomine se non strettamente necessario.
Oggi questa regola non esiste e crediamo che sia importante per evitare di condizionare il lavoro delle successive Giunte votate dai cittadini

Massimo due mandati nello stesso Ente
anche non consecutivi. In questo modo si disincentiva il radicamento di interessi (e poteri) troppo profondi;

Candidatura in massimo tre Enti
e non più in tutti quelli che si vuole. È legittimo pensare che ci si voglia candidare in Enti che trattino temi analoghi e in linea con i propri interessi e le proprie peculiarità. Maggiori dubbi invece sorgono quando si sottopongono candidature in Enti che svolgono funzioni del tutto diverse;

Possibilità di percepire un solo emolumento
e di essere nominati in massimo due ruoli che lo prevedano. In altre parole non si potranno cumulare emolumenti in cariche derivate da nomine;

Priorità ai giovani
A parità di requisiti verranno preferiti i candidati più giovani di età;

Audizione pubblica
per la nomina in Enti che presentino un bilancio superiore ai 250mila euro. Sarà inoltre facoltà dei cittadini porre domande ai candidati.

Riteniamo che questi siano punti importanti del nuovo Regolamento Nomine con cui la Politica per la prima volta dà una risposta concreta in un’ottica di trasparenza, partecipazione, merito, tutela degli Enti Pubblici e slancio verso il futuro.

C’è ancora molto da fare, e non abbiamo nessuna intenzione di fermarci.



scopriprogramma.jpg

Fai una donazione a Rousseau: http://bep.pe/SostieniRousseau e poi annuncialo su Twitter con l'hashtag #IoSostengoRousseau

bannerrousseau.jpg

17 Nov 2017, 10:05 | Scrivi | Commenti (16) | listen_it_it.gifAscolta
Invia il tuo video | Invia ad un amico | Stampa

  • 16


Tags: appendino, giovani, m5s, nomine, regolamento, torino

Commenti

 

Grande Appendino,sei l'orgoglio del M5S!!!!

pasquale m., roma Commentatore certificato 18.11.17 00:58| 
 |
Rispondi al commento

Carissima Donna Chiara, le Donne Italiane hanno avuto Diritto di scelta politica, dopo millenni, quando risultavo appena neonato all'anagrafe introdotta da Bonaparte men di due secoli prima.
Ho avuto modo d'ascoltarVi a Rimini,Lei,Donna Virginia,Donna Lezzi,Donna Taverna...e,potrei continuare...aggiungendo eccellenti Uomini che molt'altri politici invidiano insieme a Voi Donne del Progetto 5S.
Siete Belle Brave e Pulite,molte cordialità a Tutte/i Voi dalla ROMAgna.

enzo bargellini, Santarcangelo di Romagna Commentatore certificato 17.11.17 20:49| 
 |
Rispondi al commento

https://www.change.org/p/pietro-grasso-no-all-emendamento-vicari-che-vede-nicotina-e-sigarette-elettroniche-sotto-monopolio

Maurizio Galeone, Grottaglie(ta) Commentatore certificato 17.11.17 19:28| 
 |
Rispondi al commento

Va bene cercare di introdurre finalmente delle regole per il limitare il fenomeno caro a certa politica di nomine per appartenenza e convenienza o fatte per favorire solo gli "amici degli amici".... ma mi permetto di osservare come il criterio della minore età come priorità di scelta, a parità di requisiti per ricoprire un certo incarico, sia qualcosa di assolutamente irrazionale e che rischia di scartare professionalità e competenze assolutamente meritoveli per la prevalenza di un parametro insensato. Le persone vanno giudicate e scelte per la loro onestà, la loro competenza e preparazione e non certo per l'età più o meno giovane. Spero vogliate correggere in corsa questo clamoroso errore!

Marcello Tarter 17.11.17 18:14| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

creare barriere ci caratterizza: donne verso uomini, politici verso non politici ( ovvero politici verso società civile), giovani verso anziani; no, proprio non ne usciamo!

guido ligazzolo, merano Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza 17.11.17 17:16| 
 |
Rispondi al commento

eeeevvaiiiiiiii !! Chiara
vogliamo anche la fabbrica dei materiali. W IL M5S !

lupo 17.11.17 15:20| 
 |
Rispondi al commento

Ottima cosa quella scelta dalla giunta di Torino.
Bisogna però migliorare in particolare nella comunicazione e nel rapporto con gli attivisti, gli iscritti e la cittadinanza tutta. Bisogna riuscire a dare risalto a queste scelte di civiltà, inutile sperare nei quotidiani che noi bene conosciamo. Su LaStampa.it e Repubblica.it ad esempio, della notizia non c'è traccia!

Giovanni Baroso, Torino Commentatore certificato Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza 17.11.17 13:03| 
 |
Rispondi al commento

bravissimi!!!!ridiscuterei invece la nomina ,in caso di parità,legata all'età dei candidati.

Luca M., Rho Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2015 Commentatore che ha donato a Rousseau 17.11.17 12:49| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Sono d'accordo su tutto meno che sulla regolamentazione che crea disparità tra giovani e non, nell'assunzione nel caso di parità di requisiti. Può capitare giusto per fare un esempio tra tanti, che i 2 cittadini a pari merito siano un giovane senza problemi economici e un padre di famiglia monoreddito.
Non è una soluzione quella proposta, in quanto creerebbe una chiara discriminazione sociale tra i cittadini, che secondo me, indipendentemente dall'età devono avere le stesse identiche possibilità.
O si trova una soluzione adeguata, tipo un periodo di prova alternata di ambedue i titolari, e poi si sceglie la persona più preparata, o Sarebbe meglio la solita regola della moneta testa o croce.

Sebastiano Rachele, Brescia Commentatore certificato 17.11.17 12:06| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Brava Chiara, ma mi permetto di suggerire di estendere in futuro una forma di controllo diffuso come l'audizione pubblica, anche agli Enti con bilanci inferiori ai 250.000 Euro.
E' un principio di trasparenza, che deve valere indipendentemente dai valori economici in ballo.

Alberto O., Bergamo Commentatore certificato 17.11.17 11:26| 
 |
Rispondi al commento

Siamo sulla strada giusta; una cosa però non è chiara: i potenziali candidati devono essere iscritti al Movimento?, devono risiedere a Torino? oppure in Piemonte o in qualsiasi città d'Italia?
Speriamo che anche per l'individuazione di chi dovrà rappresentare il Movimento nelle istituzioni alle prossime politiche si valutino le competenze, la serietà e l'onestà, e chi è stato "Miracolato" alle scorse elezioni, non abbia una corsia "preferenziale".
Uno vale uno.... o no?

VINCENZO ANTONA, Vercelli Commentatore certificato Commentatore che ha donato a Rousseau 17.11.17 10:56| 
 |
Rispondi al commento

Sei il nostro fiore all'occhiello, Chiara. Brava e buon lavoro!

loretta campanelli 17.11.17 10:41| 
 |
Rispondi al commento

Buon lavoro!

Andrea Zanella, Pedavena Commentatore certificato Commentatore che partecipa alle Europee 17.11.17 10:23| 
 |
Rispondi al commento



Inserisci il tuo commento

Il Blog di Beppe Grillo è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di Beppe Grillo

Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio.
Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento"

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

La lunghezza massima dei commenti è di 2000 caratteri
Se hai dei dubbi leggi "Come usare il blog".


 

Invia un commento

Invia un commento certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori




Numero di caratteri disponibili:      




   


Inserisci il tuo video

Invia un video

Invia un video certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori











Invia il post ad un amico


Invia questo messaggio a *


Il tuo indirizzo e-mail *


Messaggio (opzionale)


*Campi obbligatori