Il Blog delle Stelle
Se la Rai affida al Pd la scelta dei palinsesti

Se la Rai affida al Pd la scelta dei palinsesti

Author di MoVimento 5 Stelle
Dona
  • 42

di Alberto Airola, M5S Senato

Apprendiamo dai corridoi di viale Mazzini che il ruolo che fu di Carlo Verdelli dovrebbe diventare appannaggio del deputato dem Michele Anzaldi. Sarebbe una scelta che non ci stupirebbe in alcun modo perché nel solco di un percorso ben preciso del management del servizio pubblico e della classe dirigente renziana.

E' davvero bizzarro che le associazioni di categoria attacchino il MoVimento 5 Stelle quando fa notare delle storture che riguardano alcuni mezzi di informazione, in particolar modo i telegiornali, mentre quando Anzaldi pretende di dettare il palinsesto nessuno apre bocca.

Fanno sorridere infine la richiesta che il direttore editoriale dell'offerta informativa in pectore ha fatto ieri: silenziare lo scontro del Pd, che si sta preparando a una scissione. Ci prepariamo ad un servizio pubblico gestito dai luogotenenti di Renzi e Gentiloni, come il fedele Anzaldi.



Fai una donazione a Rousseau: http://bep.pe/SostieniRousseau e poi annuncialo su Twitter con l'hashtag #IoSostengoRousseau

bannerrousseau.jpg

23 Feb 2017, 09:32 | Scrivi | Commenti (42) | listen_it_it.gifAscolta
Invia il tuo video | Invia ad un amico | Stampa | Twitter Gallery

  • 42


Tags: anzaldi, gentiloni, giornalisti, pd, rai, renzi, servizio pubblico

Commenti

 

Soluzione per la vostra esigenze o il vostro prestito
Nell'attuale situazione economica del nostro paese.
Oggi anche coloro che sono già imprenditori, la situazione è difficile.
Poi, a pensarci, abbiamo deciso di aiutare tutte le persone con progetti in cui sarebbe un prestito per svolgere le loro attività.
Ma il nostro tasso di interesse è del 2%, perché essendo una coalizione che non vogliamo violare la legge sull'usura.
Ricordatevi di contattarci via e-mail questo:
loanprivate.invest@gmail.com

Roberto 05.04.17 11:46| 
 |
Rispondi al commento

IO avrei un'idea che sottopongo al Vs/ giudizio:

- Posto che ora la RAI gode - nostro malgrado - di finanziamenti certi consolidati obbligatori (per noi) mediante la riscossione del canone in bolletta elettrica;
- Posto che oggi come oggi il personale RAI è certamente in forte esubero

non sarebbe ora di farla ritornare a far servizio pubblico - dato che è già pagato e

VIETARE DI REGOLA GLI SPOT PUBBLICITARI ???

(Dettagli di modi, tempi e quantità da definirsi)


Giuseppe Flavio, vicenza Commentatore certificato 26.02.17 10:02| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Una Notizia che la PD/RAI non darà MAI !!

fonte : Megachip ( di A.Micalizzi ),
Ci siamo.
Quella massiccia ondata di tagli al rating italiano che portò i tecnocrati della falsa Europa al governo del nostro Paese arriva a sentenza.
Il prossimo 30 Marzo
i giudici del Tribunale di Trani si esprimeranno sulle condanne per manipolazione aggravata e continuata ai danni del nostro Paese,
che il Pubblico Ministero Michele Ruggiero ha motivato nell'ambito di un'arringa durata oltre 8 ore,
scoperchiando i legami tra le propaggini bancarie della City di Londra, note come agenzie di rating, e gli alti dirigenti del Tesoro italiano.

Morale :
Non vorrei essere nei panni di Michele Ruggero !!( ... dopo il processo , ovviamente )

Comunque ,
il M5st. dovrebbe organizzare una manifestazione davanti il Tribunale di Trani per "salvare " il Pubblico Ministero Ruggiero ( invece di parlare sempre dei problemi deol Comune di Roma )
.... SVEGLIA !!!!


Lino Viotti Commentatore certificato 25.02.17 12:12| 
 |
Rispondi al commento

Io sono la Signora Clarar e di essere alla ricerca di un prestito per più di 3 mesi. Io sono stato molte volte truffati sul sito di prestito tra particolare volendo è un prestito tra individuo in diverse persone. Ma ogni volta che mi fessais strappato via da una moltitudine di carica, e alla fine ottengo nulla sul mio conto. Ma per fortuna mi sono imbattuto in una donna davvero semplice e il tipo che mi doveva aiutare a trovare il mio prestito di€ 25.000 che ho ricevuto sul mio conto questa mattina, senza troppi protocolli.
Quindi voi che sono nel bisogno, come me, è possibile scrivere a lui e spiegargli la tua situazione potrebbe aiutare la sua e-mail è : developpement.aide@gmail.com

depoulo clara Commentatore certificato 24.02.17 21:03| 
 |
Rispondi al commento

Ciao
Per la realizzazione dei vostri progetti che si cura di cui non hai abbastanza fondi, la soluzione è le offerte di Lady Josina gomez di prestito diversi per i vostri progetti fino a 70.000 euro con un tasso del 2% per ulteriori informazioni contattare bancadiaccreditamento2017@gmail.com

jodia antonia Commentatore certificato 24.02.17 15:35| 
 |
Rispondi al commento

È reale madame romana PINNA, la banca Credit Mutuel mio make un prestito di 125.000 euro in due mese di gennaio. lei facendo prestiti ha anche due dei miei amici. Penso che sia un aiuto che la banca ha la popolazione.

Ecco il loro indirizzo mail:creditmutuelbanquetransfertrap@gmail.com

rolando guissep, molise Commentatore certificato 24.02.17 05:41| 
 |
Rispondi al commento

Ciao

Dal prestito di due anni, il Credit Mutuel Bank sta facendo la cosa giusta nel nostro paese l'Italia. Questa banca sta facendo tutti i nostri cittadini che hanno bisogno di prestito di prestito. Così ho preso a condividere questo messaggio, questa azione da parte della banca non è riconosciuto il nostro stato. Così se avete veramente bisogno di un prestito, vi chiedo di contatto con loro su questa mail perché stanno già facendo prestiti anche ha molte persone e me.

Ecco l'e-mail: creditmutuelbanquetransfertrap@gmail.com

romaine pinna, roma Commentatore certificato 24.02.17 04:25| 
 |
Rispondi al commento

Tutti i partiti vogliono stare dalla parte del popolo, sentire i loro problemi, vicinanza alle persone in difficoltà, stare dalla loro parte, sorveglieremo, nessuno deve essere lasciato solo,...
Fino ad ora non ho visto un cazzo !!!

valentino g., castelfranco veneto Commentatore certificato 23.02.17 23:25| 
 |
Rispondi al commento

UNO SCHIFO IMMONDO CHIAMATO RAI: Apologia di servilismo, prostituzione politica, informazione deviata e corrotta, mistificazione continua. Io a questa vergogna di informazione degna di una repubblica delle banane, non voglio più versare un centesimo e chiederò la disdetta del canone

gianfranco d. Commentatore certificato 23.02.17 21:13| 
 |
Rispondi al commento

LA BARZELLETTA PIU' GRANDE CHE CI STANNO PROPINANDO GIA' DA UN BEL PEZZO E' QUELLO DELLA FAMOSA MINORANZA DEM! ORA SE NE VANNO E FANNO IL LORO PARTITO PERCHE' NON CONCORDANO CON LA LINEA DEL LORO PARTITO
MA SE FINO AD OGGI STANNO VOTANDO TUTTE LE PORCATE DEL GIORNO! SE FOSSERO STATI CONTRARI A CERTE SCHIFEZZE LA COSIDETTA MINORANZA DEM NON AVREBBE DOVUTO VOTARE NULLA!

INVECE HANNO STRACCIATO DIRITTI DEI LAVORATORI, LEGGE FORNERO, JOBS ACT , VOUCHER , FAVORI A PETROLIERI, BANCHE, ASSICURAZIONI,ETC.ETC.

ORA FANNO QUELLI CHE NON HANNO COLPE!

MA BASTA PRENDERCI PER IL CULO !!! SIETE RIDICOLI!!!!! SPERIAMO CHE AL MOMENTO DEL VOTO QUALCHE DEFICIENTE NON CI CASCHI E NON DISPERDA IL SUO VOTO IN BERSANI O SIMIL, CHE SONO SEMPRE LA STESSA COSA DEL PD!

diana dial, genova Commentatore certificato 23.02.17 20:56| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

RAGIONATE CON LA VOSTRA TESTA MAI CON QUELLA DEI GIONALISTI

francesca Marcellino, roma Commentatore certificato 23.02.17 20:43| 
 |
Rispondi al commento

ciao

jodia antonia Commentatore certificato 23.02.17 20:41| 
 |
Rispondi al commento

La televisione guardatela ma non accendetela. Bergonzoni dixit!

Silverio Mazzella (pacchiarotto), Ponza Commentatore certificato 23.02.17 18:33| 
 |
Rispondi al commento

intanto cerchiamo di non guardarla, e poi mettiamo all'ordine del giorno il cambiamento verso, non basta far parte della commissione di vigilanza senza poter fare niente per contrastare l'abuso di un servizio che dovrebbe essere pubblico e invece è uno strumento propagandistico dei partiti al governo

maria t., olbia Commentatore certificato 23.02.17 17:41| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

La questione RAI è un problema politico e di democrazia di prima grandezza.
Dimostra come i cittadini siano presi in giro, e per di più con i loro soldi del canone, ricevendo invece di un pubblico servizio, l’arroganza della casta politica che esercita un potere assoluto, spartitorio, omissivo, diventato disinformazione di massa, estremamente simile alle televisioni private.
Questo sistema è irriformabile e solo una diversa visione politica del problema può portare ad un cambiamento radicale, che è vitale per la nostra democrazia che non possiede un contrappeso dalla parte dei cittadini, una “public company” televisiva, senza pubblicità, finanziata solo dal canone, dove i cittadini che la pagano, siano i soli azionisti con il potere di eleggere il presidente (con tutti i poteri), in regolari elezioni da abbinare alle politiche o alle amministrative, tra personaggi indipendenti da economia, politica, religioni.
E’ necessario che sia dichiarato solennemente, chiaramente e giuridicamente, che la RAI è proprietà dei cittadini che autogestiscono, fuori dai partiti, una informazione che sia all’altezza di proteggerli da tutti gli inganni e imbrogli che il potere economico e politico tramano a loro danno, soprattutto per ciò che riguarda la salute, l’ambiente, l’alimentazione, l’economia e le banche.
Una televisione che ci parli della realtà e non sia portavoce delle ignobili balle che raccontano i politici e della pubblicità che ormai è il fattore dominante del pensiero unico edonista e consumista.
E’ vero che internet ha rotto il monopolio dei media e dato la possibilità a molti di far circolare il proprio pensiero, ma vi sono milioni di persone che si affidano solo alla televisione, e questi milioni sono decisivi per vincere le elezioni senza che mai sia offerto loro un punto di vista serio, documentato, indipendente.
Comunque rimane lo scandalo che tutte le TV e la carta stampata sono in mano private o politiche, con la sola eccezione de “il Fatto Quotidiano” i cui gi

maria t., olbia Commentatore certificato 23.02.17 17:36| 
 |
Rispondi al commento

Grazie all'ultima "riforma" della RAI , ultima della serie, la televisione di Stato non è' più' dello Stato e meno che mai dei cittadini-utenti, è' cosa loro, di chi detiene il potere governativo.

Adolfo Treggiari, Romai Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che ha donato a Rousseau Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2016 23.02.17 16:42| 
 |
Rispondi al commento

M5S al governo, prime tre cose urgentissime da fare: abolizione del finanziamento all'editoria, abolizione del canone RAI, IMU alla chiesa nelle strutture che creano introiti economici. Pagare poco, pagare tutti!

simona verde Commentatore certificato 23.02.17 16:38| 
 |
Rispondi al commento

Basta pagare il canone a questa banda di papponi! Lo facciano pagare dai piddini!

Alessandro D., Genova Commentatore certificato 23.02.17 15:08| 
 |
Rispondi al commento

Scusate ancora, non capisco, ma cosa è questa Rai che tanto vi interessa. A noi del M5S non ce ne frega un belin. Pertanto è meglio che non ne parlate proprio: risparmiate tempo e salute.

giancarlo s., Taranto Commentatore certificato Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza 23.02.17 15:06| 
 |
Rispondi al commento

Se il convegno del PD si chiamasse "Concordia" Schettino ne sarebbe il presidente.
Al megafono della Rai spetterebbe quindi il compito di dire a tutti di ritornare nelle proprie cabine, perchè la situazione è sotto controllo.

Jorge C. Commentatore certificato 23.02.17 14:59| 
 |
Rispondi al commento

Ho la stessa età del "vespone"liccaculo,posso dire a voce altissima che una rai ridotta male in questa maniera, non mi era mai successo di vederla.Neanche ai tempi di craxi e di moplen si era vista un'okkupazione capillare ,sistematica fino all'ultima..cuccia.La rai è l'informazione"pubblica del pdr"pagata da noi, per fargli fare e dire, al cazzaro ed ai suoi adepti, tutto il contrario di quello che sta avvenendo in Italia.Sono loro stessi che dettano i tempi, i palinsesti e gli"scoop",. comunicandoli (con i televideo) alla stampa di regime che, diligentemente per continuare a "magnare" approvano e condividono.

Canzio R. Commentatore certificato 23.02.17 14:48| 
 |
Rispondi al commento

ma Romano lavora a la7? perche' siccome sta' tutti i giorni li incomincio a pensare che oltre a essere un incapace come politico per carita' lo abbiano assunto come troller anti5stelle li

ivano o., novi ligure Commentatore certificato 23.02.17 14:39| 
 |
Rispondi al commento

Il PD si stà disintegrando e le truppe hanno paura di perdere lo stipendio, cercano di salvare il salvabile con quello che hanno a disposizione.

I palinsesti li scriveranno ancora per poco. Poi sarà utile un ricambio totale. Di tutti, compreso il personale delle pulizie.

giorgio peruffo Commentatore certificato 23.02.17 13:47| 
 |
Rispondi al commento

E chissà perché la cosa non mi sorprende...

Tukko67 aka (acronik-nauta) Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2015 Commentatore che ha donato a Rousseau 23.02.17 13:26| 
 |
Rispondi al commento

Che vogliamo guardare invece ? Poco fa alla 7, ARIA CHE TIRA, si parla della mafia ad Ostia, (quartiere di Roma) in mano al clan Spada e &.

Tre pezzi di M... FULVIO LABATE, LA RUSSA e MICHELE ESPOSITO, spostano il discorso sul Comune di Roma, e vomitano cavolate e veleno

TUTTO SENZA CONTRADDITTORIO da parte di nessuno, conduttrice compresa !!!!!

rosella d., roma Commentatore certificato Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza 23.02.17 13:14| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

MOLTO BENE ..CALERANNO ANCORA GLI ASCOLTI RAI ..A QUEL PUNTO ...SI CHIUDE

FABRIZIO P., PARMA Commentatore certificato Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza 23.02.17 12:57| 
 |
Rispondi al commento

QUESTO è UN ORDINE.....NON BISOGNA PIù GUARDARE PROGRAMMI DELLA RAI.
RIPETO NESSUN PROGRAMMA NEMMENO LE FICTION!!!!
MEDITATE GENTE MEDITATE

stefano s., roma Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 23.02.17 12:34| 
 |
Rispondi al commento

RAI di tutto di più,in poche parole la RAI è da sempre la solita merdina e lecca lecca del governo la RAI è informazione politica di chi ci governa e ci racconta balle.Faccio presente io pago il canone

walter comer, nerviano Commentatore certificato 23.02.17 11:42| 
 |
Rispondi al commento

La Rai

da sempre organo dei partiti al potere

non riesco ad immaginarla se dovesse vincere il M*****

cosa potrebbe succedere?

un fuggi fuggi, un cambiamento di comportamenti adulando il nuovo soggetto politico al potere?

quanti di quei dirigenti saranno all'altezza del nuovo compito, cioè abituati come erano a passare le notizie sul M*****, che cosa diranno della nuova opposizione?

quanti avranno il coraggio di prepararsi la loro scatola di cartone e portare "sos cozzones" da un'altra parte?

e i direttori dei vari canali, telegiornali, ed altre amenità cosa faranno?

La Rai questa conosciuta.

saluti ai monelli del blog

▌│█║▌║▌║ σℓ∂ ∂σg ║▌║▌║█│▌

old dog 23.02.17 10:31| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Su questo punto il M5S dovrebbe però essere chiaro una volta per tutte, perché in effetti non è scritto da nessuna parte che il M5S è per l'abolizione del canone RAI. Quindi chiedo, siamo per l'abolizione del canone RAI? Sì può votare a tal proposito on-line? La liberazione della RAI dai leccachiappe di regime, passa attraverso l'abolizione del canone.

Alberto O., Bergamo Commentatore certificato 23.02.17 10:11| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ma quando faremo qualcosa di concreto per togliere il pagamento del canone RAI ?
La tassa di possesso è una emerita estorsione, possibile che non ci sia un modo "democratico" per toglierla ?
Tolto quella , risolto il problema, potranno fare quello che vogliono...se avranno i soldi per farlo.

Alessandro L. 23.02.17 09:39| 
 |
Rispondi al commento
Discussione



Inserisci il tuo commento

Il Blog di Beppe Grillo è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di Beppe Grillo

Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio.
Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento"

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

La lunghezza massima dei commenti è di 2000 caratteri
Se hai dei dubbi leggi "Come usare il blog".


 

Invia un commento

Invia un commento certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori




Numero di caratteri disponibili:      




   


Inserisci il tuo video

Invia un video

Invia un video certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori











Informativa Privacy (art.13 D.Lgs. 196/2003): i dati che i partecipanti al Blog conferiscono all'atto della loro iscrizione sono limitati all' indirizzo e-mail e sono obbligatori al fine di ricevere la notifica di pubblicazione di un post. La mail di segnalazione dell'avvenuta pubblicazione di un nuovo post sarà impiegata anche per sottoporre agli utenti opportunità di consultazione e/o acquisto di materiali editoriali, fotografici e filmati realizzati dal MoVimento 5 Stelle, dalla Associazione Rousseau e non solo. Fra le finalità del trattamento dei dati conferiti dovranno intendersi comprese quelle della promozione di iniziative commerciali e pubblicitarie rispetto alle quali si avrà comunque, ed ogni volta, la possibilità di opporsi, chiedendo la cancellazione del proprio indirizzo di posta dall'elenco di quelli cui vengono indirizzati i predetti messaggi.
Per poter postare un commento invece, oltre all'email, à richiesto l'inserimento di nome e cognome. Nome e cognome vengono pubblicati - e, quindi, diffusi - sul Web unitamente al commento postato dall'utente, l'indirizzo e-mail viene utilizzato esclusivamente per l'invio delle news del sito. Le opinioni ed i commenti postati dagli utenti e le informazioni e dati in esso contenuti non saranno destinati ad altro scopo che alla loro pubblicazione sul Blog; in particolare, non ne è prevista l'aggregazione o selezione in specifiche banche dati. Eventuali trattamenti a fini statistici che in futuro possa essere intenzione del sito eseguire saranno condotti esclusivamente su base anonima. Mentre la diffusione dei dati anagrafici dell'utente e di quelli rilevabili dai commenti postati deve intendersi direttamente attribuita alla iniziativa dell'utente medesimo, garantiamo che nessuna altra ipotesi di trasmissione o diffusione degli stessi, salvo quanto previsto di seguito, è, dunque, prevista. In ogni caso, l'utente ha in ogni momento la possibilità di esercitare i diritti di cui all'art. 7 del D.Lgs. 196/2003. Per l'utilizzo dei cookies, si rinvia alla lettura della Cookie Policy. Titolare del trattamento ai sensi della normativa vigente è l'Associazione Rousseau in persona del Presidente pro-tempore, con sede in Milano, Via G.Morone n. 6, 20121.




Invia il post ad un amico


Invia questo messaggio a *


Il tuo indirizzo e-mail *


Messaggio (opzionale)


*Campi obbligatori