Il Blog delle Stelle
Renzi sfodera l’asso farlocco dalla Gruber, e Bankitalia lo umilia

Renzi sfodera l’asso farlocco dalla Gruber, e Bankitalia lo umilia

Author di MoVimento 5 Stelle
Dona
  • 52

di Franco Bechis

Non avevo visto in diretta la puntata di Otto e Mezzo di mercoledì 14 giugno, che vedeva protagonista Matteo Renzi interrogato oltre che dalla conduttrice Lilli Gruber dal giornalista Vittorio Zucconi. Me l’ha segnalata però un gruppo di giovani militanti del Pd, delusissimi e perfino infastiditi dalla performance del loro beniamino. Così ho visto la registrazione della puntata e non ho potuto dare loro torto. Una delle peggiori ospitate dell’ex premier, bulimico più del solito, incapace di staccare da vuoti slogan in risposte non all’altezza di un politico di livello, arrogante in ogni istante: non solo non rispondeva alle domande fatte, ma non ne lasciava proprio la formulazione...

Messo alle strette sugli insuccessi degli ultimi due governi sull’economia, Renzi ha provato ad uscirne sfoderando quello che credeva il suo asso nella manica: “Posso dirvi che ho visto la curva e finalmente dopo tanti anni negli ultimi mesi il rapporto fra debito pubblico e pil sta iniziando a scendere. E perché? Grazie alla nostra crescita…”. Nella puntata ne aveva già sparate grosse una dietro l’altra, ma il segretario Pd non immaginava che quest’ultima si sarebbe frantumata nel giro di poche ore. E’ bastata una notte e la favoletta del debito che scendeva si è schiantata sul muro del bollettino statistico di Banca di Italia.

A fine aprile il debito pubblico italiano ha toccato un nuovo record, raggiungendo 2.270,355 miliardi di euro. Dieci miliardi di euro più del mese precedente. Ma soprattutto 52,445 miliardi in più rispetto al dato consuntivo del debito pubblico al 31 dicembre 2016. Significa che in appena un terzo dell’anno solare il debito pubblico italiano che avrebbe dovuto scendere secondo tutti i trattati firmati e secondo i patti con la commissione europea scritti da Renzi e confermati dal suo successore Paolo Gentiloni (il ministro dell’Economia è lo stesso, Pier Carlo Padoan), è invece salito del 2,36%.

Sarà pure vero come ha detto Renzi che qualcuno gli avrà fatto vedere meravigliose curve (e ce ne felicitiamo con lui), ma è chiaro che quelle non avessero nulla a che vedere con le curve del rapporto fra debito pubblico e pil. Perché la famosa crescita italiana di cui si gloriano sia l’ex che il nuovo premier nello stesso periodo è stata di circa 7 volte inferiore (lo 0,4%). Quindi quel rapporto fra debito pubblico e Pil che è il vero tallone di Achille dell’economia italiana non solo non si è ridotto come avrebbe dovuto, ma è addirittura aumentato in maniera preoccupante. E infatti sembrano assai preoccupati i commissari europei, come con una certa diplomazia ha fatto capire il commissario Ue agli affari economici Pierre Moscovici, ricordando all’Italia che “deve rispettare i suoi impegni di finanza pubblica, perché è interesse comune che l’alto livello di debito pubblico sia progressivamente ridotto”.

Se fosse restato almeno allo stesso livello di prima, il rapporto debito/pil si sarebbe ridotto senza fare nulla (e infatti il governo Gentiloni non sta facendo proprio nulla) grazie a quella timida crescita che l’economia europea sta regalando all’Italia nonostante l’esecutivo invece di assecondarla addirittura la freni. Quell’1,2- 1,3 per cento di crescita corretto grazie all’ultimo intervento contabile dell’Istat è infatti il 26° dato sui 28 paesi in Europa: 25 crescono più dell’Italia, e solo due paesi fanno peggio. Non c’è proprio nulla di cui gloriarsi, quindi. Anzi: avremmo immaginato Padoan e Gentiloni ventre a terra per cercare di capire quali dei loro provvedimenti, o di quelli del governo Renzi che li ha preceduti, sta ostacolando la crescita dell’economia che se tutti loro fossero stati fermi non decidendo nulla sarebbe stata almeno il 50% superiore a quella registrata.

I dati di Bankitalia rivelano purtroppo che invece di eliminare gli ostacoli che loro stessi hanno messo alla crescita, ne stanno aggiungendo altri. Oltre la metà dell’incremento del debito nell’ultimo mese, e più del 75% da inizio anno è dovuta all’aumento del fabbisogno pubblico, e quasi interamente questo è dovuto agli sforamenti di spesa delle amministrazioni centrali. E’ chiaro che la spending review (altra favola raccontata da Renzi nella stessa trasmissione) è restata un capitolo vuoto nel bilancio pubblico italiano, e i dati raccontano come ad avere le mani bucate sia il governo centrale, e non quegli enti locali su cui spesso si scarica ogni colpa.

Mentre aumenta la spesa pubblica in modo così preoccupante crescono allo stesso ritmo pure le entrate tributarie: 28,9 miliardi nel solo mese di aprile e 120,9 miliardi di euro nei primi quattro mesi dell’anno, con un aumento del 2 per cento rispetto allo stesso periodo del 2016. Vero che le entrate fiscali crescono quando sale il pil, ma la crescita acquisita in quello stesso periodo è circa la metà (0,9 per cento) del dato sulle entrate. Quindi i numeri smascherano un’altra favola raccontata dall’esecutivo: è falso che le pressione fiscale (le tasse) sia diminuita, perché è aumentata a tasso doppio rispetto alla crescita...



Fai una donazione a Rousseau: http://bep.pe/SostieniRousseau e poi annuncialo su Twitter con l'hashtag #IoSostengoRousseau

bannerrousseau.jpg

19 Giu 2017, 10:17 | Scrivi | Commenti (52) | listen_it_it.gifAscolta
Invia il tuo video | Invia ad un amico | Stampa

  • 52


Tags: banchitalia, m5s, otto e mezzo, renzi, zucconi

Commenti

 


offrire prestiti tra particolare in 48h

se avete bisogno di soldi per finanziare un progetto / società / o immobiliare / gestione di olio / gas chiedere il prestito. o di pagare per un appartamento / autoveicolo / casa o per un investimento. Essi offrono prestiti da € 90.000 a € 6.700.000 ad un tasso del 3%, a seconda della quantità di prestare a particolari non violare la legge sull'usura. vi offre la possibilità di rimborsare il denaro prestato entro da 1 a 25 anni, a seconda dell'importo del prestito. Attualmente risiede a France.si siate interessati vi preghiamo di non contattare me questa mail:molinepaolo@gmail.com

maltini documentaire Commentatore certificato 22.06.17 09:56| 
 |
Rispondi al commento

-Viaggi e project financing per studi all'estero
-costruzione sfondo imprese e gli investimenti in vari commercio e costruzione progetto e altro
-Acquisto di affitto casa e appartamento
-Acquisto di auto e prestito per la salute e l'educazione dei vostri figli
-pronto soccorso per chiunque in pericolo
-settore agricolo e mondo degli affari
-finanziamento del progetto milioni
Contattare il nostro servizio e-mail prestitobancario2017@gmail.com

malika clode Commentatore certificato 22.06.17 09:26| 
 |
Rispondi al commento

Che squallore, la servitù intellettuale!!!!

terenzio eleuteri Commentatore certificato 21.06.17 10:00| 
 |
Rispondi al commento

Quale sarà....la bocca più vicina alla verità ??

terenzio eleuteri Commentatore certificato 20.06.17 16:42| 
 |
Rispondi al commento

Complimenti alla Gruber.....il suo silenzio dimostra la sua incompetenza e il suo servilismo nei confronti della casta.

Andrea B a l d i n i, Cesena Commentatore certificato 20.06.17 14:42| 
 |
Rispondi al commento

Io avevo twittato a caldo della disfatta di Renzi: una sconfitta per 3 a 0 in casa. E' stato così arrogante nel suo aggrapparsi agli specchi, che ha fatto innervosire persino due simpatizzanti come Gruber e Zucconi (che penso lo stiano ridimensionando nella loro considerazione). Ho addirittura sentito un accenno di fuori-onda finale dove pareva polemicare su qualche domanda! Purtroppo però la maggioranza degli ultrasessantenni segue solo il tg1, x cui avrà sempre l'immagine professionale e competente di Padron Renzi. 1) Non bisogna più cadere nelle trappole di argomenti marginali che diventano notizie con interpretazioni capziosamente distorte per settimane di polemiche sulle prime pagine di tv e giornali(vaccini, onlus); quando si interviene su una legge x modifica di uno jus soli temperato, occorre ricordare pressantemente come poche settimane prima si era avvallata l'accoglienza per i minori non accompagnati: occorre cioè non spaventare gli italiani, anzi far capire che c'è una terza via (quella 5stelle) tra il rifiuto in toto dei problemi (Lega) e la capitolazione totale (sinistre): si potrebbe proporre una sorta di cittadinanza 'provvisoria' x gli studenti fino ai 18 anni quando si potrebbe ottenere con adeguata cerimonia di accettazione dei valori nazionali (molto più appagante x chi la ottiene rispetto ad un automatismo).


Pinocchio inciamperà sul suo naso. Vero è che. dati i risultati ottenuti nel suo pollaio, si sia convinto che l'italiani siano così coglioni da potergli raccontare qualsiasi cazzata. Una volta finito il repertorio delle cazzate, comincerà a raccontare che il suo pensiero è guidato dall'alto (questo è anche vero ma dubito se ne sia reso conto). Che da lassù gli hanno affidato una missione (anche questo è vero; la missione di distruggere il paese). Una volta esaurita anche la fase mistica, cosa potrà fare?
Potrà fare quello che vuole, basta che sparisca dalla scena.
Talelbano

Talelbano

Gianfranco B. Commentatore certificato 19.06.17 22:13| 
 |
Rispondi al commento

L'aumento del Debito Pubblico è anche dovuto all'effetto dei costi per i "DERIVATI".
Il Sole 24 Ore di domenica, dedica una pagina intera a questo argomento e viene affermato che l'Italia è l'unico Paese che registra un impatto così negativo:
Dal 2013 l'effetto negativo sui conti degli swap è stato di 24 MILIARDI, pari all'effetto dei minori interessi pagati dovuti al Q.E. della B.C.E.
Dobbiamo insistere affinché caccino via la CANNATA, responsabile del Debito Pubblico e quindi responsabile delle perdite sui Derivati.
Parlamentari 5 Stelle datevi una mossa: questo è un tema bruciante che dobbiamo cavalcare.
G.Mazz.

gianpiero m., Bergamo Commentatore certificato Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza 19.06.17 19:39| 
 |
Rispondi al commento

il paradigma italiota è il continuare a pagare pensioni da 90.000 euro al mese.

Claudio G., Olbia Commentatore certificato 19.06.17 18:05| 
 |
Rispondi al commento

Vabbé, si sa come sono i mocciosi viziati regnanti... anche quando perdono il trono e contano di riconquistarlo, si sa, si sa: la mattina, insieme alla colazione a letto, vogliono sentirsi dire che tutto va benissimo, che il popolo è felice e che lui è adorato per questo... tanto che glie cambia, manco s'affaccia pe' vedé la situazione reale, vive nel suo universo parallelo di agi, inattività stipendiata e intrallazzi coi poteri forti / malavitosi.

Andrea Caroli (elettrociccio), Roma Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 19.06.17 16:46| 
 |
Rispondi al commento

Franco Bechis,

slogan di Matteo a parte,
in merito allo Ius soli, credo ricorderà che Nuti motivò l’astensione alla Camera nel 2015
dicendo che la legge era “una scatola vuota”,
e ora che è arrivata in Senato Di Maio dice è “un pastrocchio invotabile”.

Visto che la Rete non ha modo di esprimersi in modo Trasparente, ognuno contando uno,
vorrei chiederle se ritiene quanto meno opportuno che i Portavoce M5S evidenzino agli iscritti le inconciliabili divergenze fra questa legge e il testo da loro presentato nel 2013.

https://parlamento17.openpolis.it/atto/documento/id/4688

Grazie

Appia Cere 19.06.17 14:57| 
 |
Rispondi al commento

Non volevo poi ho visto Renzi e Zucconi dalla Gruber. E ho fatto bene. Si è confermata la mia idea che Renzi si suiciderà politicamente se gli daranno tempo e corda. È stato impressionante. Vuole essere il Presidente del Consiglio e invece è sembrato un giovane petulante, vuoto ma soprattutto infantile. Dopo infiniti monologhi divaganti, la Gruber ha deciso di bloccarlo e sembrava la maestrina con un riottoso scolaro che faceva il broncio perché interrotto. Una scena pietosa. Anche l'amico Zucconi ha dovuto allargare le braccia e rassegnarsi a non avere risposte. È finita con un Renzuccio immusonito e scontento... e una Gruber spazientita. Ecco.

Giuseppe Alù 19.06.17 14:53| 
 |
Rispondi al commento

bravo,una bella analisi,peccato che nessun media la pubblichera'

franco bertocci, taranto Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alle Europee 19.06.17 14:34| 
 |
Rispondi al commento

A cosa serve la cosiddetta "Classe Politica"?

Verrebbe da dire che serve a "governare" in modo intelligente oppure si potrebbe anche dire che deve avere la capacità di far migliorare la vita delle persone.
Mi sembra che altre funzioni non ne abbia.

Bene. Vi sembra che che l'Italia, negli ultimi 20/30 anni, sia stata governata in modo intelligente? Oppure che, nello stesso periodo di tempo, la "Classe politica", abbia avuto la capacità di migliorare la vita degli italiani?

Se la risposta è sì, siamo a cavallo.
Se la risposta è no, bisogna concludere che abbiamo, da decenni, una "Classe politica" fatta di coglioni.

giorgio peruffo Commentatore certificato 19.06.17 13:52| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Sono estremamente d'accordo con Il dott. Bechis: l'ex premier è risultato eccessivamente concentrato sugli solgan. A volte sembra incapace di fare un ragionamento di senso, che porti delle motivazioni e non delle convinzioni.
L'ex premier no dà ne manco il gusto di considerarlo un avversario politico perché non si può riconoscere come nemico colui il quale mistifica la realtà. Incapace di mantenere un confronto sui temi.
Tony, un utente non certificato, ha scritto che i media dovrebbero (riguardo al tragico incidente londinese) torchiare il sindaco e non là premier: ma ciò è sbagliato perché sono le leggi che fa uno stato che permettono al costruttore di non costruire gli edifici a norma. Il sindaco è solamente l'appendice finale di un corpo unico che è lo stato.
In più Tony ha alluso a una motivazione razziale che secondo me non ha né capo né coda.
L'Italia non sarà più razzista o sessista il giorno in cui smetterà di porsi il problema di chi dice le cose e inizierà a chiedersi: cosa dice. Non chi, ma cosa.


Ho semplicemente cambiato canale, per me è troppo vedere un capo piddino e due scendiletto ai suoi piedi. INSOPPORTABILI!

Petilli Sabino 19.06.17 13:29| 
 |
Rispondi al commento

Palazzo distrutto da un incendio..morti e feriti..l'informazione radical chic attacca la premier e organizza proteste..Il vero responsabile, essendo sindaco della metropoli londinese, nessuno lo tocca, perché??? Perché lui, il sindaco, è povero musulmano... è la ideologia ''politically correct''...di Soros e compagnucci rardical chic!!! ami dispiace per il popolo inglese
per le stragi che li hanno colpiti, ma forse questi fatti darà maggior impulso ad un cambiamento..al far si che prendano i radical-chic per il collo...

Tony 19.06.17 13:21| 
 |
Rispondi al commento

Ma boccuccia di rosa ha fatto tante domande scomode per metterlo in difficoltà o ha fatto quello che fa un professore con l'esaminando da promuovere.......facendo domande facili facili.....magari concordate ????

terenzio eleuteri Commentatore certificato 19.06.17 12:57| 
 |
Rispondi al commento

Finalmente, Franco Bechis, un Giornalista con la G maiuscola che rende onore alla carta stampata con una informazione lucida e puntuale. Concordo in tutto sulla sua analisi della puntata di "Otto e mezzo" e resto veramente sconcertato davanti alla manifesta arrendevolezza della Gruber e di Zucconi.

Gianni M., Cagliari Commentatore certificato 19.06.17 12:38| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Vorrei esprimere il mio apprezzamento per i ''portavoce''...PRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRR!!!
BEPPE BUTTALI A MARE PRIMA CHE LO FACCIANO LORO A TE!!

Tony 19.06.17 12:35| 
 |
Rispondi al commento

Crozza non riesce a dire tante idiozie per far ridere di quante ne dica RENZI, ho riso MOLTO DI PIU' ascoltando RENZI ma, sono sicuro, fra un po' rideremo TUTTI di meno...........................

Carlo A., forli' Commentatore certificato 19.06.17 12:18| 
 |
Rispondi al commento

L'unico modo per vedere diminuire il nostro Debito Pubblico e tornare a crescere la nostra economia, è quello di uscire dall'Eurozona e riportare la Banca D'Italia sotto il controllo del Ministero Del Tesoro. Tutti gli altri sistemi, compreso quello di aumentare gl'investimenti pubblici mendicando deroghe presso l'eurocrazia criminale, non servirà a nulla, se non ad aumentare il nostro deficit verso l'estero.

Alberto O., Bergamo Commentatore certificato 19.06.17 12:03| 
 |
Rispondi al commento

A proposito di Consip:bellissima la giravolta di "repubblica" non è attendibile nella prima versione (accusa ai vertici dell'arma e politici) ma avendo ritrattato cio che aveva dichiarato ..diventa attendibile perchè salverebbe lotti § company quindi l'indagine a suo carico della magistratura è per la prima versione non per la seconda.. Sono straordinari secondo me la redazione e direttore fanno un consulto generale con renzi Governo per trovare il titolo

pierluigi 19.06.17 12:03| 
 |
Rispondi al commento

Condivido assolutamente. Peraltro, i dati sono numeri e quindi difficilmente contestabili.

aldino c., Messina Commentatore certificato 19.06.17 11:43| 
 |
Rispondi al commento

Il parolaio (le fanfaron)

più ne dico e più confondo lo spettatore questo è il mio metodo

purtroppo c'è chi ancor gli crede

saluti ai monelli del blog

▌│█║▌║▌║ σℓ∂ ∂σg ║▌║▌║█│▌

old dog 19.06.17 11:41| 
 |
Rispondi al commento

le solite menzogne del bomba non convince piu nessuno solo i suoi lecca culi

giancarlo ricomini, marina di carrara toscana Commentatore certificato 19.06.17 11:40| 
 |
Rispondi al commento

La POLITICA è solo un carro nel tempo,
pieno di falchi, colombe, gufi, zanzare,
Fra grandi tempeste d'acqua, di vento,
o calme irreali, tutte da valutare!

C'è chi comanda e chi fa il servitore.
Chi si riempie le tasche e chi... le svuota,
ma alla fine, fra il vinto e il vincitore,
Solo il popolo, ahimè, trascina la ruota.

La politica vive di acqua saponata:
meschini, scaltri, con idiote manfrine.
Fanno volare le loro "balle di giornata,
E... in TV, AHIMÈ, fanno figure meschine.

Così dalla Gruber il Fonzie nostrano,
di certo il pupillo e lei moto brava,
dagli "aquiloni" s'è fatto prendere
la mano
e ha lasciato basiti chi l'ascoltava.

La morale?

Chi crede alle idiozie e alle menzogne,
prima o poi si troverá... nelle fogne!!!!!!

AD MAIORA!
Paola

Paola Zito 19.06.17 11:29| 
 |
Rispondi al commento

Lo so , sono fuori tema.
Ma nel post designato alla posizione del movimento su ius soki (600 commenti) diversi fanno la mia richiesta... e non c'è nessuna risposta.

ecco la proposta del M5s depositata del 2013 per l'introduzione dello ius soli temperato

https://parlamento17.openpolis.it/atto/documento/id/4688

chi mi spiega le differenze con la proposta di legge in discussione oggi?
...a prima vista non mi sembrano tanto grandi da poter dire che quella di oggi è un "pastrocchio invotabile".

mario 19.06.17 11:24| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Mai vista tanta idiozia da parte di un politico supportata da tanta compiacenza da parte dei media .

A riveder le stelle .

Gianfranco .

Gianfranco 19.06.17 11:06| 
 |
Rispondi al commento

||√.....il pdofilio sa che il suo zoccolo duro sono il ''pubblico'' e'per questo che gli ottanta euro sono stati elargiti...leggi serie per riformare chi ''lavora'' nel pubblico, dal portiere al dirigente, non verrano mai fatte perché le forze politiche TUTTE ( vedi Raggi Roma ) tengono a quei voti..Quindi la ''spesa pubblica'' non verrà mai normalizzata!

Tony 19.06.17 11:05| 
 |
Rispondi al commento

Ennesima dimostrazione di "buongoverno" del PD.
Dove governa il PD, il debito aumenta. Lo si vede dai comuni che governano, con tutti i conti in rosso, lo si vede, purtroppo replicato, nei conti dell'Italia.
E questi sono quelli che si fregiano di saper governare !!!!!

Alessandro L. 19.06.17 11:00| 
 |
Rispondi al commento

Ognuno pensi cio che vuole non sono ne un pasdsran del sacro blog ne un taroccatore di simboli ho le mie convinzioni e dignita che non baratto con giustificazionismi post datati ne tantomeno con il "pensiero destrutturato" di renzi (anche se onestamente credo che non alberghi nelle sue corde ne tantomeno nelle su capacità) non sono poi convinto che la nostra società sia cosi Liquida" senza principi o etica o abbia un approccio destrutturato alla motivazione che in gran parte sfugge alle logiche di una rigida preordinazione politico-programmatica. L'emergenza non giustifica l'assenza di un progetto a medio è lungo termine .Ora si va nel concreto..e onestamente la realtà renzianamente destrutturata è deludente .Gli assiomi " Renziani Dell'ottimismo e della speranza a tutti i costi" non convincono più nessuno

pierluigi 19.06.17 10:47| 
 |
Rispondi al commento

voilà ... crescita, gruzzoletti, ridurre le tasse, Yoram Gurlfed codice fiscale, non facciamo di tutta l'erba un fascio, dimissioni da parlamentare ed altre super****ole 4.0 ....

http://bit.ly/2sGaXwR

id &as Commentatore certificato 19.06.17 10:41| 
 |
Rispondi al commento

"Nati non fummo per essere persone oneste e sincere......"

terenzio eleuteri Commentatore certificato 19.06.17 10:37| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

La Gruber, come un bambino, prese Renzi per mano
e andarono insieme su La7 alla sera;

la rossa Gruber si gonfiava lontano
e il viso brillava di luce non vera...

La bufale renziane sembravan arrivare
fin dove l'udito d'un uomo non può immaginare
e tutto d'intorno non c'era nessuno:
solo il tetro studio a contorno di balle e di fumo...

I due parlavano, il giorno cadeva,
Renzi sparava e la Gruber piangeva:
con l'anima assente e le palpebre bagnate,
seguiva il ricordo di balle passate...

I renziani subiscon le ingiurie degli anni,
non sanno distinguere il vero dai sogni,
i renziani non sanno, nel Renzi pensiero,
distinguer nelle sue bufale il falso dal vero...

La Gruber resistette, lo sguardo era triste,
con gli occhi al silicone e ciglia mai viste
e poi disse al Renzi con voce sognante:

"Mi piaccion le fiabe, raccontane altre!"

Aldo B. 19.06.17 10:35| 
 |
Rispondi al commento
Discussione



Inserisci il tuo commento

Il Blog di Beppe Grillo è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di Beppe Grillo

Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio.
Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento"

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

La lunghezza massima dei commenti è di 2000 caratteri
Se hai dei dubbi leggi "Come usare il blog".


 

Invia un commento

Invia un commento certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori




Numero di caratteri disponibili:      




   


Inserisci il tuo video

Invia un video

Invia un video certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori











Informativa Privacy (art.13 D.Lgs. 196/2003): i dati che i partecipanti al Blog conferiscono all'atto della loro iscrizione sono limitati all' indirizzo e-mail e sono obbligatori al fine di ricevere la notifica di pubblicazione di un post. La mail di segnalazione dell'avvenuta pubblicazione di un nuovo post sarà impiegata anche per sottoporre agli utenti opportunità di consultazione e/o acquisto di materiali editoriali, fotografici e filmati realizzati dal MoVimento 5 Stelle, dalla Associazione Rousseau e non solo. Fra le finalità del trattamento dei dati conferiti dovranno intendersi comprese quelle della promozione di iniziative commerciali e pubblicitarie rispetto alle quali si avrà comunque, ed ogni volta, la possibilità di opporsi, chiedendo la cancellazione del proprio indirizzo di posta dall'elenco di quelli cui vengono indirizzati i predetti messaggi.
Per poter postare un commento invece, oltre all'email, à richiesto l'inserimento di nome e cognome. Nome e cognome vengono pubblicati - e, quindi, diffusi - sul Web unitamente al commento postato dall'utente, l'indirizzo e-mail viene utilizzato esclusivamente per l'invio delle news del sito. Le opinioni ed i commenti postati dagli utenti e le informazioni e dati in esso contenuti non saranno destinati ad altro scopo che alla loro pubblicazione sul Blog; in particolare, non ne è prevista l'aggregazione o selezione in specifiche banche dati. Eventuali trattamenti a fini statistici che in futuro possa essere intenzione del sito eseguire saranno condotti esclusivamente su base anonima. Mentre la diffusione dei dati anagrafici dell'utente e di quelli rilevabili dai commenti postati deve intendersi direttamente attribuita alla iniziativa dell'utente medesimo, garantiamo che nessuna altra ipotesi di trasmissione o diffusione degli stessi, salvo quanto previsto di seguito, è, dunque, prevista. In ogni caso, l'utente ha in ogni momento la possibilità di esercitare i diritti di cui all'art. 7 del D.Lgs. 196/2003. Per l'utilizzo dei cookies, si rinvia alla lettura della Cookie Policy. Titolare del trattamento ai sensi della normativa vigente è l'Associazione Rousseau in persona del Presidente pro-tempore, con sede in Milano, Via G.Morone n. 6, 20121.




Invia il post ad un amico


Invia questo messaggio a *


Il tuo indirizzo e-mail *


Messaggio (opzionale)


*Campi obbligatori