Il Blog delle Stelle
Quell'auto blu comprata con i soldi delle multe stradali dei cittadini

Quell'auto blu comprata con i soldi delle multe stradali dei cittadini

Author di MoVimento 5 Stelle
Dona
  • 23


di MoVimento 5 Stelle

Un'auto blu acquistata dal Comune con i soldi delle multe stradali dei cittadini che invece dovevano essere reinvestiti per la sicurezza e la manutenzione stradale del territorio. Accade a Campobasso, in Molise, dove il MoVimento 5stelle con i suoi portavoce locali ha subito denunciato il bizzarro 'dirottamento' dei soldi pubblici fino a portare il caso in Parlamento interrogando il Governo con il question time di oggi in Commissione Trasporti alla Camera. Obiettivo: chiarire la vicenda del Comune di Campobasso per chiedere al Governo maggiore trasparenza sull'uso di tutti i fondi per la sicurezza stradale in cui confluiscono i proventi delle multe.

Il Ministero dei Trasporti ci ha risposto che per garantire la tracciabilità di questi soldi pubblici ci sarebbe bisogno di una revisione delle norme del codice della strada. Una revisione bloccata dal Governo stesso ponendo il veto alle modifiche già elaborate, e quindi 'pronte per l'uso', dalla Commissione Trasporti alla Camera.

La vicenda dell'auto blu acquistata dal Comune di Campobasso con fondi delle multe vincolati a scopi di sicurezza e manutenzione stradale apre uno scenario preoccupante sulla mancanza di un controllo effettivo da parte del Governo sui proventi delle multe stradali, già al centro di numerose denunce da parte del MoVimento Cinque Stelle.

Nonostante il Governo sia infatti chiamato per legge a riferire ogni anno in Parlamento sull'ammontare degli incassi e la destinazione di tali fondi, nel corso di questa Legislatura il Ministero dei Trasporti non si è mai degnato di inviare al Parlamento questa relazione annuale, agendo così in palese violazione del Codice della strada. Stesso obbligo previsto per i Comuni che risultano quindi altrettanto inadempienti senza alcuna conseguenza.

Il Governo rispetti gli impegni presi anche grazie agli atti del M5S sulla trasparenza dell'uso dei fondi derivanti dalle multe stradali e venga a riferire subito in Commissione sull'ammontare complessivo e la destinazione degli incassi delle multe come previsto dalla legge.



Fai una donazione a Rousseau: http://bep.pe/SostieniRousseau e poi annuncialo su Twitter con l'hashtag #IoSostengoRousseau

bannerrousseau.jpg

7 Giu 2017, 18:35 | Scrivi | Commenti (23) | listen_it_it.gifAscolta
Invia il tuo video | Invia ad un amico | Stampa

  • 23


Tags: autoblu, campobasso, molise

Commenti

 


acheCiao signore/signora,
Sto cercando il prestito di denaro per diversi mesi che ho avuto debiti e bollette da pagare. Pensavo che fosse finita per me. Ma per fortuna ho visto la testimonianza fatta da molte persone su Mm Josina gomez, che è come ho contattato mio mutuante per pagare i miei debiti e il mio progetto. e signora Josina mio concesse un prestito di 60,000 euro sul mio conto, posso assicurarvi che tutti questi carta suo governarlo mio aiuto per pagare fuori il mio contatto di debito la e sarebbe la verità Se avete bisogno di finanziamenti; prendere in prestito denaro o qualsiasi progetto ti rendi cont questo vi aiuterà a raggiungere e sostenere finanziariamente sua e-mail prestitobancario2017@gmail.com

maldini oscar Commentatore certificato 11.06.17 11:11| 
 |
Rispondi al commento

Ciao
Per la realizzazione dei vostri progetti che si cura di cui non hai abbastanza fondi, la soluzione è le offerte di Lady Josina gomez di diverso pronto per i vostri progetti a 5000 euro a 500.000 euro con un tasso del 2% per il vostro progetto di viaggio e di tasse scolastiche per business costruzione d'oltremare e sostanziali investimenti in vari progetti commercio e costruzione un altro acquisto di casa e Appartamento noleggio auto acquisto e per rilievo di prestito di formazione dei vostri bambini per chiunque nel settore agricolo pericolo e finanziamento delle imprese del progetto milioni
Contattare il servizio di posta elettronica prestitobancario2017@gmail.com

belia martine Commentatore certificato 10.06.17 09:35| 
 |
Rispondi al commento

Rispondo a Mario Rosini:
Segnalazione che mi sembra inutile e ininfluente:
NON HO PRECISATO IL MOTIVO PER CUI L'ALTA VELOCITA' CAUSI INCIDENTI; MOTIVO CHE LEI MI CONFERMA NELLE RADICI DEI PINI E CHE POTREBBE ESSERE IL VERO.
CIO' CHE IO HO DETTO E' CHE FINALMENTE QUALCUNO HA POSTO DEI LIMITI DI VELOCITA' ONDE EVITARE INCIDENTI, CHE SIANO CAUSATI DALLE RADICI DEI PINI O MENO; NON CAPISCO COSA MI VOLEVA DIRE COL SUO COMMENTO.
E'EVIDENTE CHE L'ALTA VELOCITA' SULLA COLOMBO ERA PERICOLOSA, COME DA FREQUENTI INCIDENTI E, I FANGIO NOSTRANI, NON PREVEDEVANO, SE COSI' E', IL RISCHIO RADICI DEI PINI.
SAREBBE BENE CHE I LIMITI GIUSTAMENTE IMPOSTI FOSSERO ORA ANCHE FATTI PEDISSEQUAMENTE RISPETTARE; IO L'HO PERCORSA E, A PARTE I CARTELLI, NON MI SEMBRA CAMBIATO NIENTE; A ROMA E' COSI', PRATICAMENTE DAPPERTUTTO: CARTELLO 40 KM. ORARI, TU LO RISPETTI E TI SUONANO, TI MANDANO A QUEL PAESE E SFRECCIANO A 90 KM. ORARI.
IO DEFINIREI QUESTO COMPORTAMENTO DA IRRESPONSABILI E INCIVILI E, QUALCUNO DOVREBBE RITIRARE PIU' PATENTI, COSA CHE, FORSE, RIDURREBBE GLI INCIDENTI.
E LEI COME LO DEFINIREBBE?

Ti segnalo che "sulla Colombo" molti incidenti accadono a causa delle radici dei pini che la costeggiano dall'EUR fino al mare.
Quanto alla velocità, questa è una semplice aggravante circostanziale di quella che è, quasi sempre, semplicemente condotta di guida inappropriata o trascuratezza nella manutenzione del mezzo meccanico.

P. C. 08.06.17 19:23| 
 |
Rispondi al commento
Discussione


Ciao Ecco la mia posta "prestitobancario2017@gmail.com" Caro Signor e la
signora desiderosi di fare un prestito, con un capitale di € 28.000.000, destinare ha privati prestiti di brevi e lungo termine da 2000 a € 500.000 ha tutte persone serie, affidabile e integrate, desiderano fare un prestito. "" Il mio tasso di interesse varia dal 2% all'anno a seconda della quantità in prestito e il termine del rendimento del fondo, come essere unico e avere una banca che non voglio violare la legge sull'usura. Si può rimborsare il 5 a 15 anni al massimo a seconda della quantità di pronto. Hai bisogno di fare un prestito: finanziamenti immobiliari prestiti sono prestiti personali si registra vietato bancario e non avete il favore delle banche, o meglio, si ha un progetto e necessità di finanziamento, bisogno di soldi per pagare le bollette, fondo per investire in società. La nostra organizzazione non è una banca, e non abbiamo bisogno di un sacco di documenti. Prestito giusto e onesto e affidabile. Cordiali saluti.. Quindi, se avete bisogno di prestito...

martine gorgia Commentatore certificato 08.06.17 19:12| 
 |
Rispondi al commento

Nun c'avete capito proprio gnente, l'auto blu je serve pe' portà a spasso le chiappe stanche der pizzardone!
Ammazzave oh quanto sete marpenzanti!

Mario Rosini, Pescorocchiano (RI) Commentatore certificato 08.06.17 16:58| 
 |
Rispondi al commento

a questo ed altro servono i proventi delle multe agli automobilisti, al di là del fatto che siano giuste o sbagliate i soldi ricavati e divisi con le aziende private che forniscono a pagamento gli strumenti elettronici, il denaro viene gestito dalle amm. pubbl. per ripianare bilanci comunali e sperperarli in affari poco chiari, ciò succede nella quasi totalità degli 8050 comuni italiani.

Dagli anni 80 l'incoscienza delle Giunte Comunali ha raggiunto livelli di corruttela inenarrabili.

Clesippo Geganio, LT Commentatore certificato 08.06.17 15:28| 
 |
Rispondi al commento

Rispondo a Sauro V:
Vedo che, nel mio commento, forse non sono stato chiaro: CHI è CHE STABILISCE SE LE REGOLE SIANO PERFETTE? chi è che stabilisce che, in una determinata strada, è sbagliato mettere un limite di 20 km. orari, dove, "secondo chi?", puoi fare i 70? Lo stabilisce lei che si possono fare i 70? Per un altro se ne possono fare 100? E per un altro 40?
In Italia le regole ce le facciamo da soli? Ecco perché poi ci scappa l'incidente?
Chi stabilisce quanto si possa fare al massimo in una determinata strada, penso siano i tecnici dell'autorità competente a stabilirlo con la segnaletica.
Altrimenti, magari, parlo in generale senza riferirmi a nessuno in particolare, un ubriaco su di giri che abbia appena visto una mille miglia, sarà convinto che lui può farci i 200 km. orari; e forse potrebbe rappresentare un pericolo?
Servirà o no qualcuno competente a decidere?
O vogliamo l'anarchia?
COMUNQUE SIA, A ROMA, GRAZIE IMMAGINO ALLA SINDACA RAGGI ( DA ME VOTATA), SONO COMPARSI CARTELLI CON LIMITI ORARI PIU' BASSI, PER ESEMPIO SULLA COLOMBO (OVE PRIMA ACCADEVANO MOLTI INCIDENTI PER LA VELOCITA'); SEGNO CHE LE AUTORITA' SI PREOCCUPANO DELLA INCOLUMITA' DEI CITTADINI.
SPERIAMO CHE TALI LIMITI APPOSTI SUI CARTELLI SIANO FATTI RISPETTARE; NELL'INTERESSE COMUNE.

P. C. 08.06.17 14:13| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Che fine ha fatto L'APE volontaria?
le banche e le assicurazioni non prestano i soldi a che deve morire?
Lo stato non garantisce per il morituro?
In che paese viviamo?
Ditemi che succede, ho quasi 67 anni e mica dovrò lasciarci la pelle qui? Il lavoro per Fornero è come il matrimonio: Fin che morte non vi separi?

salvatore giacco 08.06.17 13:18| 
 |
Rispondi al commento

Quindi quando ci troviamo i controlli stradali, ci hanno sempre detto che servivano al comune per far cassa, questo è vero.
Anzichè investire questi soldi in sicurezza, dopo aver sottoposto i cittadini a controlli ferrei, li usano per coprire i loro buchi di bilancio o investimenti diversi?
Hanno pure aumentato l'ammontare delle multe sti fetenti.

Rosa 08.06.17 09:56| 
 |
Rispondi al commento

Quindi da quello che io comprendo... Lo Stato può permettersi di essere "illegale" ma noi no? Mmm... qualcuno può spiegarmi il significato di Democrazia perché credo che quello che ho imparato non è corretto oppure si vuole dare un significato diverso a questo termine...

Alberto Gili 08.06.17 01:50| 
 |
Rispondi al commento

Se uno non vuole multe può, e deve, fare una cosa semplicissima: RISPETTARE LE REGOLE!

P. C. 07.06.17 23:13| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

c'è di peggio, il comune di Sesto San Giovanni, con un delibera ha ridotto la distanza di sicurezza riducendo la visibilità ad essa legata, del parcheggio delle auto dall'intersezione stradale da 5 a 4 metri.

dopo aver tolto la visibilità, toglie anche la precedenza all'incrocio e se una vettura ti viene addosso ti mette pure la multa, per non aver rispettato la precedenza.

CARO COMUNE, NON PUOI MAI TOGLIERE LA VISIBILITÀ, TOGLIERE ANCHE LA PRECEDENZA INSIEME ALLA VISIBILITÀ È DA CRIMINALI

è non c'è solo il comune di Sesto così, ma la maggioranza delle pubbliche amministrazioni.

ma i cittadini ignari coinvolti negli incidenti pagano i danni, le multe e stanno zitti.

cordiali saluti

Alberto Ragazzi, Sesto san Giovanni Commentatore certificato 07.06.17 23:10| 
 |
Rispondi al commento

Se il problema dite che sia la destinzione sbagliata dei soldi delle multe, se così è, allora se ne parla: PER LA DESTINAZIONE.
Per il fatto delle multe, per la mia esperienza a Roma, direi che SE NE FANNO SEMPRE TROPPO POCHE, DATO CHE I CITTADINI IGNORANO, IN GRAN PARTE,LE PIU' ELEMENTARI NORME DI SICUREZZA E CONVIVERE CIVILE E DEL CODICE DELLA STRADA.
BASTI VEDERE COME E DOVE SI PARCHEGGIA, A CHE VELOCITA' SI CORRA INCURANTI DEI CARTELLI STRADALI E, CON QUALE FACILITA', SE TU VUOI ESSERE IN REGOLA E RISPETTARLI, TI MANDINO A QUEL PAESE!
GLIELO LASCIANO, SPESSO, FARE; POI QUANDO CAPITA L'INCIDENTE, E' FATALITA'.
PIU' MULTE E PIU' RISPETTO DELLE REGOLE, SE L'UNICO MODO DI INSEGNARE LE REGOLE SONO LE MULTE, PIU' MULTE!

P. C. 07.06.17 22:51| 
 |
Rispondi al commento

Giunta dall'auto blu
senza le frecce non viaggi più.
Piove Governo ladro tra noi
vorrei menarti ma te ne vai.

Eppure quasi fino a ieri
mi facevi le multe e tu,
ma nei tuoi pensieri
c'era solo l'auto blu.

Che classe ha sto PD
il nostro odio è cominciato lì.
Giunta dall'auto blu
senza le frecce non viaggi più.

La campagna multe è finita
e anche la vostra vita finirà così.
giunta fatta di vento
non avremo rimpianto se non ci sei più.

Giunta dall'auto blu
Cerco negli atti tuoi
la trasparenza che non hai.

Eppure quasi fino a ieri
mi facevi le multe e tu,
ma nei tuoi pensieri
c'era solo l'auto blu.


Che classe ha sto PD
chi avrebbe detto che poi finiva così.
Piove Governo ladro tra noi
vorrei menarti ma te ne vai.

La campagna multe è finita
e anche la vostra vita finirà così.
giunta fatta di vento
non avremo rimpianto se non ci sei più.

La campagna multe è finita
e anche la vostra vita finirà così.
giunta fatta di vento
non avremo rimpianto se non ci sei più.

Aldo B. 07.06.17 21:14| 
 |
Rispondi al commento

il gravissimo problema dello sperpero del pubblico denaro da parte degli enti locali (soprattutto quelli meridionali) é Ahimè nato... contemporaneamente alla nascita delle regioni: non per nulla in quei disgraziati anni 70 é iniziato lo sfascio dell'Italia. Finché lo Stato centrale, provvedera' a finanziare i Comuni... É INDISPENSABILE CHE IL CONTROLLO SULLE SPESE DEI COMUNI, TORNI ALLO STATO CENTRALE ESATTAMENTE COME ACCADEVA PRIMA DELL'INTRODUZIONE DEI CARROZZONI REGIONALI ! Sino ad allora erano le prefetture a vigilare sulle spese dei comuni... poi è arrivata "la libertà"... e con esso lo sperpero... e le auto blu !!!!

Umberto Tordone Commentatore certificato 07.06.17 20:48| 
 |
Rispondi al commento

bisogna mandarli a casa questi delinquenti se non si cambia noi italiani finiremo male anche quelli che li votano poi si pentiranno quando ormai e troppo tardi bisogna essere governati da persone oneste che fanno gli interessi di tutti i cittadini altro che il bomba poletti e gli altri compagni di merende che fanno i loro tornaconto

giancarlo ricomini, marina di carrara toscana Commentatore certificato 07.06.17 19:48| 
 |
Rispondi al commento

E' normale che non faccia traciabilità dei soldi, altrimenti come fanno a riempirsi le tasche!!!

beppe z., Capoterra Commentatore certificato 07.06.17 19:29| 
 |
Rispondi al commento



Inserisci il tuo commento

Il Blog di Beppe Grillo è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di Beppe Grillo

Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio.
Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento"

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

La lunghezza massima dei commenti è di 2000 caratteri
Se hai dei dubbi leggi "Come usare il blog".


 

Invia un commento

Invia un commento certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori




Numero di caratteri disponibili:      




   


Inserisci il tuo video

Invia un video

Invia un video certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori











Informativa Privacy (art.13 D.Lgs. 196/2003): i dati che i partecipanti al Blog conferiscono all'atto della loro iscrizione sono limitati all' indirizzo e-mail e sono obbligatori al fine di ricevere la notifica di pubblicazione di un post. La mail di segnalazione dell'avvenuta pubblicazione di un nuovo post sarà impiegata anche per sottoporre agli utenti opportunità di consultazione e/o acquisto di materiali editoriali, fotografici e filmati realizzati dal MoVimento 5 Stelle, dalla Associazione Rousseau e non solo. Fra le finalità del trattamento dei dati conferiti dovranno intendersi comprese quelle della promozione di iniziative commerciali e pubblicitarie rispetto alle quali si avrà comunque, ed ogni volta, la possibilità di opporsi, chiedendo la cancellazione del proprio indirizzo di posta dall'elenco di quelli cui vengono indirizzati i predetti messaggi.
Per poter postare un commento invece, oltre all'email, à richiesto l'inserimento di nome e cognome. Nome e cognome vengono pubblicati - e, quindi, diffusi - sul Web unitamente al commento postato dall'utente, l'indirizzo e-mail viene utilizzato esclusivamente per l'invio delle news del sito. Le opinioni ed i commenti postati dagli utenti e le informazioni e dati in esso contenuti non saranno destinati ad altro scopo che alla loro pubblicazione sul Blog; in particolare, non ne è prevista l'aggregazione o selezione in specifiche banche dati. Eventuali trattamenti a fini statistici che in futuro possa essere intenzione del sito eseguire saranno condotti esclusivamente su base anonima. Mentre la diffusione dei dati anagrafici dell'utente e di quelli rilevabili dai commenti postati deve intendersi direttamente attribuita alla iniziativa dell'utente medesimo, garantiamo che nessuna altra ipotesi di trasmissione o diffusione degli stessi, salvo quanto previsto di seguito, è, dunque, prevista. In ogni caso, l'utente ha in ogni momento la possibilità di esercitare i diritti di cui all'art. 7 del D.Lgs. 196/2003. Per l'utilizzo dei cookies, si rinvia alla lettura della Cookie Policy. Titolare del trattamento ai sensi della normativa vigente è l'Associazione Rousseau in persona del Presidente pro-tempore, con sede in Milano, Via G.Morone n. 6, 20121.




Invia il post ad un amico


Invia questo messaggio a *


Il tuo indirizzo e-mail *


Messaggio (opzionale)


*Campi obbligatori